Rivers e il nuovo CP3: “Ha capito i suoi errori!”

I cugini dei Lakers stanno disputando una grande annata cavalcando l’onda dell’entusiasmo di Griffin ma le redini ce le ha un rigenerato Paul!

Stagione da incorniciare per i Los Angeles Clippers che sotto la supervisione di coach Doc Rivers hanno fatto quello step in più che li mette in piena corsa per il big-prize (Finals), Blake Griffin (25 anni) sta giocando un’annata stupenda, Jamal Crawford (34 anni) ci è confermato come game-breaker ma tutto gira sempre intorno a Chris Paul (28 anni)!

Numeri alla mano è sil solito CP3, 18.9 punti e 10.8 assist di media, ma secondo il Doc questo è un nuovo Paul e il tutto è dovuto alla dolorosa eliminazione ai Playoffs della passata stagione: “Chris si è reso conto l’anno scorso che il troppo tenere la palla, cercare troppi pick’n roll e attaccare negli ultimi secondi non era il modo giusto per poter vincere” aggiungendo: “Muovere la palla,muovere la difesa, prendere decisioni veloci e fiducia nei passaggi rendono Chris ingiocabile per chiunque e questo lui lo ha capito”.

Paul ha capito di cambiare grazie soprattutto ai consigli di Rivers, infatti ad inizio stagione l’ex Hornets era rimasto sullo stesso spartito della passata stagione, quando tornò dopo il lungo stop (18 partite tra gennaio e febbraio) per l’infortunio alla spalla l’ex coach dei Celtics gli chiese di velocizzare i passaggi e di avere più fiducia nei compagni: “A volte mi sembrava di essere una sponda dell’hockey, appena ricevevo palla dovevo subito passarla e devo dire che è bello alzarla per Blake (Griffin, ndr) e vederlo fare quelle giocate”.

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B