È una “Nuit Française” con Noah e Parker!

Chicago schianta i Knciks con una prestazione pazzesca del loro lungo, Parker e Diaw battono Dallas, Suns da record, Indiana a fatica ma vince!

 

 

 

Chicago Los Bulls – Nueva York Knicks 109-90
CHI: Dunleavy 10, Boozer 14, Noah 13 (12 rimb, 14 ass), Butler 19, Hinrich 11, Gibson 13, Augustin 23
NYK: Anthony 21, Chandler 8 (22 rimb), Stoudemire 14, Smith 13

Italian Job: Bargnani DNP

Imbarazzante la prestazione dei New York Knicks che perde la 7ima partita su 7 al matinée facendosi umiliare anche dai Bulls di un pazzesco Joakim Noah ( con infortunio), neanche un quarto per archiviare la partita; dopo 5’ il punteggio recita impietosamente 16-1 Bulls con l’attacco che gioca davvero contro il nulla, il 1°quarto si chiuderà sul 37-16 per i padroni di casa. I Knicks abbozzeranno qualche rimonta ma verranno sempre rispediti indietro. Fredette entra a 3’08” dalla fine e riesce pure a sparare in jumper!

Toronto Raptors – Golden State Warriors 104-98
TOR: Valanciunas 10, DeRozan 32, Lowry 13, Vasquez 12, Patterson 12
GSW: Lee 20 (11 rimb), Bogut 4 (10 rimb), Thompson 12, Curry 34, Barnes 11

DeMar DeRozan guida i Raptors al successo in rimonta contro i Golden State Warriors; ospiti avanti di 5 (81-86) a 8’50” dal termine, Toronto in 3’ piazza un 11-0 di parziale potandosi sul +6 (92-86), Golden State non molla ma un altro break (stavolta di 6-0) chiuderà i giochi dando il +8 (103-95) ai canadesi a 49” dalla fine.

Indiana Pacers – Utah Jazz 94-91
IND: George 22, West 25, Stephenson 11, Watson 13
UTA: Favors 17 (10 rimb), Hayward 21, Burke 16, Burks 11, Kanter 12

Soffrono ma alla fine gli Indiana Pacers portano a casa il successo contro i Jazz; finale in volata con Evan Turner che a 6” non trema dalla lunetta per il +4 (92-88), Utah trova la tripla del -1 con Hayward e subito fallo sistematico su Stephenson, anche il #« dei Pacers non tremerà per il +3 e sulla sirena Hayward non troverà la tripla del pareggio. Da sottolineare la brutta caduta che ha visto protagonista Paul George a fine 3° quato, lanciato per una schiacciata è caduto molto male sulla schiena, momenti di spavento ma poi il #24 è tornato in campo finendo la partita.

Orlando Magic – Philadelphia 76ers 92-81
ORL: Harkless 10, Harris 31, Vucevic 18 (17 rimb), Moore 11
PHI: Young 29, Sims 12, Carter-Williams 17 (11 rimb), Wroten 12

Sconfitta consecutiva n°14 per i Philadelphia 76ers che cadono ad Orlando nell’ultimo periodo; i Magic infatti entrano nell’ultima frazione sotto di 3 (66-69), nei primi 90” del 4° periodo Harkless e O’Quinn segnano una tripla e una schiacciata per il sorpasso (71-69) e da li in poi la partita non ci sarà più (26-12 il parziale della 4^ frazione per Orlando).

Oklahoma City Thunder – Charlotte Bobcats 116-99
OKC: Durant 28, Ibaka 15 (10 rimb), Westbrook 26, Jackson 17
CHA: Jefferson 25, Zeller 10, Neal 12, Tolliver 17

La “Premiata Ditta” Durant-Westbrook confeziona 54 punti nella vittoria casalinga contro Charlotte; i Bobcats stanno bene in partita tanto che dopo 1’ del 4° quarto sono sotto solo di 2 (85-83) ma OKC cambierà marcia piazzando un break di 27-9 con tanto di Westbrook-Show (stoppata su Jefferson, recupero e tripla in contropiede!)!

San Antonio Los Spurs – Dallas Mavericks 112-106
SAS: Leonard 16, Duncan 17, Splitter 11, Parker 22, Ginobili 15, DIaw 14 (10 rimb)
DAL: Nowitzki 22, Dalembert 8 (10 rimb), Ellis 17, Blair 21

Italian Job: Belinelli 5 pt (1/4 da 3, 2/2) 1 rimb, 1 ass

Torna Tony Parker e San Antonio vince il Derby contro i Mavericks proprio sull’asse francese Parker-Diaw; a 60” dalla fine San Antonio è avanti di 5 (104-99), Diaw va per la giugulare da 3, sbaglia ma si prende il rimbalzo, apre al connazionale che segna il layup del +7 (106-99) a 45” dalla fine. Nowitzki sbaglierà da 3 e negli ultimi 38” gli Spurs chiuderanno la pratica dalla lunetta (6/8).

Phoenix Suns – Atlanta Hawks 129-120
PHX: Tucker 10, Green 33, Dragic 19, Markieff Morris 21, Marcus Morris 18
ATL: Carroll 10, Scott 20, Brand 13, Korver 18, Teague 29, Willaims 15, Mack 11

Phoenix batte Atlanta facendo registrare il record di punti realizzati nel 1° tempo della stagione, 79; gli hawks comunque sono in partita ma non hanno fatto i conti con i gemelli Morris, a 1’25” dal termine del 3° quarto Atlanta è sul -1 (95-94) ma subirà un parziale di 13-4 con 8 firmati da Markieff e Marcus, +10 Suns (108-98) e partita indirizzata.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    Intanto vedo che sul web montano le polemiche che rigurdano il binomio: Durant/Free Throws.

    L’accusa:

    Duranta tira troppi liberi, viene aiutato dagli arbitri e forza i falli.

    Ora a me pare che qualche volta lui abbia un pò troppi di fischi in favore, ma va detta una cosa, i contatti ci sono perché lui spesso li forza, ma ci sono.

    Non è colpa sua se le regole gli permettono questo. Lui anzi è bravissimo a sfruttare(come harden)questi buchi nel regolamento che permettono di fatto di sbattere le proprie braccia contro quelle del difensore trovando il fallo.

    Diciamo che non capisco perché quando le furbate le fa uno sono appunto furbate vigliacche, e quando le fa un altro sono solo furbizia e giocate di esperienza e intelligenza.

  • Mamba 93

    Lilin se Rose è quello di inizio stagione si potrebbe anche fare,poi sono due anni che non gioca quindi non possiamo sapere se e come tornerà.Hai ragione Mr Pringles si addice di più alla panchina dei Lakers ahahahahah

  • gasp

    Mp
    Dipende tutto dalle simpatie e antipatie personali

  • 8gld

    “poiché rose si trova meglio senza troppa gestione di gioco”.

    Postare Butler a 3 ci può stare. Ci pensavo sull’idea di un Antonhy o Stephenson.
    In ognuno dei due casi serve un 3 e Butler con i suoi 2.01 può giocarsi prendendo Lbj come riferimento 2,03 e lasciando fuori Durant come “fuori norma”…anche da qui, nel suo caso, molte aspettative.
    In questo Hinrich diviene importante e, anche con una “certa” età, potrei pensarlo parte in causa di un progetto.
    Quello di offrire almeno per 3 anni un gruppo solido alle dipendenze di coach TT del quale trovo prematuro parlarne.
    La presa Melo, più di quella Stephenson del quale, per essere chiari, sono un attento “osservatore/iniziale estimatore”, e il rientro di Rose porterebbe “molta linfa” al sistema.
    Hinrich-Rose-Butler-Melo-Noah
    Rose-Butler-Melo-Gibson-Noah

    Un Rose “senza gestione” richiederebbe un Hinrich.

  • Jeffrey

    8gld
    “Hinrich-Rose-Butler-Melo-Noah”
    questo sarebbe proprio il quintetto che vorrei vedere e secondo me butler rende molto di più da 3 che da 2