Indiana in difficoltà, West: “Toccato il fondo!”

Dopo il successo contro Miami i Pacers sono incappati in due brutte sconfitte e adesso la loro leadership ad East è in forte pericolo.

Gli Indiana Pacers non stanno passando un buon momento, dopo la sofferta vittoria casalinga contro i rivali/nemici di Miami che li portò a 3.0 gare di vantaggio, la banda di coach Frank Vogel ha perso malamente le ultime due partite (@Washington & @Cleveland) facendo molta fatica in attacco e adesso il vantaggio sugli Heat è solo di 1.0 gare!

Per la quarta volta nelle ultime 5 partite i Pacers non sono arrivati a quota 80 punti realizzati, Paul George (23 anni) e Roy Hibbert (27 anni) sembrano essere tornati sulal tera dopo un’inizio di stagione superbo, nelle ultime 10 partite il #24 ha viaggiato a 19.2punti col 35% dal campo mentre il lungo a 9.8 punti col 40%.
Il veterano David West (33 anni) non ha usato mezzi termini per descrivere il momento difficile: “Non vorrei dirlo, ma abbiamo toccato il fondo, non so cosa possiamo fare” mentre coach Vogel vede nei suoi stessi ragazzi il problema: “Stiamo giocando contro noi stessi, non siamo vicino a quello che dovremmo essere” Indiana ha chiuso il mese di amrzo con 9 vittorie a fronte di 8 sconfitte.

Scherzando ho rinominato la franchigia di Indianapolis “Indiana RAVENS” facendo riferimento alla franchigia NFL (Baltimore Ravens, ndr) nel periodo che ha preceduto il successo al Superbowl 2013; i Ravens infatti erano stati concepiti/costruiti/ideati col solo ed unico scopo di battere/distruggere i New England Patriots; la secondaria di coach John Harbaugh era composta prevalentemente da giocatori animati dall’odio verso i Pats (Lewis, Reed, Suggs, Pollard) e le partite erano più delle guerre che delle partite di football.

Questo per dire che i Pacers se si tratta di affrontare Miami sono disposti a tutto pur di batterli (e ci sono riusciti, per ora 2-1 ma manca uno scontro diretto a South Beach l’11/4) ma forse il troppo essere focalizzati su uan squadra non sta aiutando la causa…Baltimore, nel 2013, riuscì sia a battere New England e a prendersi il Lombardi Trophy!

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B