Al Jefferson rinato: “Sono a mio agio qui!”

L’ala forte ex Jazz ha trovato il suo paradiso in quel di Charlotte portando i Bobcats ai Playoffs dopo anni inquietanti, rispondendo così ai detrattori.

Quando in estate aveva firmato con i Charlotte Bobcats un triennale da $40 milioni tutti avevano dato del “venduto” ad Al Jefferson (29 anni), preferendo o soldi ad una contender ma “Big Al” ha zittito tutti giocando la miglior stagione della sua carriera e trascinando, insieme a Kemba Walker (23 anni), i derelitti Bobcats ai Playoffs.

Questa settimana è stato nominato “Player Of The Week” per la Eastern Conference dove è l’unico che viaggia a 20+10 di media (21.7 punti col 50% dal campo e 10.6 rimbalzi), dopo anni difficile finalmente l’ex Boston ha trovato la pace: “È stato importante per noi raggiungere i Playoffs, visto dove eravamo gli anni scorsi e dove siamo oggi, è un onore essere nelle prime 8 dell’East” aggiungendo: “Ma non dobbiamo accontentarci o sentirci appagati, dobbiamo andare avanti e giocare la nostra pallacanestro”.

Sulla squadra solo belle parole: “Quando vedo gli occhi di questi ragazzi come Kemba o MKG, vedo sguardi che non avevo mai visto prima, questa è l’unica squadra nella mia carriera dove mi sento parte di qualcosa di importante dove tutti quanti sono sulla stessa pagina. Usciamo la sera, parliamo molto, ci copriamo le spalle a vicenda, combattiamo insieme ogni notte” concludendo: “Gary Neal è l’esempio, è arrivato a metà stagione ma è come se fosse stato con noi da sempre, è contento, si diverte!”

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B