Brooklyn incubo Miami, volano Clippers e Knicks!

Brooklyn bestia nera di Miami che è in crisi, NY vince ancora e insegue i Playoffs, Cleveland sgambetto a Phoenix, Conley salva Memphis, Clippers volano!

 

 

 

Miami Heat – Brooklyn Nets 95-96
MIA: James 19, Bosh 24, Wade 22, Chalmers 14
BKN: Pierce 29, Livingston 13, Blatche 11, Teletovic 17

I Miami Heat confermano il momento difficile della stagione perdendo nuovamente (3 su 3) contro i Brooklyn Nets con Paul Pierce solito giustiziere; a 1’45” dalla fine Pierce realizza il canestro del sorpasso sul 92-94, Bosh e Wade mancano il canestro e Deron Williams allunga sul +4 (92-96) a 35”! Sembra fatta ma Bosh trova un 2+1 per il -1 a 30”, D-Will va per chiuderla ma sbaglia lasciando 8” ai padroni di casa che però, con Bosh, perderanno la palla.

)

Orlando Magic – Denver Nuggets 112-120
ORL: O’Quinn 10, Vucevic 20 (16 rimb), Afflalo 24, Nelson 19, Oladipo 15. Harris 11
DEN: Chandler 21 (10 rimb), Faried 26, Lawson 17 (12 ass), Hickson 20, Arthur 14

Denver passa ad Orlando guidata da Kenneth Faried e Ty Lawson; partita equilibrata fino a 4’33” dalla fine del 3° quarto, sul +4 Denver fallo di Harkless su tiro da 3 (realizzato) di Chandler, da li break di 6-0 per il +10 (70-80) con Denver che non si è più voltata.

Philadelphia 76ers – Sacramento Kings 98-115
PHI: Young 16, Sims 20 (10 rimb), Anderson 17, Carter-Williams 13, Wroten 10
SAC: Gay 27, Xousin 19 (12 eimb), McLemore 15, Thomas 20, Thompson 14

Sacramento infligge la 18esima sconfitta consecutiva ai 76ers battendoli a casa loro; dopo aver chiuso sotto solo 4 il primo tempo (54-58), Sacramento è scappata via nel 3° quarto (22-32) entrando nell’ultimo avanti di 14 (76-90).

Toronto Raptors – Detroit Pistons 101-87
TOR: Johnson 20, Valanciunas 8 (13 rimb), DeRozan 25, Lowry 19
DET: Smith 13, Monroe 13 (10 rimb), Drummond 16, Jennings 24

Italian Job: Datome /

Toronto risponde a Brooklyn battendo i Pistons (10ima sconfitta in trasferta consecutiva) e facendo un favore ai Knicks; i canadesi provano la fuga subito ad inizio ripresa con un break di 13-2 portandosi dal +7 al +18 (65-47) ma Detroit non molla e entra nell’ultima frazione sotto solo di 5 (74-69). Toronto non perderà il controllo e ancora una volta comincerà con le marce alte, 9-0 in 2’30” per il nuovo è14 (83-69) e stavolta i Pistons non recupereranno.

Washington Wizards – Charlotte Bobcats 85-98
WAS: Gortat 12 (10 rimb), Beal 18, Wall 23
CHA: Kidd-Gilchrist 10 (12 rimb), Jefferson 26 (10 rimb), Henderson 13, Walker 16, Douglas-Roberts 10

Al Jefferson invece conferma l’ottimo momento di stagione, ennesima doppia-doppia trascinante per Charlotte; match combattuto fino a 4’58” dal termine, sul -3 Washington (80-83) si scatena Kemba Walker, il PG realizza 7 punti consecutivi dando vita ad un parziale finale di 15-5 per il successo finale!

Boston Celtics – New York Knicks 92-116
BOS: Green 27, Humphries 15, Bayless 15, Sullinger 10
NYK: Smith 13, Anthony 34, Aldrich 12 (10 rimb), Hardaway Jr. 22

Italian Job: Bargnani DNP

Malgrado l’assenza di Stoudemire i Knicks vincono la 5^ partita consecutiva trascinati dal solito Carmelo Anthony e tengono in vita la speranza Playoffs; Melo realizza 19 dei suoi 34 punti nel primo tempo dove NY domina tanto da andare al riposo lungo avanti di 20 (68-48), Boston proverà una reagire ma NY non si farà sorprendere.

)

New Orleans Pelicans – Memphis Grizzlies 88-90
NOP: Davis 29 (10 rimb), Morrow 10, Roberts 12, Rivers 14
MEM: Randolph 13, COnley 16, Allen 13

Vittoria cruciale per la lotta all’8° posto ad Ovest per i Grizzlies che vincono a New Orleans all’ultimo respiro; a 76” dalla fine Tony Allen pareggia sull’88-88, Rivers sbaglia da 3, Gasol manca il layup e Morrow ri-sbaglia da 3 dando 14” agli ospiti per l’ultimo tiro. Si incarica Mike COnley che a 1” dalla fine realizza il tiro del sorpasso, vana la preghiera finale di Austin Rivers.

)

Utah Jazz – Dallas Mavericks 101-108
UTA: Jefferson 12, Favors 15, Burke 20, Burks 13, Kanter 18 (13 rimb)
DAL: Nowitzki 31, Ellis 16 (11 ass), Calderon 10, Harris 12, Ellington 11

Dirk Nowitzki dice 31 punti, doppia-doppia per Monta Ellis e vittoria esterna per i Mavericks; Utah però fa soffrire i texani che hanno trovato il cosiddetto colpo di reni negli ultimi 3’, tripla di Monta Ellis seguita da un’altra di Jose Calderon per un parziale di 11-3 per il +10 (96-106) Mavs a 1’54” dalla fine.

San Antonio Spurs – Portland Trail Blazers 103-90
SAS: Leonard 12, Duncan 10 (11 rimb), Splitter 12 (10 rimb), Green 14, Ginobili 13, Mills 15
POR: Batum 13 (14 rimb), Aldridge 14, Matthews 13, Lillard 23, Wright 10

Italian Job: Belinelli 9 pt (1/1, 2/6, 1/1), 3 rimb, 1 ass, 1 rec, 1 persa

Dopo Chicago San Antonio piega anche Portland (infortunio per Aldridge) con i soliti noti; Trail Blazers che però fanno tremare gli speroni, infatti dal -17 gli ospiti si sono portati sul -9 (73-64) a fine 3° quarto. Inizio di 4° periodo di fuoco per Belinelli che spara 2 delle 3 triple consecutive per un 9-0 Spurs che chiude i giochi sul +18 (82-64).

)

Phoenix Suns – Cleveland Cavaliers 101-110
PHX: Markieff Morris 14, Frye 17, Dragic 20, Bledsoe 15, Marcus Morris 18 (10 rimb)
CLE: Deng 18, Thompson 13, Hawes 19, Jack 11, Irving 23, Waiters 10

Torna Eric Bledsoe nelle file dei Suns ma sono i Cavs di Kyrie Irving a portarsi a casa il referto rosa; match deciso a cavallo tra il 3° e il 4° periodo con Dion Waiters scatenato, sulla sirena del 3° trova la tripla del +5 (77-82) e nel 4° piazza un personale 5-0 seguito da un jumper di Irving per il +12 (77-89) Cavaliers, vantaggio gestito poi fino alla fine.

Los Angeles Clippers – Golden State Warriors 111-98
LAC: Barnes 11, Griffin 30 (15 rimb), Jordan 10 (11 rimb), Collison 11, Paul 16 (12 ass), Green 13, Granger 18
GSW: Iguodala 13, Lee 20, Thompson 26, Curry 13 (11 ass), Green 10

Neanche i Warriors hanno potuto opporsi al momento magico dei Clippers, 9^ vittoria filata e un Blake Griffin sempre più dominante; Warriors avanti 75-79 a 3’ dalla sirena del 3° quarto, poi ecco un 9-0 Clippers con tanto di buzzer-beater da 3 di Paul per il +5 (84-79), nell’ultima frazione i padroni di casa riescono a scappare via con un 6-0 per il +10 (101-91) senza più girarsi.

)

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • docpretta

    molta carne al fuoco oggi. ECCELLENTE

  • cuni

    Ma questi Bobcats? Vincere a Washington è un gran colpo..e big Al continua a martellare di brutto…

    Griffin sta rullando ancora di più..

    Chissà cosa succederà se ci sarà Brooklyn-Miami ai playoff.. Alla luce della RS, promette battaglia

  • Nitrorob

    Diciamo che la colpa non era di Bosh e del passaggio è???
    ma di LBJ che è stato un pò prevedibile!
    e sopratutto di un super anticipo di Telotovich!
    anzi il povero Bosh come nelle finals ha rischiato di salvare la baracca ancora una volta!
    cmq PP ogni volta che vede LBJ si scatena! gli vengono gli occhi rossi e fa partire lo show!
    e Miami ringraziasse il 3 e l’1 viste le ultime partite di Lebron!!

    Big Al mangia tutti

    ma la menzione d’onore questa volta va all’immortale Dirk che arriva al 12esimo posto nella classifica dei marcatori con una prestazione a dir poco perfetta 12/14 al tiro e 4/4 da 3!

    Bleedsoe torna e come previsto almeno la prima la perdono (anche se non per colpa sua) sarebbe bastato poco di più per battere questi Cavs

    ps. sul discorso Nets di ieri, non mi ricordo chi ha detto che questi Nets erano una delusione!
    sinceramente io non la vedo cosi, sono una delle squadre con più infortuni trà le fila, hanno un allenatore al loro primo anno!
    hanno perso il loro centro titolare se non miglior realizzatore della squadra ad inizio anno, D-Will è tornato da meno di un mese
    Garnett gioca e non gioca, per non parlare di AK47, poi il resto?
    JJ sa mettere solo i tiri all’ultimo e non sempre
    Teletovich Blatche Plumlee Liviston ecc ecc, chi è stà gente?
    io per come è partita la squadra non vedo perchè dovrebbe essere una delusione considerando che si giocano il 3° posto dopo aver passato un periodo di merda

  • Entrambi, James si è fumato la Jamaica, è inguardabile!

  • Magic

    James sta giocando in maniera pessima, stanotte ho visto delle giocate veramente inguardabili da parte sua.

    Nitro
    Teletovic è un ottimo rincalzo, tiratore alla slava e discretamente mobile; Blatche a livello di talento offensivo è uno dei migliori lunghi della lega; Plumlee è un solido rimbalzista e Livingston una volta era considerato una specie di erede di Magic (poi gli infortuni lo hanno distrutto, ma il talento non l’ha perso). Direi che non si tratta esattamente di Aldrich (palesemente dopato stanotte), Tyler, Shannon Brown e Murry.

    NY
    Svegliarsi un po’ prima sarebbe stato così noioso? Sempre i soliti Knicks. Senza Chandler e Amare però è stata un’altra ottima vittoria, con Tim Hardaway ancora impressionante ed il solito monumentale Melo.

  • cips

    A James gli hanno rubato il talento come in space jam???

  • tom

    chissà dove si accaserà il prossimo anno quella bombard a di leporn jenna jameson per tornare a vincere un altro titolo in maniera illegale… mumble mumble mumble…

  • Nitrorob

    si vabbè Magic ma ad inizio anno chi è che avrebbe scommesso su questi 3??
    dai, sopratutto Blatche!

    questi con la sfiga che hanno avuto stanno tornando su degnamente

  • Michael Philips

    Nets si confermano bestia nera di miami.

    James conferma l’andazzo pessimo delle ultime uscite.

    Io non credo sia un problema che il jumper non entra, il problema è che resta isolato per gran parte della partita, che non partecipa e che palesemente non ha energie in questo momento.

    Wade invece sta carburando benissimo. Bosh sa segnare, ma con lui nel pitturato continuano a far festa tutti.

    Farei notare come per l’ennesima volta in 4 anni, quando Wade è in forma, James tende a prendersi lunghe pause durante il match, come a dire, “guarda, fai te che io mi devo riposare”.

    L’atteggiamento è sempre la pecca n.1 di questi heat. Quel fare che avevano i lakers del repeat, spesso irritanti per la poca intensità messa in campo.

    Poco male, l’importante è che wade arrivi ai playoffs in forma e con più fiducia nei propri mezzi. Lebron si riprenderà e così via.

    Clippers nove di fila…

  • cuni

    MP

    Ora non vorrei dire che lebron lo faccia apposta anzi, ma forse si è accorto di non avere tutte le energie che immaginava o comunque pensa di gestirsi di più in vista dei playoff. Oppure magari è solo un periodaccio.. Ipotizzo, ovviamente

  • Michael Philips

    Cuni

    Non so, leggevo che nelle interviste post-gara tutti e tre hanno parlato di fatica e frustrazione per come sono finite le ultime gare, quasi tutte all’ultimo possesso, sempre giocato malissimo.

    Lebron sembra fuori ritmo, ma una cosa che ho notato, è che lui forse sta cercando di cavalcae il recupero di wade. Wade ha bisogno di gestire più palloni e prendersi più responsabilità, mentre James deve quindi assecondarlo e farsi un pò da parte. Un periodo simile è capitato un pò in tutte e 4 le stagioni dei 3 amigos, solo che spesso le vincevano comunque. Poi oltre a questo si vede che lebron non ha energie, non ha intensità e lucidità in attacco.

  • Bj elder

    Occhio ai nets ai play off! Saranno anche vecchi ma hanno una tale profondità che possono giocare venticinque minuti a testa proponendo sempre un quintetto di altissimo livello! Io non li sottovalutarei in più sembrano accoppiarsi bene con gli heat… Non credo che abbiano deluso in fondo nessuno si aspettava da loro una regular season di primo livello bensì una buona posizione senza spremere troppo i nonneti!

  • mad-mel

    @ magic: abbiamo un calendario con squadre imbarazzanti a marzo, almeno vincere queste per salvare la faccia.
    Ma cosa aveva questa volta il mitico stat?

    Su Lebron: undicesima stagione, tutte fatte a bomba, più di ottocento partite sulla groppa, umano anche lui, ci stanno questi cali.
    Cmq se fossi in Indiana e soprattutto Miami pregherei di non trovare sul cammino playoffs i Nets.

    Portland sono in calo evidente. Ne sta perdendo parecchie.

  • Nitrorob

    ultime 4 perse di Miami contro

    Houston
    Spurs
    Bulls
    Nets

    cos’anno in comune queste squadre??? vediamo se la pensiamo uguale!

    i Nets potrebbero diventare veramente ostici se riuscissero a recuperare Lopez, ma siccome a meno di un miracolo la cosa sembra impossibile usciranno appena incontreranno una squadra decente purtroppo

  • cuni

    MP

    Si beh, anche se ci si sta gestendo, sono d’accordo con loro, non fa mai piacere perdere nei possessi finali. Riguardo a Wade, beh avrebbe senso a pensarci bene, meglio prendere le cose x tempo (che ormai non è più tanto, a dire il vero) x arrivare ai PO in palla, lebron forse potrebbe anche avere un ipotetico bottone “modalità playoff” e cambiare totalmente, Wade forse no, più che altro anche (se non principalmente) x motivi fisici..staremo a vedere.. I PO di quest’anno mi intrigano molto, non sto più nella pelle

  • cuni

    Nitro

    Rimbalzisti? Più di Miami sicuro..

  • Paul Pierce sotto sotto mi è sempre piaciuto, ma adesso che non è più un Celtics posso tranquillamente dire che mi piace ancora di più, si meriterebbe un altro anello specialmente nell anno della lottery di Boston 😀

  • Nitrorob

    Esatto, tutti lunghi decenti!!!
    ora per la conferma aspettiamo il ritorno con i Rockets e le 2 con Memphis

    ps. mi dispiace per i Suns sinceramente, però ho visto che hanno 3 scelte al primo turno per il prossimo draft
    quasi che non gli conviene ammazzarsi per andare ai PO!!
    bo….
    vedremo

  • Magic

    Mad mel
    Sta di fatto ché le partite contro squadre imbarazzanti prima le perdevamo lo stesso.
    Stat è a riposo per sovraccarico al ginocchio.

  • Max

    detto anche l’altra volta: se i Nets arrivano in forma ai PO saranno azzi amari per tutti vista la profondità che hanno anche in panca

  • low profile

    Nitro
    Io ieiri ho detto che la stagione dei nets è deludente e lo confermo pure oggi, non sarà una bella vittoria su questi heats indecifrabili a farmi cambiare idea. Il monte stipendi più alto della storia nella conference più scarsa che si ricordi non può avere quel record. Ieri ho anche detto che sono stati bravi nel salvare il salvabile e che in ottica playoffs tutto può cambiare ma se parliamo di fatti realmente accaduti e non di speculazioni primaverili il bilancio è negativo, infortuni o non infortuni

  • lilin

    miami al contrario di quanto si dica sull est potrebbe trovarsi avversari tostissimi nel 2 e 3 turno…chicago nets e inidana faranno sputare sangue.

    lebron male ancora…secondo me è proprio un periodo no dove le energie scarseggiano. meglio tiri il fiato ora, anche se stanotte c è un altra gara importante.
    i 61 punti sembrano una maledizione!

    phoenix ne perde un altra…aiaiai

  • mad-mel

    Mi sono appena guardato un paio di vhs di Rodman quando era ai Bulls.
    Era bello pompato come fisico per essere fine anni 90 e aveva un agilità pazzesca.
    Pagherei per vederlo marcare James.

  • fabiostoppani

    Caro Lebron mi hai ricordato che ho visto in alcuni frangenti nelle scorse Finals. Timido, sempre pronto a passarla piuttosto che attaccare l’avversario, quando non vedi lo spazio pronto a scaricarla, se non in fiducia nemmeno tiri da 3. E ti ho visto parecchie volte così contro quegli Spurs. Poi arrivò gara 7 che cancellò tutto di colpo ma lo scienziato James quello da 65% dal campo in RS con selezione accuratissima è un giocatore che continua a non piacermi. Forse è una scienza non esatta? Continua ad aver ragione lui perché continua a portare sempre più anelli al dito ma…

  • mad-mel

    @magic..serie di vittorie ne abbiamo fatte un paio in questa stagione e subito dopo sono arrivate serie clamorose di sconfitte.
    Quindi non mi stupisco di questo piccolo filotto.
    Inoltre con le squadre più deboli in questo periodo è ancora più facile per il tanking diventa più pesante.

    Ps: stat deve morire.

  • in your wais

    2 soli giocatori oltre i 20p+10r con almeno il 50% al tiro quest’anno…Jefferson ed il Monociglio…così, giusto per dire qualcosa di nuovo…

    Continuo a pensare che i favoriti ad Ovest debbano, ad oggi, essere considerati gli Spurs, con tutte le belle parole che si possono spendere per Durant, per i Clippers, e tutto il resto

    Questo non vuol dire che arriveranno in finale, diciamo che al netto dei possibili infortuni, e fermo restando che sarà un mattanza ad Ovest, con 8 squadre su 8 ignorantissime ai PO, secondo me San Antonio è quella che ha dimostrato di più finora

  • fabiostoppani

    @IYW Diciamo che San Antonio sembra esser la realtà più solida e nessuna incognita da dipanare (infortuni permettendo ma questo vale per tutte). Sappiamo tutti cosa potrà dare e quanto valga. Le altre hanno tutti qualche incognita recondita il che potrebbe essere un bene o un male. I Thunder devono ancora riassestarsi dal ritorno di Westbrook. I Clippers fino ad oggi sono stati molto deludenti ai PO e bisognerà vedere come la metterà Griffin. Queste sono le squadre che ritengo favorite per la corsa verso la finale. Il resto se la gioca per esser la sorpresa. Portland è in calo e la panca troppo corta ora si vede (a proposito Aldridge che si è fatto?). Houston soffre troppo certe squadre (Thunder e Clippers) e manca ancora di un tassello (From Houston with LOVE) per esser veramente credibile. Golden State si appoggia troppo sulle prestazioni di Curry, magari potrà sorprendere una serie ma non li vedo arrivare fino in fondo. Memphis non è riuscita a fare il balzo in avanti, non credo proprio lo faccia quest’anno. Dallas credo sia quella meno attrezzata delle 8 e non credo possa riservare sorprese. Insomma una tonnara bella e buona. Gli Spurs comandano per solidità ma devono stare attenti a sorprese delle retrovie ma soprattutto a quello che possono essere ai PO Thunder (l’hanno già dimostrato) e Clippers (devono dimostrarlo).
    That’s Ovest baby!

  • zed

    pierce e dirk si tolgono almeno 5 anni dal groppone e dominano il campo come ai vecchi tempi,charlotte sempre più vicina ai playoffs con al jefferson colpo mercato dell’anno(mike sei grande).i miei spurs ei clippers continuano a volare mentre purtroppo i suns stanno per dire addio ai sogni di gloria in chiave playoffs ,da quando hanno detto tutti che il coach di phoenix era il coy i suns hano ccominciato a sbracare ,per me il premio lo vince il coach di indiana o doc rivers,capitolo lebron : sempre più sconcertante ma perchè devo avere sempre ragione,ho cambiato il nick giusto in tempo

  • Michael Philips

    fabiostoppani

    il lebron che seleziona i tiri e cerca di non forzare mi piace di più di quello dei cavs, realizzatore mostruoso ma meno efficiente.

    I problemi che noto da 4 anni a questa parte arrivano quando gli altri girano per conto loro. Ecco, quando questo succede(comunque di rado)lui si eclissa totalmente come a dire “vabbè, fate voi”. Se Wade inizia la gara in palla e gioca bene, james si fa da parte, prima succedeva più spesso ora per ovvie ragioni meno. Quello che spoelstra non ha mai trovato, è un sistema capace di farli coesistere per lunghi tratti della gara. Se uno è in palla l’altro sta a guardare, e tolte alcune occasioni o i contropiedi, loro non riescono ad interagire come potrebbero/dovrebbero.

    Certo uno può anche notare che:

    finals 2011: lebron più passatore e meno attaccante, heat collassano in finale, sopratutto per colpa sua(e di dirk…)

    finals 2012: lebron aggressivo in attacco, heat vincono 4-1 contro i thunder

    finals 2013: lebron gioca le prima 3 in modalità Magic “passo tutto” Johnson, poi grazie all’intuizione più ovvia della storia, capisce che deve attaccare e aggredire la difesa. Risultato: 33pts, 25pts, 32pts, 37pts. Ci sono volute 3 gare per “obbligarlo” ad attaccare come doveva fare fin da subito.

    Quello che Spoelstra sembra dimenticare in diverse occasioni, è che lebron non è solo un all-around, che sa difendere bene, ma sarebbe anche uno dei migliori realizzatori della lega. Lo stesso James qualche volta se lo è dimenticato.

  • gasp

    Per me a Est sto anno ci possono essere molti upset…

  • GOAT

    Wiggins 30 punti e 8 rimbalzi. Il ragazzo sale di colpi, ha piazzato una bimane in alley op salendo in cielo che è una roba spaventosa, canestro che manda all’ot kansas di rara bellezza con uno step back dai 5 metri con la mano in faccia. Visto che lo hanno sempre paragonato a lebron, alla stessa età direi che ha meno, molto meno visione di gioco e ballhandling, come verticalità atletica siamo lì, tiro dalla media lunga distanza e ai liberi mi sembrano proprio di un altro pianeta. Si meritava tutto l’hype che gli è stato dato.

  • Mamba 93

    @Goat, lascia stare le cose a due mani, porcone!

  • The real Mamba 93

    Ho un gemello è ufficiale,mi sa che dovrò farci l’abitudine.Bell’osservazione mp condiviso.Cuni questa stagione è piena di sorprese e i Bobcats sono una di quelle.Gran rammarico per Phoenix che pian piano sta cedendo

  • rui

    Mp
    e tanto che non scrivo ma non è proprio credibile quello che hai espresso:
    ” problemi che noto da 4 anni a questa parte arrivano quando gli altri girano per conto loro. Ecco, quando questo succede(comunque di rado)lui si eclissa totalmente come a dire “vabbè, fate voi”. Se Wade inizia la gara in palla e gioca bene, james si fa da parte, prima succedeva più spesso ora per ovvie ragioni meno.”
    Ma che cavolata è????NON mi pare che in queste ultime 4/5 partite James si sia fatto da parte o non abbia tirato…lo ha semplicemente fatto di mer…
    si deve sempre trovare una giustificazione alle sue prestazioni negative???
    Mettetevelo in testa non è questo Dio sceso in terra come volete a tutti i costi credere(parlo in generale del 75% dei tifosi NBA) e come tutti non è affidabile sempre, forse più degli altri ma non sempre. Quindi se gioca male e perche gioca male non perche SI FA DA PARTE.
    In più il prblema grave di James da cui nn guarirà mai è la sua testa, non crede al 100% in se stesso. Questo spiega il perchè di alcune serie negative che iniziano dopo una gioranta storta che può capitare a tutti.
    Ma per il mondo sarà sempre colpa degli altri, o della maglietta o del ferro che si sposta o di spo che non lo fa giocare da solo in attacco perchè potrebbe farne 100 nel primo tempo e 50 nel 3 quarto per poi dirigere a squadra nel 4.
    bah

  • rui

    tra l altro “Mr Mi faccio da parte” ha viaggiato nelle ultime 5 partite con quasi 4 TO a partita…

  • The real Mamba 93

    Rui hai perfettamente ragione.Cmq devi ammetere che un giocatore tanto alto con caratteristiche da play non si vedeva dai tempi di Magic.Lui può far schifo e l’ha dimostrato nella finale con Dallas.Non tirate fuori la storia della testa,è stato semplicemente pietoso.Del resto anche Kobe,Durant,Jordan hanno fatto brutte prestazioni.E’ impossibile essere perfetti in ogni partita.