Atlanta risponde a NY, ok Miami, Clips 8 W!

New York batte CHarlotte ma Atlanta Utah mantenendo le distanze per l’8° posto, colpo Nets contro Toronto, Miami torna a vincere, Clippers 8^ consecutiva!

 

 
Charlotte Bobcats – Denver Nuggets 105-98
CHA: McRoberts 15, Jefferson 26 (13 rimb), Walker 24, Neal 19
DEN: Faried 15, Lawson 24, Hickson 11, Brooks 16

Kemba Walker e Al Jefferson guidano i Bobcats al successo contro i Nuggets; Charlotte si fa rimontare dal +12 al +5 (87-82) a metà del 4° periodo ma due triple consecutive firmate McRoberts e Douglas-Roberts scacciano via il pericolo (93-84).

Brooklyn Nets – Toronto Raptors 101-97
BKN: Johnson 14, Pierce 15, Livingston 18, Williams 18, Anderson 11
TOR: Ross 12, Johnson 16, DeRozan 14, Lowry 21, Hansbrough 1

Vittoria importante per i Brooklyn Nets che battono i Raptors e si portano a sole 3.0 gare dal 1° posto nell’Atlantic Division; partita combattuta e decisa da una giocata firmata Paul Pierce, infatti il #34 a 1’14” dalla fine ha realizzati la tripla del sorpasso sul 97-94, i Nets negli ultimi 2’ hanno realizzato un parziale di 9-3!

Miami Heat – Washington Wizards 99-90
MIA: James 23, Bosh 22, Wade 22, Allen 13
WAS: Gortat 14 (18 rimb), Webster 17, Gooden 15

I Miami Heta tornano a casa e ritrovano la vittoria battendo i Wizards con 67 punti dei “Three Kings”; Miami soffre tanto da trovarsi sotto 83-84 a 5’54” dalla fine, ma un break di 12-0 (Wade 5, Bosh 5, James 2) ha dato il +11 (95-84) e sancito la fine del match.

New York Knicks – Philadelphia 76ers 123-110
NYK: Anthony 22, Smith 22, Stoudemire 23, Felton 13, Hardaway jr. 28
PHI: Young 18, Sims 10, Anderson 17, Carter-Williams 23 (13 rimb, 10 ass), Wroten 23

Italian Job: Bargnani DNP

Malgrado la tripla-doppia di Michael Carter-Williams e l’assenza di Tyson Chandler, i Knicks vincono la loro 4^ partita consecutiva; successo arrivato alla distanza grazie alle seconde linee, NY entrava nell’ultima frazione avanti 91-85, break di 19-4 (14 combinati tra J.R e Hardaway HJr.) nei primi 5’ per il +21 (110-89)!

Milwaukee Bucks – Orlando Magic 105-98
MIL: Middleton 21, Ilyasova 16 (11 rimb), Knight 24, Henson 10, Sessions 16
ORL: Harkless 14, O’Quinn 10, Vucevic 12 (12 rimb), Afflalo 12, Nelson 13, Harris 11, Oladipo 12

Brandon Knight guida da solo alla vittoria i Bucks contro i Magic; l’ex Pistons ha realizzato tutti i primi 9 punti del 4° quarto dei suoi portandoli dal -3 al +6 (77-71), Orlando non riuscirà più ad andare sotto i 3 punti di scarto

Utah Jazz – Atlanta Hawks 110-112
UTA: Jefferson 15, Williams 18, Favors 14, Hayward 13, Kanter 11, Burks 12
ATL: Carroll 11, Millsap 23, Antic 12, Korver 26, Teague 14

Gli Atlanta Hawks rispondono ai Knicks espugnando di misura l’EnergySolutions Arena di Salt Lake City; successo arrivato in rimonta grazie al tiro pesante, sotto di 3 (96-93) prima Korver e poi Carroll hanno realizzato le triple del pareggio e sorpasso (96-99) a 2’47” dal termine, nel finale gli ospiti non tremeranno dalla lunetta (9/9) e porteranno a casa una vitale vittoria per la corsa ai Playoffs.

Los Angeles Clippers – Phoenix Suns 112-105
LAC: Barnes 13, Griffin 37, Jordan 8 (17 rimb), Collison 10, Paul 17 (11 ass), Granger 14
PHX: Tucker 14 (10 rimb), Frye 10, Plumlee 12, Green 16, Dragic 23, Markieff Morris 16, Marcus Morris 11

E sono 8 W consecutive per i Clippers di Chris Paul vincenti stanotte contro i Suns; non c’è mai stata partita, i Suns sono stati al comando del match per soli 18” ad inizio partita prima di venire travolti dai Clippers, a 4’26” dall’intervallo i padroni di casa erano già sul +20 (54-34) dopo un parziale 13-0. Tra l’altro ennesima pseudo-rissa con Blake Griffin coinvolto.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • sgm

    James ancora in difficoltà: tolto un grande primo tempo ha fatto un pò di fatica…0 liberi per due consecutive, credo non sia mai successo…Flash invece sembra rivitalizzato.

  • Nitrorob

    NY e ATL tornano alla vittoria!!!!!
    si può parlare di miracolo????? in questo periodo nero per le top 3 tutto può succedere a quanto pare!
    manca solo una vittoria di Phila ora…..

    MCW a quante triple doppie è arrivato?? è la seconda o la 3°? mi sono perso (cmq numeri assurdi per essere al primo anno) peccato che stia in una squadra di mentecatti

    Melo stanotte deve ringraziare il suo acerrimo nemico (non che cancro del gruppo) Studemire……altro che

    Big Jim si prende un’altra pagnotta gratuita, strano!!
    non mi stupirei se quest’estate invece che allenarsi con LBJ (per esempio)si allenasse con Tyson ahahah
    in compenso gran prestazione la sua con quasi il 100% al tiro

  • @nitro
    seconda tripla doppia per MCW che entra nel club degli 8 giocatori che quest’anno ha realizzato triple doppie multiple, almeno con lui e Noel abbiamo qualcosa di buono su cui ripartire

  • Nitrorob

    azz è vero, ero convinto fosse la 3°,ma sia contro mia che contro Ny (mi pare) l’ha sfiorata

    cmq guardando le stats l’ha sfiorata più di una volta, mamma mia!!!

  • sgm

    Mah, MCW bisogna vederlo in contesto serio sotto pressione, questi Sixers hanno zero aspettative e pressioni

  • Michael Philips

    Heat che nonostante le 3 L in quattro gare dovrebbero far più paura ora rispetto a qualche mese fa. Perché?

    Perché per un lebron che attraversa un periodo discontinuo(zero liberi concessi in due gare, per ricordare che è il più protetto dagli arbitri)c’è un wade che pare tornato a pieno regime e viaggia a 21-22pts a gara, e i dubbi principali legati al destino di miami erano proprio(e sono)legati alla salute di wade.

    Cambiando fronte, i knicks sono alla 4 W di fila, ok contro team scarsi, ma sono sempre 4 W e noto che guarda caso, in questo periodo Stat è rimasto in campo molto più del solito, e ha di conseguenza prodotto molto di più offensivamente parlando. Vedremo nelle prossime gare se si tratta solo di una coincidenza.

    Lo scimmione griffin sta sotterrando tutti i suoi detrattori. L’ho dissi giorni fa e lo ripeto: è lui il trascinatore del team, e lo è diventato sia perché si è fatto il culo in estate, ed è migliorato, e lo è anche perché ha ricevuto la giusta considerazione in attacco, cosa che mancò l’anno scorso.

    I veri dubbi riguardano il suo rendimento nei playoffs, che per ora è stato, per due anni di fila, compromesso dagli infortuni.

  • fabiostoppani

    Mammamice Griffin… Quanto mi piace dover cambiare idea su un giocatore… Eccezionale, giocatore straordinario sotto tanti punti di vista, primo fra tutti la capacità di migliorarsi. Perché diciamolo, fino a qualche tempo fa’ Blake era davvero solo schiaccioni e proprietà fisiche imbarazzanti. E’ riuscito con cura e dovizia a migliorare quasi tutto quello che avrebbe dovuto migliorare. Poi magari non rappresenterà i miei gusti a livello estetico ma quanto è forte!? Chapeau

  • fabiostoppani

    Ah dimenticavo il tributo a Malone… Simbolicamente mi molto piaciuto. Perché dopo averlo fatto, ha anche abbassato lo sguardo come per dire… Malone è Malone. Beh se quello è il suo modello a cui aspira ad arrivare, non può che piacermi e da quello che sta mostrando, sembrerebbe proprio così. Glielo auguro di sfiorare quel livello, se mette la stessa grinta e voglia dimostrate può farlo. In bocca al lupo

  • gasp

    Misà che i Suns hanno finito di stupire…ora sono noni e l’assenza di Bledsoe (che comunque ritornerà domani) si fa sentire e la rotazione corta la stanno pagando…Memphis e Dallas certamente meritano, ma se Phoenix non va ai PO è un’ ingiustizia.

    Blake visto che non sa solo saltare? Io lo dico da un’ anno e piú…

    Adesso faccio una fantasticheria: pensate se i Knicks arrivano ottavi e fanno come nel ’99?

  • Magic

    Gasp
    Non correre troppo e non creare illusioni: la squadra sta giocando molto bene nelle ultime partite, ma è tardi e gli Hawks hanno un caldendario abbastanza agevole, quindi con il reintro di Millsap mi sembra improbabile che NY recuperi tre partite e mezza in un mese.

    Detto ciò, bentornato Stat, fondamentale dato un Melo un po’ acciaccato.
    Se Hardaway diventasse più continuo…sarebbe una bella steal alla 24.

  • gasp

    Magic
    Appunto, ho specificato che era una fantasticheria 🙂

  • Nitrorob

    @Gasp se i Suns non vanno ai PO smetto di guardare l’nba eheheh

    dai non posso e non voglio crederci che una squadra come Memphis gli rubi il posto (anche se se lo sono meritati)
    dovrebbero andarci solo per quello che hanno fatto quest’anno!
    basta ora vado a Memphis…..vediamo come si può risolvere la situazione ahahahah

    se è vero che torna Bledsoe allora rimango fiducioso

  • gasp

    Ho sentito che Bledsoe dovrebbe ritornare sta settimana…

  • Nitrorob

    io cmq se Stat fa bene sono solo contento!
    sarà quello che sarà ma secondo me questo avrebbe fatto mooolto meglio in un altro ambito o cmq gestito diversamente!
    ovviamente sono quelle cose che non potremo mai sapere….

  • Il vicino di erba

    Se Memphis va ai playoff, nulla da dire possono dare fastidio a tutti, spero ci vadano a scapito di Dallas che non ha nulla da dare a parte un uscita secca al primo turno

  • brazzz

    siamo a 17 in fila..davvero,qualcuno sa quale sia il record di L consecutive?

  • gasp

    Brazzz
    Cavs 2010-11 26 L

  • troy hudson 88

    Clippers
    bravi tutti in attacco ma se non mettono apposta la difesa ai playoff escono presto..

    Knicks
    facevano pena e anche adesso dopo 4 w fanno pena.. semmai andranno ai playoff sarà a causa della pochezza dell’est.. fossero ad ovest avrebbero il record dei lakers..

    PS: andrò controcorrente ma Griffin per essere rispettato dovrá tirare un cazzotto a qualcuno prima o poi.. mi sembra chiaro che gli avversari sì azzardino a fare ste porcate solo perchè sanno che tanto lui non reagirá.. reagisci una volta per bene, ti prendi le tue giornate di squalifica, ma non ricapiterá più.. almeno non con questa frequenza e non da un pj tucker qualunque..

  • brazzz

    26..è fattibile…
    sui knicks concordo..facevano fanno e faranno pena per quest’anno…dovessero arrivare ottavi,e solo xhe l’est fa pietà e atlanta ne ha la metà fuori,un bel 4-0 e tutti a casina..quelli del 99 avevano tutta un’altra testa (e non solo)rispetto ai craniolesi attuali

  • Il Nichilista

    A me Carter-Williams non impressiona affatto a parte per le steals dove oggettivamente è bravo.
    Secondo me il contesto di nullità assoluta lo aiuta molto a portare a casa qualche buon numero, se fosse in un team che si gioca qualcosa vedremmo ben altre marcature da parte degli avversari

  • Michael Philips

    troy hudson

    Duncan non ha mai reagito alle provocazioni, eppure la gente non ha abusato di lui.

    Se Blake regisce con quasi certa esplulsione, potrebbe per assurdo incoraggiare chi lo vuole provocare. Se lui reagisce e si fa espellere, la strategia funziona.

    Riguardo l’inspiegabile odio nei suoi confronti, leggo che tra le ragioni possibili c’è una qualche questione razziale. Sì, perché nell’ambiente NBA Griffin è percepito come un bianco che schiaccia in testa a tutti. Vaglielo a dire che è mulatto e che il padre è di colore.

    Ok a vederlo sembra bianco(come kidd, pure lui mulatto)ma comunque non capisco il problema. C’è addirittura chi si chiede se in quanto mulatto lui possa dare del negro a quacuno, cosa che in america, secondo una legge non scritta, possono fare solo le persone di colore.

    Andiamo bene…

  • michele

    mp

    hai il dato esatto del rapporto W/L durante l’assenza di Paul?

    Come dicevo ieri i Knicks hanno un buon calendario, se non sgarrano ce la fanno senza problemi a ricucire il gap con Atlanta.

  • Nitrorob

    insomma cazzate!!!

    noto con estremo piace invece che Nichilista non ha fatto un commento su RW-Ibaka_Brooks-Presti
    certo sempre di una sparata a 0 si tratta ma almeno per oggi lascia stare il discorso ahahahah

    ma un commento positivo su un giocatore ogni tanto ti fa schifo?
    cosi facendo non si riesce neanche a capire chi ti piace…:-)

  • michele

    nichilista: nomen omen caro rob.

  • Michael Philips

    Michele

    13-6 (68% di vittorie) mentre con CP3 69%.

  • “@nichilista A me Carter-Williams non impressiona affatto a parte per le steals dove oggettivamente è bravo.
    Secondo me il contesto di nullità assoluta lo aiuta molto a portare a casa qualche buon numero, se fosse in un team che si gioca qualcosa vedremmo ben altre marcature da parte degli avversari”

    scusami ma hai scoperto l’acqua calda, ovvio che un rookie buono giochi almeno il primo anno in una squadra scarsissima, se la squadra fosse stata buona non avrebbe avuto la scelta alta, per esempio Allen Iverson tanto per rimanere in tema Sixers, non è che arrivato lui e i Sixers sono diventati contender, anzi hanno chiuso con 22-66 persino peggio dei Sixers di oggi, adesso non dico che MCW sia il nuovo Iverson però il discorso è quello, e poi lui è una pg e la voce statistica piu importanti è quella assist, e come li fai gli assist se giochi con una band di scappati dalla D-League? secondo me anzi hanno più peso specifico i 10 assist di gente come MCW, Dragic o Rubio che i 12 di CP3 che male che ti vada la passi ad un paio di all star che in teoria dovrebbero buttarla dentro in un modo o nell’altro e infatti nello specifico MCW metteva numeri decisamente migliori prima che Evan Turner e Spencer Hawes andassero via

  • michele

    mp

    grazie!

  • ah comunque dettaglio non da poco, sono di partissima e stravedo per MCW quindi ovviamente (s)ragiono col cuore 😉

  • shawn matrix

    Posso chiedervi cosa mai vi abbia fatto di male Dallas per essere sempre cosi bistrattata a favore di Memphis e Suns??
    Ok i suns sarebbero una squadra da tanking quindi può “far simpatia” la loro stagione, ma dei Mavs a inizio stagione non si pensava molto meglio.
    Memphis invece? Cos ha fatto per meritarsi il posto piu di Dallas?

  • Nitrorob

    infatti io voglio Dallas e Phoenix ai PO a discapito di Memphis
    perchè se lo meritano mooolto di più degli orsi visto il roster che si ritrovano

    e poi sarebbe un ennesimo regalo a Dirk (che trà l’altro stà giocando una stagione decisamente buona viste le ultime)

  • fabiostoppani

    Perché Dallas, San Antonio, OKC, Houston (anche se meno rispetto a qualche anno fa) fanno parte di quell’America che generalmente non piace. Anche Phoenix potrebbe rientrare nel calderone ma si salva solo perché è più vicina alla California… Non sono ragionamenti miei ma di molti spazi che ruotano intorno all’NBA. Anche in questo blog a volte li sento e rabbrividisco.

  • michele

    penso che si preferisca memphis a dallas perchè i grizzlies sono una di quelle squadre che possono fare un upset al primo turno ( come fatto nel 2011 e nel 2013).

    tutto quest’odio per le texane non l’ho mai avvertito..ai tempi delle finals 2011 il 90% dei tifosi teneva per dirkone dai.

    gli spurs sono detestati dai lacustri per una mera questione di rivalità, sono le due squadre più vincenti degli ultimi 15 anni e i rispettivi tifosi si guardano in cagnesco.

    houston vive ancora del ricordo di giocatori molto amati come olajuwon e tmac, forse adesso c’è chi detesta howard e di riflesso anche i rockets…ma niente di che.

  • hanamichi sakuragi

    a me gli spurs non stanno sul cazzo anzi.. ma dallas la vedo perdente con chiunque memphis no.

  • Mamba 93

    Sebbene due delle tre vadano ai playoff,stanno facendo delle stagioni straordinarie.Memphis ha cambiato coach,ma nonostante ciò ha mantenuto uno dei migliori sistemi difensivi,Phoenix tutti pensavano ad una stagione da tank ed invece sono a lottare per i playoff,Dallas per Dirk non ci sono parole,straordinario.

  • fabiostoppani

    @Michele Giusto perché c’era Lebron dall’altra parte. Anche all’epoca dell’anello Wade-O’Neal, verso Dallas erano indirizzate più prese per qulo che altro.
    Gli Spurs il rispetto se lo sono dovuti conquistare con imprese epiche.
    In generale quelle franchigie rappresentano idealmente e nell’immaginario collettivo quell’America un po’ bigotta, sudista che trova in Hazard la versione più sbarazzina. Non che queste franchigie facciano in modo di rappresentare qualcosa di molto diverso dalla contrapposizione allo starlettismo losangelino. Il sistema Spurs lo conosciamo e Duncan è l’emblema del giocatore esemplare lontano dalle luci della ribalta con un allenatore stereotipo dell’uomo duro ex agente CIA. Dallas vive una realtà, nonché rivalità, molto simile con un underrated come Nowitzky come stella. Houston ultimamente ha mostrato giocatori simbolo spettacolari come TMac e Harden ma la franchigia è stata ancorata fin dai tempi di Olajuwon al contesto di una stella e un contorno. Come non ricordare Hakeem e la squadra di grandiosi operai che aveva dietro? Con l’arrivo di Barkley e Pippen molto cambiò passando da Mobley, Francis fino ad arrivare a TMac. La franchigia più trendy fra le texane. OKC si salva invece perché è giovane, fresca, fino a qualche tempo fa underdog e con giocatori spettacolari. Ma resta il fardello di aver “buttato fuori” la Seattle liberal-radical chic. Verranno da molti considerati come una città di bovari, soprattutto da chi considera Buffa un oracolo. Questo è il destino immaginifico di quelle franchigie. Cappello in testa e rodeo. Però come vincono… RESPECT

  • gasp

    A me Houston sta simpatica, ha preso sempre mazzate dai Lakers! Ahahah

    Comunque forse le franchigie texane non piacciono perche rappresentano lo stato simbolo dell’ideologia USA…boh

  • low profile

    io non ho nulla contro i lakers, li prendo in giro quando mi danno spunti (recentemente è fin troppo facile) come farei con chiunque altro ma nella maniera più assoluta guardo in cagnesco i loro tifosi molti dei quali sono tra gli utenti che leggo più volentieri, i bilanciati per piacere di conversazione e i Kobisti incalliti beh perchè sono troppo divertenti.

  • troy hudson 88

    Michael Philips

    si si tutto vero ma Duncan è tutto un altro tipo di personaggio rispetto a Griffin .. Duncan non si è mai messo in posa prima di una schiacciata per esempio.. è difficile che a qualcuno venga in mente di dargli una legnata.. poi ti giro il discorso: hai mai visto un Cousins o un Zibo subire i falli che subisce Blake?? no perchè sennò poi sono cazzi tuoi.. poi nessuno vuole trasformare Griffin in un attaccabrighe alla Cousins ma con una reazione proporzionata all’ennesima provocazione forse si toglierebbe quel bersaglio che ha dietro alla schiena.. lo so è un discorso “machista” e un po stupido ma è l’ nba ad stessa ad essere machista e un po stupida in alcuni suoi aspetti ..

  • michele

    Gasp

    veramente Houston nella sua storia ha combinato diversi scherzetti ai Lakers, ben tre eliminazioni clamorose (81, 86 e 96).

    stoppani

    Io tutta questa antipatia verso i Rockets non l’ho mai vista. Idem per Dallas. Per gli Spurs sì, ma solo da parte dei tifosi lakers, che notoriamente sono una marea. E poi dai, ci sono tutti i Tranquillo boys allevati da Flavione che un minimo bilanciano.

    Per la vicenda dei Thunder non c’entra niente la Seattle radical-chic ( dio, questo termine credo lo usi solo Gasparri nel 2014 a parte te), quella fu vista come una gran porcata, stop.

  • gasp

    Michele
    Be il ’96 non fu proprio clamorosa: erano arrivati grazie dall’entusiasmo per il ritorno di Magic, alla fine erano una squadra mediocre.
    L’ 81 e ’86 si, ma su sette incontri ai PO ne hanno vinti solo tre…

  • Mamba 93

    @Michele, lascia stare le porcate, porcone!

  • Mamba 93

    Grazie per avermi rubato il nome,non so chi tu sia,ma se devi trollare almeno cambia nome.

  • fabiostoppani

    @Michele Come vuoi chiamarla? Limousine liberal? Champagne socialist? Seattle profuma/puzza di radicalchicchismo.

  • Michael Philips

    troy hudson 88

    capisco quello che dici, ma Cousins non è l’esempio più azzeccato. Lui riceve spesso dei contatti allucinanti e tante provocazioni, ma queste continuano perché è fin troppo facile da provocare.

    Griffin non capisco cosa abbia fatto per meritare tutte le botte che prende. La sfiga dei giocatori così, che reggono bene i contatti duri, è che gli arbitri poi tendono a non fischiare tanti falli. Come accadeva con shaq che pure andava spesso in lunetta, ma se avessero applicato le regole alla lettera o’neal avrebbe avuto 20 liberi a sera, dato che quando andava in post prendeva tantissime botte, che però assorbiva come nessuno.

  • michele

    beh nel 96 comunque i Lakers partivano col fattore campo favorevole.

    idem nell’86, sconfitta 1-4 clamorosa, aldilà del buzzer di Sampsons

    per l’81 dice tutto il titolo del LA Times: Tragic Magic ( mi pare sbaglio’ due liberi decisivi, bisogna chiedere a Brazz che la segui’ in diretta eheheh)

    anche nel 2009 i Rockets senza Yao e Tmac portarono i Lakers fino a gara 7.

  • Mamba 93

    Michele il 2009 è di poco valore,anche voi nell’anno del titolo siete andati a gara 7 nei primi due turni,contro Atlanta(record negativo) e Cleveland,che a parte James,non avevano nessuno.Concordo sulla sorpresa dell’81 e 86,ma nel 96 non si può parlar di sorpresa,la nostra punta di diamante era Van Exel.

  • Tiduz

    Griffin 37 punti, 14 su 16 = dominante!!!

    ps. ho salvato la partita

  • Tiduz

    ah nessuna schiacciata per il gioiello dei clips, questo per i detrattori.

  • michele

    boston nel 2008 era al primo anno con quel nucleo, fece fatica nei primi due turni perché non c’era ancora una buona amalgama, che si è poi trovata contro detroit e lakers……nel 2009 i rockets pur menomati vi portarono a gara 7

    e credo che in america chiunque si ricordi dell’81 e dell’86 prima delle due eliminazioni al primo turno del 90 e 91 ( abbastanza banali, i lakers erano nettamente più forti).

    quindi dire che i lakers vincono sempre coi rockets è una sciocchezza dai, anzi storicamente si ricordano prima di tutto gli upset dei razzi.

  • Mamba 93

    hai ragione michele il pride vince sempre