Noel scalpita per tornare, Philly spera!

La prima scelta dei Sixers il #6 del draft 2013 sembra pronto al rientro dopo la sosta forzata dovuta alla rottura del crociato. I Sixers attendono ansiosiQuesta settimana sarà cruciale per stabilire se la prima scelta dei Sixers Nerlens Noel (19 anni) potrà esordire sui parquet NBA prima della fine di questa stagione. Il processo di recupero e riabilitazione sta andando avanti secondo quanto programmato dopo l’intervento effettuato a Marzo 2013, e settimana scorsa Noel è stato visitato dal chirurgo che lo ha operato, il dott. James Andrews, e dal fisioterapista che lo sta seguendo in questo lungo periodo post intervento, Kevin Wilk.

Entrambi gli specialisti si sono dichiarati molto soddisfatti dell’esito del controllo, specie per quanto riguarda tutti quei movimenti che l’arto dovrebbe eseguire in normali momenti di gioco. La cosa ha ovviamente reso felice anche lo stesso Noel, che al sito Bleacher Report ha rilasciato questa dichiarazione: “Sono emozionato ed entusiasta perchè sento che presto potrò tornare a giocare, voglio poter tornare a giocare per dimostrare sul campo il mio valore e per poter essere d’aiuto alla squadra già in questa stagione. Certo so che non sarà facile, ma spero, dopo il week end dell’All Star Game, di poter stabilire una data per il mio esordio nella lega.”

Anche Wilk è rimasto entusiasta dal lavoro fatto con Noel. E Kevin Wilk è una voce davvero importante nel settore avendo lavorato con stelle del calibro di Michael Jordan e Charles Barkley tra gli altri: ” Noel ha lavorato duramente, in questi mesi ha deciso di aumentare la sua massa muscolare per poter essere pronto ad esordire nella lega, riuscendo amettere su praticamente 10 kg di muscoli.”

Anche perchè uno dei grossi dubbi su Noel era proprio relativo alla sua conformazione fisica, 208 cm per poco più di 100 kg, ed alla sua capacità giocando vicino a canestro, di saper reggere i contatti con i pari ruolo NBA.

L’ex Wildcats da un paio di settimane ha anche iniziato ad allenarsi sul parquet agli ordini di Coach Brown, con allenamenti differenziati, a partire dalla scorsa settimana ha iniziato a giocare mini partite due vs due e tre vs tre con contatti. Il tutto sempre sotto il controllo dello staff medico che ha eseguito l’intervento chirurgico.

Ma non solo questo, il coach dei Sixers ha anche mostrato alcuni filmati del primo Garnett e di Stoudemire versione Suns, per far capire alla sua prima scelta cosa vuole da lui quando questo sarà pronto per tornare in campo. Brown sta focalizzando la sua attenzione specie sul gioco difensivo, forte del fatto che l’aprtura alare di Noel, 220 cm , può diventare un interessante fattore molto positivo.

Che Noel abbia voglia di tornare a giocare è ovvio e lo si capisce anche dalle sue ultime parole: “Non giocare è bruttissimo ma il lavoro che sto facendo con il coach mi sta dando l’idea di quanto lui conti su di me e di quanto posso diventare importante per la squadra. Adesso devo solo concentrarmi sugli allenamenti e sulla riabilitazione per rientrare più forte di prima sia mentalmente che fisicamente.”

Staremo a vedere, le preoccupazioni ed i dubbi ci sono,  certo che Kevin Wilk è famoso per non aver mai perso per strada nessuno di quelli che ha seguito. Sperando che presto la parola passi al parquet, giudice unico e finale.

 

 

 

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati

  • AndreaPhilly

    Ogni tanto qualche bella notizia a Philadelphia nn farebbe male in effetti,restiamo ad aspettare fiduciosi da troppo tempo ormai

  • Danilo

    Phila terrà fuori Noel il più possibile per vari motivi :

    1) Tanking spregiudicato
    2) non distrarre MCW dalla corsa al ROY
    3) non rischiare un ulteriore infortunio a stagione persa
    4) non bruciarlo

  • cheap Rangers jerseys free shipping VIP Size