Durant dice 41 e batte New York, Pacers K.O!

Durant startosferico (41+10+9) contro New York, Orlado piega anche Indiana, Paul ritorno col botto, Chicago batte i Lakers, bene Nets e Cavaliers!

 

 

 

Oklahoma City Thunder – New York Knicks 112-100
OKC: Durant 41 (10 rimb), Ibaka 16, Perkis 5 (11 rimb), Sefolosha 12, Jackson 19
NYK: Anthony 15, Shumpert 12, Chadler 12, Feton 16, Stoudemire 16, Tyler 10

Italian Job: Bargnani DNP

Ad Oklahoma City i Knicks fanno soffrire i Thunder ma poi la banda di Brooks trova le energie per scappare via con un Kevin Durant da quasi da tripla-doppia (41+10+9); NY sta bene in partita malgrado un Carmelo Anthony fantasma, dopo 3’ del 3° quarto Knicks sul -1 (61-60) ma ecco il break di 10-0 dei padroni di casa cominciato con due bombe consecutive di Sefolosha per il 71-60! Gli ospiti non subiranno l’imbarcata ma Oklahoma City manterrà il vantaggio fino alla fine

Los Angeles Lakers – Chicago Bulls 86-92
LAL: Kaman 27 (10 rimb), Marshall 13 (11 ass), Hill 15
CHI: Gibson 18, Noah 18 (13 rimb), Hinrich 19, Augustin 15

Allo Staples Center i Chicago Bulls battono i Lakers con il solito Jokaim Noah guerriero su ambedue i lati del campo e chiudono con 3 vittorie e 3 sconfitte il tour ad Ovest; i ragazzi di Thibodeau prendono subito le redini del gioco dopo i primi 12’ (23-34), L.A prova a farsi sotto ma ad inizio 3° quarto ecco il break di 11-2 per il +15 (48-63) che di fatto segnerà il match malgrado un meraviglioso Chris Kaman che ha tenuto in vita le ultime speranze dei giallo-viola. Da sottolineare l’infortunio a Steve Nash, costretto ad andare negli spogliatoi a metà 3° quarto.

Boston Celtics – Dallas Mavericks: 91-102
BOS: Green 18, Sullinger 11 (12 rimb), Rondo 15 (12 ass), Humphries 10, Johnson 14
DAL: Marion 11 (10 rimb), Nowitzki 20, Dalembert 6 (11 rimb), Ellis 11, Calderon 18, Carter 14, Harris 12

Malgrado la doppia-doppia di Rajon Rondo (15+12) i Celtics cadono in casa contro Dallas; i texani scappano via con un break di 16-5 ad inizio 3° quarto andando a toccare il +17 (43-60) e amministrando poi il vantaggio fino alla fine!

Brooklyn Nets – New Orleans Pelicans 93-81
BKN: Teletovic 13 (11 rimb), Plumlee 22 (13 rimb), Anderson 13
NOP: Davis 24, Roberts 12, Rivers 10

I Brooklyn Nets non mandano nessun giocatore del quintetto base in doppia-cifra ma battono lo steso i Pelicans con un grande Mason Plumlee (22+13); match chiuso dopo il 1° tempo con i bianco/neri avanti 51-28, New Orleans si fa sotto arrivando fino al -9 (69-60) a 5” dalla fine del 3° ma il floater di Deron Williams darà vita ad un break di 7-3 col quale i Nets chiuderanno di nuovo la pratica.

Cleveland Cavaliers – Memphis Grizzlies 91-83 OT
CLE: Irving 28, Varejao 4 (14 rimb), Waiters 18, Miles 14
MEM: Randolph 14, Lee 10, Calathes 17, Johnson 15

Kyrie Irving trascina i Cavs alla loro quinta vittoria all’overtime in stagione superando niente meno che i Grizzlies; proprio Irving agguanta il pareggio a quota 78-78 dopo un layup a 18” dalla fine, poi Randolph rischia la frittata perdendo palla a 2” ma Waiters non lo punirà. Nell’extra-time non ci sarà storia, 13-5 il parziale dei 5’ per Cleveland.

Orlando Magic – Indiana Pacers 93-92
ORL: Harris 13, Vucevic 19 (13 rimb), Oladipo 23
IND: George 27, West 14, Stephenson 16, Hill 12

Dopo gli Oklahoma City Thunder anche gli Indiana Pacers si devono arrendere di misura all’Amway Center di Orlando sotto i colpi di Victor Oladipo; Magic che negli ultimi 37” fanno di tutto per perdere, Oladipo perde palla ma George non trova la tripla del sorpasso (92-90), di nuovo la matricola va in lunetta ma fa 1/2 (93-90) a 25”, Hill porta sotto di 1 (93-92) i suoi con 16” da giocare. Vucevic perde una palla a 6” ma sulla sirena George mancherà il tiro della vittoria.

Washington Wizards – Sacramento Kings 93-84
WAS: Nene 18, Gortat 17, Beal 16, Wall 12, Seraphin 10
SAC: Cousins 14, Thomas 30, McLemore 11

Washington batte i pistoleri dei Kings (29/82 dal campo) con un’ottima prestazione di squadra; i capitolini giocano un signor primo tempo chiudendolo avanti di 12 (57-45) e sarà quella la chiave del match visto che Wall & Co. cominceranno male la ripresa (8 perse9 ma Sacramento non riuscirà mai ad impensierirli.

Los Angeles Clippers – Philadelphia 76ers 123-78
LAC: Griffin 26 (11 rimb), Jordan 10 (20 rimb), Paul 12, Crawford 21, Collison 12, Hollins 10
PHI: Young 15, Carter-Williams 14, Wroten 21

Chris Paul torna nelle file dei Clippers, chiude con 12’ e 5 assist in 22’ e i Clips asfaltano senza pietà i 76ers; match chiuso dopo 12’ sul 46-15 L.A.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • tom

    tornando a parlare di basket, ma l’avete visto che bel taglio di manza si bomba ibaka? respect

  • lilin

    quaqquo

    no tu adesso mi dici come cacchio fai a vedere tony in west!
    ahahaha
    forse qualcosina ma in quanto a personaggi non potrebbe esserci niente di piu diverso! tony non metterebbe mai le sue camicie

  • Quaqquo

    @ lilin

    aahahah Bho ?? Forse il sorriso largo, la postura.. non lo so dire con certezza.

    Più che altro per lo stesso motivo per cui vedo CP3 in Carlton Banks, Rubio uguale a Mandelli, K. Love uguale a… vabbè a un amico non famoso quindi non vale ! Il motivo è un mix di neuroni ballerini e fantasia da bambino che cerco in tutti i modi di non perdere 😉

  • 8gld

    Non me ne voglia MP ma il padre nostro è da nomination agli Oscar.

  • lilin

    beh anche ray allen è uguale a quello che ha fatto quel film di spike lee….

    fmb

    ma tu sai chi si cela dietro i troll??

  • gasp

    Quanti miglioramenti in 4 mesi scarsi ha fatto Oladipo?Ieri 14 punti nell’ ultimo quarto contro una delle migliori difese della lega…

  • in your wais

    Ragazzi, non per smontare Thon Maker, ma se fanno una compilation delle mie azioni migliori al campetto o in allenamento, sembrerei un tiratore migliore di Ray Allen…

    Direi di non fidarsi troppo di certi video fatti ad arte per esaltare le virtù e far scomparire i difetti…magari in quell’allenamento ha fatto 3 su 500 da fuori, e noi vediamo solo i canestri…

    Comunque l’all star game lo hanno già giocato stanotte ad L.A., inumani i 2 alley-hoop di Griffin

  • Rose torna quest’anno oppure no? Lo so che forse sarà stato detto 3000 volte ma non mi ricordo

  • ILoveThisGame

    Dr Dre no

    stavo facendo caso a quanti giocatori si stanno affermando quest’anno:
    -Griffin è cresciuto incredibilmente, per lui L’MIP non vale??
    -Dragic anche lui sta mettendo i numeri di Irving o Thomas(altro in ascesa) ma con un incredibile 51%,
    -George non c’e bisogno di dirlo
    -KD si è consacrato come dominatore almeno della regular, un cambio di giocatore alfa si attendeva da almeno 5 6 anni
    -Stephenson è uno dei pilastri di indiana, se la crescita continua l’anno prossimo potrebbe mettere cose come 18 7 7
    -De Andre Jordan quantomeno ora si può dire che i 10 mln non sono proprio buttati
    -Howard è tornato
    -Davies non so se sia il nuovo Garnett, il nuovo Duncan oppure cosa che spaventa di più: una specie di incrocio fra i due
    -Drummund mette numeri pazzeschi in una non squadra e senza giochi per lui
    -Cusin ormai un top 3 C di sicuro
    -Wall 20e8
    -Curry 24e9
    -Parsons giocatore completo
    C’è ne saranno altri che dimentico ma l’NBA odierna, non per toglierne a Brazz, ma mi sembra di un livello discretamente alto, considerando che le vere stelle non sono fra i giocatori citati(a parte uno o due..)

  • low profile

    Aggiungo

    Teague fantastico play
    Conley consacrato nell’elite del ruolo
    Beal cresce bene
    Derozan, lo odio ma mi tocca ammettere che sta giocando bene
    Sullinger con numeri impensabili con quel “fisico”
    A pacchetto quasi tutti i giovani di Utah e Orlando
    Bledsoe che in fondo si sapeva ma doveva dimostrare
    Lillard confermatissimo su certi livelli

    le delusioni parziali/totali

    Irving
    Harden
    Il caos Newyorkese
    i minnesota boys (tutti eh!)
    Monroe

  • gasp

    Dr dre
    Secondo le voci Rose vorrebbe tornare prima dei PO, ma sa di più aekeros70.

  • 8gld

    Calcolando che a detta nel prossimo draft ci sarà un’altro bell’impasto…diciamo che tra 2/3 anni la NBA potrebbe e dovrebbe avere un livello maggiore di quella odierna.

  • Michael Philips

    Alcune curiosità statistiche sulla spaventosa stagione di Durant:

    Durant segna 31pts con almeno il 50% dal campo.
    Dal 1991-92(Michael Jordan)in poi nessuno ci era più riuscito.

    Inoltre i 31pts li segna prendendo meno di 20 tiri(19.9 ok siamo lì)a gara.
    Una cosa inaudita considerando che l’ultimo a riuscirci è stato Karl Malone nel 1989-90(31pts con 19.8 tiri a gara) e prima ancora Adrian Dantley e pochissimi altri nella storia NBA.

    Anche i suoi 31.2pts+7.7reb+5.5ast sono numeri rarissimi nella storia moderna della lega.

    Pochi altri hanno toccato cifre simili: Lebron nel 2008 e 2006, Kobe nel 2007 e 2003 e t-mac nel 2003 e poi bisogna tornare indietro negli anni fino al miglior Mj.

    Insomma numeri da elite NBA.

    l’MVP non credo sia più argomento di discussione per questa stagione.

  • Beh kobe anche nel 2006