Love stende George, Melo 42, super-Spurs!

Indiana cade a Minnesota, Spurs corsari di nuovo col Beli, Anthony 42 a New Orleans, bene ancora Cleveland, Howard spazza via i Lakers.

 

 

 

Charlotte Bobcats – Detroit Pistons 116-98
CHA: Kidd-Gilchrist 11, McRobets 15, Jefferson 29, Henderson 11, Walker 24 (16 ass), Sessions 10 (10 ass)
DET: Smith 14, Monroe 13, Singler 10, Jennings 20, Stuckey 15, Bynum 14,

Italian Job: Datome /

Al Jefferson e i Bobcats continuano il loro buon momento vincendo anche stanotte contro i Pistons; avanti di 6 all’intervallo la franchigia del Carolina ah cominciato il 3 quarto con un parziale di 17-3 nei primi 4’45” tirando 7/9 dal campo e toccando il +20 (70-50)!

Cleveland Cavaliers – Orlando Magic 101-93
CLE: Deng 17, Thompson 16 (14 rimb), Zeller 16, Irving 22, Jack 10
ORL: Harris 19, Vucevic 20 (12 rimb), Afflalo 23, O’Quinn 10

Sesta vittoria consecutiva per i Cavaliers di Kyrie Irving, vincenti in casa contro i Magic di uno spento Oladipo; finale involta che ha visto Tyler Zeller protagonista, dopo un gioco da 3 punti di Afflalo per il 2 Magic (87-89), gioco da 3 punti Zeller seguito dopo da 2 liberi di Irving e la tripla ammazza partita di Deng per il +8 (89-97) a 35” dalla fine!

Toronto Raptors – Chicago Bulls 92-94
TOR: DeRozan 32, Lowry 16
CHI: Boozer 20, Dunleavy 2 (11 rimb), Noah 8 (13 rimb), Butler 16, Hinrich 19, Augustin 19, Gibson 10

Vittoria di misura e fuori casa per i Bulls di Carlos Boozer sul campo dei Raptors; a 34” dal termine Amir Johnson porta casa un gioco da 3 punti che vale il -1 (92-93), Toronto costringe all’infrazione dei 24” Chicago e, a 10” dalla fine, ha la palla della vittoria solo che Butler stoppa DeRozan e subisce fallo da Lowry. Butler fa 1/2 ma sulla sirena ancora DeRozan non troverà il bersaglio.

Atlanta Hawks – Washington Wizards 97-114
ATL: Millsap 21 (11 rimb), Brand 20 (11 rimb), Korver 10, Teague 16, Williams 14
WAS: Ariza 19, Nene 10, Gortat 14 (12 rimb), Beal 19, Wall 21 (12 ass), Webster 13, Booker 12

Washington asfalta a domicilio gli Hawk con ben 7 giocatori in doppia-cifra e un grande John Wall; dopo un brutto primo quarto (14-31), Atlanta si mette a giocare, recupera ed entra nell’ultimo periodo sotto solo 83-91. Ma negli ultimi 12’ Washington costringerà a 6 perse i padroni di casa e 2/12 dal campo, la frazione reciterà 14-23 Wizards.

Minnesota Timberwolves – Indiana Pacers 104-91
MIN: Brewer 12, Love 42 (16 rimb), Turifa 11, Rubio 6 (17 ass), Cunningham 10, Barea 12
IND: George 25 (11 rimb), Stephenson 10 (10 rimb), Hill 13

Kevin Love spara la super doppia-doppia (42+16), Rubio registra 17 assist a referto e Minnesota batte la prima della classe; match deciso dopo appena 18’ con i padroni di casa che toccano il +20 (40-20) dopo un break di 10-0 ad inizio 2° quarto, Indiana non riuscirà più a rientrare in partita.

New Orleans Pelicans – New York Knicks 91-98
NOP: Davis 14 (10 rimb), Gordon 28, Roberts 10, Rivers 14
NYK: Anthony 42, Chandler 4 (11 rimb), Smith 19, Hardaway Jr. 16

Italian Job: Bargnani DNP

Super prestazione anche per Carmelo Anthony che ne realizza 42 (16/29 dal campo) nel successo esterno a New Orleans; negli ultimi 2’08” NY piazza un break decisivo di 10-2 con tutti i primi 8 punti firmati Melo, da -1 (89-88) al +7 (91-98)!

Phoenix Suns – Boston Celtics 100-94
PHX: Tucker 10 (11 rimb), Frye 15, Green 17, Dragic 17, Markieff Morris 18, Marcus Morris 11
BOS: Green 17, Bass 18, Sullinger 11, Rondo 18 (10 ass)

I Suns di Goran Dragic superano in rimonta anche i Celtics di un Rondo standard (18+10); a metà del 3° quarto verdi avanti di 10 (56-66), Ish Smith si carica sulle spalle i suoi ed insieme a Markieff Morris lancia la rimonta che li porterà avanti 76-71 a fine 3° quarto, ultimi 6 punti 2 bombe in 28”! Nel finale Boston è sul -3 (97-94) a 30” ma Rondo e Sullinger si mangeranno i canestri del -1

Utah Jazz – Brooklyn Nets 99-105
UTA: Williams 12, Kanter 18 (10 rimb), Burke 14 (10 ass), Burks 23, Evans 3 (13 rimb)
BKN: Johnson 27, Williams 19, Blatche 25

Grazie ai 52 punti della coppia Johnson-Blatche i Nets si portano a casa il referto rosa nella delicata trasferta a Salt Lake City; decide un break di 10-1 negli ultimi minuti che ha spinto gli uomini di Kidd dal +1 al +10 (89-99) con 2’11” da giocare.

Portland Trail Blazers – San Antonio Spurs 109-111
POR: Wright 10, Lopez 11 (14 rimb), Matthews 18, Lillard 31, Williams 19, Robinson 10
SAS: Green 16, Diaw 11, Splitter 15, Belinelli 20, Mills 29, Ginobili 16

Italian Job: Belinelli 20 pt (3/5, 4/6, 2/2), 4 rimb (2 off), 1 ass, 2 perse

LaMarcus Aldridge fuori da una parte, Tim Duncan fuori dall’altra ma gli Spurs vincono ancora e lo fanno di nuovo col duo Belinelli-Mills (49 punti in 2); il momento chiave arriva a 15” dalla fine, Spurs avanti di 3 (104-107) quando Robin Lopez si fa scippare da Boris Diaw nel possesso che avrebbe portato o il pareggio o il -1, sul capovolgimento 2/2 dalla lunetta per Green, +5 a 19” e game over per i Blazers!

Sacramento Kings – Golden State Warriors 92-101
SAC: Gay 16, Thomas 16, Outlaw 18, Acy 4 (12 rimb)
GSW: Iguodala 13, Lee 23 (11 rimb), Thompson 18. Curry 13, Green 12, Crawford 10

I Warriors prima si portano a casa Steve Blake dai Lakers (cedendo Bazemore e Brooks) e poi vincono a Sacramento contro i Kings privi di Cousins (infortunato); i Kings tanno in partita per 3 quarti abbondanti poi però, ad inizio 4°, devono cedere il passo finendo dal pari (79-79) al -8 (80-88) in 6’

Los Angeles Lakers – Houston Rockets 108-134
LAL: Johsnon 24, Kelly 13, Meeks 19, Marshall 20 (16 rimb), Hill 10
HOU: Parson 18, Jones 11, Howard 20 (13 rimb), Harden 29 (11 ass), Beverley 10, Motiejunas 12, Asik 7 (12 rimb), Garcia 11

Dwight Howard torna a L.A in quello che doveva essere il match dell’anno invece è stato il solito massacro; all’intervallo il divario era già di 21 punti (43-64)

Dwight trolla i tifosi dei Lakers

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Magic

    Grandissimo Melo, l’ha vinta da solo e NY altrimenti non le vince mai.
    Shumpert di nuovo rotto…fantastico.

  • Quando Melo ne fa 40, chupito per tutti!!!! Offro io!

  • GOAT

    i pacers che si sono ammazzati per tutta la rs con una miami che ha palesemente viaggiato in terza marcia non avranno il fattore campo nemmeno quest’anno. Auguri

  • Nitrorob

    Altra serata di grandi prestazioni

    ma l’unica sorpresa è Portland che perde (ok in b2b) contro Minnie
    finalmente Love ne vince una

    Spurs grandissimi, anche loro in b2b (come portland se non sbaglio) che senza i titolari di turno riescono a sbancare una contender
    ancora una volta guidati dal Beli
    complimenti

    Big Al asfalta ancora una volta i Pistons

    Washington che manda 7 giocatori su 9 in doppia cifra, potenzialmente in una serata hanno il talento di battere tutti e l’hanno anche dimostrato con OKC e Miami
    bravi (Irving prendi esempio dal tuo coetaneo)

    Bennett in ritardo ma pian piano stà salendo di colpi (non che ci volesse tanto a fare meglio eheheh)

    Marshall…….che aggiungere?

  • tom

    belinelli+mills > james+wade

  • tom

    marshall > magic

  • tom

    al jefferson > lexington steel

  • Procionide

    Intanto Belinelli è al terzo ventello nelle ultime quattro, e l’unica volta che l’ha mancato si è avvicinato alla tripla doppia.

  • Melo > KD+LBJ

    E adesso? 🙂

  • Lilin

    Prugna>banana

    Beli ancora decisivo! Secondo me ai play off fará benissimo…

    Indiana iniziano forse a tirare un po’ il fiato, ma credo che hai play off sia con sia senza record saranno durissimi da affrontare per miami.

    Benetton invece a rimbalzo sembra essere un bell’animale, io ho fiducia in questo ragazzo e l anno prossimo sarà MIP vedrete

  • michele
  • in your wais

    Spurs commoventi, in back to back, fuori casa, senza Parker e Duncan. Patty Mills ennesimo capolavoro, come riescono a valorizzare questi gli scarti altrui non ci riesce nessuno

    Spaventosa la scientificità con cui, ogni volta che mi serve a Dunkest, Vogel perda e mi faccia iniziare la giornata tra i numeri negativi

    Sarà anche un testa di cazzo, ma vedere Howard allo Staples che canta “Howard Sucks” è spassosissimo…poi forse dalle parti di El Segundo qualcuno inizierà, spero, a fare un minimo di mea culpa, nel vedere un giocatore che da loro ha traccheggiato, ed ora ha ripreso a dominare in una squadra da 55W

    Tutta colpa di Dwight, o forse i Gialloviola hanno fatto davvero poco per metterlo a suo agio tecnicamente e mentalmente? Comunque peggio per loro, hanno stronzeggiato ed ora si ritrovano con una stella di 35 anni sotto contratto a prezzi assurdi, ed un supporting cast spaventoso, negativamente parlando

  • Nicola

    Ragazzi il Beli può vincere il premio di miglior sesto uomo dell’anno? Chi sta facendo meglio di lui dalla panchina? Crawford?

  • @Nicola Bè, effettivamente potrebbe essere un candidato, però Jamal sta giocando un’altra super stagione…Beli per me si contenderà con Dragic il M.I.P

  • Verbal

    Nessuno mi commenta Blake ai warriors? Secondo me è un bel colpetto

  • Quaqquo

    Ma soprattutto Brooks ai Lakers.. QUESTI Lakers, mi aspetto gare in cui lui e Young tireranno 60 volte in due !

  • Nicola

    Io vedo più chiuso il premio di MIP: Dragic è passato da 14 punti a partita a 20 ed è il giocatore più importante della squadra che sta stupendo tutti. MIP tutta la vita a Dragic.

    Per quanto riguarda il miglior sesto uomo: certo Crawford sta facendo bene, ma se vai a guardare i numeri non sono così eccelsi. 41.9% dal campo, 36% da 3, 2.3 rimbalzi e 3.2 assist in 30 minuti a partita. Il Beli ha percentuali molto migliori e segna meno perchè tenta la metà dei tiri di Crawford praticamente.

  • Michael Philips

    Houston 8 vittorie di fila, con Harden e Howard che pericolosamente stanno entrando nel pieno della forma proprio adesso.

    Blazers sono 3-7 nelle ultime 10, il calo era previsto ma me lo sarei aspettato molto prima. Bravi loro.

    Indiana è 6-4 nelle ultime 10 e da quando è tornato granger mi pare abbiano perso un pò gli equilibri di inizio stagione.
    Ah, i Pacers vogliono prendersi anche Deng…dire che stanno provando il tutto per tutto è poco. E fanno bene, sopratutto se si pensa alla questione del rinnovo di Stephenson.

    Grandi Melo e Love, i due Imperatori del losing effort.

  • Nitrorob

    Bè i Pacers hanno un solo colpo da sparare per il titolo, quindi meglio prendersi il più possibile ora e giocarsi il tutto per tutto ai PO

    fanno anche bene giustamente!

  • AVVISO

    La Dead-Line finisce alle ore 21:00 (italiane) di stasera, verrà pubblicato un post che verrà aggiornato ogni colpo effettuato, seguite i social-network per gli aggiornamenti in temo reale!!!

  • mad-mel

    Ma i pacers scambiare o fare amnesty su granger no?
    impostare una trade hill piu granger per un buon play no? magari rondo…

  • michele

    granger ha un contratto abbastanza oneroso, difficile scambiarlo.

    non penso che abbia rovinato indiana il suo ritorno, i pacers già da un mesetto stanno tirando il fiato mentre miami in questo road trip ha alzato il volume, specialmente con le eccezionali prestazioni del 6, che un paio di partite le ha vinte da solo: in pratica è stato lebron da solo a ricucire il gap, ma si sa che è il più forte.

    in effetti non capisco tutto questo astio dei lacustri verso howard….è stato a LA un anno appena, mica è una bandiera.

  • Nitrorob

    cmq G Green non ha digerito la mancata convocazione allo slam Dunk ed ha deciso che ogni sera se ne fa uno suo personale!
    anche oggi si è guadagnato la 1° pos della top 10 ahahaha
    idolo!

  • in your wais

    Felice di sbagliarmi, ma mi sa che pure sta deadline finisce nella solita merdata di buone intenzioni ma niente di fatto

  • Nitrorob

    quello che dico da 10 giorni eheheh

  • Michael Philips

    Su Howard, mi pare che sia molto più sereno quest’anno, e sta giocando anche meglio rispetto all’anno scorso. Meno pressioni, meno scontri nello spogliatoio e compagni meno problematici.

    Il rapporto Howard L.A. è stato complicato. Diciamo che ho trovato grottesco sentire alcuni fan gridare alla liberazione dall’inutile pivot, quando fino all’ultimo la dirigenza ha fatto di tutto per tenerlo(#stay).

  • michele

    del resto l’ultima grande trade fatta a metà stagione è stata quella di melo del 2011…l’ultima che invece ha spostato qualcosa è stata quella di gasol nel 2008, ma parliamo di una cosa irripetibile.

    i veri giochi si faranno a giugno-luglio, quando ci saranno anche le scelte.

  • low profile

    Il beli non può vincere il 6th dell’anno non solo per Jamalone, se Ginobili non si faceva male lui si che era un serio candidato, solo che il suo stop unito a quello di CP hanno capovolto il fronte. Ciò non toglie che Marco sta facendo qualcosa di straordinario, meritevole di ogni tipo di elogio. E che sono contento del ritorno di Manu, quanto mi sei mancato anguilla di Bahia Blanca.

    RC, te lo dico da amico, dai c’è tempo, ” premi sto grilletto” e fallo, subito, trade per Parker oggi stesso e squadra in mano a Patty Smith. Dai cazzo gianluca

  • shaq4ever

    ho appena finito di vedere indiana minnesota
    che dire, love era in giornata: 5/10 da 3 (sia piazzati che dal palleggio), in post ganci e fadeaway, tiri appoggiati alla tabella come insegna dunca, tanti rimbalzi, buon lavoro in difesa 1vs1 sia contro west che contro hibbert

    certo che già minnesota delude di suo, se poi oltre ai lungodegenti pekovic e martin ti si rompe pure turiaf…. e già la panchina fa schifo..

    indiana: eccellente granger salvo le 7 perse; ormai anche il tiro da 3 lo mette con una naturalezza imbarazzante
    male tutti gli altri

    un vero massacro, giusto un po’ ricucito nel finale ma senza mai tornare a portata

  • shaq4ever

    ieri giustamente bill simmons faceva notare che se cedi granger, ti prendi un contratto che ovviamente non scadrà quest’estate. e quest’estate scadrà stephenson che chiederà intorno a un deca (di milioncini). lasciando scadere granger hai i soldi per rifirmare lance senza andare oltre la luxury, cosa fondamentale per un mercato “piccolo”

    certo anche deng scade e sarebbe uno scambio fantastico per indiana. ma perchè cleveland dovrebbe prendersi granger?

  • hanamichi sakuragi

    su howard: credo che alcuni tifosi lakers ce l’abbiano con lui xké ci ha allegramente sFanculati.detto questo la dirigenza ha fatto di tutto offrendogli il massimo. Se Poi howard chiede di mandare via l’allenatore e bryant allora. X Quanto nei d’Antoni,dopo tra l’altro la stagione di merda ke ha fatto, ke si fotta. Poi il fatto ke la sta stagione sia molto migliore della precedente più ke lo spogliatoio direi che hanno fatto la salute ed un coach serio.

  • Mamba 93

    L’organizazzione dei Lakers in quest’ultimi due anni sta facendo decisamente schifo.L’anno scorso una squadra considerata favorita per l’anello a stento ha fatto i playoff.Coach inutile e giocatori messi insieme che sarebbero stati inferiori ad una squadra delle gang criminali di Los Angeles.Howard ha grossi limiti,ma come centro chi vedete meglio?Bynum che veniva paragonato a lui si è visto che fine ha fatto ed Hibbert è decisivo solo con Miami.Se qualcosa non cambia nel progetto Lakers la vedo molto dura,soprattutto con il contratto fatto firmare a Bryant.Sul Beli si può dire che mi ha salvato la stagione.Tolto il Gallo non pensavo che qualche altro Italiano potesse farmi emozionare e divertire così tanto.Lancio una provocazione.Se boston volesse rifondare perchè non una trade di questo tipo con i Pacers Rondo,Jeff Green,Bradley per Hill,Granger,una prima scelta e Lance.Due contratti in scadenza e tanto tank.Il miracolo dei Cleveland e il miglioramento di Bennett porta un solo nome…Ava Devine ahahahah

  • Michael Philips

    Bennett magari dovrebbe giocare un pò più dei 13 minuti che quella merda di potato-man gli concede. Ci credo che se poi arrivi con mille pressioni addosso, hai 20 anni e vedi che il tuo coach non si fida di te, è un casino.

    Diciamo che i cavs sono uno dei peggiori team in cui ritrovarsi oggi. Deng a breve farà le valigie.

    Ava devine pare più una punizione da infliggere, altro che premio.

  • michele

    MP e Nitrorob, pronti per stanotte? pronostici?

  • Michael Philips

    Michele

    Pronto per la riedizione della tua finale preferita?

    Nitro sappiamo come la pensa: heat iper-mega-ultra favoriti, e Thunder sul bordo del baratro, come sempre…

    Non capita spesso di avere delle pretese, ma credo che questa sera LeBron potrebbe realmente fare una gara “forzata” per battere Durant a livello individuale.

  • michele

    mi sa che sarà un antipasto delle finals 2014, ci dovrò fare il callo.

    comunque nitrorob nel suo metter sempre le mani avanti è spassosissimo.

  • hanamichi sakuragi

    scusate raga ho scritto col cellulare è andato un pò a cazzo… e adesso sono su un mac e non so fare un cazzo.. apple ti odio