Sweet 16, le previsioni; East & Mid-West!

Oggi andiamo ad analizzare le sfide della parte inferiore del bracket con il derby tra Kentucky e Louisville in primo piano, ma occhio alle due di Michigan!

 

 

 

Bracket 

East Region

Iowa State (3) – Connecticut (7)
Michigan State (4) – Virginia (1)

Favorita: Virginia
Sono in formissima, il numero 1 non sembra pesare sulle spalle de cavaliers che hanno sempre giocato un buon basket soprattutto in difesa, al primo turno hanno eliminato Coast Carolina e al secondo turno hanno dominato Memphis in una partita che poteva rivelarsi insidiosa. Per Virginia si tratta della prima Sweet 16 dal 1995. E’ l’ultima scuola della ACC rimasta e la pressione potrebbe aumentare. La difesa è sicuramente l’arma principale di questa squadra che fa segnare agli avversari appena 55 punti a partita. Contro MSU non sarà facile.

Upset Team: Connecticut
Per i numero 3 di Iowa State non sarà facile superare gli Huskies; UCon è alla migliore post season dopo il titolo del 2009 e potranno volgere a loro favore il fatto di giocare al Madison Square Garden, arena che li ha visti protagonisti negli anni di militanza nella vecchia Big East, 5 giocatori sono legati a new York di cui 3 hanno frequentato scuole nella zona. Sicuro non si lasceranno impressionare dall’atmosfera della Grande Mela.

Outisder: Iowa State
Hanno vinto la Big 12 e si sono meritati il numero 3 nel tabellone, al primo turno facile vittora contro North Carolina Central, al secondo turno arrivà la vittoria ben più importante contro i Tar Hells, vittoria che è arrivata lottando e senza Georges Niang infortunato al piede. Nonostante ciò restano pericolo anche con il solo DeAndre Kane che ha dimostrati di saper guidare la squadra anche con assist e rimbalzi e non solo con punti.

Da Vedere: Shabazz Napier(Uconn)/DeAndre Kane(Iowa State)
Il Primo è anima e corpo de Conncecticut Huskies, con partite vicine alla tripla doppia, giocatore completo in grado di segnare in più modi, ha guidato UConn ad una stagione straordinaria
Kane dovrà ancora una volta sobbarcarsi quasi tutto il peso dell’attacco dei Cyclones visto l’infortunio di Niang, Senior al 5° anno ha portato Iowa State alle Sweet 16 grazie ad un canestro all’ultimo secondo contro North Carolina.

MIDWEST REGION

Tennessee (11) – Michigan (2)
Kentucky (8) – Louisville (4)

Favorita: Louisville
Sono i campioni in carica e sono la squadra da battere, hanno avuto una posizone poco favorevolanel sorteggio ma hanno risposto presente, hanno il mix giusto fra talent,tecnica e esperienza per puntare di nuovo al bersaglio grosso, Russ Smith, Harrell e Hancock promettono battaglia. Proprio quest’ultimo dopo aver disputato una stagione a 12 punti di media nella due partite di torneo è salito a 18.8 punti grazie alla sua grande mano nel tiro dalla lunga distanza

Upset Team: Kentucky
Sono la squadra con più talento in tutta l’NCAA, sembrava dovessero subito uscire visto la mancanza di esperienza ma hanno smentito un po’ tutti arrivando alla Sweet 16. Dovranno affrontare forse la miglior squadra del gruppo, ma l’entusiasmo gli darà una mano. Hanno in Randle e nei gemelli Harrison le 3 armi principali, se entrano in partita e non fanno errori di inesperienza per Kentucky potrebbe arrivare una bella soddisfazione visto anche la rivalità fra le due tifoserie.

Outisder: Tennessee
Contro Michigan sarà una sfida quasi impossibile, ma come si sa la parola “impossibile” non è nel vocabolario del tifoso del college e quindi perché non sperare? Michigan è nettamente più forte e più attrezzata per dominare la partita, per eliminare i Wolverines dovranno giocare la loro miglior partita della stagione e allo stesso tempo cercare di limitare lo spazio al tiro da 3. A loro favore il precedente più vicino, nel 2011 i Volunteer batterono i Wolverines 75-45.

Da Vedere: Nik Stauskass
E’ uno dei giocatori più interessanti presenti fra le 16 squadre rimaste in gioco, il suo tiro da 3 può far male e nelle ultime 4 partite sta tirando con il 50% da questa distanza. Ha vinto il premio di giocatore dell’anno della Big 10, guidando l’attacco dei Wolverines insieme a Robinson. E’ un giocatore che si può accendere da un momento all’altro capace di fare prima uno 0 su 5 e poi un 5 su 5.

Sweet16south-west

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste

  • in your wais

    Nell’East tifo nettamente Michigan State…non li ho mai amati, per via del loro stile molto lento e fisico, ma la squadra di quest’anno è un’altra cosa, attacco più fluido, quintetto talentuoso con due giocatori elettrizzanti come Payne e Dawson…

    Nel MidWest tifo Michigan, squadra che mi sta simpatica dai tempi dei Fab 5…peccato abbiano perso McGary che è un prospetto NBA con le palle, ma il resto gira molto bene

    Di sicuro spero che non ci arrivi Kentuky alle Final 4, Calipari mi ha troppo rotto le palle con questi recruting da 6-7 top 50 players ogni anno…

  • Il Nichilista

    C’è anche da dire però che come lo sfrutta Calipari il talento non lo sfrutta nessuno, basti vedere ad esempio che fine ha fatto una squadra come Kansas..
    Dai Embiid e Wiggins a coach Calipari e poi vedi se esce al primo turno….

  • in your wais

    Stiamo scherzando? Ti sei accorto che Kansas era senza Embiid durante il torneo?

  • Il Nichilista

    Ok mi sono spiegato male scusami.
    Volevo esprimere il concetto che ad esempio un Wiggins lo avrebbe fatto rendere molto di più lungo tutto l’arco della stagione, con lui non sarebbe stato cosi discontinuo.
    E cosi anche il resto del quintetto di Kansas che cmq era di assoluto valore quest’anno, a prescindere da Embiid.
    Secondo me col sistema di Calipari chi ha talento si esalta