Houston, fiducia a McHale e obiettivo…Love!?

La franchigia del Texas conferma il suo allenatore malgrado al dolorosa uscita dai Playoffs e vuole ri-confermarsi regian del mercato andando a strappare Mr.Doppia-Doppia

Kevin LoveLa serie tra gli Houston Rockets e i Portland Trail Blazers era sicuramente tra le più equilibrate della Western Conference, a scamparla sono stati i Blazers grazie anche alla magia sulla sirena di Damian Lillard (23 anni) in Gara6 ma Houston ha di che mangiarsi le mani, malgrado l’eliminazione la posizione di coach Kevin McHale non è in bilico.

Lo “Houston Chronicle” ha riportato che McHale concluderà il suo contratto con i Rockrets ritornando anche la prossima stagione sulla panchina di essi, la franchigia ha grande fiducia nell’ex leggenda dei Celtics e lo ha difeso dicendo che i troppi infortuni gli hanno impedito di lavorare bene, inoltre tutti i giocatori sono dalla sua parte con in primi Dwight Howard (28 anni).

Houston aveva le potenzialità di battere Portland e di poter spaventare la Western Conference ma la discontinuità di prestazione dei singoli, James Harden (24 anni) in cima alla lista (37% dal campo nella serie), ha fortemente caratterizzato la stagione e la post-season dei texani; in estate molto probabile la partenza di Chandler Parsons (25 anni), si mormora Boston, ma Houston vuole di nuovo stupire tutti puntando ad un altro top-player: Kevin Love (25 anni)!

Teoricamente Love è più difficile da raggiungere rispetto a Carmelo Anthony (29 anni), visto che ha ancora un anno di contratto con Minnesota da $15 milioni (Con Player Option da $16 milioni per la stagione 2015/16, ndr) , ma il GM Daryl Morey cercherà di strapparlo ai T-Wolves sfruttando due argomenti di non poca rilevanza:
• L’opportunità di comporre un trio da favola con Harden e Howard
• L’opportunità di andare a giocarsi i Playoffs (Love non ci è mai andato in 5 anni)
• Tatticamente andrebbe a completare i Rockets

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B