NCAA Night Report (30/01/2014)

Kilpatrick e Cincinnati piegano i Cardinals, Florida non accenna a rallentare e batte Mississippi State, bene i Wolverines

 

 

Mississippi State – Florida (#3) 51-62
MSST: Borchert 15, Sword 12, Ready 10, Ware 6, Johnson 5, Cunningham 3, Thomas, Bloodman, Davis
FLA: Prather 16, Young 12, Frazier 9, Wilbekin 8m Finney-Smith 8, Hill 7,Yeguete 1, Kurtz 1, Walker

Louisville (#12) – Cincinnati (#13) 66-69
LOU: Harrell 18, Hancock 16, Smith 16, Rozier 10, Jones 6, Mathaing, Van Treese, Henderson, Blackshear
CIN: Kilpatrick 28, Jackson 11, Thomas 11, Rubles 8, Guyn 6, Sanders 5, Caupain, Johnson

Michigan (#10) – Purdue 75-66
MICH: Stauskas 16, LeVert 14 ( 11 rimb.), Walton 14, Morgan 11, Robinson 8, Albrecht 5, Horford 4, Irvin 3,
PUR: Hammons 16, Scott 12, Johnson 11, Stephens 6, Smotherman 5, Johnson 4, Carroll 4, Toyra 4, Davis 2, Carter 2, Peck

Commento

Kilpatrick con 28 fa fermare nuovamente i campioni in carica di Louisville, la partita vede subito in Bearcats andare in fuga fino al 13-28 a 4’ dal riposo. Nella ripresa i Cardinals dopo aver toccato il -17 salgono di ritmo e 6’ dal termine trovano il pareggio sul 61-61, Russ Smith segna la tripla del +3 un minuto dopo. Questo sarà l’ultimo canestro dal campo per i padroni di casa. Grande prestazione al tiro per i Wolverines che piegano i Boilermakers con un 61% al tiro che lascia poche possibilità di replica, 4 giocatori su 8 ruotati terminano in doppia cifra con Satauskas a guidare con 16 punti, per il freshman LeVert prima doppia doppia stagionale. I Gators continuano a macinare vittorie nella Southeastern Conference, non perdono dal 2 Dicembre (65-64 contro UConn) le prospettive di concludere la conference da imbattuta sono sempre più interessanti nonostante le 2 partite contro Kentucky da qui a fine stagione.

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste