Super-Oladipo, Phoenix stende gli Spurs!

Oladipo batte Anthony in una sfida thriller, i Lakers resuscitano contro Boston, si ferma Cleveland, bene Chicago, Phoenix strapazza San Antonio.

 

 

 

Charlotte Bobcats – New Orleans Pelicans 90-87
CHA: Jefferson 33 (10 rimb), Walker 13, Zeller 13
NOP: Davis 18 (13 rimb), Gordon 14, Roberts 20

I Charlotte Bobcats la scampano di misura in casa contro i Pelicans grazie alla freddezza dalla lunetta di Walker nel finale; proprio Kemba fa 0/2 a 16” dalla fine sul +2 Charlotte (86-84), Gordon va in lunetta ma fa 1/2 per il -1 (86-85), negli ultimi 8” Walker si riscatterà facendo 4/4 chiudendo la pratica.

Orlando Magic – New York Knicks 129-121 2OT
ORL: Afflalo 32, Harris 22, Vucevic 14 (15 rimb), Oladipo 30 (14 ass), Moore 10, Harkless 10
NYK: Anthony 44 (11 rimb), Smith 10, Chandler 14 (11 rimb), Felton 15, Hardawau Jr. 15, Stoudemire 10

Italian Job: Bargnani DNP

All’Amway Arena di Orlando Carmelo Anthony spara un altro 40ello (44 con 16/28 dal campo) ma deve cedere dopo 2 overtime alla doppia-doppia di un super Victor Oladipo; con un 4-0 negli ultimi 80” Orlando pareggia a quota 106 e ha pure la palla della vittoria dopo una persa di Anthony a 22” ma Vucevic non troverà il canestro. Nel 1° overtime Oladipo pareggia sul 113-113 a 1’22” dalla fine e poi nessuna delle due troverà più il canestro con ancora una volta Vucevic che sbaglia l’ultimo tiro sulla sirena. Nel 2° Overtime Melo si incendia realizzando due bombe consecutive per il -1 Knicks (122-121) a 43” ma ecco la giocata clou, schiacciata e fallo di Oladipo per il è4 (125-121) a 30” dalla fine, Felton sbaglia la tripla del papabile -1 e Orlando si porta a casa il referto rosa.

Philadelphia 76ers – Dallas Mavericks 112-124
PHI: Young 30 (13 rimb), Williams 10, Carter-Williams 25, Wroten 21
DAL: Marion 22, Nowitzki 25, Ellis 11, Blair 18

Tutto facile per i Mavericks di Dirk Nowitzki in quel di Philadelphia; i texani mettono subito in chiaro le cose dopo i primi 12’ (23-41), Phila rimonta fino al -4 (73-77) a meà del 3° quarto ma un break di 9-0 cominciato con una bomba del tedesco rimetterà le cose a posto per Dallas.

Toronto Raptors – Cleveland Cavaliers 98-91
TOR: Ross 20, Valanciunas 18, DeRozan 14, Lowry 14
CLE: Deng 21 (11 rimb), Thompson 13, Irving 17, Hawes 7 (10 rimb)

Si ferma a 6 la striscia di W consecutive dei Cavaliers, battuti in Canada dai Raptors si Terrence Ross; dopo aver inseguito per gran parte del primo tempo e della ripresa, i Raptors trovano la fuga con un 11-2 a metà del 3° che li ha portati dal +4 al +13 (71-58), il match verrà poi ucciso da due triple conecutive realizzate da Vasquez e Patterson per il +15 (84-69) ad inizio 4° quarto.

Detroit Pistons – Atlanta Hawks 115-107
DET: Smith 17 (10 rimb), Monroe 22 (15 rimb), Drummond 20 (11 rimb), Singler 20, Jennings 12 (14 ass), Stuckey 12
ATL: Millsap 23, Korver 11, Mack 21, Scott 20, Williams 15

Italian Job: Datome DNP

Tornano a vincere i Detroit Pistons e lo fanno in rimonta in casa contro Atlanta; ospiti che all’intervallo lungo ci vanno avanti di 11 (52-63), nel 3° Detroit cambia marcia, rimonta e super agli avversari (86-83). Il finale di partita è punto-a-punto e verrà deciso prima da una bomba di Singler e poi da un 2+1 di Bynum, 6-0 e +6 Pistons (110-104) a 1’06” dalla fine!

Chicago Bulls – Denver Nuggets 117-89
CHI: Dunleavy 10, Boozer 10, Noah 14 (11 rimb), Hinrich 10, Augustin 22, Gibson 15 (10 rimb), Snell 20
DEN: Foye 23, Brooks 17

Quinta vittoria consecutiva per i Chicago Bulls vincenti sui Denver Nuggets nella sera dell’esordio di Aaron Brooks; dece un break di 13-0 nel 2° quarto col quale i ragazzi di Thibodeau sono scappati sul 62-35

Memphis Grizzlies – Los Angeles Clippers 102-96
MEM: Randolph 21 (11 rimb), Gasol 17 (10 rimb), Lee 10, Miller 13, Johnson 15
LAC:Griffin 28 (13 rimb), Jordan 5 (12 rimb), Crawford 23, Paul 18 (14 ass)

Zach Randolph e Marc Gasol, tanto per cambiare, portano a scuola il duo Griffin-Jordan e danno al vittoria ai Grizzlies; a 1’05” dalla fine i Clips sono in partita sul -2 (98-96), segna Z-Bo, Griffin sbaglia il layup ma ecco il rimbalzo offensivo di Crawford che sbaglia la tripla del -1. Sul capovolgimento anche Randolph sbaglia ma anche qui rimbalzo offensivo di Gasol che subisce fallo e chiuderà dalla lunetta la pratica.

Phoenix Suns – San Antonio Spurs 106-85
PHX: Frye 17, Green 13, Markieff Morris 21, Smith 15, Marcus Morris 13,
SAS: Green 15, Duncan 13, Belinelli 10, Joseph 11, Bonner 10

Italian Job: Belinelli 10 pt (174, 0/4, 8/8), 3 rimb (1 off), 1 ass, 2 perse

Tornano Duncan e Ginobili ma San Antonio stavolta deve cedere il passo di fronte ai super Phoenicx Suns di Markieff Morris; ad inizio 2° quarto Spurs toccano -6 (25-19) ma poi subiranno un terrificante parziale di 19-0!

Portland Trail Blazers – Utah Jazz 102-94
POR: Lopez 12 (18 rimb), Matthews 24, Lillard 28, Williams 13
UTA: Kanter 25 (10 rimb), Hayward 17, Burke 21, Burks 12

Portland rimonta e vince ad Utah grazie al solito Damian Lillard; i Jazz entrano avanti di 9 (73-64) nell’ultimo quarto, Portland piazza subito un 10-0 per il sorpasso e non si guarderanno più indietro.

Los Angeles Lakers – Boston Celtics 101-92
LAL: Gasol 16, Meeks 16, Hill 10 (12 rimb), Bazemore 15, Kaman 16, Brooks 14
BOS: Green 21, Bass 20, Sullinger 12 (12 rimb), Walalce 12, Rondo 6 (11 rimb)

Nel classico tra le nobili decadute i Los Angeles Lakers si rianimano grazie ai nuovi innesti (Bazemore & Brooks) e al rientrante Pau Gasol e battono i Celtics; Boston entra avanti di 11 (63-74) nell’ultimo quarto, D’Antoni butta in campo i nuovi più Kaman, Farmar e Hill e parte la rimonta L.A culminata col sorpasso dopo 3’ sul 78-77. Decide il match un 5-0 (tripla di Bazemore + gancio di Hill) a 2’20” dalla fine per il +10!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • low profile

    Molto interessante la corsa ai piazzamenti ad ovest, escluderei OKC che quasi certamente manterrà il vantaggio per il primo posto e, anche dopo una brutta sconfitta, credo che gli spurs difenderanno la seconda piazza. E qui finiscono le (ipotetiche) certezze, in ballo la corsa al 3°-4°-5° posto con 3 squadre distanziate da una sola partita, poi un solco e poi bagarre a 4 per gli ultimi 3 posti disponibili, non so chi la spunterà ma la nona avrà tutta la mia solidarietà e stima, perché se è vero che GS sta un pò deludendo è pur sempre una gran bella squadra, le altre 3 stanno semplicemente facendo qualcosa di straordinario, Mem ha 3 giocatori in tutto ed è stata senza 2 di essi per un sacco di tempo, di PHX abbiamo già detto e Dallas anche lei conferma ogni giorno di più di non essere un fuoco di paglia. Bravi tutti, io non saprei chi tifare anche se quando vedo Z-bo e Marc spiegare il gioco del basket a FabrizioDeAndre e ad un miglioratissimo Griffin non posso non volerli ai PO.

    James Johnson ha fatto dei numeri da cinema, l’auto-passaggio a tabella quest’anno nemmeno all’ASG si è visto

  • knuckle3

    gli spurs non riescono nemmeno a correre, duncan non salta, ormai è palese che soffrano tantissimo le sqaudre fisiche e atletiche.

    ancora una volta z-bo, marc gasol e anche koufos insogna come si gioca in post a griffin e jordan, purtroppo i primi potrebbero non arrivare ai playoffs mentre i secondi ci saranno ma si cagheranno come ogni anno.

  • Magic

    Fa male dirlo, ma Melo non merita davvero una squadraccia come i Knicks: gioca forzatamente da solo, hero ball, e si fa in quattro per provare a vincere le partite con prestazioni spesso abbacinanti.

    Stat deve ritirarsi: con lui in campo prendiamo parziali imbarazzanti. Chandler vive di fama pregressa, ormai da due anni non gioca minimamente al livello che il suo contratto prevederebbe.

    James Johnson incredibile.

  • shaq4ever

    se ny perde pure contro orlando quando ha disperatamente bisogno di vittorie, andrebbe squalificata.. retrocessa.. arrestata.. vi prego fate qualcosa

  • redbull

    knuckle3

    perchè dici questo? griffin quest’anno è migliorato tantissimo in post, ok non avrà i movimenti di olajuwon ma non è nemmeno howard

  • in your wais

    Mah, io ritengo che le sconfitte Spurs contro molti top teams quest’anno siano in realtà molto poco sintomatiche, e dicano praticamente nulla delle loro chances in postseason

    Popovic sta ruotando in modo se possibile ancora più estremo che gli anni scorsi, nessuno gioca più di 31′ a partita (se per Miami è fondamentale non spremersi troppo in RS, per S.Antonio lo è forse ancora di più, dopo aver giocato 200 partite negli ultimi 2 anni, con i Big 3 ben oltre i 30)

    Il Pop non si fa problemi a lasciare fuori gente nei back to back, a volte pure quando non ci sono 2 partite di fila, vedi Parker questi giorni. Inoltre ci sono stati una marea di infortuni, Splitter, Parker, Green, Manu, Leonard

    Nel frattempo, gente come Belinelli, Mills, Diaw ha minuti e responsabilità, tutta roba che tornerà utile per allungare la panca nei PO

    No, personalmente io non vedo molti problemi, solo una squadra che sta molto bene centellinando gli sforzi, e che senza infortuni, per me è la migliore ad Ovest

  • in your wais

    Comunque FMB te la trovo io una cosetta da fare, secondo me molto utile…perchè non ci fai un elenco dei giocatori che, come Ciccio Davis, possono essere rilasciati con un buyout, magari farcendo la lista con la data di scadenza, e con eventuali regole per firmare-rifirmare quelli diventano FA nei prossimi giorni…

  • gasp

    Big Al ha letteramente abusato del monociglio, non vedo l’ ora di vederlo in maglia Hornets.

    Sheed sempre un idolo.

  • lilin

    grande la tartaruga ninja!!! questo è un giocatore vero!
    tende ancora un pò a pasticciare, ma questo diventa un all star sicuro. la schiacciata nel 2do suplementare da paura!

    l’unica cosa non capisco ancora bene se vogliano farlo giocare da play o da guardia…

  • Michael Philips

    Su Al Jefferson boh, per me lui è anni che gioca più o meno così ma tendenzialmente non se lo è mai cagato nessuno.

    Non si scopre un grande realizzatore dal post basso solo oggi eh, ai tempi dei wolves i 21+11 li faceva di default.

  • michele

    jefferson non è stato cagato solo perchè è sempre stato sfortunato, giocando in contesti perdenti….anche quando sembrava finalmente aver trovato la squadra per lui ( i jazz) ci fu il litigio deron-sloan e fini’ la stagione di utah quando erano tra le prime 4 a ovest…..come dici tu è sempre stato una macchina da 20 + 10. tecnicamente è un mostro e sta migliorando pure in difesa, storicamente il suo tallone d’achille….

    sto a rosica’ da stamattina, perdere contro i lakers è sempre insostenibile eticamente.

  • gasp

    Michele
    Almeno qualche soddisfazione c’e l’ho…ehehehe

  • in your wais

    Jefferson è sempre stato uno dei migliori 2-3 lunghi per quello che riguarda la tecnica in post, ma i contesti perdenti ha anche contribuito, un minimo, a crearli

    Nella Lega la sua fama è quello di essere 1-un buco nero in attacco 2-un difensore mediocre. Nei pessimi risultati di tutte le squadre in cui ha giocato, c’è anche il suo zampino, anche se ovviamente ha meno colpe di altri

    SI è rotto a metà della sua migliore stagione, per il resto ha goduto di salute tutto sommato decente, giocando spesso 75-80 partite l’anno, quindi la salute ha influito relativamente sulla sua fama, anche nell’anno in cui si è rotto Minnie faceva schifo

    Molto semplicemente, come molti altri giocatori (Gay, Love, etc), è un giocatore eccellente dal punto di vista individuale, ma con un impatto inferiore alle statistiche

    Poi di sicuro non è colpa sua se Minnie o Utah avevano roster di basso livello quando stava lì, ma lui di sicuro non ha aiutato molto la causa

    Ora sembra aver trovato la sua dimensione a Charlotte, spero duri e che facciano i playoff

  • michele

    nel 2012 però lui e Millsap trascinarono dei Jazz non proprio trascendentali ai playoff.

  • Mamba 93

    La vittoria dei Lakers sui Celtics è sempre una goduria.Condivido appieno il discorso sugli Spurs di in your wais.Per quanto riguarda l’ovest è una bella sfida.Memphis ed una grande sistema difensivo,Dallas dell’eterno Dirk,Phoenix con un coach che è un mago e Golden State con Curry e un gioco divertente.New York mi ricorda i Lakers dell’anno scorso.Melo rischia seriamente di non fare i playoff per la prima volta in carriera,però mai sottovalutare il cuore di un campione.

  • Hanamichi sakuragi

    Volevo solo ricordare che nel periodo piu’ buio di memphis io dissi che ai play off ci sarebbero andati…. Vediamo

  • Il vicino di erba

    Vedere Memphis giocare è sempre un piacere, se avessero un tiratore affidabile (se lo sarà lee non si sa) potrebbero andare in finale di conference. Solidi

  • Michael Philips

    A Memphis serve uno che smazza un pò di punti, possibilmente un tiratore e mi chiedo, quanto potrebbe andare bene Fredette?

  • New York in full tank mode, ma lo sanno che nn hanno scelte al draft almeno? LOL

    Los Angeles invece andranno belli su al draft, poi smazzeranno via tutti i contratti pesanti tra cui Gasol e in free agency come al solito l’appeal della città si farà sentire, finalmente il baffo potrà costruirsi la squadra dei suoi sogni e secondo me ricomincia la loro dinastia, lo stesso discorso vale anche per Boston che al draft sara messa bene e può contare su Rondo e Sullinger che secondo me è una bestia e con l’incognita Olynik (o come si scrive) che ha del potenziale, alla fine le due big si sono soltanto prese un anno sabbatico e va bene cosi perchè nonostante mi stiano entrambe pesantemente sul cazzo nn ce la faccio a vederle in crisi, ovvero quando l’odio trascende il rispetto LOL

    Phoenix mina vagante esattamente come i Grizzlies di 2 anni fa, corrono come dei maledetti e Dragic ormai è di un altro livello, vederlo giocare è una goduria

  • Mamba 93

    Sui Lakers Michael non sarei tanto positivo.C’è la zavorra del contratto di Bryant,il simbolo delle Pringles,un leccalecca come gm e un presidente che ricorda il figlio di Bossi(trota).Bisogna pianificare qualcosa o si rischia di fare la fine dell’anno scorso(sarebbe già qualcosa,almeno i playoff)o dei New York di quest’anno.Ma quest’anno abbiamo il Nba Draft 2014 o il Sixers draft?ahahahahah xD