Houston divora anche Indiana, bene NY!

Anche i Pacers cadono a Houston sotto i colpi del “barba”, Memphis espugna Chicago, Rondo-Show contro Brooklyn, Dallas vittoria in volata, ok Knicks.

 

 

 

Chicago Bulls – Memphis Grizzlies 77-85
CHI: Noah 15, Augustin 14, Gibson 18
MEM: Randolph 10 (11 rimb), Gasol 18 (10 rimb), Conley 12, Miller 14, Koufos 12

Vittoria numero 8 nelle ultime 11 partite per i Memphis Grizzlies che in trasferta si trovano sempre a loro agio, espugnato lo United Center di Chicago; la svolta arriva a 3’40” dalla fine del 3° quarto, Chicago guida 61-54 ma Mike Miller decide che è il suo momento, realizza 8 degli ultimi 11 punti dei suoi più la tripla di inizio 4° periodo, il break complessivo è di 15-2 col quale Memphis si porterà sul +7 (63-70), Chicago non riuscirà più a recuperare.

Charlotte Bobcats – Cleveland Cavaliers 101-92
CHA: McRoberts 11, Jefferson 28, Douglas-Roberts 14, Walker 20 (14 ass), Neal 10
CLE: Deng 19, Thompson 10, Hawes 13, Jack 10, Irving 13, Waiters 19

I Bobcats di Al Jefferson conquistano la 29esima W stagione (la somma delle W delle ultime due) battendo in casa i Cavaliers; Cleveland rimonta e a 7’55” trova il sorpasso sull’80-81, Kemba Walker non ci sta, realizza 6 punti nel parziale di 13-4 col quale Charlotte torna avanti 93-85 a 3’08” dalla fine.

Toronto Raptors – Sacramento Kings 99-87
TOR: Ross 18, Valanciunas 14, DeRozan 15, Lowry 12, Patterson 15
SAC: Gay 15, Cousins 24, McLemore 14, Thomas 14, Evans 8 (10 rimb)

Toronto archivia senza troppe difficoltà i Sacramento Kings con la solita buona prestazione del quintetto base; Sacramento insegue tutto il tempo, quando arriva sul -9 (62-53) puntuale il break di 10-3 col quale i Raptors chiudono la pratica sul +15 (72-57) a 3’13” dalla sirena del 3°.

Boston Celtics – Brooklyn Nets 91-84
BOS: Green 15, Bayless 14, Rondo 20, Sullinger 5 (12 rimb), Olynyk 13
BKN: Johnson 21, Pierce 10, Plumlee 10, Williams 20, Blatche 11

Rajon Rondo stavolta castiga il ritorno a casa di Paul Pierce chiudendo con 20 punti (career-high da 3 con 3/6) e guidando i Celtics alla vittoria; Boston gioca la sua solita partita all’harakiri, vola sul +18 ma, a 100” dalla sirena della 3^ frazione, il vantaggio è solo di 3 (73-70)! Sullinger toglie le castagne dal fuoco sparando una tripla che darà vita ad un 8-1 col quale i verdi torneranno sul +11 (82-71) dopo 3’ dell’ultimo quarto.

New York Knicks – Utah Jazz 108-81
NYK: Anthony 29, Stoudemire 10, Chandler 16 (11 rimb), Smith 17
UTA: Jefferson 12, Haywrd 18, Burks 19

Italian Job: Bargnani DNP

Seconda vittoria consecutiva per i New York Knicks di Carmelo Anthony che però restano a 4.5 gare dall’8° posto; il match è già finito dopo i primi 12’ con NY sul +17 (39-22) con Melo reo di 18 dei suoi 19 finali!

Minnesota Timberwolves – Detroit Pistons 114-101
MIN: Love 28 (14 rimb), Pekovic 17, Martin 24, Rubio 11
DET: Smith 13, Monroe 20 (15 rimb), Jennings 17, Jerebko 10, Bynum 17

Italian Job: Datome (0/2, 0/1 da 3), 2 rimb (1 off),1 ass

Stesso copione anche al Target Center di Mineapolis con i T-Wolve sdi Kevin Love che ci mettono poco ad archiviare i Pistons; 39-21 il 1° quarto con Love e Martin già in doppia-cifra con 14 e 11 punti.

New Orleans Pelicans – Milwaukee Bucks 112-104
NOP: Evans 25, Davis 29 (14 rimb), Gordon 12, Roberts 14, Morrow 16
MIL: Middleton 25, Henson 12, Knight 15, Adrien 20 (10 rimb)

Anthony Davis e Tyreke Evans guidano i Pelicans al successo contro i Bucks; Milwaukee si trova avanti 72-77 a 2’ dalla fine del 3° periodo e, come sempre, inizia a non buttarla più dentro con i Pelicans che dal -5 si trovano sul +8 (88-81) e non da li in poi non si guarderanno più indietro.

Dallas Mavericks – Portland Trail Blazers 103-98
DAL: Nowitzki 22, Ellis 17, Calderon 19, Harris 12
POR: Aldridge 30 (17 rimb), Matthews 26, Lillard 10, Robinson 11

Dallas batte in rimonta Portland dopo aver rischiato la figuraccia; infatti i Mavs dopo la prima sirena sono avanti di 23 (33-10) ma i Trail Blazers non mollano tanto da ritrovarsi sul +7 (82-89) a 8’36” dal giocare nell’ultimo periodo! A 4’26” LaMarcus Aldridge realizza la schiacciata del +6 (92-98) ma da qul momento Portland non segnerà più un canestro, Dallas chiuderà la partita con un break di 11-0 (7 di Ellis e 4 di Carter).

Denver Nuggets – Los Angeles Lakers 134-126
DEN: Chandler 19, Faried 32 (13 rimb), Mozgov 13, Foye 12, Lawson 30 (17 ass), Fournier 12
LAL: Gasol 27, Meeks 16, Marshall 8 (14 ass), Henry 10, Farmar 24, Kelly 24 (11 rimb)

Al Pepsi Center festival delle non difese vinto dai Denver Nuggets di Ty Lawson reo di aver pareggiato il suo career-high di assist (17); c’è stata partita fino ad inizio 3° quarto quando una tripla di Meeks portava sul -8 (77-69) i suoi, poi 3 bombe consecutive di Denver la lanicavano sul +13 (86-73) e da li in poi non ci sono stati più problemi per i ragazzi di coach Shaw.

Houston Rockets – Indiana Pacers 112-86
HOU: Parsons 11, Howard 15, Harden 28, Motiejunas 10, Lin 11
IND: George 13, West 15, Scola 10

In due notti gli Houston Rockets hanno battuto le prime due dell’East, stanotte è stato il turno degli Indiana Pacers; padroni di casa che dominano nel primo tempo toccando anche il +16 ma Indiana non ci sta e si porta sul -3 ad inizio ripresa! Entra in scena la difesa di Houston che costringe Indiana a 2/12 dal campo e piazzando un break di 23-3 scappando sul +23 (73-50)!

Golden State Warriors – Atlanta Hawks 111-97
GSW: Iguodala 13, Lee 18, Bogut 10, Curry 13
ATL: Millsap 16, Scott 14, Antic 10

Paul Millsap torna nelle fila degli Hawks ma nulla hanno potuto contro i Warriors; dopo un 1° quarto equilibrato i padroni di casa sono scappati via con un 2° periodo da 34-21 andando al riposo lungo sul 66-52

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Magic

    New York che gioca bene e chiude la pratica in un quarto: qualcosa palesemente non va.
    I Jazz sono comunque una montagna per questi Knicks…quindi è un evento più unico che raro. Bel Carmelo, dopo un primo quarto eccezionale con dei canestri esteticamente bellissimi, si mette a fare il play e i compagni mettono qualche canestro, a differenza del solito.

  • fabiostoppani

    Houston spazza via Indiana. Questo è quanto. George completamente devastato dal Barba che ben era stato limitato nelle scorse sortite. Quando Indiana incontra un avversario che non riesce a tenere sotto i 100 punti, spesso non riesce a fare quel salto che servirebbe. Houston sulle ali dell’entusiasmo. Sarà dura per tutti incontrarli. Comunque il motto è sempre quello: That’s Ovest baby!
    Momento della serata. Garbage time. Asik prende e tira un libero. Tabella, ok, ma nemmeno prende il ferro perché lo scaglia alla destra del canestro… La cosa più devastante è vedere Howard che dopo questa scena inizia a sbeffeggiare Asik in maniera compulsiva…. Si avete sentito bene. Howard. Howard che prende per q..o qualcuno per i liberi. Ottomano sparati e fatti seppellire alle porte di Houston…
    Per la cronaca vedere Olajuwon e subito dopo McGrady a bordo campo sorridere per le gesta di Harden e soci è stato maraviglioso. Entrambi tatuati naturalmente. Con doppio cuoricino.

  • Il Nichilista

    Dico solo che i Pacers erano una squadra operaia che poteva funzionare e hanno commesso il peggiore degli errori, ovvero si sono imborghesiti ed alcuni di loro anche montati la testa come Paul George che crede di essere il nuovo Lebron e soprattutto Stephenson che si comporta da pagliaccio ed è insopportabile quando fa l’idiota e saltella sulle punte mentre palleggia. In definitiva, meritano di perdere e di non passare nemmeno il primo turno

  • Joe Yabuki

    inevitabile ricordare,che una delle maggiori difficoltà che avrà Oklahoma riguarderà come al solito il fatto di far parte dell’ovest,e che magari la perdita anche parziale di un giocatore importante o cali di concentrazione,ti possono portare fuori anche al primo turno;

  • Michael Philips

    Houston ad un passo dal 70% di W, non male e Harden in crescita nel dopo all-star game.

    Continuo a ritenerli LA mina vagante dei prossimi playoffs.

    vs Clippers 0 W 3 L
    vs Thunder 0 W 2 L
    vs Spurs 3 W 0 L
    vs Blazers 2 W 1 L
    vs Warriors 2 W 1 L
    vs Heat 1 W 0 L
    vs Pacers 1 W 1 L

    Per il resto, bene Love, bene Melo, Aldridge, Davis e Big Al, assoluto protagonista della rinascita dei bobcats.

  • shaq4ever

    lawson 30 e 17 (in una gara che conta nulla e contro una delle peggiori difese eh), non so da quanto non capitava una prestazione del genere

    sgambetto di boston ai nets che può costare caro nella corsa al terzo posto. toronto non molla un cazzo

    bello vedere come un atlanta in caduta libera non riesca comunque a essere riacciuffata dagli inseguitori che fanno a gara a chi butta via più chance

    houston continua a non convincermi in chiave playoff, però non sono distanti dalla coppia di testa. se una delle due (okc e spurs) rallentano, possono anche superarli. così come scendere al 5 posto o peggio, visto che clips e blazers sono attaccate

  • L’Ammiraglio

    1) Ma come cazzo si veste Harden?

    2) Ma chi è quell’avanzo di galera che gioca a Milwaukee?

  • Se Harden mantiene questa costanza di rendimento, Houston pericolo #1 ad Ovest per tutte!

    A NY sono impazziti, 2 W di fila…alla prossima invasione di campo al MSG, da capire però con che intenzioni!

  • brazzz

    i pacers sono evidentemente in fase,come si dice,di scarico.han tirato tutta la stagione,ora rifiatano..non erano uno squadrone prima(solo inun decennio come questo lo si potrebbe pensare)non sono dei brocchi ora..dire che usciranno al primo turno a est è buffa,come affermazione..ma contro chi????i bobcats o chi per loro?
    in ogni caso,nessuno può tirare a tutta x 82partite,per cui,a parer mio,la finale a est è già scritta..poi chi la vinca non saprei..
    ovest solita tonnara,ovviamente,ma i rox..bò?

  • dontrythis@home

    OT

    considerando:
    – le contropartite degli scambi di big player degli ultimi anni (howard.. harden..)
    – minnesota come una destinazione in cui i giocatori si perdono spesso e volentieri.. a differenza di boston, san antonio o dallas etc etc dove riescono il più delle volte a massimizzare il talento dei propri.
    – quindi che giocatori sono in realtà jefferson e green
    – attaccandoci 2 scelte (oltre agli altri 3 giocatori vabbè)

    …qualcuno considera ancora lo scambio boston minnesota per garnett davvero così folle?

  • in your wais

    Notavo come quest’anno ci fossero tanti centri con medie assist non proprio abituali. Noah, McRoberts, Marc Gasol, Cousins…a volte anche con medie vicino ai 5/partita

  • dontrythis@home

    @iyw

    ..capita quando non ci sono più playmaker in giro.

  • 8gld

    0,7
    Indiana-OKC 0.742
    Spurs 0,738
    Miami 0,729
    2 Est 2 Ovest

    0,6
    Houston
    Clippers
    Portland
    GSW
    0 Est 4 Ovest

    0,5
    Phoenix
    Dallas
    Memphis
    Toronto
    Chicago
    Washington
    Minnesota
    Nets
    4 Est 4 Ovest

    0,4
    Charlotte-Atlanta-Denver-Pelicans
    2 Est 2 Ovest

    0,3/0,2/0,1
    Detroit-Cleveland-NY-Boston-Orlando-Sacramento-Utah-Lakers
    Phila(0,2)-Bucks(0,1)
    7 Est 3 Ovest

    La grande differenza tra le due conference la fanno 4 franchigie per parte.
    L’Ovest le posiziona a 0,6 l’Est a 0,3

    Questo incide nella r.s.

    Un buon rimpasto al draft e scambi possono equilibrare le due conference.

    ps: il centro con assist nelle mani mi è sempre piaciuto.

  • Michael Philips

    dontrythis@home

    “..capita quando non ci sono più playmaker in giro.”

    Non ho capito se è una frase ironica.

    Diciamo che il più sorprendente è noah, mentre gli altri hanno medie comunque già viste negli anni passati. Lo stesso pau gasol ha sempre avuto tanti assist, duncan, shaq quando era ai lakers, divac chiuse un anno a 5.4(!), senza tornare indietro negli anni.

    Comunque, i knicks hanno offerto il posto a Phil jackson che ha detto che a questo punto non entrerà certo a guidare un team così. Ma sembra sempre più vicino il suo ritorno nella lega come coach.

    Ora, new york è una città cool che può offrire paccate di soldi, ma i knicks non valgono, credo, l’interesse di Phil

    Io non è che voglia vedere Durant&co vincere, ma mi piacerebbe vederlo allenare i Thunder, perché mi sembrano una delle pochissime squadre che lui potrebbe/vorrebbe guidare, ovvero, un team talentuoso e giovane a cui manca il salto finale per dominare. Insomma, la situazione perfetta per uno come phil.

  • gasp

    8gld
    Le squadre che dovevano essere a Est con il 60% sono i Bulls,Knicks, Pistons e Nets…ovvero le squadre o con la sfiga o le delusioni

    Mp
    Adesso gli vogliono offrire un posto da GM a Jackson

  • 8gld

    @gasp:
    Possibile.

    0,6: 2-4 (Bulls-Nets)
    0,5: 4-4 (Pistons-NY)
    0,4: 2-2
    0,3: 5-3

    rimarrebbero 2 Ovest 0,6 – 2 Est 0,3

    Non è poi così “tragica” la situazione.

    ps: c’è da dire che per Nets(età/roster/contratti)e Ny(tutto) non sarà semplice in prospettiva.

  • Bill Simmons

    westbrook nella tpo tutto da ridere

  • dontryths@home

    @MP

    ironicissimo!!

    Gasol in media..

    Cousins in media e comunque gioca con Isaia Visione di Gioco a 360° Thomas..

    Noah non deve passarla a nessuno perchè a far girare la palla ci pensa DJ!!

    McRoberts gioca con il noto creatore Kemba e non usufruisce neanche un po’ del fatto che la palla sia perennemente dalle parti di big al

    🙂

    Caso più ironico di tutti??

    Lucian James Longley
    TPO + il mitico ron harper = 2,5 assist contro gli 0,x di carriera..

  • GOAT

    41 punti

    8 rimbalzi

    5 rubate

    4 blocchi

    signore e signori vi presento andrew wiggins

  • Mamba 93

    Complimenti a Houston che sta andando alla grande.Ottimo lavoro del gm e dell’allenatore.In soli due anni possono dire sono diventati una bella realtà.Ad est quest’anno avverà quasi sicuramente un evento epico Bobcats e Raptors ai playoff.

  • Billyg

    Bellissima partita tra Dallas e portland.
    A metà 2 quarto stavo per spegnere coi mais avanti di 30 e e i blazers con meno di 20 punti segnati.
    Poi spettacolo per 30 minuti

  • gasp

    8gld
    Be rispetto all’ Ovest e tragica…Comunque concordo sul disco del Draft che riequilibrerà (si spera): non da subito, ma negli anni a venire.

    GOAT
    Era da un bel pò che un freshman non giocava così…però hanno perso.

  • low profile

    Aldilà del losing effort Wiggins dovrà assolutamente fare un torneo degno di nota dato che fino ad oggi non ha mantenuto appieno l’hype che lo ha preceduto. Ora sta a lui, la vetrina dell’eliminazione diretta gli potrebbe far riguadagnare i punti persi ma oggi Parker sta avanti nei taccuini di quasi tutti i GM in odore di lottery

  • 8gld

    Beh quattro a 0,6 contro 4 a 0,3 (di cui due come Phila e Bucks) con 4 partite contro pari conference e 2 di altra alla lunga si sente,incide e si nota.

    0,7 2-2
    0,6 0-4
    0,5 4-4
    0,4 2-2
    0,3 7-3

    Se incide bene sulle 7:
    “Comunque concordo sul discorso del Draft che riequilibrerà (si spera): non da subito, ma negli anni a venire”.