Spurs in extremis, colpo Hawks, Miami 4-0!

San Antonio pareggia con Dallas in un altro finale tirato con Diaw e Ginobili protagonisti, Atlanta vince ancora ad Indiana con un 2° quarto pazzesco, Miami saluta i Bobcats.

BarraEST1

Indiana Pacers (#1) – Atlanta Hawks (#8) 97-107 [ATL 3-2]
IND: George 26 (12 rimb), West 16, Stepehnson 16, Hill 16, Watson 15
ATL: Carroll 15, Millsap 18, Korver 16, Teague 12, Mack 20, Scott 17

Per la seconda volta nella serie gli Atlanta Hawks si impongono sugli Indiana Pacers e questa vittoria vale il Match-Point; dopo una prima frazione equilibrata (21-20), i falchi spiccano il volo giocando un 2° periodo sublime, 19-41 il parziale con Mike Scott che realizza tutti i suoi 17 punti dell’incontro (5/5 da 3 nel 2°), il tutto con gli Hawks che hanno tirato con l’81% dal campo (13/16), l’81% da 3 punti (9/11) e conquistato ben 12 rimbalzi. Al riposo lungo Pacers sotto 40-61 con un imbarazzante Roy Hibbert (0 punti e 0 rimbalzi) e adesso si torna in Georgia

Charlotte Bobcats (#7) – Miami Heat (#2) 98-109 [W MIA 4-0]
CHA: McRoberts 10 (10 rimb), Henderson 12, Walker 29, Neal 16, Douglas-Roberts 14
MIA: James 31, Bosh 17, Wade 15, Chalmers 10, Cole 13

I Miami Heat non perdono tempo ed archiviamo, come l’anno scorso, il 1° turno con uno “sweep” ai danni dell’avversaria che, usando un termine del nostro gergo, l’ha data su prima ancora di scendere in campo; infatti i Bobcats non hanno schierato Al Jefferson (piede), Miami ha trovato la fuga nel 3° periodo (17-32) entrando nell’ultima frazione sul +13 (84-71), LeBron James ha sfiorato la tripla-doppia (31+7+9) con anche un infortunio alla gamba destra ma di lieve entità.

BarraWest1

Dallas Mavericks (#8) – San Antonio Spurs (#1) 89-93 [TIED 2–2]
DAL: Nowitzki 19, Dalembert 3 (15 rimb), Ellis 20, Calderon 13, Blair 12 (11 rimb)
SAS: Duncan 14 (10 rimb), Leonard 7 (12 rimb), Parker 10, Ginobili 23, Diaw 17, Mills 10

Italian Job: Belinelli (0/1 da 2), 2 rimb

I San Antonio Spurs pareggiano subito la serie con i Dallas Mavericks con Manu Ginobili ancora una volta protagonista, ancora un finale thriller; gli ospiti, dopo aver toccato subito il -10, si scrollano di dosso i padroni di casa con un 2° quarto da 13-32 andando al riposo avanti 36-40, nella ripresa Dallas ci proverà pareggerà sull’87-87 a 52”, tripla di Boris Diaw, tap-in di Nowitzki e Ginobili in lunetta sull’89-90 a 10”.
L’argentino farà 1/2 per il +2 (89-91), palla a Monta Ellis che si butta dentro ma sbaglia il layup, rimbalzo di Duncan e stavolta “El Diablo” farà 2/2 per chiudere il match.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Nedone

    occhio a criticare questi playoff, qualcuno vi potrebbe mandare qualche maledizione!!!:-)

  • alert70

    Qualcuno mi spiega il motivo per cui Bird abbia deciso di prendere Bynum e Turner. L’effetto è stato, salvo miracoli, una precoce eliminazione dei Pacers che erano gli unici a poter fermare gli Heat.

    Secondo me quegli arrivi hanno fatto alzare più di un sopracciglio e qualche malumore è emerso. Alcuni di loro si sono sentiti poco apprezzati perchè nel bene o nel male credevano di poter vincere il titolo NBA così com’erano. A parer mio a ragione.

  • Michael Philips

    “medidate gente, meditate”

    uhm…parlando ai vecchi utenti del blog, ricordate chi è che ripeteva sempre questa identica frase? Gallo=Bird. Chissà chi si nasconde dietro il nick.

    Sweep miami, pacers 2-3 con hawks senza horford e continua quanto inutile sfida tra est e ovest.
    George ci sta provando ma chiaramente non basta e credo che le sue carenze sia più forti a livello di leadership, cosa decisiva vista la situazione.

    Tra le righe si legge: l’est fa cagare quindi è per questo che gli heat vincono – quindi titoli “asterisco”. Bello pensare che il cammino più devastante gli heat lo hanno fatto nel 2011 contro boston e bulls con rose, due contender liquidate con 4-1, cosa che manda in pezzi tutti sti pipponi sulla facilità di arrivare in finale nella eastern. Arrivare in finale è sempre una fatica bestia, ad este e a ovest e i pipponi vengono annullati ancor di più se poi alla fine dei giochi è un team della eastern a vincere.

    Godetevi i playoffs dai.

  • Infatti poi nel 2011 hanno perso in finale gli Heat