Miami c’é, che rimonte Bulls e Spurs, Brewer 51!

Heat di personalità su Indiana per il primato, gradi rimonte per Chicago e San Antonio, cade Toronto, Suns per ora fuori con Memphis 8^, Brewer 51 punti!!!

 

 

Orlando Magic – Washington Wizards 86-96
ORL: O’Quinn 13, Dedmon 4 (10 rimb), Afflalo 19, Nelson 12 (11 ass), Harris 10
WAS: Booker 14, Gortat 12, Beal 16, Wall 10 (12 ass), Nene 17

Washington passa in rimonta ad Orlando grazie ad un ottimo 4° periodo; dopo esser stat sotto di 12, i Wizards rimontano e stanno in partita andando anche davanti, il momento chiave arriva a 4’25” dalla fine del match, sul -1 Magic ecco il break di 9-0 degli ospiti per il +10 (82-92) che segnerà il match.

Toronto Raptors – New York Knicks 100-108
TOR: Ross 13, Valanciunas 14 (21 rimb), DeRozan 26, Lowry 25, Salmons 10
NYK: Anthony 30, Stoudemire 24 (11 rimb), Smith 15, Felton 12, Shumpert 11

I New York Knicks tengono in vita le loro poche speranze di andare ai Playoffs vincendo in Canada giocando un brutto scherzetto ai Raptors; partita equilibrata rotta da una tripla di Prigioni per un break di 8-2 per il +8 Knicks (84-92) a metà dell’ultimo quarto, Toronto prova una rimonta ma due schiacciate consecutive di un super Stoudemire danno il +11 (89-100) a 4’ dalla fine.

Boston Celtics – Charlotte Bobcats 106-103
BOS: Green 18, Bass 18, Sullinger 20, Bradley 22, Pressy 10 (13 ass), Olynyk 12
CHA: Kidd-Gilchrist 10, McRoberts 9 (10 rimb), Jefferson 32 (10 rimb), Henderson 11, Neal 12, Douglas-Roberts 12

Boston supera di misura e con brivido finale i Charlotte Bobcats del solito dominante Al Jefferson (32+10); a 4’ dalla conclusione 8-0 di break Boston cion due triple firmate Sullinger e Bradley, da -1 a +7 (104-97). Charlotte non molla, a 29” dalla fine Jefferson chiude un break di 6-0 portando i suoi sul -1 (104-103), Sullinger va in lunetta ma non trema per il è3 con 2” sul cronometro, ultimo tiro per gli ospiti nelle mani di Pargo che però non torva il canestro.

Brooklyn Nets – Atlanta Hawks 88-93
BKN: Pierce 13, Gutierrez 11, Plumlee 17, Thornton 14
ATL: Carroll 12 (11 rimb), Millsap 27 (10 rimb), Teague 22

Nella notte in cui Paul Pierce diventa il 18° giocatore di sempre ad arrivare a quota 25 mila punti i Brooklyn Nets cadono in casa contro gli Hawks che saldano ancor di più il loro 8° posto; finale in volata, gioco da 3 punti di Plumlee per il sorpasso Nets (88-87) a 2’22” dalla conclusione, break di 4-0 Atlanta (88-91) con Brooklyn che non troverà più la via del canestro, chiuderà un floater di Teague per il +5 (88-93) a 19”.

Miami Heat – Indiana Pacers 98-86
MIA: James 36, Haslem 11, Bosh 10, Chalmers 13, Allen 10
IND: George 22, West 18, Stephenson 11, Watson 10, Scola 12

LeBron James e i Miami Heat (senza Wade) mostrano i muscoli battendo di personalità Indiana nello scontro diretto valido per il primato dell’Eastern Conference; a 7” dalla fine del primo tempo Paul George spara la tripla del -2 Pacers (43.42) ma Bosh riesce ad andare in lunetta ad 8 decimi dalla fine e da quei tiri liberi parte la fuga di Miami, 16-0 di break nei primi 5’ del 3° quarto, dal +3 al +19 (61-42). Miami tocca anche il +23 ma i Pacers non demordono, rimontano e arrivano fino al -9 (76-67) ma gli Heat risponderanno con un 9-0 con Mario Chalmers scatenato, 85-67 a 8’ dalla fine e primato dell’East che torna a South Beach.

Chicago Bulls – Detroit Pistons 106-98
CHI: Dunleavy 14, Boozer 18, Noah 6 (12 rimb, 10 ass), Hinrich 10, Augustin 24, Gibson 17
DET: Drummond 26 (16 rimb), Stuckey 22, Jennings 17, Siva 12

Italian Job: Datome DNP

I Bulls ringraziano i Knicks e con una super rimonta battono Detroit e si portano al 3° posto ad East; primo tempo dominato dagli ospiti che vanno al riposo lungo avanti 38-56 con Andre Drummond reo di ben 19 rimbalzi! Nel 2° tempo cambia la musica con i Bulls che dopo 4’ del 4° quarto impattano a quota 83-83 ma non solo, scappano sul +7 chiudendo un parziale di 20-3 in 6’ (90-83), Detroit non riuscirà a reagire.

Memphis Grizzlies – Philadelphia 76ers 117-95
MEM: Johnson 10, Randolph 10 (11 rimb), Gasol 21 (10 rimb), Allen 15, Calathes 12, Miller 19
PHI: Young 18, Williams 13, Varnado 18

Memphis archivia senza problemi la pratica 76ers e sorride perché momentaneamente è dentro le prime 8 dell’Ovest; match mai messo in discussione dai padroni di casa e, nel momento in cui Phila si fa sotto (71-64 ad inizio 3° periodo), parziale di 26-10 per entrare nell’ultima frazione già col referto rosa in mano (87-64)

Minnesota Timberwolves – Houston Rockets 112-110
MIN: Cunnighma 20 (13 rimb), Dieng 12 (20 rimb), Brewer 51, Rubio 16 (10 rimb)
HOU: Parsons 27, Jones 10, Harden 33 (10 ass), Asik 9 (15 rimb), Lin 14

Notte magica ed indimenticabile per Corey Brewer che scrive 51 punti (19/30 dal campo) a referto e per il rookie Gorgui Dieng (12+20) che hanno trascinato i T-Wolves (senza Love) di misura sui Rockets (sempre senza Howard); a 17” dalla sirena finale James Harden spara la bomba del pareggio (110-110), Minnesota va proprio dal giovane centro che a 4” dalla fine segna il tiro del sorpasso con Houston che non riuscirà neanche a tirare.

Oklahoma City Thunder – New Orleans Pelicans 116-94
OKC: Durant 27, Ibaka 16 (10 rimb), Westbrook 24, Jackson 11
NOP: Miller 18, Rivers 18, Evans 13, Ajinca 12, Southerland 10

La “Premiata Ditta” Durant-Westbrook di 51 punti e OKC archivia i Pelicans; c’è stata partita fino a 4’ dalla fine del 1° quarto (17-17), poi parziale di 22-8 Thunder e titoli di coda.

Milwaukee Bucks – Cleveland Cavaliers 119-116
MIL: Middleton 17, Pachulia 16, Sessions 20, Knight 24, henson 15, Wright 14
CLE: Thompson 18 (10 rimb), Hawes 15, Waiters 23, Irving 12, Jack 21, Zeller 11

I Cleveland Cavaliers diventano la 5^ squadra stagione a perdere 2 volte contro i Milwaukee Bucks, vincenti di misura nel finale; a 1’19” dalla fine Sessions fa 1/2 ai liberi per il +4 Bucks (116-112), Irving va da 3 ma sbaglia, sul capovolgimento Pachulia prova a chiuderla, sbaglia ma ecco il rimbalzo offensivo di Adrien che poi andrà in lunetta, 2/2 e partita in ghiaccio.

San Antonio Spurs – Phoenix Suns 112-104
SAS: Leonard 18, Green 33, Parker 18, Belinelli 12, Diaw 11
PHX: Frye 13, Green 27, Bledsoe 30 (11 rimb), Markieff Morris 20

Italian Job: Belinelli 12 pt (1/4, 2/7, 4/4), 2 rimb, 1 ass, 2 rec, 2 perse

Torna Tony Parker e San Antonio, dopo esser stata sotto di 21, batte i Suns buttandoli momentaneamente fuori dalle prime 8; uomo decisivo Danny Green, a 3’20” dalla fine Suns sul -3 (103-100) ma prima Bledsoe e poi Markieff Morris perderanno la palla e Green non perdonerà, tripla del +6 (106-100) e partita in ghiaccio.

Utah Jazz – Portland Trail Blazers 99-111
UTA: Hayward 14, Favors 21, Kanter 15 (13 rimb), Burks 16, Burke 14 (11 ass)
POR: Batum 15, Aldridge 18 (14 rimb), Lopez 12, Matthews 21, Lillard 16

Nessun problema per Portland a Salt Lake City col solito LaMarcus Aldridge; Damian Lillard non la butta dentro per 3 quarti poi si accende nell’ultimo, 2 triple consecutive nel break di 10-0 per il +13 Trail Blazers (85-98) a 4’47” dalla fine.

Los Angeles Lakers – Golden State Warriors 95-112
LAL: Jelly 14 (11 rimb), Hill 18 (12 rimb), Meeks 10, Young 25
GSW: Thompson 16, Curry 32 (10 rimb, 12 ass), Lee 10 (10 rimb), Blake 13, Speights 16

Golden State sbanca Hollywood e lo fa con la tripla-doppia di Stephen Curry (32+10+12) strappando anche il biglietto per la post-season; dopo un 1° quarto equilibrato (26-26), i secondi 12’ decidono l’inonto, 17-32 Warriors e partita indirizzata.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B