Mostruoso Anthony, 62 punti! George salva IND!

Indiana sopravvive a Sacramento, Nets, Grizzlies, T-Wolves e Pistons di misura, bene OKC senza KD, Anthony entra nella storia strapazzando Charlotte da solo!

 

 

Orlando Magic – Los Angeles Lakers 114-105
ORL: Afflalo 23, Harris 28 (20 rimb), Oladipo 15 (12 rimb), Nelson 22
LAL: Kelly 15, Gasol 21 (11 rimb), Meeks 17, Marshall 19 (14 ass), Young 16, Hill 6 (10 rimb)

Notte magica per l’ala Tobias Harris, 28+20 a referto e vittoria dei Magic sui Lakers; il match cambia nel 3° quarto, Lakers avanti 55-65 dopo 5’, Oladipo e Nelson scaldano la mano e Orlando prima rimonta e poi allunga sul +11 (91-80)! in una terza frazione da 38-25, i giallo-viola non hanno più recuperato.

Philadelphia 76ers – Toronto Raptors 95-104
PHI: Turner 13, Young 16, Hawes 14 (12 rimb), Carter-Williams 20, Thompson 15
TOR: Ross 10, DeRozan 34, Lowry 18 (10 rimb, 13 ass), Patterson 11, Salmons 12

Tripla-doppia per Kyle Lowry (18+10+13), 34 punti per DeMar DeRozan e Toronto passa a Philadelphia; Philly sta in partita tanto che chiud eil 3° quarto sotto solo di 2 (78-80), ma i canadesi cambieranno marcia ad inizio 4° quarto, 16-5 per il +3 (83-96) e tioli di coda.

Atlanta Hawks – San Antonio Spurs 79-105
ATL: Millsap 15, Williams 12, Scott 10
SAS: Duncan 17 (16 rimb), Parker 11, ills 18, Diaw 21

Italian Job: Belinelli 1 pt (0/2, 1/1 tl), 1 ass, 2 rimb

Gregg Popovich rifila un 2-0 secco al suo ex assistente Mike Budenholzer andando a vincere ad Atlanta in scioltezza; partita già chiusa all’intervallo con i texani avanti 34-55 con Tim Ducan reo di 14 dei suoi 17 punti finali, male Belinelli che chiude con un solo punto a referto.

Boston Celtics – Oklahoma City Thunder 83-101
BOS: Green 16, Wallacd 13, Bass 11
OKC: Jones 10, Ibaka 21, Sefolsoha 13, Jackson 14, Lamb 19

Dopo 434 partite per la prima volta i Thunder scendono in campo senza Westbrook e Kevin Durant (spalla) ma vincono lo stesso a casa dei Celtics; primo tempo equilibrato, poi OKC a età del 3° scappa via con un break di 22-4 toccando il +22 sul 55-77, Boston non andrà mai oltre il -14 per il resto dell’incontro.

Brooklyn Nets – Dallas Mavericks 107-106
BKN: Pierce 12, Garnett 10 (11 imb), Williams 18 (11 ass), Teletovic 34
DAL: Nowitzki 18, Marion 9 (11 rimb), llis 16, Calderon 15, Carter 19, Harris 14

Al Barclays Center i Nets battono di misura i Mavericks nella notte di Mirza Teletovic che ha realizzato 24 dei suoi 34 punti nel 2° quarto (39-25 la frazione); la giocata chiave arriva a 7” dal termine dopo che Pierce ha sbagliato 2 liberi col punteggio sul 105-102 Nets, Nowitzki subisce fallo, segna il primo libero e sbaglia volontariamente il secondo ma Andrei Kirilenko cattura il rimbalzo e con 2 liberi chiuderà la sfida.

Cleveland Cavaliers – Milwaukee Bucks 93-78
CLE: Thompson 14 (10 rimb), Varejao 16, Irving 10 810 ass), Waiters 13, Jack 10
MIL: Antetokounmpo 10, Middleton 13

Tutto facile per i Cavaliers di Kyrie Irving (10+10) contro i Milwaukee Bucks; gli ospiti partono bene andando avanti 6-11, break di 17-0 Cavs con Irving autore di 5 punti, 23-11 e match tutto in discesa per la banda di coach Brown.

Detroit Pistons – New Orleans Pelicans 101-103
DET: Smith 13, Monroe 8 (11 rimb), Drummond 21 (20 rimb), Caldwell-Pope 14, Jennings 28
NOP: Aminu 10, Davis 14, Gordon 15, Roberts 13, Rivers 15, Morrow 21

Italian Job: Datome DNP

I New Orleans Pelicans sbancano il Palace di Detroit all’ultimo respiro con eroe della notte Eric Gordon; a 30” dalla conclusione ospiti sul +3 (98-101), Stuckey fa 1/2 dalla lunetta ma sull’errore rimbazlo di Smith che apre per Jennings che sbaglia da 3 ma altro rimbalzo di Smith che segna il layup del pareggio sul 101-101! Con 19” sul cronometro i Pelicans vanno da Gordon che segna in entrata il canestro del sorpasso, Jennings prova la tripla sulla sirena ma niente da fare

New York Knicks – Charlotte Bobcats 125-96
NYK: Anthony 62 (13 rimb), Felton 11, Smith 14, Hardaway 10
CHA: Jefferson 25, Sessions 12, Douglas-Roberts 14, Pargo 11

Italian Job: Bargnani DNP

Per una notte Carmelo Anthony padrone assoluto della Lega, 62 punti a referto con 23/35 al tiro (10/10 dalla lunetta), 13 rimbalzi in 38’ con 37 dei 64 realizzati nel primo tempo con NY che batte i Bobcats e ferma la striscia negativa; il match non esiste perché sulla sirena del 2° quarto Melo spara la bomba che vale il suo 37° punto e il +21 (67-46)!

Chicago Bulls – Los Angeles Clippers 95-112
CHI: Dunleaby 17, Boozer 22, Noah 12, Gibson 18
LAC: Barnes 13, Griffin 26 (13 rimb), Jordan 10 (12 rimb), Redick 18, Collison 18, Crawford 19

Blake Griffin sfiora la tripla-doppia (26+13+7) e i Clippers vincono a casa dei Bulls in match chiuso dopo i primi 12’; 26-41 il parziale del 1° quarto con tanto di buzzer-betaer di Jamal Crawford.

Houston Rockets – Memphis Grizzlies 87-88
HOU: Parson 34, Howard 11 (12 rimb), Harden 10 (13 ass)
MEM: Randolph 15, Lee 19, Conley 14, Davis 10, Johnson 10

James Harden tira 2/11 dal campo e ai Rockets non sono bastati i 34 di Chandler Parsons per evitare il K.O casalingo contro i Grizzlies; a 1’51” dalla fine Parsons spara la tripla del -1 (87-88) peccato che poi nessuna delle 2 segnerà più cal campo con i texani che butteranno al vento 5 occasioni per vincere, la più grave il tap-in mancato di Howard a 30”.

Phoenix Suns – Washington Wizards 95-101
PHX: Frye 16, Plumlee 14, Dragic 19 (11 ass), Babosa 10, Markieff Morris 13
WAS: Ariza 23, nene 18, Gortat 14, Beal 17, Wall 18 (12 ass)

Washington manda tutto il quintetto base in doppia-cifra a referto e vince a Phoenix; Suns avanti 57-51 ad inizio ripresa ma Washington li riprende, li supera e li stacca con un parziale di 17-6 per il +15 (68-83). Phoenx riesce a pareggiare sul 93-39 a 2’43” dal termine con anche 2 liberi di Tucker, il giocatore però fa 0/2 e Beal con una tripla chiude la faida.

Sacramento Kings – Indiana Pacers 111-116 OT
SAC: Thorton 42, Willaism 7 (11 rimb), Thompson 1 (10 rimb), Thomas 38
IND: George 36, West 22, Hibbert 10 (11 rimb), Stephnson 24 (10 rimb), Hill 10

Marcus Thornton e Isaiah Thomas combinano per 80 punti ma Indiana vince dopo un supplementare; con un gioco da 4 punti di Paul George a 15” dalla conclusione dei regolamentari i Pacers pareggiano sul 103-103 e a Thomas non riesce il canestro della vittoria. Nell’extra-time Sacramento lotta ma negli ultimi 80” non ne ha più (0/2 e 2 perse), a Stephenson basterà un layup per il 11-114 a chiudere i giochi.

Golden State Warriors – Minnesota Timberwolves 120-121
GSW: Iguodala 16, Lee 23, Thompson 18, Curry 33 (15 ass), Speights 10
MIN: Brewer 15, Love 26 (14 rimb), Pekovic 22 (14 rimb), Martin 26, Rubio 9 (12 ass)

La doppia-doppia di Steoh Curry batte quella di Kevin Love ma sono i T-.Wolves a portarsi a casa il referto rosa e di misura; a 8” dalla fine Kevin Martin torva il canestro del sorpasso su assist di Love per il 120-121, ultimo tiro nelle mani di Harrison Barnes che non troverà fortuna.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • hatersgonnate

    Il suo difetto più grande è la mancanza di leadership, difende il coach, difende Jr, non alza mai la voce, non si impone sul campo se non facendo isolamenti, spesso deleteri.
    Io non sto dicendo che lui potrebbe farlo, sto dicendo che lui sa farlo ma non ci sono le condizioni per cui questo si verifichi.
    La squadra non difende, lui non difende, la squadra non ha opzioni offensive, lui non la passa.
    La colpa è anche sua perché, come hai ben detto tu, non migliora assolutamente i suoi compagni, ragion per cui rimarrà una superstar ma non un fenomeno come dovrebbe essere.
    Però ha visione di gioco e sa anche difendere, non ci vuole uno scout per notarlo, basta guardare le partite, ma lui è tutto e il contrario di tutto, motivo del mio odi et amo nei suoi confronti.

  • Magic

    Ho capito Hatersgonnate…e soffrire per i Knicks è un male che ci accomuna.

    Profeta
    Guarda che il fisico di un giocatore non si valuta solo da quanto salta o da come schiaccia.
    Melo fisicamente è forte quanto James (sono stati lo stesso Lebron e Kobe a dire che ha una forza incredibile); che poi salti di meno e prediliga un gioco diverso è un dato di fatto, ma lo stile di gioco è unico per ogni giocatore.
    Io potrei dirti metti la tecnica e la classe di Melo a Lebron e abbiamo il giocatore perfetto, perché lo stile, l’eleganza, il rilascio e le skills offensive, Lebron se le sogna.

    Ma sono discorsi che lasciano il tempo che trovano…

  • Billy g

    Haters & 8gold

    Blake ha la fama del flopper e di quello che nonsa fare altro che sschiacciare, ed infine è considerato un protetto di Stern. Era un all star ancora prima di entrare nella Lega. E, a giudizio di molti, non aveva il talento necessario, per non dire che c’era chi lo definiva un blocco e basta.
    Quindi fondamentalmente Blake Griffin è antipatico, motivo per cui viene sistematicamente picchiato. Penso che il fatto che raramente reagisce porti a renderlo ancora più antipatico. E anche posterizzare quando eè evitabile lo rende poco simpatico.

  • in your wais

    In ordine sparso

    Shaq4ever

    “occhio quando si parla di paul-griffin…è evidente che quando manca paul ci siano 15 tiri in più a partita da dividere tra i compagni e che quindi griffin tiri di più e faccia più punti”

    Qui nessuno discute i numeri secchi, ma l’impatto…il record dei Clippers senza quello che sarebbe il suo miglior giocatore è eccellente, e Griffin 20 punti li faceva anche prima, ma si diceva li facesse solo su schiacciate o pick&roll con CP

    Invece, basta guardare una partita oggi per capire che il ragazzo ha un più che discreto arsenale offensivo

    “semplicemente negli ultimi 2-3 anni lebron si è reso conto che non è il caso di forzare un tiro quando la puoi passare al compagno”

    Pur ritenendo LeBron un giocatore molto superiore a Melo diciamo pure che i compagni a cui LeBron la passa sono un po’ meglio di Felton, Chandler e compagnia…è lo stesso motivo per cui si può permettere più di Anthony di selezionare i tiri, dato che altri possono pensare a mettere punti a referto…

    Billy G

    Scusa ma nn ti seguo…Griffin non era affatto un cocco di Stern prima di entrare nella Lega, ricordo che ad Oklahoma era quotato ma neanche tanto, specie paragonato a gente iper-pubblicizzata come Anthony Davis o Wiggins

    Se è antipatico per essere un cocco, allora a LeBron che dovrebbero fargli, sparargli? Eppure nn mi sembra che sia trattato peggio di altre stars

    Sull’essere un flopper, direi che allora l’80% dei giocatori NBA dovrebbero essere odiati

    Poi…Griffin forse nn reagisce solo perchè è furbo e nn vuole beccarsi squalifiche, con quel fisico penso che spaccherebbe molti culi…

    Io personalmente, almeno da fuori, questo astio per Griffin nn lo concepisco. Ho visto un sacco di sue partite, si fa sempre i cazzi suoi, parla poco, protesta poco, non guarda male o non fa il tamarro…

    Poi se il problema è che posterizza la gente, boh, direi che a Vince Carter allora dovevano dare la pena di morte…no, penso che nella NBA circolino un sacco di imbecilli, per cui una volta che si sparge la voce che Tizio è antipatico, neanche ci si pone il problema se è vero o falso, lo si prende per buono, e si agisce di conseguenza…

  • Melostrong

    La prestazione di Carmelo è una delle migliori degli ultimi 15 anni.

    Bryant 81
    Bryant 65
    Bryant 62
    Anthony 62
    McGrady 62
    Bryant 61
    Iverson 60
    Arenas 60
    Bryant 60

    Poi ci sarebbero quelle fermate sul più bello,Bryant teoricamente avrebbe potuto raggiungere i 70 punti almeno in cinque occasioni se gli avessero dato l’opportunità di giocare l’ultimo quarto.

  • Billy g

    Iyw
    Ti assicuro che una delle critiche mosse a Griffin è essere cocco di Stern. Uomo immagine della nba perché bianco. In tanti lo accusano di essere tanto fumo e zero talento (vedi questione poster e flopping) è il fatto che non reagisce (quasi) mai lo rende meno simpatico.
    Frequento diversi siti di Clippers fan (da clips nation in poi) è ti assicuro che si leggono critiche assurde a Blake nei commenti e queste sono le critiche più frequenti.
    Poi se devo essere sincero neanche io capisco perché ci sia questo trattamento. .

  • Iceman

    Melostrong
    se parliamo solo di punti realizzati si

  • 8gld

    @Billy g

    devo esser sincero mi son perso tra il cocco di Stern e sull’uomo immagine bianco, due cose che, dedotto, danno fastidio.
    Sul tanto fumo e zero talento si poteva pensare o immaginare da inizio Nba e quasi ieri. Oggi è un ragazzo che lascia intravedere miglioramenti e in attacco a messo sù altri movimenti oltre le schiacciate. Almeno gli va dato atto che migliora.
    Sul poster e flopping alzo le mani non seguendo molto i Clippers e lui. Nel primo caso l’importante è che metta i due punti e non si faccia male per voler strafare. Nel secondo mi rendo conto che sia fastidioso ma a) ripeto non mi sento di dir nulla per il poco che lo seguo b) non mi sembra che se ne parli molto.
    Il fatto che non reagisce quasi mai e lo renda antipatico è un modo che va rispettato. Se ho capito bene e non mi son perso i tifosi si lamentano perchè non reagisce o in generale? Se fosse il primo caso rimarrei “allibito”.
    Perchè se riesce a continuare così nel non cadere in continue provocazioni la cosa non è male, anzi. Complimenti a lui che riesce a gestirsi anche sotto trans agonistica.
    Personalmente li aspetto ai p.o. e in semifinale, qualsiasi risultato prima non sarebbe positivo. Rimangono una franchigia con potenzialità e un Griffin in fase di crescita.

    Se passa l’idea che lui sia il cocco di Stern e l’uomo immagine bianco anche nella sua “stranezza” non avrei capacità di rispondere.
    Sulle altre invece che “tanto fumo zero talento” rimarrei solo con “tanto fumo, tristezza e zero costrutto”.

    Grazie.

  • Billy g

    Guarda io ho riportato solo gli insulti più comuni che arrivano dai tifosi avversari ovviamente, negli open thread delle varie partite. Sul fatto del non reagire diciamo che fondamentalmente dicono sia senza palle.
    Detto questo è già da un paio di stagioni che lo vedo evolvere, spero per lui e per i Clippers che continui.

  • 8gld

    Sì, rispondevo solo alle tue delucidazioni.
    Per me continua e i Clippers si giocheranno l’approdo alla finale di conference.
    Sul fatto che non reagisca la vedo una nota positiva. Meglio per lui e franchigia.
    Ti ringraziavo proprio perchè ho notato questi trattamenti e, non seguendoli, non capivo le motivazioni.