Jeanie Buss difende il contratto di Kobe e…

La figlia del Dt. Jerry torna a parlare dopo l’inizio stagione trattando i temi più scottanti che riguardano il presente e il futuro della franchigia del padre.

Il compagno è diventato il presidente operativo dei New York Knicks, il fratello Jimmy se andasse in vacanza con James Dolan potrebbe dare vita al 3° capitolo della saga “Scemo & più Scemo” e lei è l’unica figura all’interno dei Los Angeles Lakers in cui vive la speranza dei tifosi giallo-viola, stiamo parlando di Jeanie Buss!

La figlia del Dt.Jerry ah voluto subito trattare uno degli argomenti che più hanno fatto discutere, il rinnovo di Kobe Bryant (35 anni) da 2 anni per $48,5 milioni, ma lei condivide ed approva la manovra: “Al tempo non avemmo l’opportunità di fare il tour per l’addio di Magic Johnson, Kobe con la firma di tale accordo, avrà giocato 20 anni per questa organizzazione, una cosa che non succederà mai più visto che ad oggi non si possono draftare ragazzi sui 17 anni” aggiungendo: “Il tipo di longevità che ha avuto lo rende un giocatore speciale e spero che i nostri tifosi lo capiscano”.

Ma il vero punto è il futuro della franchigia che quest’anno ha toccato il fondo, la piazza è ambiziosa e spera in una rivoluzione e di tornare presto nei piani nobili dell’Ovest e della Lega e il super-rinnovo di Kobe non facilita le operazioni stando a quel che si dice in L.A, ma Jeanie risponde così: “Si sta dando troppa importanza alla situazione salariale e a tutto quel genere di cose, che è importante” aggiungendo: “Possiamo solo parlare dei giocatori e di come una squadra di basket arriva insieme e non concentrarsi sui salari ecc ?” tradotto: “Ce ne freghiamo della Luxury-tax perché possiamo permetterci chiunque!”.

Jeanie quindi non si preoccupa e tranquillizza l’ambiente, ma c’è chi difficilmente vede i Lakers sulla via della risurrezione, chi? Lo scoprirete alle 14!!!

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B