Collins nella storia, Kobe: “Effetto domino!”

Stanotte i Nets e l’NBA sono entrati nella storia dello sport professionistico americano schierando il primo giocatore gay della storia, le reazioni de colleghi.

Stanotte si è scritta la storia dello sport professionistico americano infatti prima della palla a due i Brooklyn Nets hanno messo sotto contratto (per 10 giorni) Jason Collins (35 anni), il 1° atleta omosessuale ad aver fatto outing nello sport americano, schierandolo contro i Lakers!

A Dopo 2′ dell’inizio del 2° quarto Collins ha fatto il suo ingresso in campo (10′ e 0 punti) e nella storia ma a lui tutto questo non importa: “Non ho tempo di pensare a queste cose, adesso devo imparare bene i giochi per poter inserirmi meglio” aggiungendo: “Pressione? La stessa che avevo l’ultima partita che giocai ad aprile l’anno scorso, mi sono sentito bene in campo, so che posso giocare in NBA e credo che ci sia già fin troppa pressione in questo momento” il GM Billy King ha commentato così l’ingaggio: “Una decisione da GM, ci serviva un giocatore d’esperienza e d’area per allungare le rotazioni”.

I colleghi di Collins sono stati tutti dalla sua parte a partire da Kevin Durant (25 anni): “Non avrei nessun problema a giocare con lui come con chiunque” a Deron Williams (29 anni): “È un giocatore di basket, è quello che fa e ha sempre fatto quindi non ci trovo nulal di diverso, magari da furoi c’è una percezione diversa, ma lui è sempre lo stesso”.

Anche Kobe Bryant (35 anni) si è espresso analizzando questo evento: “Il suo impatto è uno dei più imponenti di sempre, è incredibile come Jason abbia mostrato a tutti cosa voglia dire “stare ben con se stessi” e, col suo outing, ha mostrato un grande coraggio” aggiungendo: “Ci sono molti ragazzi in giro che lo ringraziano perché ha dato loro la forza di uscire dalle difficoltà ed essere fieri di quello che sono” concludendo: “Jason ha provocato un effetto domino per lo sport”.

Infatti in NCAA (Fooball) il DE di Missouri Michael Sam ha fatto outing e si è dichiarato al Draft 2014, Collins non ha perso occasione per fargli gli auguri

La conferenza stampa Pre-Partite

L’ingresso in campo…e nella storia!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • low profile

    Mah troppo risalto per me, la storia vera si farà quando a nessuno importerà più che colore ha la pelle, quali sono le sue credenze, estrazione sociale, nazionalità e orientamento sessuale di un individuo . Fino a quando farà notizia un presidente nero o un giocatore gay vorrà dire che l’uguaglianza sociale è ancora ben lontana.

    E a dirla tutta ha avuto molto più coraggio il tipo (del quale non ho la più pallida idea di chi sia) che sta per entrare in una lega professionistica piuttosto del veterano a fine carriera

  • C’è scritto nel post. Michael Sam!

  • low profile

    Si si, non stavo mica mettendo in discussione la completezza di informazioni dell’articolo! non seguo il college football, non ho la più pallida idea di chi sia questo Sam come non saprei citarti uno che sia uno dei giocatori di quel campionato

  • hanamichi sakuragi

    ma la mai foto con lui oggi vale qualcosa???? 🙂

  • Quoto Low Profile.
    È una non notizia. Il fatto che se ne parli significa che il problema esiste eccome…ed è nella testa della gente bigotta

  • TadeZ

    chissenefrega, certe cose basta tenersele per sè.

  • tom

    quando giocheranno contro miami che soprannome gli metteranno sulla canotta? a me piacerebbe JOAN. joan collins. figo.