Sterling rischia: telefonata a sfondo razziale!

Il proprietario dei Clippers potrebbe rischiare tanto dopo questa intercettazione che lo vede protagonista di frasi a sfondo razziste verso la fidanzata e Magic Johnson.

I Los Angeles Clippers sono avanti 2-1 nella serie contro i Warriors e domani scenderanno in campo per giocare Gara4, tutto tranquillo fino ad una bomba di poche ore va che ha giusto protagonista niente meno che il proprietario dei Clips, Donald Sterling…e la questione è molto delicata: razzismo!

TMZ ha intercettato una telefonata o meglio, una forte lite, tra lo Sterlo e la sua fidanzata V Stiviano dove al patron dei Clippers non è andata giù una foto della compagna su Instagram che la vede raffigurata con Magic Johnson e ,complessivamente, infastidito che la compagna appaia pubblicamene con persone di colore (lei è Messicana).

Qui sotto tutta la telefonata (9 minuti), i due hanno anche rotto la loro relazione ma la farse che ha fatto traboccare il vaso e andare su tutte le furie la Lega (giocatori compresi) è stata la seguente

You can sleep with [black people]. You can bring them in, you can do whatever you want. The little I ask you is not to promote it on that … and not to bring them to my games

Intanto l’NBA è già al lavoro sulla questione

BmKZtXeIAAIwQdJ.jpg-large

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • gasp

    Parla male dei neri e la sua ragazza è mulatta e paga dei giocatori maggior parte di colore!

  • in your wais

    Si, sarà un bifolco e tutto, ma il problema qual’è? Saranno cazzi suoi quello che pensa di “negri, ebrei, italiani o messicani” (cit)? Che vuol dire rischia, che gli tolgono la franchigia, che lo radiano?

    Una delle ipocrisie più insopportabili degli States è questo merda di politically correct, in un Paese che segregava ancora i neri in una quindicina di stati non più di 50 anni fa. Come la storia del patron della Barilla da noi. Se decide che la sua azienda deve pubblicizzare la famiglia tradizionale, sono o non sono cazzi e soldi suoi? Se poi un finocchio si sente emarginato o discriminato, ci sono altri 50 tipi di pasta “gay friendly” da poter comprare

    Io tra i miei amici ho cinesi, omosessuali, lesbiche, neri, ora persino un trans…e sono felice di poterli chiamare negri o froci, come loro possono chiamarmi albanese o mafioso. Nel momento in cui ti fai le pippe mentali prima di una battuta, sei tu che stai discriminando

    Cosa pensi Sterling dei neri non mi importa, è un bifolco e fa la sua bella figura di merda. Ma mi risulta che a suo libro paga ci sono quasi solo giocatori di colore, quindi tanto razzista non deve essere quando stacca gli assegni

  • in your wais

    Poi scusa caro Sterling…se ti prendi un mignottone che sta con te solo per i soldi, poi ti stupisci che si faccia fiocinare da ogni forma di vita bipede o quadrupede sulla Terra? Ingenuo…

  • low profile

    Non viola la legge fare considerazioni razziste in privato, alla fine saranno cazzi di quella zoccola che in nome dei soldi, da mezza nera, si fa dire certe cose senza battere ciglio.
    Ciò non toglie che Sterling è un uomo di merda, recidivo

  • Kobe 24

    Sterling è una merda.La sanzione non ci sta perchè nel privato può fare ciò che vuole.

  • Pingback: Silver temporeggia sul "Caso Sterling", ma l'NBA... | NBA-Evolution()

  • Jurassic_Park

    Anche l’NBA però è una “azienda”, che investe molto sulla multiculturalità e la multietnia. Quindi in quanto azienda avrebbe tutto il diritto e il potere di prendere provvedimenti contro dei comportamenti non consoni alla sua etichetta.