Thompson batte Indiana, Houston doma Miami!

Thompson espugna Indianapolis con una magia, Houston ferma la cavalcata di Miami, Durant si diverte con Phila, bene San Antonio e Clippers.

 

 

Cleveland Cavaliers – San Antonio Spurs 101-122
CLE: Hawes 20 (13 rimb), Thompson 5 (10 rimb), Irving 24, Waiters 24
SAS: Leonard 18, Green 24, Mills 16, Ginobili 11, Belinelli 11, Diaw 16

Italian Job: Belinelli 11 pt (3/3, 0/5, 5/5), 3 rimb, 2 ass,1 persa

San Antonio vince in rimonta a Cleveland con un pazzesco parziale; i Cavs chiudono la prima frazione avanti 23-13 toccando subito il +12 25-13 ad inizio 2° quarto, gli Spurs piazzeranno un parziale di 95-55 nei successivi 30’ con Patty Mills autore di 16 punti.

Indiana Pacers – Golden State Warriors 96-98
IND: George 26 (12 rimb), West 27, Hibbert 12, Stephenson 12
GSW: Lee 11, Thompdon 25, Curry 19, Barnes 10, Green 10

Gli Indiana Pacers cadono in casa di misura contro i Golden State Warriors di un super e decisivo Klay Thompson; a 46” dalla fine Steph Curry perde palla sul 96-96 ma Paul George non riesce a punirlo 23” più tardi. Palla agli ospiti con Thompson che sul filo della sirena punisca i Pacers col fadeaway della vittoria!

Houston Rockets – Miami Heat 106-103
HOU: Parsons 10, Jones 19 (12 rimb), Howard 22 (16 rimb), Harden 21 (11 ass), Beverley 19
MIA: James 22, Wade 24, Allen 13, Beasley 24

Anche i Miami Heat perdono di misura nella notte a casa degli Houston Rockes di Dwight Howard, alla sua 40esima doppia-doppia stagionale; si decide tutto gli ultimi 4’30” di partita, Miami sul -5 (100-95) e palla in mano, si va da Bosh che da 3 manca la tripla del possibile -2 e Houston punisce con 4-0 firmato Harden-Beverley per il +9 (104-95). Miami ha un ultima chance a 13” dalla fine in quanto Harden perde palla ma LeBron sulla sirena non troverà la tripla del pareggio.

Oklahoma City Thunder – Philadelphia 76ers 125-92
OKC: Durant 42, Ibaka 14, Jones 12, Westbrook 13 (10 rimb, 14 ass), Jackson 14
PHI: Sims 10, Anderson 20, Carter-Williams 14

Ad Oklahoma City la “Premiata Ditta” Durant Westbrook si diverte contro la squadra materasso della Lega, KD ne spara 42 (14/20) i 32’ mentre Westbrook realizza la sua 8ava tripla-doppia della carriera (13+10+14) in 21’. La partita non è mai cominciata.

Phoenix Suns – Los Angeles Clippers 96-104
PHX: Tucker 18 (10 rimb), Green 17, Dragic 14, Marcus Morris 12
LAC: Barnes 28, Griffin 22, Jordan 10 (17 rimb), Collison 18, Paul 14

I Clippers mandano tutto il quintetto base in doppia-cifra nel giorno dell’esordio di Danny Granger (0 punti in 3’) vincendo a Phoenix; i Suns giocano bene e comandano per 2 quarti e 8’ quando, sul +1 (69-68), L.A mette la freccia e scappa via con un 13-2 per il +10 (71-81), gli ospiti poi daranno il colpo di grazia nei primi 3’ del 4° toccando il +15 (75-90).

Los Angeles Lakers – New Orleans Pelicans 125-132
LAL: Bazemore 23, Gasol 29 (12 rimb), Farmar 20, Henry 12, Marshall (10 ass)
NOP: Evans 24, Davis 28 (15 rimb), Gordon 28, RIvers 12, ROberts 19

Allo Steaples Center Anthony Davis guida i Pelicans al successo contro i Lakers; gli ospiti dominano tanto da toccare il +21 durane il 3° quarto ma i Lakers non ci stanno, a suon di triple firmate Farmar e Meeks riescono ad arrivare sul -4 (124-128) a 1’46”! I Pelicans sono in crisi ma prima Bazemore e poi Farmar mancheranno le triple dell’aggancio e del sorpasso, nessun canestro dal campo per nessuna delle due, chiuderanno 4 liberi di New Orleans.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Nitrorob

    ah ecco cosa mi sono dimenticato, anche lo scambio Blake Bazemore non è stato male è?
    è vero che in questi lakers farei bene anche io, ma Blake è proprio scandaloso, quello che serve a GSW si si….
    già hanno problemi mettiamoci anche una pippa come Blake e abbiamo fatto la frittata

  • fabiostoppani

    Comunque un commento su un argomento che mi appassiona. L’epoca dei 90’s fu dominata dai lunghi solo in RS. Ma non riusci fino in fondo a dominare anche le Finals per un semplice motivo. Jordan. Sempre li torniamo ma così è stato.
    Portland non riuscì con i suoi buonini, non stratosferici, Cliff Robinson/Duckworth. Non riuscì Barkley (seppur lungo atipico). Non riuscì Kemp. Non riuscì Ewing che fu strapazzato prima più volte da Jordan, poi dal 34 di Houston e poi arrivando sfiancato nel dopo Jordan. Non riusci Malone, l’ala forte più grande di tutti i tempi personalmente dietro solo a Duncan. Vogliamo parlare di Zoo Mourning? Non affondarono il colpo non per qualche motivo particolare ma perché c’era Jordan e i suoi Bulls. Mancato Jordan sono arrivati i titoli ad Olajuwon che in finale maltrattò O’Neal e ancora prima la spuntò su Ewing. Poi con il ritiro definitivo di Jordan dai Bulls, Robinson finalmente coadiuvato da un spalla di livello come Duncan, arrivò al titolo. Shaq chiuse il decennio dopo tante delusioni anche lui con un anello. Quindi i 90’s furono IN SENSO ASSOLUTO il decennio dei lunghi. Non lo furono nella pratica solo per un motivo. Jordan. Se penso adesso a come sia ridotto il ruolo mi vien da piangere.

  • low profile

    quoto

    4 su 10 con quei sei dovuti a Jordan direi che basta e avanza per affermare che il decennio è stato dominato dai lunghi, in primis da MJ ma tolto lui… MP quando usi le stats per essere fazioso sei unico,,,, decennio dominato solo in regular season….

    comunque ragazzi di cazzate se ne sono dette in questi 2 giorni ma una su tutte svetta incontrastata, Bosh non avrebbe fatto la differenza in altre epoche? WTF, nessuno come lui si sarebbe trovato come un pesce nell’acqua tanti anni fa, sarebbe stato un dominatore assoluto:
    http://media-cache-ak0.pinimg.com/736x/62/8c/af/628cafa381d0b24d9d48f89dab34f3cc.jpg

  • prescelto

    chi rosica per le prestazioni di durant sei tu amico caro che quest’anno toglie il terzo mvp di fila al tuo idolo lebron,il pensiero che vincere l’mvp lo porterebbe ad eguagliare sia bird con 3 mvp consecutivi che i 5 in carriera del vero prescelto fa venire i brividi,ma non sempre si gioca con charlotte quando si incontrano le squadre toste dell’ovest ecco che parte un patetico ventello da giocatore qualunque ,rodman docet.airtime sei grande quasi come mj sei,il mio idolo primaverile

  • Procionide

    FabioStoppani
    Solo una correzione. Portland aveva Duckworth e Buck Williams, Robinson partiva dalla panchina. E non dire che era il vero titolare perchè non è vero!!

  • fabiostoppani

    @Procionide Vero. Ci ho provato 🙂 Ma ho sempre avuto un debole per Cliff. Ho provato ad elevarlo. Era ancora un ragazzotto in quelle Finals. Aggiungo che spesso entrava come ala piccola già da quella stagione. Poteva fare 3 ruoli indistintamente. Mitico Cliff!

  • Michael Philips

    Una cosa alla volta.

    I 90’s decennio dominato dai lunghi, sì ma Jordan ne ha vinti 6. Corretto. Jordan però non incideva sulla western conference e comunque:

    1990 Blazers nessun lungo dominante, pistons nessun lungo dominante.

    1991 Lakers nessun lungo dominante
    1992 Blazers nessun lungo dominante
    1993 Nessun lungo dominante, se barkley è un lungo dominante io allora ho seguito l’ippica e non il basket.
    1994 Oh, finalmente Hakeem vs ewing. Ora ewing è arrivato lì facilitato dall’assenza di Jordan, ma hakeem?
    1995 e due, hamee vs shaq(ma jordan era ancora arrugginito)
    1996 sonics Kemp era forte ma non il lungo come robinson ad esempio

    1997 e 1998 Jazz, il lungo era ostertag, malone non era hakeem, ewing, l’ammiraglio, shaq o mourning.

    1999 Duncan finalmente.

    Però a farla da padroni sono stati i pivot nei 90’s, escludendo Jordan ovviamente, arrivati i 2000’s sono spariti per lasciar spazio alle pf che però giocavano più lontane dal ferro, ma poi il gioco era cambiato.

    Prescelto

    Ora hai passato mesi a rompere le palle su Durant, che non segnava come doveva, non faceva cinquantelli ed io ero sempre lì a dire: se durant ha carta bianca e inizia a tirare come un kobe o un melo ne piazza 35 a gara senza problemi, e cos’è successo? Ora sono da dicembre che do Durant favorito per l’mvp mentre tu hai in più occasioni mostrato antipatia e fastidio nei suoi confronti.

    Ora però sono IO quello che risica. Sei uno degli utenti più incoerenti di tutto il blog, ah e dimmi, ora per chi tifi, per gli spurs? I mavs? Forse i Thunder, sai vista la tua coerenza potrebbe essere.

    Ti ho già invitato una volta a fare altre cose invece che postare stronzate. Vai da bravo, torna a giocare a calcetto.

    Low Profile

    Guarda le stats le usano tutti, te compreso, quindi non venire da me a fare la predica, ma poi, oggi che stats ho messo? Boh a volte dai l’idea di entrare nel blog per creare discussioni inutili.

  • gasp

    Mp
    Secondo me quel prescelto è un fake, mi sembra molto strano che scriva quelle cose lí…

  • hanamichi sakuragi

    LP: sei un mito.. e scoppiata la risata. Quaqquo solo tu puoi competere… idolo!!

  • Mamba 93

    MP Se i 90 non sono stata l’epoca dei lunghi,è stata l’epoca di mio nonno?Jordan è il miglior giocatore della storia del gioco.Pace per chi come me ama Kobe o chi ama Lebron.Malone,Robinson,Barkley,O’Neal,Mourning,Hakeem,Kemp,Garnett,Duncan,Ewing proprio scarsi i lunghi di quegli anni.Non smanettate con ipotesi assurde,è bello fare confronti,ma non si hanno certezze su come sarebbero andate le sfide ad esempio tra i Bulls di Jordan-Pippen e i Lakers di Shaq-Kobe,oppure gli Heat dei Tre Amigos e il duo di Utah Malone-Stockton.Il bello dello sport è che è imprevedibile,vedasi titolo dei Pistons nel 2004 e Dallas nel 2011 e non venite a dirmi che li davate come favorite perchè sareste ipocriti

  • Mamba 93

    P.s.Criticate troppo Bosh,dimenticate che è il miglior dinosauro nella storia del gioco ahahahah

  • Michael Philips

    Gasp

    può essere, ma tutti ricorderanno che lui si presentò come fan di lebron, poi dal nulla cambiò dicendo, con un colpo di scena clamoroso, che per prescelto faceva riferimento al vero prescelto, quindi a Jordan. Poi con un secondo e incredibile colpo di scena, durante i playoffs, dopo aver fatto intendere per tutta la stagione che seguiva lebron e miami, disse che lui era un tifoso degli spurs…

    Insomma, potrebbe essere “l’originale” a scrivere quei commenti deliranti, è nelle sue corde. Come il fatto che sia io e non lui(com’è evidente dai commenti in questi mesi)a rosicare per la stagione spettacolosa di Durant. Per la cronaca, venni pure accusato di essere uno che difendeva KD, ma vabbè…

    Del resto lo sanno tutti che il mio giocatore preferito è Wilston Chandler di Denver e che io tifo spudoratamente per i Bucks. Come, on si era capito dai miei commenti? Beh, siete parecchio distratti allora…

  • low profile

    MP

    non è colpa mia se ometti i titoli di Duncan e Shaq per rafforzare il teorema anni 90 lunghi dominanti solo RS. Per statistiche intendo quello, lo so che non sono i tuoi prediletti PPG ma sempre di numeri parliamo.
    Certo che uso le stats anche io ma non sempre e comunque, non per rigirare frittate ed in linea generale cerco sempre di parlare di basket e non di numeri.
    Se l’idea che hai di me è quella di uno che cerca di attizzare flame mi sa che sei un pò permalosetto in quanto non mi sembra di litigare mai con nessuno, ed in generale (ci sono sempre le eccezioni) discuto animatamente solo con te e Shaq per Love, senza mai insultare tra l’altro, o qualche battutina ironica per te lo è?
    Mi sa che te la stai prendendo con la persona sbagliata caro mio.

  • Michael Philips

    Mamba

    Dire che i 90’s è stata l’epoca dei lunghi è dire una cosa che dicevano tutti(quando faceva comodo) ma io ho anche detto che questi hanno dominato vincendo pochissimo in proporzione. Jordan ha vinto ed è stato il miglior giocatore nel decennio dei pivot, il che potrebbe anche mostrare un ennesimo punto a suo favore. Ma già che l’ho scritto io, doveva partire la discussione.

    90’s l’epoca dei pivot e non certo delle guardie, considerando che dietro a MJ spesso c’era mitch richmond nel secondo quintetto NBA, non proprio un kobe o un wade. Così è più chiaro?

    Saluti.

  • Mamba 93

    Mp premettendo che non parlo quando fa comodo,io espongo soltanto la mia idea,che può essere anche sbagliata,mica sono Dio.Negli anni 90 abbiamo avuto il giocatore più forte della storia del gioco,ma dei lunghi sopra citati mi sa che qualcuno qualche finale l’ha fatta e se non fosse stato per quello col numero 23 qualche finale l’avrebbe vinta.Segui le stats loro sono la risposta,non l’impatto che un giocatore ha sul gioco,D’altronde Phoenix ha fatto numerose finali ed è certo che anche senza Barkley avrebbe fatto furore ai playoff(si chiama ironia per chi non lo capisse)ti saluto.

  • fabiostoppani

    Aspetta Michael se tu consideri come lunghi solo i centri il discorso è diverso ma oggettivamente ce ne sono stati talmente tanti che sarebbe stato impossibile accontentarli tutti soprattutto con Jordan in campo. Comunque io considero come lunghi la frontline. Barkley non sarà “lungo” in senso assoluto forse sarà stato più “largo” ma hai visto dominare sotto canestro uno di nemmeno 2 metri come ha fatto lui? Forse solo Rodman che però offensivamente era poca roba. Catturavano tonnellate di rimbalzi e agivano sotto canestro, questo per me è un lungo. Non saranno centri dominanti alla Shaq o alla Chamberlain ma hai mai visto prendere ad O’Neal 12-13 rimbalzi di media in carriera? Kemp è un lungo per quanta pressione metteva sotto canestro. Malone è un lungo a tutti gli effetti anche con i suoi 2,06 che non ha fatto il centro solo perché riusciva benissimo anche a giocare alla grande spalle a canestro dai 2-3 metri in poi. Poi se prendi in considerazione i Lakers 90′ ci sarebbe Divac, che escludendo come sia andato a finire, in quella squadra non era certo la punta di diamante ma sembrava promettere davvero bene. Onestamente non comprendo l’associazione lungo=centro dominante. E i 90’s sono stati l’epoca dei lunghi (centro+ala grande). Jordan a parte.

  • Michael Philips

    Low

    Shaq ha vinto dal 2000 in poi.

    Duncan è con hakeem l’unico ad aver vinto nei 90’s.

    Ho già chiarito, ma forse va rimarcata la cosa:

    i 90’s sono stati il decennio dei play? Delle ali? No mi pare si sia sempre detto che i 90’s sono stati il decennio dei pivot, poi che Jordan abbia vinto 6 anelli mi pare lampante, ma la concentrazione di talento era più nei lunghi.

    Spero di aver chiarito.

    Riguardo le stats, i ppg non sono i miei prediletti altrimenti sarei stato un amante di iverson, kobe e jordan e ora di melo e durant.

    Le stats guardo per mera cusiorità, poi quando le uso io scoppia un casino, tutti gli altri fanno lo stesso e va tutto bene. Ma se uno arriva e inizia a tirarmi in mezzo dal nulla io rispondo, senza essere permalosi, altrimenti, tu sei permaloso perché rispondi e lo sono tutti.

    Una cosa mi pare chiarissima, se ad inizio mattina arriva uno e fa un paragone tra presente e passato, per tutto il giorno il blog andrà in vacca.

  • Michael Philips

    Sì e comunque tutto è partito da un equivoco: io ho scritto lungo ma pensavo ai pivottoni come hakeem, robinson, shaq, ewing e mourning.

    Errore mio.

  • fabiostoppani

    Ok chiaro 🙂

  • carlo

    gli anni 90 sono il decennio dove la più alta concentrazione di talento era nel ruolo di pivot.
    nessuna novità,penso che nessuno dica questo per sminuire il dominio di jordan.
    semmai viceversa in un epoca con dei pivot fortissimi jordan è riuscito a vincere sei titoli con cartwright prima e longley dopo nel ruolo di pivot.
    nel ruolo di guardia jordan oscurava tutti compreso drexler membro del dream team originale,inserito tra i migliori 50 di sempre nel 1997,uomo franchigia dei blazers due volte finalisti con lui a guidarla,spalla di lusso di olajuwon nella cavalcata dei rockets verso il secondo titolo,insomma un hall of fame fatto e finito più volte umiliato da jordan in regular season e ancora di più nelle finali del 92.

    la storia dei grandi rivali nel ruolo è affascinante ma non è certezza di ostacoli più alti.
    lebrone ha giocato quattro finali contro bowen,marion,durant e leonard e la serie in cui ha giocato meglio è stata quella contro durant.
    shaquille nel suo prime soffrì più i blazers di sabonis che i sixers di mutombo perché era l’intero sistema difensivo dei blazers che lo limitò come era umanamente possibile ai tempi.
    jordan soffrì più alcune sfide con starks che quella con drexler perché era la difesa dei knicks in generale molto più ostica di quella dei portland di drexler.

  • I’m really loving the theme/design of your website.
    Do you ever run into any browser compatibility problems?

    A number of my blog visitors have complained about my website not working correctly in Explorer but looks great in Firefox.

    Do you have any tips to help fix this issue?

    My web blog – google