F.M.B & Panzy-Boy Showtime: post Super Bowl!

Come promesso eccoci per commentare il grande evento dello sport USA, commenti, considerazioni, pagelle e frecciate a destra e a manca!

Il Panzy-Boy è stato molto impegnato col lavoro in settimana e non siamo riusciti a vederci per registrare MA, tra una pausa pranzo e qualche momento di libertà, la mia spalla ha buttato giù qualche riga sulla finalissima NFL che domenica ha viso i Seattle Seahawks dominare i favoriti Denver Broncos!

Prima di tutto GRAZIE a tutti  i fan che hanno interagito con noi durante la diretta di domenica notte! È stato il Super Bowl più visto della storia con 111 milioni e mezzo di spettatori, New York è stata una location perfetta per un evento di questa portata, le  iniziative in città non sono mancate, Bruno Mars ha inscenato una prestazione da Super Bowl…cosa che invece non si può dire dei Red Hot Chili Peppers, già dal vivo non sono un gran che se poi canti pure in playback…pollice verso!

Per chi di voi ha visto/ascoltato l’ultima puntata del nostro Showtime (CLICCA QUI per vedere) io e il Panzy avevamo lanciato i pronostici e, udite udite….ho indovinato io con Seattle e proprio dei Seahawks ho voluto far scrivere dal Panzy

ANALISI 

Seattle, la partita perfetta!

Quando azzecco i pronostici sono il 1° a pavoneggiare e, ahimè, anche quando gli sbaglio; c’è poco da dire, Seattle è entrata in campo con la mentalità giusta, decisisi, cazzuti e concentrati su quello che dovevano fare! La difesa è stata perfetta annullando lo strepitoso attacco dei Broncos. Come dissi ad F.M.B domenica notte, la prima giocata della partita per me è stata quella simbolica della tragica notte dei Broncos, entrati in campo non sottovalutando gli avversari ma come se fosse una delle tante partite della serie “facciamo il compitino e siamo a posto”, Manning spiace dirlo ma ancora una volta ha toppato nel momento della verità . Infine, faccio i complimenti al mio “amico” Richard Sherman per la sua silenziosa ma terrificante prestazione…ci vediamo il prossimo anno!

Pagelle Seahawks
• Voto 10 alla coppia Cliff Avril & Malcom Smith: un incubo per Manning, loro sono stati l’anima della difesa di Seattle, nei due intercetti ci sono le loro firme!
• Voto 9 a Percy Harvin: ma chi è? Da dove è uscito? Tolto il TD da 100 yds il ricevitore ex Minnesota è stato decisivo in diversi drive quando la partita non era ancora chiusa, pochi snp per lui quest’anno (infortunio e operazione inizio stagione) ma sangue freddo e mentalità vincente
• Voto 8.5 a Russell Wilson: un veterano al 2° anno, lanci e corse intelligenti, gestione dei drive sublime
• Voto 10 e lode a Jermaine Kearse: ma che TD ha fatto??????

kers
L’incredibile TD di Jermaine Kearse!

-Panzy-Boy-

Denver…sempre quando conta!

Il miglior attacco della storia della Lega ha fatto la più grande figura del piffero mai vista ad un Super Bowl, anche se Denver non è nuova a tale prestazione (Super Bowl XXIV, 1990, 49ers-Broncos 55-10) e quell’uniforme arancione si conferma maledetta! Non ho altro da aggiungere, Demariyus Thomas è stato il migliore anche per via di una scelta dei Seahawks di annullare Eric Decker e Julius Thomas, in difesa hanno ben contenuto Marshawn Lynch (che il suo TD di brutale potenza lo ha comunque fatto)….ma si sono dimenticati gli altri (Harvin, Kearse, Wilson). Panzy dice che lo snap convertito in safety è stata la giocata simbolica, quella decisiva è stato l’intercetto sul 15-0 Seattle con Denver che stava salendo molto bene, Pick-6 e game over.

Pagelle Broncos
• Voto 7 a Demariyus Thomas: record di ricezioni (13) nella storia del Super Bowl, magra consolazione
• Voto 6 a Wes Welker: dopo aver convertito i 2 punti pare abbia detto a Peyton “Grazie Tom” e, ogni volta inquadrato sembrava pensare all’amico del cuore col quale ha vinto 3 Super Bowl ripensando alla scelta fatta in estate, a volte tradire per soldi non porta i risultati sperati e mi fermo qui per non andare oltre

Welker lascia il Met Life Stadium, pensando a...
Welker lascia il Met Life Stadium, pensando a…

E POI PEYTON…

Peyton

Lunedì, alle ore 12, ho pubblicato su Facebook una foto scrivendo una provocazione non da poco che riporto testualmente: “Non state li a scomodarvi, QUESTO è il più grande PERDENTE della storia dello sport USA!” le polemiche non sono mancate ma lo sapete, l’ho scritto tante volte, nella cultura sportiva americana o sei 1° o sei ultimo e, AD OGGI, Peyton Manning per quanto sia un QB celestiale ed unico nella storia dell’NFL, ha mancato ancora una volta la chance di poter entrare in quel club esclusivo di vincenti!

Chiaro, NON è esclusivamente colpa sua se Denver è stata umiliata domenica scorsa ma questo DOVEVA essere il SUO Super Bowl: quello che zittiva definitivamente tutti i critici, quello che lo consacrava nell’Olimpo dei grandissima di questa splendida disciplina…così non è stato, gettando una cisterna di benzina sopra un incendio che da anni continua a vivere sul #18! NON si discute il valore del QB, NON si discute il valore dell’uomo, uno che perde un Super Bowl e trova il tempo di andare ad informarsi sulle condizioni fisiche del rivale (Sherman) è un GRANDE SPORTIVO, però anche quest’anno ha confermato la leggenda che se una partita lo vede emotivamente coinvolto lui lo toppa, 3 quest’anno:
– Torna ad Indianapolis per la prima volta da rivale dei suoi Colts: K.O
– Va a New England a casa di Tom Brady, va avanti di 24 punti: K.O
– Super Bowl: K.O

La carta d’identità recita 38 anni e una schiena che anno dopo anno da sempre più fastidio conviverci in campo, il suo alfiere Eric Decker è incerto sul suo futuro, che sia stata l’ultima chance di vincere il titolo? NO! Il prossimo anno magari ci rifila la Perfect-Season e vince il SB però, ad oggi, Peyton Manning al grande appuntamento…non timbra il cartellino!

-F.M.B-

La stagione NFL in una vignetta!
La stagione NFL in una vignetta!
F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Capitan Harlock The Return

    Niente video? Peccato però bello e chiaro anche a chi non conosce bene il football! Io ero tra quelli che lo vedeva per la pria volta grazie anche a voi maledetti!

    …ma F.M.B cosa ti ha fatto Wes Welker, figa lo massacri sempre!

  • Slevin1985

    Super bowl neanche iniziato…peccato la speranza è sempre quello di vedere una partita combattuta.
    Welker non ha mai vinto un Super bowl…tre presenze e altrettante sconfitte…non male come media

  • Vi è andata bene che non abbiamo registrato….avete in mente la scena di “John Rambo” quando sale sulla macchina e dalla collina fa fuoco? Ecco io = con Wes…se avessimo registrato!

  • Frank #14

    Mannaggia mi sarebbe troppo piaciuto ascoltarvi specie F.M.B che aveva pronosticato Seattle e il Panzy che lo tratteneva; io ho visto solo il 1° tempo, che brutta cosa Denver, speravo di godermi un SB più agguerrito….comunque touché ai Seahawks e a Russell Wilson

  • in your wais

    Personalmente non amo i giudizi tagliati con l’accetta, tipo “il più grande perdente della Storia dello sport USA”, penso che chi usi questi termini 1-non ci capisca molto di sport 2-non viva lo sport con alcun equilibrio

    Prima di arrivare a giocarsi un SB, ci sono un sacco di partite prima, che vanno vinte, e Manning lo ha fatto, alla grande, e non solo quest’anno

    Non riesco a definire in altro modo che “vincente”, uno che a 35 anni si infortuna gravemente, e trova, a quell’età, dopo 4 titoli di MVP, con un Super Bowl in cantiere, la forza e la voglia non solo di tornare, ma di tornare a livelli eccezionali

    Poi si possono discutere le sue prestazioni quando la posta in palio è massima, ma dare del perdente ad uno solo perchè nn vince…con le migliaia di sportivi professionisti mai sono arrivati e mai arriveranno ai suoi livelli…per carità, è proprio vedere lo sport senza gustarselo davvero

  • michele

    Bell’articolo!

    allora, io devo subito dire una cosa: francamente a me di questa “mentalità americana” di cui parla FMB è sempre fregato meno di zero nel giudicare i giocatori, nel basket come nel football……PM non è certo un perdente perché un Superbowl lo ha vinto e lo ha fatto in un epoca estremamente competitiva e frastagliata, in cui non si vede una dinastia dai tempi dei Patriots di inizio millennio…..e ai tempi di Indianapolis aveva una squadra abbastanza debole, soprattutto in difesa.

    Il footbal americano è uno sport incredibilmente complesso, pensare che un singolo giocatore possa ribaltare una partita come quella di domenica, in cui ogni singolo fattore nella bilancia pendeva dalla parte di Seattle è mera utopia. Ho letto cose tipo “un Michael Jordan avrebbe ribaltato lo stesso la partita”, io dico che a basket in 5 contro 5 è molto diverso dal football, un singolo giocatore puo’ fare molto più la differenza che nel football, che oltre tutto si gioca nelle fasi finali in partite secche e non in lunghe serie come nel basket, in cui alla fine i veri valori emergono sempre ( anche se magari canni gara 1).

    Cio’ detto da bradyano ovviamente sono felice per la sconfitta di PM: sia perché il computo dei SB vinti è ancora ampiamente dalla parte di Tom, sia perché ai tempi delle due sconfitte di misura contro i Giants, il buon Brady fu oggetto di tante critiche mentre da domenica sera sarà la prestazione di Manning ad essere oggetto di analisi e speculazioni pluriennali. E secondo me si è visto che Manning è uno straordinario computer, ma rispetto a Brady è meno capace di improvvisare quando l’avversario riesce a bloccare tutti gli schemi.

    Ovviamente sono contento anche per Seattle, tra l’altro FMB non so se hai notato che si sono visti subito i primi effetti benefici. Nel sito nba.com hanno intervistato Adam Silver sulla possibilità di un ritorno di Seattle in NBA, visto che una città del genere non puo’ restare fuori dal giro, parlando di un “buco nero” nella storia dell’NBA!

  • aekeros70

    Super bowl visto dal vivo, e devo dire che,come avevo gia previsto, il vero superbowl era sf -Seattle… Chiunque avesse vinto vinceva poi il superbowl… Detto questo odio Seattle e odio vederli vincere… D ltra parte Denver mi sta anchessa su quindi un superbowl visto solo per lo spettacolo… E lo spettacolo c’è stato… Sinceramente mi sarei aspettato un manning più incisivo nel 2 tempo ma la d# di Seattle è stata allucinante… Prossimo anno sb ai niners!!!! Go niners go

  • Se c’è da firmare per riportare l’MBA a Seattle, ditemi dove!!!

  • sgm

    Entro 1-2 anni franchigia NBA a Seattle… sperando che non facciano una lega a 32 squadre

  • Frank #14

    Siamo in 2, ma chi si sacrificherebbe? Tornando al SB io spero che Manning possa tornarci l’anno prossimo e magari vincerlo però, psicologicamente, non sarà facile per lui anche perché nella AFC non si troverà dei Patriots smembrati o dei Colts acerbi…

  • Iceman

    Tutti rivogliono i supersonics!!

  • michele

    beh non c’è ancora niente di che e ci vorrà qualche anno, però il nuovo commissioner ha lascito intendere di essere molto più disponibile rispetto al merdoso Stern, che ha fatto dell’ostracismo verso Seattle una bandiera. Quindi prima o poi una franchigia NBA tornerà a Seattle, anche perché il gruppo che voleva rilevare i Kings è ancora disponibile, bisognerà vedere come…..

    sì, 49 ers vs seahawks è stata la vera finale,l ‘intercetto di sherman su crabtree indubbiamente la giocata dell’anno.

  • gasp

    “Bowl XXIV, 1990, 49ers-Broncos 55-10”
    Non so se è involontario, ma hai messo ancor più sale nella ferita di Manning, infatti quel SuperBowl è il quinto anello di Montana, spesso comparato con Peyton.

  • DC23

    Più grande perdente della storia… ricordiamo che dopo 4 operazioni al collo e con due vertebre fuse ha giocato la più grande regular season di tutti i tempi per un QB ed è arrivato al SB con 400 yards passate nella finale di conference; poi se la sua offensive line non tiene e la difesa lo pressa lui, a causa dei problemi alle vertebre suddetti, non ha la mobilità di Wilson. Ricordando inoltre che secondo gli esperti un uomo con due vertebre fuse non potrebbe giocare a football americano. comunque complimenti a Seattle, grande partita.