Favola Connecticut e sono 4, Kentucky K.O!

Gli Huskies volano via (+15), si fa rimontare ma grazie al talento di Napier e al cuore di Boatright riesce  portare a casa il suo 4° titolo NCAA!

 

 


Connecticut Huskies (#7) – Kentucky Wildcats (#8) 60-54
(35-31)

Huskies: Nolan (0/3), Daniels 8 (4/10, 0/3 da 3), Napier 22 (4/7, 4/9, 2/2), Giffey 14 (1/2, 2/4, 2/2), Boatright 14 (5/5, 071, 4/4), Brimah (0/2), Samuel 4 (1/1, 2/2), Kromah 2 (1/3, 0/1)
All. Ollie

Wildcats: Johnson 5 (2/5, 1/4 tl), Randle 10 (3/7, 4/7 tl), Yoyng 20 (2/7, 2/5, 8/9), Aaron Harrison 7 (2/4, 1/4, 0/1), Andrew Harrison 8 (1/5, 2/3 da 3), Poythress 4 (2/3, 0/2, 0/1), Lee ne, Hawkins ne
All.Calipari

Schermata 2014-04-08 alle 05.27.44

Recap

L’occasione di giocare una finale ncaa è una di quelle che capita una o due volte nella vita, e davanti ai quasi 80’000 di Arlingotn è UConn a partire meglio, che sfrutta al meglio l’interruzione pubblicitaria dopo 5 minuti per piazzare il primo parziale della partita che in 2’ porta la squadra di Kevin Ollie da +1 al +9 costringendo John Calipari ad un time out. Si assiste a qualche minuto di “riposo” e di studio fra le due squadre che ora anno rotto il ghiaccio. Kentucky prova a segnare con Andrew Harrison ma DeAndre Daniels e Napier tengono Connecticut avanti, a 5’41 dal riposo Kentucky tocca il -15 per il massimo vantaggio Huskies ma dura poco.
In 3 minuti i Wildcats segnano 11 punti contro i 3 di Connecticut e da quasi fuori partita si riportano sul -7. Dalla manca un non pervenuto Julius Randle che aspetta gli ultimi 60” per mettere i punti che riportano UK sotto i 5 punti di distacco a fine primo tempo con gli Huskies che sembrano avere qualche problema con il ritmo alto.

UConn sembra aver perso lo smalto iniziale per i primi 6 minuti del secondo tempo non conclude quasi niente, Kentucky sembra rientrata in campo con più rabbia agonistica con 5 punti di Aaron Harrison che valgono il -1 alla squadra di Calipari al solito time out televisivo. Connecticut reagisce prontamente piazzando un controparziale che rispedisce Kentucky a -9, ma poi, seguendo la falsariga di tutta la partita è UK che riaccelera i ritmi e torna a fare la partita, 8 punti( 6 dei quali portano il nome di Young) in 2 minuti e mezzo e a 8’ dalla fine sono di nuovo sotto si un solo punto.
La partita non sembra avere un padrone ben preciso, Napier e Giffey spingono ancora avanti gli Huskies, Randle prova a prendersi la squadra sulle spalle ma il tanto agognati sorpasso manca ad arrivare. A 4’ dal termine un tiro al termine dei 35” di Boatright riporta il margine a 6 punti ma sulla successiva azione arriva la schiacciata di Alex Poythress che raccoglie un tiro sbagliato da Randle.

Negli ultimi 3 minuti Kentucky prova ad attaccare ma sbagliano troppo con Poythress e Randle e UConn porta a casa il suo quarto torneo NCAA dopo quelli del 1999, 2004 e 2011.

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno!

Nickname: Ste

  • Go Huskies!!!

  • eh bhe, io lo dicevo già un mese fa che avrebbe vinto UConn, mamma mia che finale, Kentucky non è quasi mai stata in partita, addiritura sotto di 15 ad un certo punto, go Huskies!!! Bazz dopo sta partita deve come minimo scavalcare 10 posizione al mock draft

  • e che bracket mi sono sparato, su Espn 1400 punti, arrivato 2° nel mio gruppo di 18700 persone e 540° a livello mondiale, se indovinavo anche Wichita che ha perso di soli 2 punti mi piazzavo al 9° posto a livello mondiale, FCK!!!!!

  • Che sfiga!

  • gasp

    Napier con la vittoria di UConn e seguente nomina a MOP ha scalato molte posizioni al mock, forse 10-12 posizioni.

  • gasp

    Bubba Chuck
    Scusami, ho scritto la tua stessa cosa!

  • Bubba Chuck

    E dopo Mo Harkles pare che anche Bazz stia decidendo di giocare per la nazionale di Puerto Rico, infatti il ragazzo è per metà da parte di madre originario della Isla del Encanto, vamonos pa ya!!!