Durant spazza via Miami, Turner Boston-Killer!

Neanche LeBron è riuscito a fermare Durant (33 punti) e i suoi Thunder, Houston e Charlotte vittorie col brivido, Turner sulla sirena contro Boston, Spurs in flessione

 

 

Miami Heat – Oklahoma City Thunder 95-112
MIA: James 34, Bosh 18, Wade 15
OKC: Durant 33, Ibaka 22, Lamb 18, Fisher 15

E fanno 12 consecutive sopra i 30 punti per Kevin Durant che spazza via pure i Miami Heta di LeBron James (34 punti) allungando la striscia dei Thunder a 9 W consecutive; la partita cambia nel primo tempo, Miami vola subito sul 22-4, OKC rimonta e sotto di 11 (32-21) realizza 34 punti andando all’intervallo avanti 50-55. Nel 3° quarto poi arriverà il break di 8-4 col quale gli ospiti scapperanno sul +14 (60-74), Miami non riuscirà più a rimontare.

Toronto Raptors – Orlando Magic 98-83
TOR: Ross 12, Johnson 22 (11 rimb), Valanciunas 14 (15 rimb), Lowry 33 (11 ass)
ORL: Afflalo 10, Vucevic 16 (10 rimb), Oladipo 12, Nelson 13, Harris 9 (11 rimb)

Doppia-doppia di lusso di Kyle Lowry (33+11) e vittoria per Toronto contro Orlando; i canadesi dominano il 1° tempo toccando anche il +14, i Magic però non ci stanno e piazzano la rimonta fino ad arrivare sul -8 (61-63) ma 2 liberi di Ross e una bomba di Lowry spegneranno le speranze degli ospiti.

Boston Celtics – Philadelphia 76ers 94-95
BOS: Green 18, Bass 11, Sullinger 24 (17 rimb), Humphies 13, Bayless 10
PHI: Turner 16, Young 16, Hawes 20, Anderson 13, Carter-Williams 10

Ancora una volta Evan Turner si conferma giustiziere dei Boston Celtics, suo il canestro che ha deciso il match; Turner protagonista assoluto degli ultimi 34”, prima fa 1/2 dalla lunetta mancando il pareggio (94-93), poi dopo l’errore di Humphries a 11”, si riscatta andando a segnare sulla sirena il fade-away della vittoria!

Milwaukee Bucks – Phoenix Suns 117-126
MIL: Middleton 17, Ilyasova 27, Knight 24, Sanders 14, Wolters 11
PHX: Frye 13, Green 23, Dragic 30, Markieff Morris 13, Len 7 (10 rimb), Marcus Morris 16

Goran Dragic e i suoi Suns passano senza problemi a Milwaukee; all’intervallo gli ospiti sono avanti 50-62, vantaggio che poi amministreranno fino alla fine.

Minnesota Timberwolves – New Orleans Pelicans 88-77
MIN: Love 30 (14 rimb), Martin 18, Barea 10, Cunnigham 12
NOP: Aminu 18 (12 rimb), Stiemsma 3 (12 rimb), Gordon 14, Evans 11

Con Anthony Davis lasciato fuori da coach Williams (dito) Kevin Love ha fatto quello che ha voluto ai Pelicans (30+14) al loro minimo stagionale di punti (77); T-Wolves padroni del match dall’inizio alla fine e, nel momento della rimonta Pelicans arrivata sul -5 (62-67), break di 8-0 (6 di Love) nei primi 2’ del 4° periodo per il +13 (62-75).

Dallas Mavericks – Houston Rockets 115-117
DAL: Nowitzki 38 (17 rimb), Calderon 13, Carter 22, Harris 14
HOU: Parson 26, Jones 16, Howard 21, Lin 18, Beverley 11, Motiejunas 12 (13 rimb), Brooks 11

Non è bastata ai Mavericks la super doppia-doppia di Dirk Nowitzki (38+17) per battere i Rockets al loro 2° derby vinto in neanche 48 ore, vittoria arrivata con brivido finale; infatti Houston è avanti 110-117 a 1’20” ma non segnerà più! Dallas arriva sul -2 (115-117) a 20” dalla fine e palla in mano, ma per due volte consecutive non troverà il canestro della vittoria con Calderon.

Denver Nuggets – Charlotte Bobcats 98-101
DEN: Foye 33, Mozgov 15 (14 rimb), Fournier 19
CHA: Jefferson 35 (11 rimb), Henderson 16, Sessions 16

Vittoria esterna di misura anche per i Bobcats sul campo dei Nuggets anche qui con qualche rischio; a 10” dal termine Denver sul -1 (98-99), Henderson farà 1/2 dalla lunetta, sul capovolgimento Fournier sbaglia, rimbalzo di Mozgov che però si fa stoppare da Kidd-Gilchrist!!! Jefferson va in lunetta e anche lui fa 1/2 ma sul cronometro c’é solo 1” e Charlotte si porterà a casa il successo.

San Antonio Spurs – Chicago Bulls 86-96
SAS: Duncan 17 (12 rimb), Parker 20, Belinelli 11, Mills 12
CHI: Dunleavy 10, Boozer 16 (12 rimb), Noah 10 (10 rimb), Butler 19, Augustin 15, Gibson 15, Hinrich 11

Italian Job: Belinelli 11 pt (3/7, 1/4, 2/2), 4 rimb (1 off), 3 ass, 2 rec, 3 perse

Senza Leonard e senza Ginobili San Antonio cede in casa difronte a degli ottimi Chicago Bulls che hanno mandato ben 7 giocatori in doppia-cifra a referto; la volta arriva dopo un fallo tecnico fischiato a Noah, Parker va in lunetta per siglare il vantaggio sul 52-51, Chicago reagirà chiudendo la frazione con un parziale di 17-9 per il 61-68. Ad inzio 4° periodo gli uomini di Coach T metteranno la parola fine con un 8-2 per il +13 (63-76).

Sacramento Kings – Memphis Grizzlies 89-99
SAC: Gay 23, Thomas 24
MEM: Randolph 18, Gasol 12, Conley 27, Miller 11

Torna Rudy Gay ma Sacramento non può nulla contro i Grizzlies alla loro 9^ vittoria nelle ultime 10 giocate; Kings in partita sul -3 (85-88) a 3’11” dalla conclusione ma si accende Tayshaun Prince, 4 punti consecutivi con in mezzo anche un furto-con-scasso a Gay, 85-92 Memphis e game over!

Los Angeles Clippers – Washington Wizards 110-103
LAC: Griffin 29, Jordan 14 (17 rimb), Redick 20, Collison 16, Crawford 21
WAS: Ariza 13, Nene 14, Beal 20, Wall 19 (11 ass), Seraphin 10

I Clippers non si fanno sorprendere da Jon Wall e dai suoi Wizards portando a casa il referto rosa con Jamal Crawford sempre decisivo; i Clips tornavano da 7 trasferte consecutive ma la stanchezza non si è sentita visto che facilmente sono volati sul +16, ma Washington non è rimasta a guardare! A 3’ dalla fine i capitolini sono sul -1 (100-99), Cllison realizza il layp del +3 e ne capovolgimento DeAndre Jordan rifilerà 2 stoppate (Beal e Wall) con tanto di 2/2 dalla lunetta per il +5 (104-99). Beal farà 0/2 e Jordan un nuovo 2/2 che chiuderà i giochi.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B