James e la scalata al Monte Rushmore NBA!

La stella di Miami ha parlato del suo obiettivo entro fine carriera parlando della scalata al monte olimpo della Lega.

A quanto pare il nuovo soprannome che ho affibbiato a LeBron James (29 anni) tanto male non gli sta, infatti per chi segue NBA-Evolution sui social-nework avrà notate che ultimamente chiamo il #6 di Miami “LeJordan Belfort” in riferimento al protagonista interpretato da un grande Leonardo Di Caprio nell’ultimo film di Martin Scorsese “Wolf Of Wall Street“.

In origine il soprannome era dovuto (scherzosamente) dal fatto che James abusasse di sostanza proibite viste alcune prestazioni a dir poco discutibili in stagione però, dopo l’ultima intervista rilasciata ad NBA TV, è emerso anche la sua ossessione per il successo massimo; infatti James ha dichiarato che: “A fine carriera voglio essere insieme a quei 4 più grandi di sempre e se non non mi volessero, si cercassero un altro posto sul monte” aggiungendo: “Qualcuno dovrà farmi posto, non lo deciderò io ma il grande architetto, a fine carriera voglio essere su quella cima”.

LeBron infatti ha paragonato la sua carriera alla scalata del monte Rushmore dell’NBA dove, lui, vede in cima Michael Jordan, Larry Bird, Magic Johnson e Oscar Robertson ma non è finita qui; l’ex Cavaliers ha voluto lanciare anche una frecciatina alla Lega che, secondo lui, non lo ha tenuto molto in considerazione in merito all’award di miglior difensore dell’anno: “Onestamente credo di esser stato snobbato per 2 anni consecutivi, sono serio, questa è una delle cose più egoiste che ho…mi sento come avessi dovuto vincerne almeno uno” i 2 anni consecutivi a cui James si riferisce sono quelli che hanno visto trionfare Tyson Chandler (2011/12) e Marc Gasol (2012/13).

Lui ne sarebbe fiero...forse!
Lui ne sarebbe fiero…forse!

 

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • gasp

    Hanamichi
    Ma cosa c’entra che Shaq prima dell’esplosione di Kobe non aveva vinto niente? Te credo che non aveva vinto (ma era arrivato alle Finals al terzo anno), il progetto della dirigenza Lakers era basato su loro due

  • in your wais

    “Se i panchinari dei Bulls non avessero rimontato 15 punti in gara 6 col cavolo che Jordan vinceva nel 1992″…”Se Jordan non avesse avuto Paxson col cavolo che vinceva nel 1993″…”se Horry non avesse segnato quella bomba, addio titolo 2002″…”se Horry non segnava da 3 in gara 5 Duncan avrebbe un titolo in meno…”

    Visto, come è facile? E si potrebbe andare avanti per ore…quindi se LBJ vince è merito anche dei compagni, se perde è solo colpa sua…ovviamente il fatto di tifare Lakers non annebbia affatto i tuoi giudizi, per niente…

    L’immortale Shaq prima del 2000 ha preso bellissime legnate nei PO, Jordan, che di per se ha sbagliato pochissimo, fu tenuto al 41% dai Sonics nel ’96, e se nn fosse stato per Rodman e Pippen, avrebbe dovuto cercare gloria in gara 7

    Sempre sua maestà tirò col 45.6% nel 1997, ed il 42.7% l’anno dopo, contro Hornacek e Russell, e contro una difesa molto meno forte di quella affrontata da James lo scorso anno in finale

    Vogliamo parlare delle percentuali con cui tirò Kobe nelle finals 2000, 2004, o anche in quelle vinte 2009/2010? Parliamo della sua gara 7 contro Boston?

    LBJ ha cannato 3 gare di finale nel 2011, shame on him. Per il resto, è stato complessivamente superbo, persino con i suoi inevitabili down. E se avessi letto qualcosa, sapresti che Chamberlain è stato da moltissimi considerato un perdente (ed ha vinto comunque solo 2 titoli), e se ne dicevano tante pure di Jabbar, che aveva un solo titolo a 32 anni compiuti

    LBJ sarà uno sbruffone ed un pallone gonfiato, ma è già oggi uno dei migliori 10 di sempre. E se nn si rompe, fra 5 anni se ne parlerà molto, molto di più di oggi

  • Michael Philips

    Hanamichi

    Un breve riepilogo (solo delle gare di finale) toppate o in cui Bird non ha reso come al solito:

    G3 finals 1985: celtics asfaltati e Bird che chiuda a 20pts e 8/21 dal campo.

    G5(pivotal) finals 1985: bird chiude con 20+7+7 ma non riesce ad incidere come avrebbe dovuto.

    G3 FINALS 1981: bird chiude con 8pts
    G4 finals 1981: incredibile, ma vedi sopra! Altri 8pts!
    G5 finals 1981: un pò meglio, 12pts.

    bird comunque fece 27pts in gara 6 e chiuse con 15+15+7(41% dal campo) di media, numeri ottimi dal mio punto di vista, ma non fu il trascinatore e anzi, spesso fu “salvato” dai compagni.

    Infatti il finals MVP andò a Maxwell. Già che ci siamo, salvato è un termine idiota legato al basket. Horry ha salvato il culo a diverse stelle se la vogliamo mettere così…idem fisher, senza citare altri “salvatori”.

    G4 finals 1987: 21+10+7 con 7/19 dal campo e risultando il peggiore dei suoi. Boston sconfitta e serie sul 3-1.
    Pure gara 5 non brilla mettendo 23pts con 7/18 considerando che tutto il quintetto dei celtics fece almeno 20pts!
    G6 finals 1987: 16pts con 6/16 al tiro ed un dennis johnson che prova a trascinare i soui con 33pts. Serie finita vittoria lakers.

    Siccome si cerca il pelo nell’uovo su james, come vedete anche altri grandi nomi hanno toppato o deluso in gare decisive(ogni gara di finale lo è) e non ho preso in considerazione ogni gara di playoffs…

    E ora passo a Magic…

  • Jacopo Martongelli

    SHAQ4EVER……manchi solo tu…….hahahahaha

  • sgm

    IYW
    Di Kobe ti dimentichi i due air ball consecutivi nei PO del ’98 contro i Jazz, ehehehe…

  • Michael Philips

    Passando a Magic

    G2 finals 1991: 14pts+10ast 4/13 dal campo. Prima L vs bulls

    G5 finals 1984: 10pts+13ast tirando male.
    G7 finals 1984: 16+5+15 con pessime% ma bird non è da meno, 20pts+13 con 6/18. Gara 7 eh.

    Diciamo che con Magic sono stato più magnanimo perchè durante le finals ha fatto tante gare simili a quelle di james contro gli spurs, in cui non segnava una cippa(tirando male) ma avendo kareem&co(ed uno spropositato talento) riusciva comunque a riaggiustare le gare con valanghe di assist. Per dirla come

    Considerando poi che sia bird che magic non hanno mai avuto l’impatto difensivo di Lebron allora direi che forse bisognerebbe essere un pò meno vaghi quando si citano i grandi del passato, convinti che ogni HOF non abbia toppato comunque tante gare importanti. Invece è così e capita a tutti quelli che di gare importanti ne giocano molte in carriera.

    Per dirla alla Hanamichi style, pure magic è stato salvato tantissime volte dai compagni fenomeni…

  • Iceman

    IYW
    Copio e incollo

    Se cominciamo a trovare tutti i se del caso,se tizio non metteva quel tiro,se caio nn faceva fallo in quella situazione,non se ne esce più perché si gioca in 5 e tutti i grandi hanno avuto bisogno di qualcuno o qualche circostanza favorevole. Perché non deve valere anche per lui? Non è clutch come Jordan,non è dominante come wilt,ma tolti loro due per me a fine carriera può stare nella stessa frase di tutti

  • funny

    che paragoni del cazzo.
    mj prima della tripla di paxson aveva 41 punti di media nelle finali e anche se quella tripla non fosse entrata si sarebbe andato a gara 7 e nessuno avrebbe detto nulla sulle prestazini di mj.
    così come nel 1997 quando il canestro di Kerr(inventato dallo stesso mj) non avrebbe negato nulla ai bulls visto che o si sarebbe andati al supplementare o a gara 7 che i bulls avrebbero giocato tra le mura amiche.
    poi si parla di %,in quella serie mj decise con delle sue invenzioni 3 gare su 4 agli ultimi secondi,segnò 32 punti di media,fece 38 pesantissimi punti in condizioni fisiche rivedibili nella gara chiave di quella serie.
    lebron cose del genere alle finali non può neanche immaginare di farle.
    ha steccato complessivamente tutta la serie contro i mavs che è costata un titolo ai suoi segnando la miseria di 17 punti di media incidedo zero negli ultimi quarti.
    nel 2007 i cavs erano nulla in confronto agli spurs ma lui fece di tutto per rendere la sfida ancora più squilibrata.
    lo scorso anno giocò delle gare a san antonio con la caga addosso e senza quella tripla di allen il titolo sarebbe andato agli spurs e lui sarebbe stato messo al rogo mediaticamente.
    evitiamo paragoni così scomodi,perchè james è un grande giocatore ma in confronto ad altri(su tutti jordan) da grande diventa piccolo come una caccola.

  • Bill Simmons

    “LBJ sarà uno sbruffone ed un pallone gonfiato, ma è già oggi uno dei migliori 10 di sempre.”

    questo secondo te, e te non sei il verbo

  • low profile

    quante seghe mentali ragazzi, che poi a pensarci bene l’intervista l’hanno fatta a posta, già me lo vedo Stern riunito col suo prestanome e tutto lo staff al completo che dice: allora ragazzi qua stanno tutti pensando alle ferie, come facciamo a tenere alta la concentrazione di tutti gli nba faaaeeennns che non si godono il leaiiigue paaeesss??? e si alza uno stagista tutto timido che dice: M-m-m-mio S-signore e p-p-padrone, perchè non facciamo sparare qualche confronto clamoroso con i grandi del passato al tuo nuovo salvatore della lega? Stia sicuro che si scatenerà la solita masturbazione mondiale che terrà tutti i suoi sudditi ben caldi fino all’orgasmo dell’ All star sunday.
    Stern si alza e dice: bravo ragazzo, hai avuto una bellissima idea – poi girandosi verso Silver- Silveeeeeeeeeeeeeeerrr che cazzo ti pago a fare se stai li solo per sparare le solite vecchie cazzate sul one-and-done??

  • Michael Philips

    low profile

    questa mitica scena me la sono immaginata con Stern nel ruolo del mega direttore galattico, seduto sulla celebre poltrona in pelle umana!

  • kelly

    la differenza sta tutta nel ragionamento di funny.
    tutti hanno sbagliato gare o serie importanti ma james nel 2011 le giocò proprio da cani.
    ricordo una statistica che diceva che in quelle finali nei sei quarti quarti conclusivi james segnò soli 8 punti.
    probabilmente con un danny granger qualsiasi al posto di james quelle finali l’avrebbero vinte gli heat.
    e lo scorso anno senza la tripla di allen il rendimento del 6 di miami sarebbe stato analizzato severamente,non come nel 2011 ma neanche tanto distanti.

  • funny

    la media punti di Jordan alle finali è 33,6 quella di lebron 22,5.
    lasciamo da parte le % che sarebbero ancora più crudeli per lebron.
    11 punti di media di differenza sono un oceano ai massimi livelli del gioco.

  • Michael Philips

    Funny

    cristo santo, già Lebron non ha medie punti alte nelle finali, se poi tu gli rubi pure un punto allora è la fine.

    23.4, non 22.5!

  • funny

    nei playoff del 1997 il grande supporting cast di Jordan,a parte pippen,kukoc segnò 7 punti di media tirando col 36 dal campo,rodman prese per soli 0,5 punti più rimbalzi di lui altrimenti Jordan sarebbe stato il migliore in tutto in media i quei bulls.
    solo pippen con 19 punti superò gli 8 punti di media,jordan con 31 segnò oltre il 33% del fatturato di squadra.
    e in finale con 32 punti di media segnò il 37% del fatturato di squadra che nella serie contro la non irresistibile(cit.) difesa dei jazz segnò soli 88 punti.
    ma di cosa stiamo parlando?

  • funny

    scusa michael philips,avevo preso un articolo che era fermo alla quinta gara delle ultime finali,solo dopo rileggendolo mi sono accorto che non era aggiornato,pardon.

    http://bleacherreport.com/articles/1674327-comparing-lebron-james-nba-finals-resume-to-michael-jordan-and-kobe-bryant

  • Michael Philips

    Sì sì, dicevo scherzando.

    Comunque vedo un Jordan a 35 gare e un Kobe a 37, lebron ora è fermo a 22 gare. Jordan si è ritirato e Kobe non so quando potrebbe rigiocare(non si sa mai)una finale NBA.

    C’è ancora un buon margine di miglioramento per LBJ quindi, certo in finale poi ci deve arrivare eh.

  • gasp

    Visto che oggi si parla di top 4 All-time, io considero LeBron dietro a Doctor J, lapidatemi se volete, anche se stare subito dopo a Erving non mi sembra un insulto…

  • funny

    vedendo le doti realizzative di durant che è già a quota 30 di media potrebbe raggiungere vette jordaniane alle finals,certo anche lui prima deve ritornarci.

  • sgm

    Funny
    Adesso il supporting cast dei Bulls del Three peat era scarso…tu secondo me quella squadra manco l’hai vista sul tubo eh?

  • funny

    un sondaggio sull’argomento.

    se jordan avesse giocato nell’epoca di lebron sarebbe stato più devastante che nella sua epoca,meno devastante o alla fine avrebbe fatto più o meno le stesse cose?
    naturalmente contro avversari diversi,regole leggermente modificate ecc.
    l’unica cosa certa è che vedere jordan competere in mezzo a lebron,kobe e durant sarebbe stato uno spettacolo apocalittico.

  • funny

    non era scarsa,ma in quei playoff jordan dovette fare gli extra straordinari.

  • sgm

    In quei Bulls non serviva gente che faceva 20 punti a sera ma gente che difendeva…e ce n’erano li!

  • low profile

    va più veloce una ferrari o è più alto un grattacielo?

  • mad-mel

    Complimenti micheal philips statistiche piu faziose come le tue non esistono. Hai tirato fuori tre partite a caso di tre finali nba. Magic ne ha fatte 9.
    Alla prima, e da rookie è stato mvp delle finals.
    Riguardati le prime finals del tuo james prima di continuare dare sentenze. I suoi sguardi da bimbo perso nei quarti finali sono un emblema. Meglio percentuali pessime alla bryant come gara 7 piuttosto che non assumersi le responsabilità.
    Ah magic non era un cannoniere. Riguardati un po di finali invece di fare copia incolla su basketball reference, così capisci come si approciava il signor magic.
    Per tutti quelli che tirano fuori i paxson o i kerr della situazione, il signor jordan non si è mai trovato con le spalle al muro. Se sbagliavano si andava a gara 7.
    Vedi contro i knicks nell 1992. Avrebbe vinto cmq.

  • fad

    “avrebbe vinto cmq”
    questo secondo te, e te non sei il verbo [cit.]

  • low profile

    ma infatti cosa c’entra il miracolo di Jesus con i tiri di Paxon e Kerr?
    Se Allen non mette quel tiro perdevano se i due di cui sopra no c’era sempre gara 7 e per di più quello di Kerr era un TO quasi scontato trasformato in assist al bacio con metri di spazio, quello di Paxon azione fatta bene. Allen s’è trovato la palla in mano andando in retromarcia (hai detto passi?) dopo un mattone di James. I confronti di epoche sono fastidiosi e inutili ma certe cose si possono tranquillamente paragonare e di certo Lebron non ne esce bene, è il più forte di tutti, è destinato a diventare leggenda ma smerdare altri del passato per difenderne le magnane è parecchio opportunistico e di certo voi ammiratori non lo rendete più simpatico attaccandovi a tutti gli specchi di questo mondo

  • L’Ammiraglio

    Io dico solo che James è un mostro ( e fino a qua…), ma è ancora distante, e parecchio, da molti altri, e adesso dirò il perché.

    Per me Duncan è probabilmente l’ala grande più forte del pianeta non per ragioni personali ( considero Malone e Garnett allo stesso livello individualmente), ma per una semplice ragione: gli avversari.

    Duncan i suoi titoli l’ha vinti nella stessa conference dei Lakers e dei Kings. Lo stesso vale per Kobe e Shaq.
    è vero che Magic o Bird o Erving hanno vinto con grandi compagni, ma hanno anche sconfitto vere e proprie corazzate.

    Di LBJ io ho avuto due opinioni contrastanti: prima e dopo Miami ( per ragioni assolutamente non connesse alla sua decisione personale).
    Quando stava a Cleveland a me sembrava un alieno, sicuramente pari a Bryant gli ultimi anni. In regular season faceva record spaventosi e ai playoff usciva solo per manifesta inferiorità della sua squadra, e non certamente per demeriti suoi.
    Ha battuto Detroit con una squadra di caciottari ( ricordo ancora lo zompo che feci quando schiacciò in faccia a Wallace); è arrivato a gara 7 con i Celtics, futuri vincitori del titolo ( se non ricordo male, ad un tiro dal vincerla, ma potrei dire una cazzata).

    Quando è andato a Miami, ho pensato una sola cosa: “è finita, questo vince 5-6 anelli di fila a mani bassissime.”
    Ho pensato che, se con squadre ridicole aveva ottenuto quei risultati grandiosi, con due stelle più un buon supporting-cast avrebbe sfracellato chiunque ( questo senza contare il crollo di Lakers e Celtics).
    Ed invece così non è stato: la prima finale l’ha persa in modo ridicolo, e gli altri due anni ha faticato tantissimo con squadre che, a confronto ai Celtics o ai Pistons di qualche anno prima, facevano letteralmente cagare (senza rivangare dubbie questioni arbitrali).

    Paradossalmente parlando, se fosse morto nel 2008 io l’avrei reputato la miglior ala piccola di sempre.
    Paradossalmente, vincere a Miami, dopo quello che aveva fatto a Cleveland, me l’ha sminuito.

    E sto a sottolineare che è una mia opinione personale, ma questo è quanto: a Cleveland ho visto fargli cose inaudite, a Miami molto di meno.

  • il vicino di erba

    Quote per l ammirAglio . No doubt

  • in your wais

    Si, proprio…ora scopriamo che i Thunders con Harden, KD e Westbrook magari erano peggio dei Magic 2009, o dei Nets 2003…

    E gli Spurs dello scorso anno avevano macinato i Grizzlies prima di arrivare in finale, gli stessi che li avevano buttati fuori 2 anni prima…ma qualcuno pensa davvero che non avrebbero battuto la Utah 97/98, quella del Postino qui sempre smerdato come un perdente? Non scherziamo…

    C’è gente che pur di non riconoscere i meriti di James si attaccherebbe a qualsiasi stronzata o teoria. Si tira fuori Jordan, sempre a sproposito, e sempre da gente che non lo ha mai visto giocare ma ha visto qualcosa su youtube, come se LBJ avesse mai detto di essere migliore di lui, o qualcuno qui oggi abbia detto che lo sia

    Si tirano fuori statistiche tanto per, senza ricordare che quando Jordan vinceva i primi titoli, si segnavano 10 punti di media in più nella NBA, con percentuali diverse da oggi, e molti più possessi, e dimenticando di dire che MJ era molto più scorer di LBJ, che però si è sparato 3 triple doppie in finale, e nelle ultime 2 è andato oltre i 10r ed i 7a di media

    Inutile parlare, potete attaccarvi a tutte le sciocchezze, ma le chiacchiere stanno a zero. LBJ è già uno dei migliori 10 della storia. Non sarà mai MJ, ma gli andrà discretamente vicino, quanto meno come impatto complessivo

    E sinceramente, dubito che si sia mezzo GM che prenderebbe mai Kobe, anche il miglior Kobe, davanti all’LBJ degli ultimi 2 anni

    PS: il supporting cast…ci siamo già dimenticati quanto da schifo abbiano giocato Wade e Bosh le ultime finali?

  • Mamba 93

    Premettendo che non è possibile fare un vero paragone tra giocatori di epoche diverse,ammettando che oggi Lebron sia il miglior giocatore della Nba,se proprio volete tirare le somme aspettate che almeno finisca la carriera.Per citare un episodio del passato si diceva che il mio amato Kobe non avrebbe mai vinto senza Shaq e via dicendo.Ora gli amanti di Lebron metteranno in gara 7 contro i Celtics,quelli di Kobe la finale contro Dallas.Rimanendo obiettivi James E’ e SARA’ uno dei migliori all-around della storia.Poi ognuno ha i suoi gusti io adoro Kobe e tecnicamente James non può allacciargli neanche le scarpe,ma atleticamente,ovvero come strapotenza fisica è vero il contrario.Quindi non c’è bisogno di ammazzarsi,semplicemente ognuno ha i suoi gusti.

  • L’Ammiraglio

    in your weis

    Scusami, ma io Jordan non l’ho manco nominato.

    “Si, proprio…ora scopriamo che i Thunders con Harden, KD e Westbrook magari erano peggio dei Magic 2009, o dei Nets 2003…”

    I Nets facevano cagare, ed infatti non li ho nominati, ho parlato di Lakers, Kings, Spurs e Celtics.

    I Magic: squadra che filava, ma non erano niente di particolare.
    A ciò vorrei dire che i Lakers dell’epoca erano Bryant+Gasol+un Odom abbastanza discontinuo; Bynum era rotto e Artest venne dopo.

    I Thunder si, pure loro facevano abbastanza cagare. Squadra di ragazzini alla prima esperienza, un branco di verginelli.
    E lo dico senza senno del poi, perché ricorderai benissimo che li diedi fuori 4-1, addirittura dopo lo 0-1 iniziale ( mi hai fatto anche i complimenti per aver beccato la previsione all’epoca).

    Gli Spurs: bella squadra, simpatica, ed iperorganizzata. Fatto sta che sono un branco di vecchi e pure acciaccati. Il nucleo centrale è lo stesso che venne maciullato dai Lakers nel 2008 o, come hai ricordato, dai Grizzlies addirittura dopo.
    Farmela passare da corazzata o anche solo da grande squadra mi sembra decisamente troppo.

    “E sinceramente, dubito che si sia mezzo GM che prenderebbe mai Kobe, anche il miglior Kobe, davanti all’LBJ degli ultimi 2 anni”

    Se mi mettevi il prode Biyombo nella frase il tuo discorso aveva senso. Bryant è uno che ha quasi 30.000 punti, 5 anelli e 7 finali; preferirlo a qualsiasi giocatore dal post MJ mi sembra una cosa quantomeno possibile.

    Tu sei invece convintissimo del contrario e di avere una sorta di verità assoluta. Contento te, caro mio, contento pure io per te che l’hai trovata 😉

    ps: e Gasol invece come ha giocato per il secondo titolo? Si è fatto fare il culo da tutti, ogni partita fuori casa era una tragedia. Artest? A tratti un fantasma letteralmente. Odom non ne parliamo, una partita si e quattro no. Bynum era mezzo fracico…
    Ricorderei quel mitico terzo quarto di Bryant contro i Celtics, ma non per i canestri che ha messo, ma perchè nonostante che ha fatto tutto quello non hanno vinto comunque dato che aveva quattro cadaveri accanto.

  • 8gld

    Sicuramente è un atleta che fa parlare di sé.
    Tra i primi 4? ad oggi no. Tra i primi dieci? non saprei.
    La sua fortuna o sfortuna è che la sua carriera non è ancora conclusa.
    Arrivare in finale Nba e quanto altro con quei Cavs è stata un’impresa che non ricordo in giro.
    Quando ha iniziato non era bello esteticamente. Metterlo in discussione come forza-atletismo era difficile.
    Oggi non è il massimo per i puristi dell’estetica ma sicuramente è migliorato.
    La forza di Lbj è in questo e trovo difficile non dargliene atto.
    Migliorarsi costantemente. Dal primo passo ad oggi è stato un continuo migliorarsi.

    Vuole entrare nei primi 4?
    -provare a vincere il 3° a Miami.
    -partenza di Bosh o movimenti che portino un 5.
    -se Miami non muove le giuste pedine non tentennare nella scelta di lasciare.
    -continua a Miami con le giuste garanzie, cambia casacca.
    -nel cambiare casacca diviene “fondamentale” la scelta.
    -può sfruttare le sue capacità da play per prolungare la carriera.

    Difendere su 5 ruoli? no. Non parliamo di Rodman.
    Shaq? devastante.
    Per adesso mettiamo da parte MJ alla seconda e altro/i.

    A livello di serie finali NBA dietro ad altri (Cavs a parte).

    -crescita Durant e NBA.
    -scelta e futuro a Miami.
    -Prolungare la carriera grazie alle capacità da play.

    Ancora c’è da giocare per arrivare tra i primi 4.

    Anche perchè già solo deciderli richiederebbe tempo.

  • Jacopo

    Ancora che parlate di Kobe e Jordan ???? Bastaaaaaa l’avete capito che non ce ne frega un cazzo!!!! Il discorso è PUÒ ENTRARE NELLA TOP5 DEGLI DEI DELLA LEGA????? e che la risposta sia SI o sia NO la domanda è x gente come Funny, su quale criteri giudichi un giocatore??? Anelli e premi???? Ok allora Stockton, Malone (x dirne due) so seghe!!!!
    In base alle statistiche???? Ok allora se LBJ è una caccola x Jordan, Jordan è lo zozzo nel’lombelico di Wilth!!!!
    Evitiamo di parlare senza usare la testa e senza essere obiettivi, si parla della bravura del giocatore e di QUANTO SPOSTA in campo, lui ora sposta quanto MJ spostava nella sua epoca c’è poco da discutere. Poi vincerà o no bisogna aspettare, ma lasciate perde le statistiche, xke fara anche 10 punti in meno di MJ e altri, ma prende da 4 anni a qst parte quasi una tripla doppia a stagione……..4MVP vorranno dire qualcosa o valgono solo x MJ!?!?!?!?!

  • Iceman

    Quello che dice 8gld mi sembra equilibrato e giusto,però onestamente non vedo come si possa metterlo fuori dai primi 10,giocatori così completi non ce ne sono stati molti,e tecnicamente non è una sega come molti credono,considerando anche il corpo che si porta a spasso. Non sarà mai il migliore di sempre perché ha dei difetti che lo condizionano,non ha la forza mentale di Jordan per dirne una,ma almeno nei primi dieci….

  • hanamichi sakuragi

    @ gasp: ho citato Shaq in quanto da un precedente post di MP confrontando kobe e james (5 anelli contro 2, 1mvp RS vs 4, 2 finals MV a testa) lui esprimeva il parere che il n. 6 di miamii era almeno a livello di kobe. Io ho inteso, forse sbagliando ma non credo, che MP considerasse poco i 3 anelli con shaq. E ho fatto presente che prima che kobe facesse il kobe i lakers non vincevano un cazzo. Nonostante lo shaq dominante di fine 90’. Come dici tu il progetto era basato su loro 2.

    @IYW: magari nel tuo giudizio il fatto che james abbia toppato le finals fino al supplementare di G6 – dove a proposito di mattoni di james ne ricordo 1 sicuro ma forse erano pure 2 – non c’entra nulla con la tua passione per questo giocatore. Proprio nulla. Giocando invece al tuo giochino delle perle di bryant così come è vero che toppò una gara 7 vs boston è altrettanto vero che tenne a galla i lakers a boston in tutte le gare esterne. E si che fisher fu determinante in 2 azioni ma quella partita la vinse kobe, che chiuse quella serie a 28 di media mi sembra. Non proprio schifo. Ed in gara 7 fu cmq 23 (il migliore dei suoi) + 15 rimbalzi annullando allen ed in parte rondo. In ogni caso le % dal campo di lakers e boston furono sotto il 40 per boston e attorno al 30 x i lakers.. come dire difese competenti.
    Hai scritto “LBJ ha cannato 3 gare di finale nel 2011, shame on him. Per il resto, è stato complessivamente superbo”. Immagino che il superbo sia riferito al 2012 e 2013.
    Intanto nel 2011 ha fatto cagare più o meno sempre in particolare nei 4/4. Nel 2012 è stato superbo come dici tu, nel 2013 mmmmh…. Io non riporto i tuoi post durante gara 6 solo per non farti trollare. Ma i tuoi giudizi, e non solo i tuoi, ce li ricordiamo tutti. Quindi no non è stato superbo, non direi proprio. Lo è stato in gara 7. Ed eravamo tutti d’accordo che i suoi play off erano stati complessivamente inferiori a quelli dell’anno prima. E qui arrivo al giochino dei comprimari.
    I comprimari che citi tu sono stati determinanti per i titoli delle squadre vincitrici. Ma quei giocatori cardine, che hanno avuto l’aiuto decisivo dei comprimari, non è che avessero fatto schifo o cmq avessero giocato pesantemente al di sotto delle attese. Non avevano lo sguardo spaesato in partita, così come è stato per james sino al supplementare di G6. È un po’ diverso.

    MP: hai ragione tu ricordavo male. Su bird se non arriva la difesa di michele (dove 6?) che ne sa più di me devo darti ragione. PERO’ che james sia superiore in difesa a bird proprio non sono d’accordo. Sull’uomo gli preferisco nettamente bird in aiuto meglio james. Cmq la differenza indelebile tra i 2 è che il bianco era una tigre. James no. E non penso che su questo tu possa contraddirmi. E anche qui non riporto i tuoi pensieri in partita per non farti trollare.
    Sui titoli di james bird e magic… credo debba essere chiaro a tutti che se non ci fosse stato bird, magic avrebbe 8 anelli o giù di li (karrem 9) e viceversa per Bird.. l’nba non sarebbe quella di oggi ma loro avrebbero più titoli di jordan che ha battuto squadre in finale nettamente più scarse di quei celtics e lakers.. ma anche dei pistons del biennio.

    @ Ammiraglio: hai perfettamente ragione, anch’io credevo che con james a miami veramente non ci sarebbe proprio stata storia. Avevano ragione quelli, mi sembra come alert, che dicevano che cmq era tutto da giocare. Secondo me il motivo per cui ciò non è accaduto è stato per la testa di james nel 2011 e per la flessione di wade dall’anno successivo e soprattutto per il vistoso calo l’anno dopo ancora. Io rimasi molto colpito dall’inizio della RS del 2011 dove miami fu molto balbettante.

    Infine confermo anch’io che nets e magic erano 2 squadre scarse come peraltro N.Y nel 99, gli stessi nets del 2003 o Cleveland nel 2007. Diciamo che in parecchi casi contavano più le conference finals…

    Un ultima cosa: per me oggi james è il giocatore più forte al mondo. Probabilmente nei 10 ci sta, come probabilmente ci sta kobe. Ad oggi io prendo il miglior kobe al miglior james. Forse ho ragione forse no. Come me, tutti. Sicuramente alla fine della carriera james potrebbe superarlo perché ha il talento e l’etica lavorativa per farlo. Ma penso che non arriverà mai al livello di magic bird jordan jabbar chamberlein e shaq, questo perché ha avuto dei passaggi a vuoto clamorosi nella sua carriera che i primi 4 non hanno avuto.

  • BELTRAMAT

    @Hanamichi, ti quoto e aggiungo che questi passaggi a vuoto non li ricordo nemmeno di Kobe.. Che reputo ancora essere, nel suo prime, nettamente superiore a LeBron. La fantomatica gara 7 delle Finals 2010 non la steccò comunque, in una partita fallosissima al tiro.. Riducendo Allen a 3-14 dal campo. Ecco le statistiche che a molti di voi sono tanto care

    Boston

    Starters Min FG 3Pt FT +/- Off Reb Ast TO Stl BS BA PF Pts
    R. Allen G 45:16 3-14. 2-7 5-6 0 0 2 2 4 3 0 0 3 13
    R. Rondo G 44:53 6-13. 1-2 1-2 -3 4 8 10 3 1 0 0 2 14
    R. Wallace C 35:36 5-11. 1-4 0-0 -4 2 8 2 0 0 2 1 6 11
    P. Pierce F 45:34 5-15. 2-3 6-6 +1 1 10 2 3 1 1 1 4 18
    K. Garnett F 38:07 8-13. 0-0 1-1 -4 0 3 2 2 0 4 1 5 17

    Bench Min FG 3Pt FT +/- Off Reb Ast TO Stl BS BA PF Pts
    G. Davis 20:50. 2-4 0-0 2-2 -1 1 9 0 2 1 0 0 4 6
    T. Allen 5:20 0-0 0-0 0-0 -9 0 0 0 0 0 0 0 1 0
    N. Robinson 3:33 0-1 0-0 0-0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
    B. Scalabrine 0:51 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
    M. Daniels DNP – Coach’s Decision
    M. Finley DNP – Coach’s Decision
    T. Gaffney DNP – Coach’s Decision
    O. Lafayette DNP – Coach’s Decision
    K. Perkins DNP – Coach’s Decision
    S. Williams DNP – Coach’s Decision

    Totals 29-71 6-16 15-17 8 40 18 14 6 7 3 25 79
    Percentages: .408 .375 .882 Team Rebounds: 6

    LA Lakers
    Starters Min FG. 3Pt FT +/- Off Reb Ast TO Stl BS BA PF Pts
    K. Bryant G 44:51. 6-24. 0-6 11-15 0 4 15 2 4 1 0 0 4 23
    D. Fisher G 30:27. 4-6. 2-2 0-0 -5 0 1 2 0 1 0 0 3 10
    A. Bynum C 18:32. 1-5. 0-0 0-0 -12 4 6 0 0 0 0 0 2 2
    R. Artest F 46:01. 7-18. 2-7 4-5 -1 3 5 1 4 5 0 2 3 20
    P. Gasol F 42:12. 6-16. 0-0 7-13 +7 9 18 4 1 0 2 5 2 19

    Bench Min FG 3Pt FT +/- Off Reb Ast TO Stl BS BA PF Pts
    L. Odom 34:32 3-8 0-3 1-2 +13 3 7 2 1 0 1 0 0 7
    J. Farmar 12:44 0-3 0-1 0-0 +10 0 0 0 1 0 0 0 2 0
    S. Brown 5:25 0-1 0-0 0-0 -1 0 0 0 0 0 0 0 1 0
    S. Vujacic 4:41 0-2 0-1 2-2 +9 0 1 0 0 0 0 0 2 2
    J. Powell 0:34 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
    D. Mbenga DNP – Coach’s Decision
    A. Morrison DNP – Coach’s Decision
    L. Walton DNP – Coach’s Decision
    Totals 27-83 4-20 25-37 23 53 11 11 7 3 7 19 83
    Percentages: .325 .200 .676 Team Rebounds: 13