Heat in volata, Chicago doma Indiana, Spurs 14!

James & Bosh salvano in extremis Miami, Chicago domina Indiana e riapre al corsa al 1° posto, Spurs facili per la 14esima di fila, Davis ancora super, ok Rockets.

 

 

Charlotte Bobcats – Houston Rockets 89-100
CHA: McRoberts 11, Jefferson 20 (11 rimb), Henderson 13, Walker 22, Zeller 10
HOU: Parsons 11, Jones 18, Howard 10 (10 rimb), Harden 31, Lin 10

Torna Dwight Howard e Houston vince a casa dei Bobcats con 31 punti di James Harden; a 2’44” dalla sirena del 3° Al Jefferson regala il primo vantaggio ai suoi sul 66-65 ma la reazione degli osoiti è immediata, 13-2 di parziale per chiudere la frazione sul +10 (68-78), Charlotte non riuscirà più a rimontare.

Atlanta Hawks – Phoenix Suns 95-102
ATL: Carroll 19, Millsap 19, Teague 17, Williams 17
PHX: Frye 18, Tucker 8 (11 rimb), Bledsoe 20, Dragic 19, Markieff Morris 17, Green 13

Eric Bledsoe e Goran Dragic si scatenano nel 2° tempo e guidano i Suns al successo ad Atlanta; match equilibrato fino a metà del 3° periodo (59-59), Dragic cambia marcia ed aiutato da Channing Frye piazzerà un break finale di 18-9 (Dragic 8, Frye 8 punti) col quale i Suns entreranno nell’ultimo quaro avanti 68-77, Atalanta non tornerà più in partita.

Miami Heat – Portland Trail Blazers 93-91
MIA: James 32, Bosh 15, Chalmers 11, Andersen 13 (11 rimb)
POR: Batum 11 (10 rimb), Lopez 10, Matthews 15, Lillard 19, Williams 17

Ennesima fatica di Ercole per Miami per vincere, stavolta grazie al talento di LeBron James e di Chirs Bosh; il #6 a 11” dalla fine entra con la moto e realizza il layup del +2 (93-91), dopo Che Portland era arrivata sul 91-91 con un break di 7-0. I Trail Blazers però hanno l’ultimo possesso, Lillard si butta dentro ma Chris Bosh lo stoppa chiudendo le ostilità.

Chicago Bulls – Indiana Pacers 89-77
CHI: Dunleavy 13, Boozer 9 (10 rimb), Noah 10, Butler 12, Hinrich 18, Gibson 23
IND: George 21, West 14, Stephenson 8 (10 rimb), Hill 17

Dopo 72 pre Pacers e Bulls si ri-affrontano ma stavolta ad avere la meglio sono i ragazzi di coach Thibodeau; Indiana chiude avanti 33-34 all’intervallo ma al ritorno in campo Chicago cambia marcia, 14-3 di break nei primi 4’ di ripresa per il +10 (47-37), per il resto della partita Indiana riuscirà massimo ad arrivare sul -5 ma verrà poi sempre respinta. Adesso il vantaggio sui Miami Heat è di sole 2.0 gare (con ancora 2 scontri diretti)!

Memphis Grizzlies – Minnesota Timberwolves 109-92
MEM: Prince 12, Randolph 17, Gasol 14 (12 rimb), Conley 23, Miller 11, Davis 12
MIN: Brewer 15, Love 16, Dieng 11 (17 rimb), Martin 13

I Memphis Grizzlies rispondono subito ai Suns battendo in casa i T-Wolves; padroni di casa che dominano in lungo e in largo anche se, sul finire di 3° quarto, si fanno rimontare e dal +23 si ritrovano sul +13, ma un 12-0 in apertura di 4° quarto rimetterà le cose a posto per il +25 (93-68).

New Orleans Pelicans – Brooklyn Nets 109-104 OT
NOP: Davis 24 (14 rimb), Evans 33 (10 rimb), Roberts 17, Morrow 11, Rivers 10
BKN: Johnson 15, Pierce 24, Plumlee 6 (11 rimb), Livingston 10, Williams 23, Blatche 12

Ancora una super doppia-doppia di Anthony Davis (24+14) e ancora vittoria (in rimonta) per i Pelicans, stavolta le vittime i Brooklyn Nets, bene anche Tyreke Evans (33+10); New Orleans dopo 2’ del 3° è sotto di 22 punti ma qui si scatena Evans, realizza 14 dei suoi 33 punti di cui 8 consecutivi che rimettono i Pelicans in partita e addirittura avanti di 5 (98-93) a 1’14” dalla fine, Brooklyn rimonta con Plumlee e Pierce troverà la tripla del pareggio (98-98) a 24”, Morrow non riuscirà a replicare. Al supplementare Anthony Morrow si riscatta, sparerà 2 triple consecutive chiudendo un break di 9-1 per il +7 (109-102) Pelicans a 54” dalla fine.

Oklahoma City Thunder – Denver Nuggets 117-96
OKC: Durant 27, Ibaka 15, Adam 10, Jackson 16 (11 ass), Butler 23, Collison 10
DEN: Miller 12, Faried 11 (11 rimb), Mozgov 12, Foye 11, Lawson 25

Ai Thunder bastano i primi 12’ per archiviare i Nuggets; Kevin Durant realizza 12 dei suoi 27 punti nel 1° quarto trascinando OKC sul 41-24, vantaggio gestito fino alla fine.

San Antonio Spurs – Philadelphia 76ers 113-91
SAS: Leonard 15, Duncan 19, Joseph 12, Daye 22, Mills 15
PHI: Young 17, Sims 10, Anderson 10, Carter-Williams 17, Williams 14, Mullens 15

Italian Job: Belinelli 9 pt (1/5, 1/2, 4/4), 4 rimb, 8 ass

A San Antonio vittoria consecutiva n° 14 per gli Spurs che infliggono la 25esima sconfitta consecutiva ai Philadelphia 76ers (-1 dal record dei Cavs); Sixers che sono in partita tanto che sono sul -2 (24-22) a 1’20” dallo scadere del 1° periodo, Young perse palla e da li San Antonio scapperà via fino a toccare il +19 (45-24) dopo 5’ del 2°.

Utah Jazz – Detroit Pistons 94-114
UTA: Jefferson 12, Kanter 14, Hayward 32, Burke 15, Williams 11
DET: Smith 12, Monroe 18 (11 rimb), Drummond 19 (14 rimb), Jennings 15, Stuckey 19, Caldwell-Pope 13

Italian Job: Datome 2 (1/1), 1 rimb

Detroit torna a vincere e lo fa espugnano Salt Lake City, minuti anche per Gigi Datome (1’47”) che realizza anche un canestro; la partita è stata decisa da un ottimo 2° quarto degli ospiti (34-17) che li ha portati all’intervallo sul +20 (40-60).

Los Angeles Clippers – Milwaukee Bucks 106-98
LAC: Griffin 27 (14 rimb), Jordan 6 (10 rimb), Collison 15, Paul 14, Crawford 13
MIL: Adrien 14, Pachulia 14, Sessions 28, Henson 10

I Milwaukee Bucks fanno sudare i Clippers ma poi è il solito Jamal Crawford a risolvere la situazione; Bucks che rimontano dal -15 e stanno in scia per tutta la partita, sarà una tripla di Jamal a 3’07” dalla fine a chiudere i giochi per il +7 (99-92).

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B