Indiana di forza su Portland, incredibile Orlando!

Hill salva i Pacers contro i Blazers, Orlando pazzesca vittoria sulla sirena contro Durant, Cleveland e NY tornano a vincere, Nash trascina i Lakers, bene Detroit!

 

 

 

Indiana Pacers – Portland Trail Blazers 118-113 OT
IND: George 17, West 30 (10 rimb), Hill 37, Butler 10
POR: Aldridge 22, Lopez 17 (14 rimb), Matthews 19, Lillard 38 (11 ass)

Gli Indiana Pacer sopravvivono dopo un tempo supplementare conto Portland grazie al career-high di George Hill (37 punti); proprio Hill salva Indiana con una tripla a 8” dalla fine per il 103-103, Batum non riuscirà a trovare sulla sirena il canestro della vittoria. Nell’overtime sarà un break di 6-0 a 2’21” dalla fine che deciderà il match dando il +6 (113-107) ai Pacers.

Orlando Magic – Oklahoma City Thunder 103-102
ORL: Harris 18, Davis 14, Vucevic 10 (10 rimb), Afflalo 16, Oladipo 14
OKC: Durant 29 (12 ass), Ibaka 26, Jackson 12

Vittoria a sorpresa degli Orlando Magic che superano di misura niente meno che i Thunder di Kevin Durant; a 1’56” dall’ultima sirena Sefolosha spara la tripla del +3 (99-102) ma da quel momento in poi OKC non segnerà più! Afflalo va in lunetta per 3 tiri liberi a 55” ma farà 2/3, Durant mancherà il colo del K.O, Afflaolo e Vucevic sbaglieranno di nuovo come KD a 4”, l’ultimo errore del #35 lancerà in contropiede Oladipo, scarico ad Harkless e schiacciata di Harris sulla sirena per la vittoria!!!!

Philadelphia 76ers – Los Angeles Lakers 98-112
PHI: Turner 15, Hqwes 15 (11 rimb), Anderson 12, Carter-Williams 10, Allen 10, Williams 11, Wroten 16
LAL: Johnson 17, Kelly 15, Blake 14, Nash 19, Kaman 17, Marshall 7 (10 ass), Hill 14

Nel giorno del suo 40° compleanno Steve Nash resuscita dalle ceneri registrando il suo seaso-high (19 punti) e guidando i Lakers alla 2^ W consecutiva; match deciso ad inizio 4° periodo, break di 14-5 Lakes per il +11 (90-101) che poi toccheranno anche il +14.

Washington Wizards – Cleveland Cavaliers 113-115
WAS: Ariza 14, Nene 13, Gortat 19, Wall 32 (10 ass), Webster 18
CLE: Miles 18, Thompson 10, Irving 23 (12 ass), Waiters 24, Gee 11

Dopo 6 sconfitte consecutive i Cavaliers tornano a vincere espugnando la capitale di misura col duo Irving-Waiters ma tremando nel finale; perché Washington si porta sul -2 (113-115) a 2” dalla fine, Jarrett Jack va in lunetta ma fa 0/2 lasciando un’ultima chance ai Wizards che però non la sfrutteranno.

Boston Celtics – Sacramento Kings 99-89
BOS: Green 17, Sullinger 31 (16 rimb), Wallace 8 812 rimb), Bayless 19, Olynyk 11
SAC: Williams 11 (12 rimb), Cousins 31 (16 rimb), Thomas 24

Coach Malone non schiera Rudy Gay e i Kings perdono a Boston (senza Rondo, riposo) sotto il caeer-high di Jared Sullinger (31 punti); Boston entra nel 4° periodo avanti solo di 2 (71-69) ma l’ex Ohio State si scatena nel break iniziale di 18-4 realizzando 7 punti per il +16 (89-73) Celtics!

Detroit Pistons – Brooklyn Nets 111-95
DET: Smith 23, Monroe 12, Drummond 16 (22 rimb), Singler 16, Jennings 26 (10 rimb), Stuckey 14
BKN: Johnson 16, Williams 10, Terry 18, Plumlee 13, Evans 11

Italian Job: Datome DNP

Brandon Jennings sfiora la tripla-doppia (26+10+9) e i Pistons in 24’ archiviano la pratica Brooklyn; 30-17 il parziale del 1° quarto, 67-44 quello dell’intervallo con Josh Smith a quota 15 punti!

New York Knicks – Denver Nuggets 117-90
NYK: Anthony 31, Chandler 12, Smith 13, Stoudemire 17, Hardaway Jr. 10, Tyler 12 (11 rimb)
DEN: Chandler 17, Faried 12, Foye 13, Lawson 24

Italian Job: Bargnani DNP

New York ritrova il successo grazie ai 31 di Carmelo Anthony e ai 52 punti della panchina; dopo esser stati sotto 20-26, i Knicks cambiano registro con un 2° quarto da 30-18 andando al riposo lungo avanti 50-44, nella ripresa i ragazzi di Woodson scapperanno via tirando 11/28 da 3 punti!

Dallas Mavericks – Utah Jazz 103-81
DAL: Nowitzki 20, Dalembert 12, Elis 22, Calderon 12
UTA: Jefferson 10, Williams 21, Burke 13

Nessun problema per i Dallas Mavericks che battono in casa gli Utah jazz con i 42 punti della coppia Nowitzki-Ellis; Derrick Favors rimane seduto in panchina gran parte del 2° quarto, Dallas ne approfitta attaccando il pitturato scappando fino al +15 (52-37) a 1’57” dall’intervallo.

New Orleans Pelicans – Minnesota Timberwolves 98-91
NOP: Davis 26 (10 rimb), Gordon 20, Roberts 16
MIN: Brewer 16, Love 26 (19 rimb), Martin 15, Rubio 11

Anthony Davis festeggia con una doppia-doppia e la vittoria contro i T-Wolves la sua convocazione all’All Star Game (sostituisce Kobe); a 33” secondi dalla fine Minnesota sul -3 (94-91), palla contesa tra Davis e Rubio, la vince il “Monociglio” e ne segue il jumper di Roberts pe il +5 (96-91) a 22”.

Los Angeles Clippers – Toronto Raptors 118-105
LAC: Barnes 11, Griffin 36, Jordan 18 (13 rimb), Crawford 21, Collison 11, Green 12
TOR: Valanciunas 11 (13 rimb), DeRozan 36, Lowry 19, Patterson 10

Tutto il quintetto in doppia-cifra per i Clippers di Blake Griffin (36+8) sui Raptors; partita segnata nel 1° tempo con i padroni di casa che hanno toccato il massimo vantaggio sul +18 (67-49) per poi chiudere 67-51 con Crawford e Griffin rei rispettivamente di 17 e 21 punti!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Magic

    E’ proprio per questo che sta deludendo, perché ha un talento superiore.

  • dontrythis@home

    @lilin

    no dai.. seriamente??
    mi stai paragonando una squadra di 23enni seppur piena di talento con trittico del genere??

    ps ibaka, non faceva manco 10 punti a partita.. sembra sia una scommessa vinta di Presti ma valeva un Sanders dell’ anno scorso.

  • lilin

    beh insomma , avevano buttato fuori gli spurs.

    e cmq se li vedi adesso durant con westbrook sono piu forti di lebron e wade di adesso. aggiungci ibaka che ha detta di tutti è diventato un all star…

    ecco che hai il terzetto delle meraviglie

  • low profile

    Lilin

    casi diversi, draftare 4 future stars (e non poterle ritenere tutte) non è esattamente uguale a strappare il libretto degli assegni in diretta tv, poi oggi Durant-Wes-Ibaka sani sono nel complesso un pò meglio di James e le spoglie degli altri 2 ma Riley è un genio e un uomo di sapienza cestistica superiore e Presti un nerd sopravvalutato.

    George

    al momento giù di forma ma è andato a mille fino ad avanti ieri, resta il fatto che storicamente il miglior giocatore della miglior squadra è sempre stato un candidato all’mvp, sempre, sfortuna sua si trova nella stessa epoca di 2 fuori portata, ma ci tengo a ribadire che è solo ed esclusivamente per questo che non merita il premio.

    Harden

    concordo con Magic, in virtù del talento la sua è una stagione sotto il par

  • 8gld

    Infatti, candidarlo per l’MVP non è sbagliato. Poi se lo vince o meno è altro discorso.

    E’ un primo violino? può caricarsi una franchigia sulle spalle?
    Ad oggi è difficile dare una risposta certa. Sia perchè giovane, sia perchè gioca in un contesto diverso.

    Poi ha a che fare con uno che sono anni che sta migliorando anno per anno ormai abituato dal primo giorno a portarsi sulle spalle le due franchigie dove ha giocato (questo non vuole sminuire i compagni con cui ha giocato o con cui gioca).
    L’altro ancora non ha dato il massimo in difesa ma in attacco è diventato ormai una costante.

  • TadeZ

    Spencer Hawes in questa stagione sta tirando complessivamente con il 41.4% da tre ed il ragazzone è alto 2.16m

  • Procionide

    È sicuramente legittimo dire che harden è meglio di ibaka, però fino all’anno scorso era un giudizio scontato, mentre oggi ci si avvicina molto a un discorso di preferenze più che di valori. Tra l’altro ibaka è in continua crescita da quando è in NBA mentre harden sembra essersi fermato, quest’anno.

  • lilin

    non ragazzi sfido qualsiasi di voi:

    potete partire da zero e prender uno tra harden e ibaka, chi scelgliete?

    il primo che dice ibaka lo denuncio.

    ibaka il massimo che può aspirare a diventare è un buon difensore che mette anche punti in attacco lontano dal ferro.
    Harden il suo massimo potrebbe essere sotto lebron e durant…

    Va bene tenere conto della stagione, ma prima di tutto non è finita, seconda cosa ci sono ancora i play off terza cosa guardiamo all’anno scorso allora…

  • docpretta

    Georgee è il terzo miglior giocatore della nba attuale. Non capisco questo onanismo nel voler fare le pulci a p g . Contenti voi.

  • Procionide

    Lilin
    Premesso che il limite di ibaka lo scopriremo solo quando si fermerà, comunque OKC non era una squadra che doveva partire da zero, ma al contrario aveva già il top della lega alle posizioni 1 e 3. Se vogliamo parlare in astratto, per carità, fortissimo harden. Ma quando mai si è vista una squadra con 3 attaccanti dominanti nelle tre posizioni esterne? La scelta di ibaka andava nella direzione di maggior equilibrio e risparmio, e ora inizia a pagare, a quanto sembra.