Vendetta Nets, umiliati i Knicks a NY!

Solita tragica, deprimente, triste mattinata a New York con i Knicks che vengono umiliati dai Nets di Joe Johnson che si rifanno del -30 dell’andata

 

 

 

New York Knicks – Brooklyn Nets 80-103
(16-27; 38-52; 55-71)

Knicks: Anthony 26 (12 rimb), Shumpert 5, CHandler 4 (10 rimb), Felton 9, Smith 15, Prigioni 2, Bargnani 5, Hardaway Jr. 11, Udrih, Aldrich 1, Tyler 2, Murry, Stoudemire DNP
All. Woodson

Nets: Johnson 25, Pierce 3, Garnett 6, Anderson 15, Livingston 4, Blatche 19 (12 rimb), Williams 13, Kirilenko 3, Teletovic 8, Terry 3, Plumlee 4, Evans DNP
All. Kidd

Top performance
Rimbalzi: Anthony 12 (3 off, NYK) / Blatche 12 (1 off, BKN)
Assist: Felton 6 (NYK) / Pierce & Johnson 5 (BKN)
Recuperi: Anthony 2 (NYK) / Blatche 2 (BKN)
Palle perse: Felton 3 (NYK) / Williams 3 (BKN)
Stoppate: Shumpert 1 (NYK) / Garnett 1 (BKN)

Statistiche di squadra
Rimbalzi: NYK 45 (14 off) / BKN 45 (8 off)
Assist: NYK 13 / BKN 25
Recuperi: NYK 4 / BKN 11
Palle perse: NYK 16 / BKN 14
Stoppate: NYK 2 / BKN 4

Italian Job: Bargnani 5 pt (2/6, 1/1 tl), 2 rimb, 1 ass, 3 perse

MVP: Joe Johnson (BKN) 25 punti (4/7, 4/8, 5/6), 6 rimbalzi (1 off), 5 assist, 1 recupero

Recap

Solito frustrante matinée al Madison Square Garden, in occasione del “Martin Luther King Day” la banda di scappati di casa dei Knicks perde il derby contro dei Brooklyn Nets del rientrante Deron Williams, che senza far nulla di speciale si sono portati a casa il referto rosa.

Matinée giusto? NY ci tiene a mantenere le tradizioni che vedono le loro partite giocate alla mattina chiuse già all’intervallo seguite dalle solite umiliazioni (Spurs, Celtics, Grizzlies) e anche stavolta è andata così; partita equilibrata fino a metà del 1° quarto, poi deliri offensivi/difensivi dei padroni di casa con palle perse a go go e una difesa che neanche se scioperasse sarebbe così inesistente: Joe Johnson (20 punti nel 1° tempo) inizia a bruciare la retina, break di 11-2 che da il +11 (12-23). Da quel momento i Knicks vanno solo da Anthony senza risultati, Johnson & Co. sono caldi e toccano il +18 (28-46) a 3’54” dalla sirena di metà partita. Qualche magata di Melo e NY chiude i primi 24’ sotto solo di 14 (38-52) quando una squadra seria le avrebbe dato 30 punti (vedi San Antonio).

Nella ripresa la musica non cambia, i Nets girano la palla che è un piacere mettendo sempre in ritmo i tiratori negli angoli (Anderson & Johnson) con Shaun Livingston ottimo direttore d’orchestra; NY si spreme arrivando fino al -10 (47-57) dopo 4’ con Felton che sbaglia la tripla del papabile -7, da li Brooklyn ricomincia a macinare il suo gioco orchestrale chiudendo il 3° quarto sul +16 (55-71) tirando 9/26 da 3 con 20 assist a referto contro i 10 dei Knicks.

Esilarante l’intervista tra il 3° e 4° quarto di Mike Woodson che chiede più movimento ed attenzione in difesa e alla prima azione Prigioni si perde Williams che lo castiga da 3 con Anthony desolato in panchina (vedi foto sotto), a 923” sempre D-Will spara il fade-away del +21 (60-81) mandando i titoli di coda e facendo sfogare il pubblico del Garden che, come da prassi, inizia a lasciare il l’arena sconsolato come sempre con al 15esima sconfitta interna su 22 partite!

knicksfailure

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • gasp

    Vedo i tabellini e i Knicks le stanno prendendo…se perdono di molto Woodson secondo me sarà esonerato

  • gasp

    Attenzione a MCW, già quasi 30 punti e siamo al terzo quarto, può arrivare a 40 facile…

  • alert70

    gasp

    Non ti preoccupare, Woods non va via………….purtroppo.

    Avrà sempre l’alibi che non ha i play. D’altronde i Nets hanno Livingston e Williams…..

  • gasp

    Alert
    Mah, Woodson sente molto la rivalità con i Nets, quindi non come la prenderebbe vedendo i Knicks perdere di 20…

  • hatersgonnate

    Mi chiedo perché ancora guardo questi ridicoli..

  • gasp

    Comunque è Dolan che sente molto la rivalità con i Nets…

  • low profile

    Io continuo la mia campagna contro le partite in orario europeo, ma possibile che ogni santa volta devo vedere partite scandalose?!?!
    e con questo che NY sembra volerla riaprire

  • gasp

    Low profile
    Be Toronto sta provando a fare lo sgambetto a Charlotte dopo essere stata sotto di 25…

  • low profile

    lo so ma visto che c’è sto guardando il derbissimo su sky, tra un pò passo allo stream del duello per buongustai uni-Marc

  • Michael Philips

    Ma Al Jefferson di cosa si sta facendo? ultime 5 gare: 26.6+13+3.6 con il 58% dal campo.

    Nel mentre il Jordan sbagliato si mangia Monroe(in calo totale) e drummond. Deandre eh, non hakeem ha messo 16+21+4blk.

    Riguardo Melo si inizia a speculare sulla sua partenza in direzione Windy City.

  • michele

    ma i knicks lo fanno apposta a lasciare sempre un tiratore da tre avversario libero?

  • shaq4ever

    michele
    sì, è uno schema.. si chiama “fire-woodson”

  • low profile

    Melo va Chicago in cambio di Boozer che andrà a comporre con Barg e Stat la più dura frontline della storia. Altro che bad boys

  • hatersgonnate

    Spento, amo troppo il basket per continuare a vedere questi scempi. Mi autobanno dai Knick fino a cambio coach (che non è comunque l’unico problema).

  • michele

    ahahah

    ricordo che quando ho iniziato a seguire l’NBA c’era il motto “fire-isiah”….sono passati 7-8 anni ma i knicks sono sempre quelli….

  • gasp

    Mp
    Credo che Melo si stato accostato a una decina di squadre, magicamente scomparse nella mini serie di 5 W e tornate alla ribalta.

    Ripeto, se questa la perdono di 15-20 Dolan esonera Woodson.

  • Tra poco questo post con la cronaca del match seguito poi dai primi risultati della notte!

  • michele

    a proposito di bobcats, mi pare non l’abbia postata nessuno: lo schiaccione di session su lebron

    http://www.youtube.com/watch?v=l9KkZHFsSfE

  • brazzz

    grandi knicks..veramente…vogliamo dare anche qualche colpa ai giocatori,che sono una massa di ritardati e mezze seghe che di rado si son viste,o solo al coach?..
    nota,ma voi pensate che il coach sia così decisivo nella nba??tolti quei 3 o 4 mostri sacri intendo…

  • Iceman

    partita orrenda,knicks disgustosi. Guardare Felton è una tortura! Speriamo che miami-atlanta e il buon davis riscattino un po’ una serata deludente

  • alert70

    brazzz

    I coach non devono essere decisivi, devono dare un gioco. Poi in campo ci pensano i ritardati a fare del loro meglio. Ai Knicks tra dementi e supposti geni sono messi malissimo.

    Quell’azione mostrata è stato lo spunto per Doris Burke spalla del commentatore, per lanciare degli strali contro Bragnani dicendo testualmente che quello che la infastidiva di più era il mancato aiuto sul tiro dall’arco di Williams. Da questo ha preso spunto per dire che il romano non ha passione, che non gliene frega niente di vedere uno tirare libero, di non impegnarsi e di non sfruttare l’occasione che ha con i Knicks ma che invece sta facendo l’opposto. Ho pensato di mandarle un messaggio per dirle di parlare con brazzz (un suo estimatore….heheheh) che gli avrebbe spiegato ben benino chi è il mozzarellone……………

    Che tristezza.

  • shaq4ever

    brazz
    secondo me ce ne sono 3-4 che rendono molto più forte la squadra (penso al pop, thibodeau, riley)

    un gruppetto che migliorano la squadra (rivers, hollins, adelman, mchale e si spera hornaceck e stevens), magari non adatti a tutti i contesti

    una folto gruppo di allenatori nella norma

    qualche cane, magari inetto di suo, magari inadatto alla situazione

    woodson a occhio è più nell’ultima categoria (più inadatto che inetto). ma soprattutto non potendo licenziare i giocatori, un cambio in panchina è una delle poche cose fattibili al momento per dare una scossa alla squadra che, credo siamo tutti d’accordo, dovrebbe avere un record ben diverso

  • gasp
  • alert70

    gasp

    La mia teoria è che la situazione ad est è talmente strana che la dirigenza pensa che con il minimo sforzo si possa vincere la division, come no. Inoltre gli infortuni hanno messo un altro mattoncicno sugli alibi.

    Il problema di Woodson è che non avendo un allenatore in campo come Kidd ha perso il controllo della situazione. Sovente si sono viste uscite dai timeout tragicomiche, cestisti che discutono sulla posizione da prendere in campo, su chi deve andare a bloccare, a volte ne vedi due sulla stessa mattonella e peggio creatività zero. Soliti due schemi.

    Inoltre l’ambiente è torrido, il feeling con lo spogliatoio non c’è e più passano le gare e si accumulano le sconfitte più si approfondisce lo stato confusionale.

    Se cedere dei pezzi è difficile facessero a questo punto lo sforzo di prendere un allenatore come si deve visto che di bravi senza impegni ce ne sono. Almeno provano a dare una sterzata alla stagione perchè non possono giocare peggio di così.

    Per me la chiave saranno le prossime 4/5 gare casalinghe. Se ne perderanno 3 su 5 cacceranno il coach.

  • Iceman

    Ma nessuno ha qualche dubbio sugli heat? Chiedo ai tifosi di miami che magari hanno visto più partite.
    Io ho sempre visto una squadra abbastanza svogliata,soprattutto in difesa. Sicuramente riusciranno ad essere aggressivi ai playoff,ma non la vedo più così imbattibile

  • alert70

    Iceman

    Di imbattibile non c’è nessuno. Gli Heat si stanno preservando per i PO.

    Un dato però è interessante: l’acquisizione di Oden è vuista i ottica Pacers se fosse in grado di garantire anche 10 minuti. Loro li temono e sanno che George e compagni li possono far male specie quando schierano i big di ruolo..

  • Iceman

    certo,però accendono e spengono un pò troppo secondo me,a tratti è irritante. 71 presi in un primo tempo vecchia scuola.

  • Michael Philips

    Wow!

    Miami vs Atlatna 70-71 alla fine del primo tempo???

    Iceman

    Gli heat stanno un pò giocando senza la giusta intensità, un pò hanno cambiato quintetto base troppe volte ultimamente. Gli manca Wade e i suoi 20 punti, gli mancano un pò le energie per giocare alla morte ogni gara(contro indiana l’intensità c’era eccome..).

    Lebron sta facendo meno del compitino in difesa. Non contesta i tiri, va a rimbalzo senza grinta, in attacco si accende e si spegne come nulla. Questi sono 4 anni che giocano con “l’obbligo” di vincere, e vengono da 3 stagioni consecutiva da almeno 100 gare. Quelli che sto vedendo sono un team che gioca con più sicurezza ma con zero intensità.

    Poi nulla gli impedisce di fare una decina di gare vincenti e la musica cambierebbe, almeno come percezione che si ha di loro, ma credo proprio che l’andazzo sarà questo per tutta la stagione.

    E certamente non aspettarti che poi nei playoffs lebron che ora fa 26punti, ne faccia 31, wade passi da quasi 20 a 25 ecc… Quello che cambierà sarà l’intensità e la difesa. Con questi due elementi spinti al massimo gli heat rimangono probabilmente la contender n.1.

    L’anno scorso tutti a dire(io per primo)che lebron avrebbe alzato il livello nei playoffs, cosa che si è vista sprazzi e in generale si può dire che non lo abbia proprio alzato. Quest’anno ha un anno in più, probabilmente una ottantina di gare in più sul groppone, quindi non mi aspetto un lebron super, ma un lebron sopra i livelli attuali, più che altro nell’impegno difensivo. STOP.

  • in your wais

    Bellissima partita ABA in quel di Atlanta

  • Iceman

    risparmiare e dosare le energie è sicuramente fondamentale per loro,ma tutte le volte che guardo una loro partita vedo 5 minuti di passività assoluta di tutti,meno 12,poi 2 minuti di impegno e meno 3,sempre così. Siccome mi è capitato sempre non può essere un caso. Anche lebron è spesso fuori dalla partita,sembra che non gli interessi attaccare,gioca a marce basse;non nel senso che potrebbe giocare 100 volte meglio,ma nel senso che spesso gioca al rallentatore.
    intanto curiosa la partita di davis,2 quarti anonimi ed un terzo notevole,vediamo come chiude

  • Michael Philips

    Gli heat sono così quest’anno, prendere o lasciare.

    Idem per LeBron. Si vede, si caga addosso all’idea di farsi male per una stronzata. Ricordi le stoppate che faceva inseguendo come un dannato chiunque? Ecco ne ha fatte 1-2 quest’anno. Non rischia nulla, e vuole solo vincere e per farlo sa che deve arrivare al 100% ai playoffs. Più si va avanti con la stagione, vedendo come filano i pacers, e più questa urgenza diventa indispensabile.

  • low profile

    Davis sta tirando male ma 9/10 ai liberi dicono molto della voglia che ha di arrivare a certi livelli, tra un pò mi metto a vedere Miami

  • Michael Philips

    Assurdo il ritmo della gara tra miami e hawks, ed è ancora più assurdo pensare che negli 80’s a questi ritmi giocarono anche diverse gare di finale.

  • Iceman

    Mp
    Chiarissimo:) eviterò le partite di miami fino a maggio!

  • Michael Philips

    Ah, ultima cosa:

    I Clippers senza Paul sono 7-1. Griffin ha fatto sempre il go-to-guy e probabilmente la storia che senza paul questi fanno cagare, non è esattamente credibile.

    Davis è assurdo oggi(20 anni), pur con tutti i suoi limiti. Ve lo immaginate(infortuni permettendo)cosa diavolo sarà tra 2-3 anni???

  • low profile

    baseline jumper stilisticamente bello e dannatamente decisivo per chiudere di fatto la partita, non ricordo tanti ventenni capaci di impattare un match sui 2 lati del campo in questa maniera, potrà pure sbagliare 5-6 tiri di fila per inesperienza ma nell’economia di una partita il suo peso c’è eccome, fategli una squadra cucita intorno per favore!

  • Iceman

    Si concordo,oggi,in una partita non scintillante per percentuali e dopo un primo tempo opaco,ha comunque chiuso a 27,10 e 4 stoppate. Ha qualcosa di speciale.

  • shaq4ever

    secondo tempo quanto meno più intenso.. adesso godiamoci il finale in volata

  • shaq4ever

    io farei però notare anche certi quintetti con cui gioca miami: roger mason è stato tagliato a ripetizione ultimamente, se non sbaglio pure a milwaukee e ho detto tutto

    battier mi sembra cotto, haslem è morto da un paio d’anni

    quando li hai dentro insieme, con l’aggiunta di un bosh che non sarebbe go to guy manco negli attuali raptors e un allen che ormai quando non tira da 3 fa cazzate….

    ovvio che quando togli lebron e wade, il livello scende parecchio

    se poi anche il duo “sciopera”, c’è da essere contenti che indiana sia solo a +3W

  • shaq4ever

    vorrei capire perchè con i tiratori a roster, nel finale debbano tirare cole e bosh

    lascia libero korver che da 3 le sbaglia tutte eh

    antic contro miami sembra olajuwon con pure il tiro da 3

  • low profile

    Iceman

    stiamo parlando di un ragazzo che senza usare eufemismi ha letteralmente dominato una finale ncaa con 1 su 10 (UNO SU DIECI) a referto, il basket non sono solo i punti che uno segna e lui queste cose gli amanti delle statistiche non possono contemplare le ha tutte, poi se ci mette anche i ventelli tanto meglio ma lui vale molto di più dei punti che segna

    mentre scrivo si mette male per Miami, Korver per chiudere dalla lunetta

  • Iceman

    Finale giusto,a giocare ai 120 rischi con il fuoco!

  • Michael Philips

    Incredibile, a proposito di allen: negli heat attuali è il peggiore da 3! Assurdo a pensarci.

    Heat che perdono una gara che si poteva aggiustare. L’evoluzione di bosh a guardia tiratrice continua a lasciarmi perplesso, sopratutto quando non hai un solo lungo con punti nelle mani. L’unico che hai lo fai giocare sempre e solo a 6 metri(ora 7) dal ferro? Alterna un minimo, non fosse che la scusa di aprire il campo alle penetrazioni di james e wade(che penetra dalla panca..)non sono più come in passato.

    Sul quintetto, spesso gli heat mettono lewis o battier + chalmers, e si parla di 3 giocatori che non partirebbero in quintetto in nessun team nba. Però fino ad ora ha funzionato.

    Vediamo.