Day #2: Mercer elimina Duke, bene le big!

Upset shock con Mercer che elimina Duke, Baylor, Tennessee e Wildcats facili, McDermott doma Lafayette, Wiggins c’è, Smart a casa!!

ltro giro di ballo e altre nobili principesse cadute, Duke è la prima ad inciampare contro Mercer. Per i ragazzi di coach K poca difesa e attacco confusionario. Per Duke è il secondo Upset subito negli ultimi 3 anni. I 24 + 8 di Baristow non riescono ad evitare la sconfitta a New Mexico che si arrende a Stanford dopo una partita punto a punto.

Crolla pesantemente UMass che contro Tennessee non è mai realmente in partita lasciando sul campo un passivo di 19 punti. Facile Arizona su Weber State grazie ad una buona prova di Aaron Gordon che segna 16 punti, raccoglie 8 rimbalzi e respinge ben 5 tentativi di tiro.
Il solito Doug McDermott con 30 punti e 12 rimbalzi salva Creighton dalla sconfitta contro Lafayette, il senior di Ames nel primo tempo si carica la squadra sulle spalle e nel secondo tempo segna i punti decisivi nel momento più delicato della partita.

Salta in derby del Nebraska visto che la squadra dello stato viene eliminata dai Bear di Baylor che dopo una partenza lenta trovano il ritmo giusto anche grazie al 38 su 48 dalla linea del tiro libero. Ce la fa anche Kansas che soffre Eastern Kentucky per oltre 3/4 di partita prima di trovare stabilità di gioco, per i JayHawsk dominio assoluto a rimbalzo grazie ai 27 combinati del duo Jamari Traylor (17+14 dalla panchina) e Perry Ellis (14+13). Per Wiggins arrivano 19 punti.

Se ne torna a casa anche Marcus Smart che con i suoi Cowboys per il secondo anno di fila non riesce a fare breccia nel tabellone del torneo. La partita è sempre sotto controllo dei Bulldogs che raramente scendono sotto i 10 punti di vantaggio. Proprio Smart chiude probabilmente la sua carriera al college con una partita da 23 punti, 13 rimbalzi, 7 assist, 6 rubate e 1 stoppata, diventando cosi il primo giocatore a segnare più di 20 punti, 10 rimbalzi, 5 assist e 5 rubate in una partita di torneo. Per Gonzaga Pangos ne mette a referto 24, doppia doppia per Karnowski

Soffre con qualche grattacapo di troppo Memphis, contro George Whashington, che stando sotto tutta la partita, arriva a 15″ dalla fine con un lay-up di Joe McDonald sul -1, dalla lunetta però Michael Dixon Jr. è freddo come il ghiaccio realizzando i 4 liberi della vittoria.

Wichita State fa 35 vittorie su 35 partite giocate, andando a realizzare il miglior record della storia del college basketball, contro Cal Poly, liquidata con un punteggio piuttosto netto di 64-37. Il tabellone recitava all’intervallo (32-13), e la diceva lunga sull’equilibrio presentato dalla gara, e con i 23 punti di un ottimo Cleanthon Early, Wichita State vola ad ali spianate al turno successivo dove ad aspettarla ci sarà Kentucky.

Finale parecchio concitato tra North Carolina e Provvidence, nel quale una bomba letale di Marcus Paige agguanta la parità a quota 77 ad 1:10 dlla sirena, e a decidere la gara è un 2/4 ai liberi di James Michael McAdoo a 2″ dalla fine. Non bastano alla vincitrice della Big East i 36 punti di Bryce Cotton.

L’ultimo upset di serata arriva all’over time, grazie ad una rimonta pazzesca di SF Austin nel finale di secondo tempo. A 10″ dalla fine, la partita sembrava chiusa con VCU sopra di 4 punti (67-63), ma a pareggiare i conti e a mandare tutti al supplemetare è un gioco da 4 punti di Desmond Haymon. VCU sembra averne più energia nell’overtime, andando avanti prima di 3 e poi mantenendo le distanze di due lunghezze, ma è ancora una bomba di Desmond Haymon a spaccare la gara, dando il primo vantaggio ai suoi sul 74-73, infine prima Jacob Parker con un jumper e poi Thomas Walkup facendo 1/2 dalla lunetta, regalano una vittoria insperata alla propria squadra di due punti, nonostante la tripla fallita sulla sirena di JeQuan Lewis.

La vincente dell’ACC fatica nel primo tempo contro Coast Carolina, prima di mettere il turbo nel seconda parte di gara con un parziale di 40-24, che non lascia scampo agli avversari. Preziosi i 17 punti dalla panchina del miglior marcatore della gara Anthony Gill.

Solida prestazione di Julios Randle (19 punti) e i suoi Wildacats, che domano senza soffrire più di tanto Kansas State, i quali fin da subito dimostrano di avere la partita in mano.

Grazie ai 28 punti di Jeremy Ingram, Iowa State annichilisce North Carolina Cent. Il primo tempo è tutto sommato equilibrato anche se l’impressione che non ci sia mai fondamentalmente partita, e a 6′ dall’intervallo, sul 30-30, un parziale di 8-0 dei Cyclones scava il solco che sancisce il match.

Stessa sorte per UCLA che dopo un primo tempo sornione chiuso in vantaggio di sole 5 lunghezze su Tulsa (35-30), apre la seconda frazione con un parziale di 10-2 griffato Jordan Adams (21 punti) e Norman Powell che spacca definitivamente il match.

Round of 64 (Day#2)

Duke (#3) – Mercer (#14) 71-78

Baylor (#6) – Nebraska (#11) 74-60

New Mexico (#7) – Stanford (#10) 53-58

Arizona (#1) – Weber State (#16) 68-59

Massachusetts (#7) – Tennessee (#11)  65-86

Creighton (#3) – LA-Lafayette (#14) 76-66

Kansas (#2) – E Kentucky (#15) 80-69

Gonzaga (#8) – Oklahoma State (#9) 85-77

Memphis (#8) – G.Washington (#9) 71-66

Wichita State (#1) – Cal Poly (#16) 64-37

North Carolina (#6) – Providence (#11) 79-77

VCU (#5) – SF Austin (#12) 75-77 OT

Virginia (#1) – Coast Carolina (#16) 70-59

Kentucky (#8) – Kansas State (#9) 56-49

Iowa State (#3) – N Carolina Cent (#14) 93-75

UCLA (#4) – Tulsa (#13) 76-59

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste

  • BeastMode

    Parker partitaccia ma la colpa é abbondantemente di coach K… Perché farlo giocare da 5 e sfruttare la sua stazza quando potresti fargli fare molto di più? Erroraccio secondo me

  • Coach K a me convince sempre meno quando ha in squadra una stella; nel 2012 con Austin Rivers altra figuraccia, Vs le squadre inferiori non sa preparare la partita

  • gasp

    Resta o si dichiara al draft?

  • Fossi in lui resterei, questa figuraccia potrebbe fargli calare le quotazioni al Draft….comunque Mamoli dice bene: coach K le partite “facili” non le sa preparare

  • Iceman

    Seconde me resta,fosse andato piu avanti,ma la delusione e il senso di responsibilità potrebbe portarlo alla decisione di rimanere. Certo Che se Jabari e embiid non di dichiarano,tutta la corsa sarà su wiggins,anche se il draft mi parrebbe gia piu ridimensionato

  • Michael Philips

    Mah, io spero davvero che embiid e parker rimangano, in modo da lasciare nella merda i “Tank-Team” che hanno mandato a fare in culo la loro stagione. Sarebbe divertente.

    Io aspetto McDermott al varco. Il mio preferito.

  • Michael Philips

    McDermott appunto, tracina Creighton con 30+12!

  • Il Nichilista

    Parker resta a far cosa?!?!
    Dopo una batosta del genere deve abbandonare questo letamaio il prima possibile secondo me.
    Assurdo…. Hanno perso contro una squadra infinitamente inferiore

  • Il Nichilista

    Forza Wildcats!!
    Adesso sotto con Wichita State! In Randle we trust! Devastali come sai fare che sei una bestia!