James sulla Free-Agency: “Più facile del 2010”

L’ottimismo continua a crescere per i tifosi di Miami in merito al futuro della loro stella che, ancora una volta, ha fatto intendere le sue volontà.

Stanotte contro New York LeBron James (29 anni) farà il suo ritorno in campo per la felicità del suo avversario Carmelo Anthony (29 anni), James lo farà con la maschera protettiva che indossò già ai tempi di Cleveland e recentemente è tornato sulla questione della Free-Agency.

Già prima della pausa dell’All Star Week-End il “King” si era espresso strizzano l’occhiolino proprio alla sua attuale franchigia (CLICCA QUI per leggere), ieri dopo l’allenamento per testare la maschera è stato breve ma conciso: “Sarà molto più facile quest’anni rispetto al 2010” aggiungendo: “Ci sono già passato e quindi so come muovermi e ho più esperienza rispetto al 2010” anche l’amicone Dwyane Wade (32 anni), che va in giro in macchina a storpiare le canzoni altrui al motto di “My HeatLes” (vedi video sotto), ha parlato della situazione del suo amico: “Ha capito come funziona, è più documentato in quanto ci è già passato prima e sa cosa dire”.

Infine pure Chris Bosh (29 anni) ha ribadito il concetto espresso dai due compagni: “È come un libro che hai già letto una volta, ma questo non ci interessa, abbiamo un titolo da vincere e questo è l’unica cosa che conta, non la free-agency.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Falso Profeta

    La terra si agiterà e tremerà per il grande olocausto atomico, preparatevi…

    ..ok tornando al video, wade si diverte in casa miami, ci aspetta un altro anello.

  • L’Ammiraglio

    Se vince, rimane. Se perde, potrebbe alzare i tacchi.

    Non mi pare ci sia altro da dire.

  • gasp

    Mister ovvio…ha due titoli, il massacro mediatico del 2010 è ancora fresco, te credo che sa meglio muoversi…

  • Jeffrey

    perchè pensi così Ammiraglio? Io farei il ragionamento contrario, se vinco ho dato tutto quel che avevo quindi mi sento libero di andare a vincere altrove mentre perdendo avrei lo stimolo a restare per rifarmi l’anno successivo, sempre ammesso che voglia andarsene…

  • L’Ammiraglio

    Jeffrey

    Perchè se avesse vinto a Cleveland, non si sarebbe spostato. Ormai a Miami non ha niente da dimostrare, è già libero di far quello che vuole.

  • Tifoso Miami

    Scusa eh Ammiraglio, ma davvero la tua logica non la capisco, e inoltre non hai nemmeno risposto alla domanda che ti ha fatto Jeffrey..

    In base a cosa dovrebbe rimanere a Miami se vince o andarsene se perde? anche per me sarebbe più facile il contario.. la tua risposta non dice nulla… se davvero a Miami ha già dimostrato tutto quello che vuole, allora non capisco cosa centri il fatto che vinca o meno..

    Sta logica del vincere o meno non sta in piedi, se vuole restare resta, se vuole andarsene se ne va.. come finisce questa stagione non conta proprio niente.

    E posto che per me – ma lo dico da sempre – non ho nessun dubbio sul fatto che resterà. D’altra parte ero l’unico a credere che sarebbe venuto a Miami quando tutti dicevano New York

    Mi piacerebbe comunque un tuo chiarimento sulla questione

  • L’Ammiraglio

    Tifoso

    Se perde, rischia di infangarsi in una situazione simil-Cleveland.

    Se invece vince, è libero di far quello che vuole, date le maggiori sicurezze.

  • Tifoso Miami

    Io non sono molto d’accordo, la situazione di Cleveland e Miami sono completamente diverse. Da una parte aveva capito che non avrebbe vinto, dall’altra al contrario ha capito che può vincere, indipendentemente da come finisse quest’anno (anche perchè poter vincere non vuol dire che questo deve accadere ogni anno).

    Io ribadisco la mia opinione, e cioè che l’esito di questa stagione non conta niente sulla sua scelta, se vuole andarsene se ne va che vinca o no, se vuole rimanere rimane che vinca o no. E ribadisco anche che non vedo un solo motivo per cui se ne debba andare da Miami e credo che chiuderà in Florida la sua carriera

  • Jeffrey

    @Amiraglio Ok capito, si si può vedere anche da quel punto ma secondo me è cambiato molto da quando andò via da cleveland, ora come ora non credo che si faccia questo tipo di problema poi magari se Miami decide di ricostruire è possibile che vada altrove
    Secondo me prima o poi a Cleveland ci torna, anche se dopo l’attuale stagione non son certo la squadra dove uno desidera giocare ma il potenziale è tanto