Detroit batte San Antonio, Houston 6^ W!

I nuovi Pistons di coach Loyer battono gli Spurs di squadra, Houston batte Love e sono 6 consecutive, vittorie facili per Indiana e Golden State.

 

 

 

Indiana Pacers – Denver Nuggets 119-80
IND: George 12, West 25, Hibbert 14 (12 rimb), Stephenson 12, Hill 10, Scola 11
DEN: Chandler 17, Hickdon 12, Hamilton 11

Gli Indiana Pacers tornano subito al successo e lo fanno demolendo in 24’ i Denver Nuggets; dopo i primi 2 quarti Davi West è già a quota 21 (su 25 punti finali) e Indiana comanda 61-40!

Toronto Raptors – New Orleans Pelicans 108-101
TOR: Ross 14, Patterson 22, DeRozan 22, Lowry 19 (12 ass), Hansbrough 12
NOP: Davis 19, Gordon 10, Roberts 18, Evans 23 (10 ass)

Vittoria sulla distanza per i Toronto Raptors che riescono solo nel quarto periodo ad avere la meglio sui Pelicans; decide un break di 15-3 a 6’ dalla fine che ha dato ai canadesi il +13 (102-89)

Detroit Pistons – San Antonio Spurs 109-100
DET: Smith 12, Monroe 15 (10 rimb), Drummond 14, Singler 10, Jennings 21, Stuckey 20
SAS: Duncan 11, Parker 11, Joseph 11, Belinelli 20, Diaw 12

Italian Job: Datome DNP /  Belinelli 20 pt (4/7, 4/8 da 3), 5 rimb (1 off), 1 ass, 2 perse

Buona la prima per coach John Loyer alla guida dei Pistons che, con un’ottima prestazione corale, hanno battuto i San Antonio Spurs, vani i 20 del Beli; la partita viene segnata a cavallo tra il 2° e il 3° quarto, Detroit chiude la seconda frazione con un 15-5 (comprese due bombe consecutive di Jennings) per il +11 all’intervallo (59-48) ed apre con un 14-4 la ripresa scappando sul +21 (73-52)!

Milwaukee Bucks – Boston Celtics 86-102
MIL: Henson 16, Knight 22, Neal 17
BOS: Green 29, Bass 12, Sullinger 13, Pressey 13, Olynyk 14

Buona vittoria dei Boston Celtics (senza Rondo, riposo) a casa dei Milwaukee Bucks; come sempre i padroni di casa stanno in partita nei primi 3 quarti per poi mollare nell’ultimo, a fine 3° il punteggio recita 68-70 Boston, Jeff Green realizza i primi 2 canestri del 4° periodo dando vita ad un 9-1 per il +10 (69-79) che di fatto chiuderà la partita.

Minnesota Timberwolves – Houston Rockets 89-107
MIN: Love 31 (10 rimb), Turiaf 2 (10 rimb), Budinger 15, Mba a Moute 10, Shved 11
HOU: Parsons 20, Jones 14, Howard 18 (15 rimb), Harden 19, Beverley 14

Gli Houston Rockets di Dwight Howard centrano la 6^ W consecutiva espugnano Minnesota malgrado la solita doppia-doppia di Kevin Love; partita ad elastico con i texani ripresi ogni volta dai padroni di casa come arrivare sul -4 (78-82) a fine 3° dopo esser stati sotto di 13.Però nell’ultimo quarto Houston stringe i bulloni e non fa segnare Minnesota nei primi 5’37”, da +4 a +15 (78-93)

Golden State Warriors – Philadelphia 76ers 13-80
GSW: Iguodala 11, Green 11 (11 rimb), Lee 13 (13 rimb), Curry 23, Barnes 11, Speights 32
PHI: Turner 12, Young 12, Carter-Williams 24

I Philadelphia 76ers entrano nella storia diventando il 2° team di sempre a perdere in 48 ore con almeno 40 punti di scarto, dopo L.A contro i Clippers altra sonora sconfitta a Golden State contro i Warriors; match chiuso all’intervallo con i padroni di casa avanti 66-33 con Curry reo di 15 punti e Marreese Speights (ex di turno) di 22!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • michele

    le comiche a Philadelphia.

  • Nitrorob

    mamma mia!
    altra partita a -40!! mi chiedo se lo fanno apposta a questo punto!

    intanto Sullinger e KD giocatori della settimana!
    ok KD ma Sully non me lo aspettavo….

  • max69

    Sixers vergognosi, tifo Phila da sempre mai vista una cosa del genere.
    Ok giocare per perdere (che già mi sembra una cosa fuori dal mondo), ma un minimo di dignità …… eccheccaxxo

  • cuni

    È quello che dico io…x tankare basta anche perdere di 10 eh, 40 è troppo dai

  • Nitrorob

    ma se poi vuoi perdere che parti già con questa idea almeno fai giocare i panchinari e i rookie cosi fai più bella figura!
    almeno se perdi di 40 hai una scusa

    oddio, sarebbe ancora peggio se giocano impegnandosi e perdono cmq di 40, vuol dire che fanno proprio cagare

  • raga lasciate parlare me che non me ne perdo una di partita dei Sixers, facciamo cagare a spruzzo è ufficiale, però bhò c’è un non so che di perverso, nn riesco lo stesso a non guardarli, è divertente, per esempio passo il tempo ad insultarli insieme ai miei amici di Phila su Twitter e tante altre belle cose, bisogna essere positivi, purtroppo c’è una falla nella sistema di assegnazione delle pick e quando c’è una classe del draft buona buona come questa, (anche se ieri per esempio Wiggins non ha affatto brillato) si assisteranno a sti scempi.
    Ma perchè si assiste a sti scempi? tolto il caso singolare di San Antonio che è una squadra costruita ad arte anche con scelte non alte, il trend degli ultimi anni dice che la gente forte si sposta a giocare insieme ad altra gente forte in città fiche, ed ecco che le Miami, le Los Angeline, le New Yorkesi e via dicendo concentrano il talento, chissà perchè le Milwaukee, le Minnesota o le Utah sono fuori da qualsiasi rumor che riguardi una super star in odore di free agency, l’unica opzione è purtroppo andare al draft e pochi cazzi, perchè Lebron certo non lascia South Beach per venire a farsi un giro a Broad Street, e non gliene frega manco un cazzo che siamo la città del cheesesteak, la Nba degli ultimi anni si sta un pò sfanculando

  • Phila è morta con l’addio di Iverson, poi ha giocato buone stagioni andando ai Playoffs e ha toccato l’apice in G7 dei Playoffs del 2012….non è più una piazza che tira e non vorrei che col tanking quello a rimetterci sia MCW, perché comunque Oladipo sta giocando molto bene e Orlando ha colto W prestigiose (IND & OKC)…

  • gasp

    Be Phila non tira da 20 anni, mica solo da Iverson… ma veramente il tanking è inaccettabile

  • è ciclico, anche i Celtics erano morti dal dopo Bird 😉

  • hatersgonnate

    Da quando tankare significa perdere le partite di 40 coi titolari?

  • Druido Celtico

    Ora non confondiamo, per i Celtics è ciclico vincere, per i Sixers è ciclico far cacare, ora paragoniamo 3 titoli vinti ogni 40 anni con i Celtics..non scherziamo dai.

  • brazzz

    x i celtici è ciclico vincere una fava..dall’ultimo titolo di bird a quello di garnett e company son passati più di 20 anni,conditi di parecchie stagioni senza manco fare i po,o al max un primo turno..phila è finita 30 anni fa,dopo 10 anni in cui con boston e Lakers si divideva lo scettro della lega…la gestione è stata pessima negli ani di chuck,che è dovuto andar via x ottenere i risultati che meritava,e iverson..bè,è stato un miracolo legato solo a luie a brown
    ora ok ricostruire, ma un minimo di decoro dai…storicamente nelle scelte si son sempre mossi bene.vediamo..ma turner lo terrei,non lo scamierei x un’ulteriore scelta…cosa giochi,con 5 matrricole??

  • Danilo

    wow quanti tifosi Sixers ……. e pensare che a Philadelphia non sono riuscito a trovare da nessuna parte la maglia n° 34 del ciccione da Auburn…. a volte penso che lo spostamento a New Jersey non sia così impossibile come dicono ( di fatto si trovano solo negozi degli Eagles, dei Phillies e dei flyers )

  • in your wais

    Io nn credo stiano tankando, credo facciano schifo, è ben diverso…lo stesso successe con Charlotte un paio di anni fa…

    Giocano con un quintetto scadente, con un paio di buoni giocatori che però hanno impatto relativo, e con cifre drogate da un sistema che dimentica la difesa e gioca solo in attacco

    Per il resto, hanno una lottery pick ai box da mesi, e pure con quella ad inizio stagione gli davamo un 20W come massimo numero di vittorie…sono solo in media, anzi per certi versi hanno fatto meglio

    Sono d’accordo che da anni facciano decentemente schifo, e che l’appeal di un tempo sia scomparso…ma conosciamo tutti la NBA, a volte bastano un paio di mosse azzeccate, e si torna in ballo in poco tempo

    Quindi, basta un Parker/Wiggins ed un free agent decente, e già il prossimo anno ci potremmo trovare a parlare di una squadra da PO, con un upgrade spaventoso…

    Lo spero per loro

  • cuni

    Quoto iyw… Basta ancora meno x essere quanto meno da playoff visto il fatto che sono ad est e difficilmente si rimescoleranno tanto le carte in quella conference…

  • ma sinceramente a me fottesega di cosa ha fatto Boston negli ultimi anni, però nella pantana del tanking quest anno si sta assistendo davvero alla peggior stagione che io ricorda, però chissene, almeno noi Sixers fan quando ritorneremo al top (mi tocco) nessuno potrà accusarci di essere saltati sulla carretta (leggasi fan last minute di Miami, OKC e GSW….che poi sono quelli che son saltati giù dalla carretta lacustre-celtica)

  • michele

    Sì, direi che bisogna davvero sperare che Philadelphia a giugno peschi uno tra Parker e Wiggins, mi sembra il giusto premio per queste splendide prestazioni che nobilitano la regular season eheheheh…

    Boston nel dopo Bird ha fatto cagare principalmente per sfortuna, vorrei vedere quale altra franchigia avrebbe potuto sopportare due colpi come le morti di Len Bias e Reggie Lewis, per non parlare del draft 1997: anche se poi attorno a una decima scelta come Paul Pierce si costrui’ una buona squadra che fece una finale di conference.

    In ogni caso c’è poco da fare, nella NBA a trenta squadre al massimo 4-5 contendono, quindi per entrare in quelle 5 c’è bisogno di tantissima fortuna, buona programmazione e non è detto che basti. E sarà già tanto riuscire ad azzeccare un buon ciclo, questo vale per tutti, anche per i Lakers che sono la franchigia più vincente degli ultimi 15 anni assieme agli Spurs e sono adesso al palo: anche se il loro appeal è superiore e avranno più possibilità di altri di risorgere….del resto anche loro hanno passato 12 anni di mediocrità tra l’ultimo anello di Magic e il primo di Kobe, e nonostante l’arrivo di un mastodonte come Shaq già nel 96.

  • michele

    chiaramente anche i Lakers hanno avuto la sfiga di Magic ritirato, altrimenti sarebbero stati più competitivi anche nella prima metà dei 90, anche se non più da titolo.

  • in your wais

    Chi tifa Lakers o Celtics non tifa Miami, specie quelli di marca gialloviola che detestano James e stravedono per Kobe…non scherziamo…

    Penso che a chi piace il basket le bandiere passino in secondo ordine…adoro Duncan e gli Spurs, ma come non potrei essere contento se, per dire, OKC vince il titolo? Sono giovani, divertenti da vedere, hanno un mostro come KD…

    Ed allora se vincono sarò felice per loro e per lo spettacolo che mi hanno offerto, anche se a pelle preferisco Miami, San Antonio, o i Clippers…

  • troy hudson 88

    PHIlA
    bene così.. quoto MCW, è inutile fare i puristi quando l’unico modo x tornare competitivi è il draft.. poi si tratta di una o due stagioni (questa e probalbimente la prox..) sennò a phila le scorse annate si combatteva sempre x i playoff.. l’anno prox si rifirma turner( sennò via anche lui x una prima scelta), torna noel ( vediamo com’è) e abbiamo la nostra scelta e quella di NO.. ancora un anno a far crescere i giovani( chiamasi tanking) e dal 2016 scon la firma di qualche free agent si torna a competere..

  • michele

    “che poi sono quelli che son saltati giù dalla carretta lacustre-celtica)”

    ma figurati, i tifosi lacustri e celtici se ne stanno rintanati nei loro rispettivi siti in attesa di tempi migliori…solo io vengo sempre qui a rompere un po’ le scatole eheheh

    però un sacco di kobiani hanno smesso di seguire i lakers, ma quello è un fenomeno che attiene alla psicologia delle masse e non al tifo.

    @troy

    qui si sta dicendo che il tanking di quest’anno di phila sta superando i limiti della decenza….dai, l’altro giorno coi clippers sul + 55 è stato rivers a dire ai suoi di lasciar fare un parziale agli avversari perchè la cosa stava diventando umiliante…..anzi, sono alcuni stessi tifosi di phila come max69 a dichiararsi scandalizzati.

  • brazzz

    bè michele
    i Lakers han avuto degli anni90 scarsi,ma dalla finale del 91 al titolo del 99 son poi 8,non 12…
    la sfiga di boston,ok x bias,ma Lewis era il capitano di quella squadra,era un buon giocatore,ma non spostava poi troppo.non è che con lui diventavan da titolo dai..premesso che son stare 2 tragedie pazzesche..

  • Michael Philips

    Oddio i lakers nel 1996-97 vinsero 56 gare e nel 1997-98 61, non proprio stagioni mediocri.

  • Michael Philips

    Riguardo la continuità di un team fa impressione vedere che gli spurs dell’era Duncan(1997-2014 and counting) viaggia con il 70% di vittorie.

    Roba folle considerando che si parla di 17 stagioni NBA consecutive.

  • michele

    beh la distanza tra il titolo del 1988 e quello del 99-2000 è dodici anni: la finale del 91 era comunque il colpo di coda di magic e worthy.

    nel 98 e nel 99 i gialli uscirono dai playoff con due sweep umilianti contro Utah e San Antonio, non credo le ricordino con piacere quelle stagioni, i tifosi Lakers…poi ovvio che avendo preso nel 96 un giocatore come Shaq le vittorie in RS arrivavano lo stesso.

    Lewis non era certo Bird, ma senza la sua morte Boston avrebbe avuto stagioni dignitose, non il deserto di metà anni 90.

  • Michael Philips

    Altre grandi dinastie:

    Michael Jordan’s Bulls (1984-1993, 1994-1998)

    701-371 (.653) – 6 anelli in 6 finali

    I grandi Lakers dello showtime di Magic(1979-1991)

    712-272 (.723) 5 anelli in 9 finali

    I Celtics di Bird (1979-1992)

    751-315 (.704) 3 finali in 5 finali

  • low profile

    giornata amarcord, come nelle puntate di riempimento di tante serie, la midseason d’altronde sta offrendo davvero poco.

    Phila fa cagare, non ha bisogno di molto impegno per perdere ma oggettivamente così è umiliante per giocatori e tifosi, tolti i bucks altre franchigie stanno ammazzando il tempo in attesa del draft in maniera molto più costruttiva, se penso alle prospettive allettanti dei Jazz e Magic o ai PO dei Suns vien da chiedersi, oltre alla pick alta e ad un MCW 5 stelle extralusso che basi sta gettando la dirigenza? è da illusi credere che anche col fenomeno di turno questa squadra sia subito competitiva, a maggior ragione con le incognite contrattuali di Turner, Young e Hawes e fisiche del fratello Gallagher. Auguri

  • hanamichi sakuragi

    michele se tu sei qui per i celtics io ssono qui per i lakers… a commentare questa triste tortura in 82 comode rate..

  • GOAT

    anche lakers e celtics fanno schifo, anche i magic fanno schifo, ma lo vedi che non stanno tankando, perchè l’impegno c’è sempre. Phila la fa troppo sporca altro che scarsi, si son scarsi ma non da prendere 90 punti di scarto in 2 partite, poi voglio dire basti vedere come giocano.

  • michele

    Visto che si parla di amarcord e scelte ricordiamo la storia dei Celtics al draft

    L’ultima prima scelta assoluta risale al 1950 (!!!!)

    Negli ultimi 30 anni c’è stata la seconda scelta nel 1986 ( Len Bias appunto, RIP), la terza scelta nel 1997 e la quinta nel 2007.

    Andando più indietro nel tempo la quarta scelta nel 1970 ( Cowens), la sesta scelta nel 1979 (Bird), la terza scelta nel 1980 ( McHale).

    Insomma, sarebbe ora che la dea bendata si ricordasse di Boston nella prossima lottery!

  • Jeffrey

    Secondo me Philly non è che le sta perdendo di proposito di 40, che senso avrebbe? puoi perdere pure di 1 che la percentuale W/L quella resta, poi se vogliono impedire alle squadre di tankare cambino la regola, mettano che chiunque non fa i PO va alla lotteria con le stesse probabilità, e se si vuole mantenere più equilibrio abbassino il tetto salariale e vietino di oltrepassarlo (nessuna multa che equivale a dire se hai soldi da buttare puoi fare quel che vuoi) e permettano la player exception sullo stipendio solo per i giocatori che hai già in squadra che so hai MCW e Turner e devi rinnovarli? puoi sforare per dargli un contratto adeguato ma non prendi altri giocatori da altre squadre se non con scambi alla pari, ne fai scambi con future scelte per avere altri giocatori adesso.

    IYW “Chi tifa Lakers o Celtics non tifa Miami, specie quelli di marca gialloviola che detestano James e stravedono per Kobe…non scherziamo…”

    tranquillo ce ne sono e neanche pochi ho visto certi passare dal “che brocco James” della RS 2012 al “madonna è il giocatore più forte di sempre” dell’anno scorso

  • tom

    voi state fuori, avete il coraggio di criticare phila dopo che ha vinto 80 a 13 contro una squadra certa di finire ai playoff ad ovest.

  • Nitrorob

    michele non parlare di fortuna al draft davanti ad un tifoso di OKC è?? che ti ci potrebbe anche mandare ahahahahah

  • michele

    beh il caso di OKC è proprio hors catégorie, neanche gli Spurs che pescano Duncan due anni dopo aver fatto il miglior record con l’MVP è paragonabile.

    anni di tanking, poi due fuoriclasse pescati al draft con scelte 2 e 4 e vi siete sistemati per 10 anni…..draftati da Seattle oltretutto, meglio che stiate zitti e ringraziate i santi e Stern finché campate eheheheeh

  • low profile

    Ricordi&Complotti, figo come nome di uno studio di avvocati ma anche come film di sodebergh

  • in your wais

    Anni di tanking…io ricordo un 2° turno PO nel 2005, facendo cagare sangue agli Spurs che vinsero il titolo…venne poi una stagione da 35W (non mi pare esattamente tanking), ed una da 31 con Allen e Lewis fuori più di 20 partite a testa

    La differenza tra l’avere Presti e non l’averlo, è che senza sceglievano Mouhamed Sene in lotteria, con Sam sono arrivati Westbrook alla 4 (quando tutti lo davano dopo la 10, in quanto combo-guard), Ibaka alla 24, ed Harden alla 3, quando molti consigliavano di scegliere un lungo dato che ad esterni erano messi bene

    Poi puoi fartelo stare sul cazzo quanto vuoi, o ripartire con la storia di scippi e massoneria giudaica. Fatto sta che Presti è molto più bravo che fortunato, e forse faresti meglio a controllare prima di parlare, dato che segui la NBA da poco, per tua stessa ammissione

  • gasp

    Jeffrey
    Per fortuna che almeno c’e la lottery, pensa se fosse come in NFL, dove chi ha il peggior record ha la prima scelta…

    In verità i Lakers hanno passato 5 anni di mediocrità assoluta nei ’90, senza apparente via di uscita…

  • hatersgonnate

    Per favore, non parlate di sofferenze che abbiamo il record del mondo a New York.

  • michele

    Presti è un ottimo dirigente, anche Reggie Jackson è stata un’ottima chiamata che denota intelligenza per dire.

    Resta il fatto che l’80% delle fortune dei Thunder arriva dalle chiamate di Durant e Westbrook, poter prendere due giocatori del genere uno dopo l’altro fa tutta la differenza del mondo.

    Ujiri a Denver ha fatto un lavoro splendido, non è certo meno capace di Presti e lo sta dimostrando anche adesso a Toronto portando al terzo posto della EC una squadra che fino all’anno scorso faceva ridere…….ma non ha avuto la possibilità di avere un Durant e quindi i Nuggets, pur con tutti i loro bei giocatori e le magate del loro GM, sono sempre usciti al primo turno.

  • in your wais

    Denver nn se ne parla mai, ma ha una sfiga totale…sono al 50% senza Gallinari, Nate, McGee, ora pure Lawson

  • mad-mel

    Qua state dimenticando i tifosi di new york a livello di depressione e sofferenza. Altro che Lakers e Boston. E noi siamo sempre qua.

  • michele

    Brian Shaw è davvero un ottimo allenatore infatti, lavorare in queste condizioni non è facile. Spero che la probabile, mancata qualificazione ai playoff ( sarebbe la prima volta dopo 10 anni) non porti la dirigenza a cacciarlo: l’anno prossimo col recupero degli infortunati e magari un paio di buoni innesti via draft ( ricordiamo che hanno pure una scelta dei Knicks) possono tornare competitivi……

  • michele

    vabbè Mad Mel, ma i Knicks sono un mondo a parte, bisognerebbe fare una discussione solo per loro, talmente è complessa la loro vicenda eheheheh

  • low profile

    Ujiri infatti è un altro genio.
    A Denver non ha potuto fare i miracoli di Presti per il semplice motivo che guidava una franchigia a metà strada. Non era abbastanza forte per contedere ne abbastanza scandalosa per ricostruire, vediamo a Toronto cosa combina ma calcolato che i FA non ci andranno mai temo non diventerà mai abbastanza forte e sempre tenendo in conto la bella pulizia che ha fatto non sarà mai abbastanza debole per trovare il futuro campione al draft, esattamente come Denver

  • no ma OKC è stata sfigatissima infatti, gli è scesa giù dal cielo una franchigia con Durant bello impachettato,eh bhè a volte la sfortuna si accanisce proprio eh

  • Jeffrey

    Gasp lo so dicevo per ovviare al tanking visto che ultimamente è il nemico numero 1, anche se secondo me la condizione in cui navigano certe squadre è più dovuta ad altri fattori piuttosto che a una volontà di stare in basso in attesa della scelta che ti cambi la vita.

    mad-mel in effetti… onore a voi

  • gasp

    Jeffrey
    Beh, poi se non ti muovi durante il mercato o metti un coach discutibile te credo che fai schifo.

    Mad Mel & hatergonnahate
    Sofferenze e depressione causate da quello che sta nei piani alti…

  • michele