James demolisce Dallas, Spurs corsari!

Season-high per LeBron che abbatte da solo Dallas, Cleveland fa 5 consecutive, bene Indiana, Phoenix con super-Green e San Antonio (senza Parker) a L.A!

 

 

 

Indiana Pacers – Atlanta Hawks 108-98
IND: George 26, West 17, Hibbert 10, Stephenson 13
ATL: Martin 12, Korver 19, Williams 18, Mack 11, Scott 13

Indiana archivia senza problemi gli Hawks grazie ad una partenza perfetta; nei primi 7’ i Pacers vanno a segno in 14 possessi offensivi consecutivi scappando sul 31-9 con 9 punti di Paul George, Atlanta non entrrìerà mai in partita.

Philadelphia 76ers – Cleveland Cavaliers 85-114
PHI: Turner 11, Young 15, Anderson 10, Cater-Williams 15, Williams 10, Wroten 12
CLE: Deng 13, Thompson 12 (10 rimb), Zeller 18 (15 rimb), Irving 14, Waiters 13, Bennett 10 (11 rimb), Miles 10

I Cavaliers firmano la 5^ vittoria consecutiva vincendo a Philadelphia con ben 7 giocatori in doppia-cifra e 3 doppie-doppie (Tra queste pure Bennett!); match deciso da un 2° quarto da 18-33 per gli ospiti che dal +6 sono andati al riposo lungo sul +21 (43-64).

Washington Wizards – Toronto Raptors 93-103
WAS: Nene 17, Ariza 6 (11 rimb), Gortat 18 (11 rimb), Wall 22, Booker 10
TOR: Patterson 10, Valanciunas 10, DeRozan 14, Lowry 24 (10 ass), Johnson 14, Vasquez 14

Il suo futuro continua a traballare ma Kyle Lowry anche stanotte ha lasciato la sua firma nel successo esterno dei Toronto Raptors a Washington; i Wizards arrivano sul -2 (55-57) ad inizio 3° quarto ma i canadesi piazzeranno un terrificante parziale di 21-6 (12 di questi 21 firmati Lowry) per il +17 (61-78)!

Detroit Pistons – Charlotte Bobcats 96-108
DET: Smith 12 (11 rimb), Monroe 18 (10 rimb), Drummond 16 (22 rimb), Singler 13, Jennings 24
CHA: McRoberts 14 (10 rimb), Jefferson 32 (12 rimb), Henderson 12, Walker 22, Sessions 12

Italian Job: Datome DNP

La Jefferson registra l’ennesima super doppia-doppia della stagione (32+12) e guida alla vittoria esterna i Bobcats al Palace di Detroit; i Pistons inseguono per tutta la partita, a 5’40” dalla fine una bomba di Jennings vale il -8 (81-89) ma Charlotte risponde con la stessa moneta 21” dopo per il nuovo +11 (81-92), negli ultimi 3’ Jefferson andrà a segno in 4 possessi consecutivo e chiuderà i giochi.

Memphis Grizzlies – New York Knicks 98-93
MEM: Prince 10, Randolph 13, Conley 22, Calathes 11, Miller 19
NYK: Anthony 22 (11 rimb), Prigioni 7 (10 rimb), Stoudemire 12, Hardaway Jr. 23

Italian Job: Bargnani DNP

Mike Conley torna nelle fila dei Grizzlies e aiuta la sua squadra a superare i Knicks; NY avanti 85-90 a 2’39” dalla fine, Z-Bo porta sul -1 i suoi (89-90) e nel possesso successivo Lee stoppa J.R Smith e Conley segnerà il canestro del sorpasso! Negli ultimi 2’30” Memphis ha piazzato un break di 13-3!

Milwaukee Bucks – Orlando Magic 104-100
MIL: Middleton 12, Wolters 15, Knight 18, Butler 21
ORL: Harris 16, Vucevic 19, Afflalo 21, Nelson 9 (13 rimb), Moore 17

I Milwaukee Buck centrano la loro 10ima vittoria stagionale battendo gli Orlando Magic in volata e grazie al rookie Nick Wolters; infatti è sua la tripla allo scadere dei 24” a 29” dalla fine che vale il sorpasso (99-97), seguito poi da 3 liberi per il +5 a 9”.

Dallas Mavericks – Miami Heat 106-117
DAL: Nowitzki 22, Ellis 12, Calderon 12, Carter 15, Wright 12
MIA: James 42, Bosh 22, Wade 13, Chalmers 10, Andersen 18

LeBron James spara il suo season-high (42 punti con 16/23 dal campo e 4/8 da 3!) sfiorando ancora una volta la tripla-doppia (9+6) nella vittoria a Dallas; a 7’47” dalla fine Miami avanti 92-95, LeBron torna in campo e realizza tutti gli 8 punti successivi nel break di 14-0 Heat che chiuderà il match.

Denver Nuggets – Phoenix Suns 107-112 OT
DEN: Chandler 15, Faried 21 (10 rimb), Hickson 11, Mozgov 8 (11 rimb), Fournier 25
PHX: Tucker 13 (11 rimb), Frye 11, Green 36, Markieff Morris 13 (12 rimb), Marcus Morris 10

Invece si tratta di career-high per Gerald Green (36 punti con 6/14 da 3) nella vittoria a Denver dei Suns ma dopo un tempo supplementare; è Markieff Morris a salvare Phoenix a 5” dalla fine catturando un rimbalzo offensivo e convertendolo in 2 punti per il 99-99, niente da fare per Wilson Chandler sulla sirena. L’overtime è punto-a-punto e a deciderlo è la freddezza dalla lunetta delle due squadre, a 6” l’altro Morris fa solo 1/2 per il +3 (107-110) ma Hickson non troverà la tripla del pareggio.

Los Angeles Clippers – San Antonio Spurs 103-113
LAC: Griffin 35 (12 rimb), Jordan 7 (18 rimb), Crawford 25, Paul 11, Collison 10
SAS: Green 14, Duncan 19 (13 rimb), Diaw 12, Belinelli 20, Mills 25

Italian Job: Belinelli 20 pt (5/11, 3/6, 1/1), 4 rimb (1 off), 3 ass, 1 persa

Anche senza Tony Parker (OUT per troppi infortuni) gli Spurs si sono imposti d’autorità a Los Angeles contro i Clippers grazie al nostro Belinelli ma anche grazie ai 25 punti di Patty Mills; texani che scappano via subito ad inizio 4° periodo con un parziale di 11-5 per il +12 (81-93), i Clips si rifanno sotto fino al -7 (92-99) a 4’45” dalla fine ma una tripla di Mills manderà i titoli di coda!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • michele

    lebron di sicuro i capelli non se li strapperà in qualsiasi caso!

  • Mamba 93

    In your wais and michele avete regione,ma si crea sempre un certo hype quando si affrontano i due migliori giocatori al mondo.Di certo non si ammezzeranno in caso di sconfitta,ma penso che ci tengano a fare bella figura e vincere.