NCAA Night Report (08/02/2014)

Straordinario Melvin Ejim che dice 48 e trascina Iowa, SMU sorprende Cincy, Nervi tesi in casa Oklahoma State con Smart che spinge un tifoso!

 

 

 

Florida (#3) – Alabama 78-69

Northern Iowa – Wichita State (#4) 73-82

San Diego State (#5) – Nevada 73-58

Southern Methodist – Cincinnati (#7) 76-55

Kansas (#8) – West Virginia 83-69

Iowa (#17) – Michigan (#10) 85-67

Boston College – Duke (#11) 68-89

La Salle – Saint Louis (#13) 63-65

Kansas State – Texas (#15) 74-57

Iowa State (#16) – Tcu 84-69

Mississippi State – Kentucky (#18) 59-69

Texas Tech – Oklahoma State (#19) 65-61

Georgia Tech – Virginia (#20) 45-64

Oklahoma (#21) – Baylor 88-72

Memphis (#24) – Gonzaga (#23) 60-54

Pittsburgh (#25) – Virginia Tech 62-57 2OT

Commento

Continua il momento d’oro dei Gators, per la squadra della Florida arriva la 10° vittoria di conference consecutiva in questa stagione, ben 5 giocatori in quintetto contro il solo Releford di Alabama. Interrompe invece la sua striscia positiva Cincinnati che cede con relativa sorpresa a Sputhern Metodist di coach Latty Brown alla seconda vittoria contro squadre in classifica in soli 8 giorni. Wichita State come ormai da novembre si candida a concludere la Regular Season come unica squadra imbattuta in Division I. Altro Upset vede protagonista Iowa che stende in malo modo Michigan con quasi 20 punti di divario, Zak Irvin forse meriterebbe più spazio e fiducia in situazione come quelle della notte scorsa con uno Staukass in palese calo di forma nelle ultime 3 partite. San Diego State consolida la sua 5° piazza in classifica andando sul 10-0 nella Mountain West. Texas Tech fa la voce grossa contro Oklahoma State che perde malamente ancora una volta, i Cowboys sembrano una lontana parente della squadra che fino a poche settimane fa era in cime alle classifiche nazionali, nervosismo evidente anche dalla reazione non proprio invidiabile di Marcus Smart contro un tifosi dei locali Raider, per lui in arrivo una sicura squalifica. Kansas e Duke sono tornate le due squadre più temibili del campionato, il momento bui sembra essere passato; Parker sfodera ancora una prestazione da giocatore importante con 29 punti e 16 rimbalzi. Wiggins dopo un primo tempo un po’ sotto tono sale nella ripresa aggredendo il canestro con continuità portandosi ben 10 volte in lunetta con Embiid che ritrova la doppia doppia da 11 e 12 rimbalzi. 2 Overtime servono a Pittsburgh per avere la meglio su Virginia Tech. Memphis sorprende Gonzaga che si avvia ad un’uscita dalla top 25. Upset anche al Fred Bramlage Coliseum di Manhattan in Kansas dove I Wildcats superano con quasi incredibile facilita i Longhorns del Texas che vedono interrompere la loro striscia di 7 vittorie consecutive. Vittoria comoda anche per Kentucky su Mississippi state con un Randle da 16 punti. Nonostante queste 16 partite tutte interessanti è ad Ames, Iowa che si realizza una delle più imponenti prestazioni individuali degli ultimi anni; Melvin Ejim mette a referto ben 48 punti con un clamoroso 20 su 24 al tiro in 35 minuti in campo. Se fossero solo i 48 punti ci potrebbe anche stare ma, a rendere incredibile la partita del giocatore canadese sono i 18 rimbalzi che accoppia ai suoi punti.

L’episodio

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno!

Nickname: Ste

  • cuni

    Si sa cos’ha detto il tifoso a Smart? Certamente non ha avuto quella reazione gratuitamente…