Magnifico Love, Nene salva i Wizards, ok Pacers!

Minnesota passa ad Utah con la prima tripla-doppia di Love, Nene all’ultimo secondo salva Washington, Indiana facile, bene Golden State e Charlotte!

 

 

 

Charlotte Bobcats – Memphis Grizzlies 92-89
CHA: McRoberts 12, Walker 31
MEM: Randolph 12 (11 rimb), Gasol 15, Lee 10, Conley 16, Miller 11

Al Jefferson si prende una notte “di riposo” (6 punti con 2/13 dal campo) ma Kemba Walker chiude con 31 punti aiutando i Bobcats a battere i Grizzlies; a 38” dalla fine Charlotte avanti 88-87, palla a Miek Conely che sbaglia il layup del sorpasso, rimbalzo di Henderson, fallo su Walker che ancora una volta no tremerà dalla lunetta (4/4 negli ultimi 24”). Per Memphis ci sono ancora delle chance ma prima Conley e poi Lee mancheranno la tripla del pareggio.

Washington Wizards – New Orleans Pelicans 94-93
WAS: Nene 30, Gortat 16 (10 rib), Beal 11, Wall 10 (12 ass), Webster 12
NOP: Davis 26 (11 rimb), Gordon 10, Morrow 18

Nella capitale vittoria all’ultimo respiro dei Wizards sui Pelicans grazie ad una giocata di Nene; a 7” dalla sirena finale Anthony Davis regala il sorpasso dalla lunetta ai suoi (92-93), ultimo attacco Washington con Nene che riesce a schiacciare il canestro della vittoria con 0.3 decimi sul cronometro!!!

Atlanta Hawks – New York Knicks 107-98
ATL: Carroll 24, Teague 28, Williams 14, Scott 30
NYK: Smith 11, Anthony 35, Chandler 10 (23 rimb), Felton 16 (10 ass)

Italian Job: Bargnani DNP

Gli Atlanta Hawks fermano la striscia di 8 sconfitte consecutive tornando a vincere contro i disastrati New York Knicks; ancora una volta i Knicks vanno avanti toccando anche il +17, il  distacco a 1’14” dalla fine del 3° quarto è di 11 (62-73), Atlanta si innesca da 3 sparando (a cavallo tra il 3° e il 4° periodo) la bellezza di 6 triple consecutive più 2 liberi di Teague: dal -11 al +7 (82-75), NY non recupererà più.

Detroit Pistons – Dallas Mavericks 102-113
DET: Smith 32, Monroe 17 (17 rimb), Bynum 17
DAL: Marion 10 (11 rimb), Nowitzki 24, Dalembert 12 (11 rimb), Ellis 12 (13 ass), Calderon 11, Carter 18

Italian Job: Datome DNP

Al Palace di Detroit i Mavericks di Dirk Nowitzki passano senza troppi problemi contro i Pistons; ad inizio 4° periodo per due volte i Pistons si faranno sotto ma in entrambe le volte Dallas risponderà col tiro pesante, prima Carter per il +7 (86-93) e poi Nowitzki sempre per il +7 (89-96).

Milwaukee Bucks – Indiana Pacers 100-110
MIL: Middleton 13, Ilyasova 12, Pachulia 10, Knight 30, Adrien 6 (11 rimb)
IND: Geprge 32, West 30, Stephenson 24

Lance Stephenson sfiora la tripla-doppia (24+9+8), George e West confezionano 62 punti in due e Indiana passa a Milwaukee; match senza storia, Milwaukee (per la 2^ gara consecutiva) non ha mai comandato durante il match e all’intervallo era già sotto di 22 (22-44).

Utah Jazz – Minnesota Timberwolves 104-121
UTA: Jefferson 14, Kanter 25, Burke 16, Burks 15
MIN: Brewer 13, Cunningham 11, Love 37 (12 rimb, 10 ass), Budinger 13, Rubio 15

Kevin Love esce dai suoi standard e firma la sua prima tripla-doppia nella vittoria a Salt Lake City contro i Jazz; a 3’47” dall’intervallo lungo punteggio in parità sul 41-41, poi ecco il break di 18-8 degli ospiti per il +10 (49-59), Utah inseguirà per tutto il secondo tempo.

Sacramento Kings – Boston Celtics 105-98
SAC: Gay 22, Thompson 10, Cousins 13, McLemore 11, Thomas 21, Williams 10, Landry 10
BOS: Green 29, Bass 12, Humphries 19, Bayless 16

Sacramento manda 7 giocatori in doppia-cifra a referto nel successo interno contro i Celtics (Rondo OUT per riposo); finale in volata con DeMarcus Cousins protagonista, Boston è sul -6 con 2 liberi a disposizione, Brandon Bass fa 0/2 e sul capovolgimento Williams serve una palla orribile ma DMC la strappa dalle mani di Humphries (che stava intercettando) e realizza il layup che chiuderà i giochi.

Golden State Warriors – Brooklyn Nets 93-86
GSW: Greem 18 (10 rimb), Iguodala 8 (11 rimb), O’Neal 23 (13 rimb), Curry 17
BKN: Johnson 15, Pierce 11, Williams 20, Clatche 14

Vittoria in volata anche per i Warriors che riescono a superare i Nets con il solito Steph Curry; a 96” dalla fine Blatche pareggia (86-86) per i suoi, Jermaine O’Neal va in lunetta e non trema per il nuovo +2 poi Brooklyn sciupa tutto con Johnson che prima sbaglia il jumper, rimbalzo offensivo di Blatche, palla persa di J.J e stavolta Curry va alla giugulare: tripla e tutti a casa!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B