Blackout Rockets e Miami torna a vincere!

Houston va nel pallone sul più bello e Ray Allen lancia gli Heat di un James ancora opaco, ma strappano con le unghie e con i denti un prezioso referto rosa.

 

 

Miami Heat – Houston Rockets 113-104
(32-28; 57-54; 79-81)

Heat: James 24, Bosh 18, Oden, Wade 24, Chalmers 6, Andersen 6, Allen 25, Cole 5, Battier 5, Douglas, Beasley DNP, Haslem DNP, Lewis DNP
All.Spoelstra

Rockets: Parsons 9, Jones 12, Howard 21 (14 rimb) Harden 30, Beverley 15, Lin 6, Motiejunas 7, Hamilton, Asik 4, Canaan DNP, Casspi DNP, Garcia DNP, Smith DNP
All. McHale

Stat

Recap

Avvio di gara abbastanza confusionario sia da una parte che dall’altra con molte palle perse, e le difese che soffrono i contropiedi avversari. Miami sembra avere un’altra faccia rispetto alle ultime due gare, soprattutto James, che fin da subito si prende la squadra sulle spalle. Dall’altra parte un Howard molto attivo sotto i tabellini tiene viva la sua squadra., nonostante una schiacciata subita da Lebron; a fine primo quarto il tabellone recita 32-28 Miami.

Lin inaugura il secondo quarto con una tripla, ma Miami con Battier dall’angolo e Wade con un palleggio arresto e tiro ridanno gas agli Heat. Successivamente un canestro di James fuori equilibrio allo scadere dei 24”, un Wade lanciato in campo aperto, fanno scappare a metà secondo periodo sul +11, la propria squadra. La reazione dei Rockets non si fa attendere, Harden si prende la squadra sulle spalle con l’aiuto di Jones, riportandola a contatto, prima che Beverly va a schiacciare senza coscienza contro tutta la difesa di Miami, mandando le squadre al riposo sul punteggio di 57-54 a favore degli Heat.

Al rientro dagli spogliatoi, Harden con una tripla e due liberi regala il primo vantaggio della partita ai Rockets sul 59-60, Wade e James li ricacciano in un amen a -5. Parsons scippa la palla a James, e vola a schiacciare in solitudine il 63-63. Subito dopo una bomba di Bosh e un palleggio arresto e tiro a centro area di Chalmers ricacciano a -5 i Rockets sul 70-65 a 5’ dalla fine del terzo quarto. Harden con i liberi riporta i contatto i suoi, ma soprattutto grazie a Motejunas e all’energia interminabile di Beverly che Houston chiude avanti all’ultimo riposo 79-81.

L’inizio di quarto periodo promette spettacolo, Harden piazza 5 punti in fila, ma Norris Cole risponde con altrettanta moneta. Ancora “il barba” prova ad azzannare la gara infilando una tripla senza senso, a metà ultimo quarto, il punteggio dice 92-97 Rockets. Ray Allen subito dopo l’uscita dal time out, risponde con la specialità della casa e tiene a contatto Miami. Beverly a 3’ dalla sirena prova a dare un’altra scossa alla gara, con una tripla pesante, ma Howard prende un tecnico inspiegabile e Ray Allen successivamente è letale dalla linea dei tre punti a ridare ossigeno agi Heat. A 2’ dalla sirena Allen spara ancora da tre punti propiziando il +4, i Rockets hanno perso tutta l’energia positiva e subiscono subito dopo un altro canestro dalla media di Bosh, indirizzando per bene la gara; 108-102. A chiudere la gara è un fallo duro, dopo un fischio, di Beverly su James, che si tramuta in fallo tecnico, Lebron fa 3/3 dalla lunetta e di fatto chiude il match. Negli ultimi secondi Wade e due liberi di Beverly fissano il punteggio sul 113-104.

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P