NCAA Night Report (27/01/2014)

Duke sta tornando la Duke che conosciamo, Georgetown sempre peggio senza Smith, Crollo dei Cowboys nel derby dell’ Oklahoma

 

 

 

Oklahoma (#23) – Oklahoma State (#8) 86-76
OKLA: Woodard 18, Neal 15, Spangler 15 ( 17 rimb.), Hield 11, Booker 8, Clark 7, Cousins 7, Bennett 4, Hornbeak 3, Cole
OKST: Smart 22, Forte 20, Brown 18, Nash 8, Murphy 4, Sager 2, Clark 2, Williams, Hammonds

Georgetown – Villanova (#9) 60-65
GTWN: Starks 20, Cameron 12, Smith-Rivera 8, Bowen 7, Hopkins 6, Lubick 4, Trawick 3, Hayes, Domingo
VILL: Bell 16 ( 4 rub.), Pinkston 12, Ochefu 12, Hilliard 9, Arcidiacono 9, Chennault 7, Jenkins, Hart, Ennis

Pittsburgh (#18) – Duke (#17) 65-80
PITT: Patterson 14, Zanna 11 ( 11 rimb.), Robinson 10, Wright 9, Young 9, Artis 8, Jones 2, Newkirk 2, Randall
DUKE: Parker 21 ( 11 rimb.), Dawkins 20, Jefferson 14 ( 10 rimb.), Hood 13, Cook 9, Sulaimon 3, Thornton, Hairston, Plumlee, Jones

Commento

Seconda vittoria convincente di Duke in pochi giorni, Andre Dawkins è sempre più sulla via del recupero completo, con 20 punti in 15 minuti dalla panchina si sta mostrando il vero uomo in più dei Blue Devils in vista del prosegui della stagione; come sempre solida prestazione di Jabari Parker con 21 punti ei 11 rimbalzi. Per una squadra che ricomincia ad ingranare c’è ne un’altra che perde qualche colpo, è il caso di Oklahoma State che nel derby contro Oklahoma non sfrutta l’occasione per pareggiare il record dei Sooners, alla seconda sconfitta nelle ultime tre partite con una vittoria sudata contro West Virgina la situazione potrebbe sfuggire di mano in caso di un’ulteriore stop contro Baylor fra 4 giorni.
Georgetown senza Joshua Smith è ben poca cosa, il centro dichiarato ineleggibile per il resto della stagione lascia i suoi Hoyas pesantemente limitati, Villanova festeggia e gli Hoyas possono mettere una pietra sopra questa stagione che sta girando come peggio non si poteva. Nelle ultime 7 partite infetti sono arrivate ben 6 sconfitte e una vittoria con Butler dopo un supplementare.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B