Indiana di forza su Miami, Melo 36, Spurs 15!

Indiana batte Miami di misura e si porta sul +3, Waiters stende sulla sirena Detroit, Melo trascina NY, bene ancora Davis e Suns, Spurs siamo a 15!

 

 

 

Charlotte Bobcats – Brooklyn Nets 116-111 OT
CHA: McRoberts 12, Jefferson 35 (15 rimb), Walker 20 (12 ass), Douglas-Roberts 16
BKN: Johnson 18, Williams 29, Anderson 10, Teletovic 22

Grazie alle doppie-doppie di Al Jefferson e Kemba Walker i Bobcats superano all’overtime i Brooklyn Nets; a 26” dalla fine dei regolamentari Deron Williams pareggia a quota 105 rispondendo al jumper precedente di Walker, lo stesso Walker perderà poi palla nell’ultima azione. Nell’extra-time è ancora sfida tra i 2 PG con D-Will che manca il canestro del sorpasso a 1’ dalla fine e Walker che invece trova quello del +3 (114-111), Brooklyn sbaglierà due volte consecutive per il -1 e Douglas-Robets chiuderà i giochi.

Washington Wizards – Phoenix Suns 93-99
WAS: Ariza 14, Gortat 17, Wall 29
PHX: Frye 10, Bledsoe 23, Dragic 25, Green 18

Quinta vittoria consecutiva per i Phoenix Suns che vincono nella capitale col duo Bledsoe-Dragic; match deciso a cavallo tra il 2° e il 3° quarto, gli ospiti vanno al riposo lungo sul +10 (44-54) ed aprono la ripresa con un parziale di 21-6 scappando sul +25 (50-75)!

Boston Celtics – Toronto Raptors 90-99
BOS: Bradley 16, Rondo 9 (15 ass), Sullinger 26, Johnson 13
TOR: Ross 24, Johnson 10, Valanciunas 14 (14 rimb), DeRozan 20m Lowry 23

I Toronto Raptors mandano tutto il quintetto base in doppia-cifra nel successo a Boston; finale in volata con i Celtics che arrivano sul -3 (90-93) a 1’49” dalla fine ma Toronto, prima con Lowry e poi con Ross, piazzerà 2 bombe consecutive per il +9 finale!

Detroit Pistons – Cleveland Cavaliers 96-97
DET: Smith 24, Monroe 14, Drummond 6 (11 rimb), Singler 18, Jennings 17 (13 ass)
CLE: Waiters 18, Jack 17, Dellavedova 21, Varejao 12 (16 rimb)

Italian Job: Datome DNP

Trascinati da Matthew Dellavedova i Cavs espugnano in rimonta e all’ultimo secondo il Palace di Detroit; Pistons che entrano nell’ultima frazione avanti 82-16 dopo un 3° quarto da 31-16, ma alzano le mani dal manubrio troppo presto! Cleveland ci crede, a arriva sul -1 (96-95) a 53” dalla fine, Smith sbaglia, rimbalzo Detroit con Jennings che sbaglia a sua volta lasciando 3” sul cronometro, si va da Dion Waiters che sulla sirena castiga i Pistons!

Minnesota Timberwolves – Atlanta Hawks 107-83
MIN: Brewer 18, Love 14 (12 rimb), Dieng 15 (15 rimb), Martin 18, Rubio 4 (10 ass), Budinger 12
ATL: Scott 15, Millsap 12 (10 rimb), Carroll 11, Williams 10

Quarta sconfitta consecutiva per gli Atlanta Hawks che cadono a Minnesota sotto i colpi di Kevin Love; match mai messo in discussione dai padroni di casa che comandano dall’inizio alla fine toccando anche il +29 (99-71).

New Orleans Pelicans – Los Angeles Clippers 98-96
NOP: Davis 16 (13 rimb), Aminu 8 (10 rimb), Morrow 27, Evans 10, Ajinca 14, Miller 16
LAC: Barnes 14, Griffin 21, Collison 11, Crawford 31, Paul 2 (12 ass)

Continua il momento “On Fire” di Anthony Davis che nella note batte pure i Clippers di Blake Griffin; proprio il “Monociglio” e Griffin sono protagonisti del finale in volata, l’ala forte dei Clippers segna col fallo il canestro del -1 (97-96) a 10” dalla fine ma sbaglia il libero supplementare, dall’altra parte Davis va in lunetta facendo 1/2 per il +2 (98-96) con 9” da giocare. I Clips vanno da Jamal Crawford che però mancherà la tripla della vittoria.

Indiana Pacers – Miami Heat 84-83
IND: George 23. West 13, Hibbert 21, Stephenson 15
MIA: James 38, Wade 15

LeBron James chiude con 38 punti ma Miami perde di misura ad Indiana un match cruciale per la lotta alla leadership dell’East, bene il duo George-Hibbert; a 3023” dalla fine Heat avanti 76-80, poi solito blackout di questi tempi, Indiana rimonta e supera con un break di 8-0 per il +4 (84-80) a 50” dalla fine. Bosh accorcia sul -1 con la tripla a 2”, ma Hill fa 0/2 dalla lunetta dando un’ultima chance agli ospiti ma niente buzzer-beater per CB1! Miami adesso è a 3.0 gare di distacco da Indiana e sotto 2-1 negli scontri diretti, si giocherà ancora una gara a Miami.

San Antonio Spurs – Denver Nuggets 108-103
SAS: Duncan 29 (13 rimb), Splitter 10, Green 16, Parker 10, Ginobili 10
DEN: Miller 11, Faried 24 (10 rimb), Mozgov 14 (11 rimb), Books 254

Italian Job: Belinelli 7 pt (2/5, 1/3 da 3), 1 rim, 2 ass, 2 perse

Dopo 10 anni consecutivi ai Playoffs i Denver Nuggets vengono eliminati definitivamente dai San Antonio Spurs, alla loro 15esima W consecutiva; Denver viene dominata, finisce sotto di 24 punti ma riesce a rimontare ed arrivare sul -4 (100-96) a 3’30” dalla fine, ci penserà il solito eterno Tim Ducan a chiudere i giochi con un 4-0 tutto personale per il +8 (104-96)!

Sacramento Kings – New York Knicks 99-107
SAC: Gay 14, Cousins 32 (15 rimb), McLemore 16, McCallum 10, Outlaw 15
NYK: Anthony 36, Stoudemire 12, handler 10, Smith 29, Felton 5 (10 ass)

Italian Job: Bargnani DNP

Dopo 2 occasioni buttate al vento finalmente i New York Knicks sfruttano un K.O di Atlanta vincendo la loro di partita grazie ai 36 di Melo Anthony, adesso il distacco dall’8° posto è di 2.0 gare; dopo un buon primo quarto (28-31) NY scappa via nel 2° (32-20) andando al riposo lungo sul +15 (48-63), Sacramento non rientrerà più.

Utah Jazz – Memphis Grizzlies 87-91
UTA: Jefferson 15, Favors 22 (10 rimb), Kanter 11 (15 rimb), Hayward 18, Burke 11 (10 ass)
MEM: Randolph 22 (13 rimb), Gasol 18, Conley 19

I Grizzlies non mollano la presa sull’8° posto e rispondo ancora una volta ai Suns vincendo a Salt Lake City; Jazz avanti 84-77 a 4’22” dalla fine, Memphis mette il turbo e piazza un 12-0 che la porterà sul +5 (84-89), a chiudere i giochi2 liberi di Z-Bo a 11”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B