Miami 1^, Hawks e Suns vittorie cruciali!

Miami ed Atlanta si aiutano a vicenda battendo NY ed Indiana, colpaccio dei Suns che ringraziano San Antonio, Dallas non molla, Harden salva Houston!.

 

 

Miami Heat – New York Knicks 102-91
MIA: James 38, Bosh 14, Chalmers 15, Allen 12
NYK: Chandler 10 (11 rimb), Smith 32, Felton 15

Miami batte i New York, avvicinandosi sempre di più al primo posto, ed allontana dai playoff i Knicks che ora hanno di distanza tre partita da Atlanta. In una partita equilibrata, dove New York tira da 3 punti 15/42, ed è decisamente aggrappata JR Smith che di triple ne segna ben 10/22, realizzando 32 punti, Miami riesce a scappare in chiusura di terzo periodo piazzando un parziale di 7-0, da cui i Knicks non rientreranno più (73-64). Nel finale il solito JR con una bomba delle sue prova a tenere a contatto i suoi, e New York a 2’ dalla sirena finale arriva a -6 (97-91), ma Bosh dall’altra parte ripaga con la stessa moneta, e spegne definitivamente i sogni di rimonta di New York. Nel momento decisivo, Bosh è venuto fuori come spesso gli accade in questa stagione, ma Lebron in questo periodo vuole a tutti i costi la prima piazza ad Est, e questa sera con i suoi 38 punti l’ha ampiamente dimostrato.

Los Angeles Clippers – Los Angeles Lakers 120-97
LAC: Griffin 23, Jordan 11 (12 rimb), Redick 15, Paul 23, Collison 14
LAL: Hill 22, Meeks 17, Marshall 10 (11 ass), Johnson 10, Young 18, Sacre 9 (10 rimb)

L’ultimo derby di Los Angeles va di nuovo ai Clippers (7-1 n3gli ultimi 2 anni) che escono nella ripresa archiviando i poveri Lakers; all’intervallo Clips sul +8 (57-49) ed ad inizio ripresa break di 8-0 con tanto di fallo “clear path” di Nick Young su Blake Griffin, da +8 a +16 (65-49) e titoli di coda.

Sacramento Kings – Dallas Mavericks 91-93
SAC: Gay 32, Cousins 28 (10 rimb)
DAL: Nowitzki 15, Dalembert 6 (11 rimb), Ellis 23, Calderon 14, Carter 17

I Dallas Mavericks sudano freddo ma portano a casa un’altra preziosissima vittoria in chiave Playoffs; a 18” dalla fine i Kings si portano sul -3 (92-89), Shawn Marion va in lunetta ma non è freddo, 0/2 e commette fallo poi su Rdy Gay, 2/2 e -1 Kings (92-91) con 8” da giocare. Va in lunetta Nowitzki ma anche lui non è perfetto (1/2), Sacramento ha l’ultimo tiro e va da Cousins per il pareggio ma niente da fare.

Indiana Pacers – Atlanta Hawks 88-107
IND: George 18, West 13, Hill 12, Mahinmi 10, Scola 10
ATL: Millsap 17 (11 rimb), Antic 18, Korver 11, Teague 25, Mack 13

Gli Atlanta Hawks ringraziano Miami e si sdebitano vincendo con autorità sul campo degli Indiana Pacers, adesso a -1.0 dagli Heat; la partita dura giusto i primi 12’, 11-33 il parziale in favore degli ospiti che poi voleranno pure sul +32 (15-47)! Con questa vittoria gli Hawks mettono 2 gare di distacco tra loro e i Knicks per l’8° posto!

Houston Rockets – Denver Nuggets 130-125 OT
HOU: Parsons 15, Jones 14, Asik 13 (23 rimb), Harden 32 (10 ass), Lin 19, Garcia 11, Canaan 15
DEN: Miller 19, Faried 16 (13 rimb), Mozgov 15, Foye 11, Brooks 4 (15 ass), Fournier 26

È stato necessario un tempo supplementare due doppie-doppie con i fiocchi di Asik (18+23) & Harden (32+10 assist) ai Rockets per domare i Nuggets; proprio il “Barba” ha salvato la partita con una tripla a 7” per il pareggio a quota 117 con Foye che ha mancato il buzzer-beater. nell’overtime decidono 3 triple consecutive (1 Garcia, 2 Parsons) dei texani che dal -1 volano sul +8 (130-122) a 1’54” dalla fine.

San Antonio Spurs – Memphis Grizzlies 112-92
SAS: Leonard 26, Duncan 13, Parker 10, Ginobili 26
MEM: Conley 18, Johnson 20

Italian Job: Belinelli 5 pt (0/2, 1/3, 272), 1 rimb, 4 ass, 3 perse

Kawhi Leonard registra il suo career-high (26 punti) e San Antonio archivia dolorosamente Memphis; Grizzlies che, dopo il -16 dei primi 12’, riescono ad arrivare sul -6 con 3’ da giocare ddel 2° quarto, gli Spurs non si fanno problemi chiudendo il 1° tempo con un parziale di 12-2 per il nuovo +16 (54-38) con tanto di bomba sulla sirena di Leonard (15 su 6 nei primi 24’).

Golden State Warriors – Utah Jazz 130-102
GSW: Iguodala 11, Green 11, Bogut 6 (11 rimb), Thompson 33, Curry 31 (16 ass), O’Neal 7 (10 rimb), Barnes 10, Crawford 10
UTA: Favors 10, Hayward 10, Burke 24 (15 ass), Burks 24, Kanter 8 (12 rimb)

Tutto facile per i Golden State Warriors degli “Splash Brother” che chiudono con 64 punti e 12/20 da 3; partita chiusa dopo 14’ con Jordan Crawford che spara la bomba del +18 (40-22) da quel momento i Warriors gestiranno il vantaggio fino alla fine.

Phoenix Suns – Oklahoma City Thunder 122-116
PHX: Tucker 22, Dragic 26, Bledsoe 18, Markieff Morris 10, Green 24, Marcus Morris 10
OKC: Durant 38 (11 rimb), Ibaka 11, Westbrook 33, Jackson 11

Anche i Suns si sdebitano con gli Spurs battendo i Thunder di Kevin Durant (41esima partita consecutiva sopra i 25 punti) rischiando nel finale; a 2’20” dalla conclusione Markieff Morris segna il layup del contro-sorpasso sul 113-112, OKC sbaglierà 3 attacchi consecutivi non sfruttando la persa di Bledsoe ed il rimbalzo offensivo di Ibaka! Phoenix chiuderà la partita con un break di 11-0 con in mezzo anche due scippi di Bledsoe a Durant e Tucker a Fisher!

Portland Trail Blazers – New Orleans Pelicans 100-94
POR: Batum 16 (12 rimb), Aldridge 25 (18 rimb), Matthews 21, Lillard 20
NOP: Davis 15, Evans 10, Roberts 13, Morrow 17, Rivers 14, Ajinca 13

Infine vittoria in rimonta dei Portland Trail Blazers del suo Aldridge-Lillard sui Pelicans; ospiti che toccano il +9 (50-59) ad inizio 3° quarto poi ecco Portland, break di 27-6 per il +12 (77-65), New Orleans non andrà mai sotto i 4 punti di scarto.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B