Jackson-Warriors, matrimonio finito: licenziato!

Alla fine le due partita non ce l’hanno fatta più e sono arrivate alla separazione, adesso è ufficiale che il reverendo non tornerà l’anno prossimo sulla panchina dei Warriors.

JacksonGiornata ricca di notizie quelle di oggi, Kevin Durant (25 anni) premiato MVP della stagione (CLICCA QUI per leggere), i casini d’amore agli Indiana Pacers con Paul George (24 anni) protagonista (CLICCA QUI per leggere) e adesso il licenziamento di Mark Jackson da parte dei Golden State Warriors!

Le parti erano da mesi che viveno su due mondi diversi e a nulla sono serviti i proclami dei giocatori, Stephen Curry (25 anni) in primis, per trattenere il loro allenatore; il comunicato ufficiale è arrivato pochi minuti fa ed ecco le prime parole del GM Bob Myers

Non è mai facile prendere una decisione di questo tipo, Mark ha compiuto molte cose buone durante i suoi tre anni con l’organizzazione, compreso il suo ruolo nel contribuire a elevare il valore di questa squadra in una posizione migliore di quanto non fosse quando arrivò quasi 36 mesi fa. Siamo riconoscenti per la sua dedizione e impegno fin dal suo arrivo e siamo estremamente grati per i suoi contributi. Tuttavia, come organizzazione, abbiamo pensato che fosse meglio muoversi in una direzione diversa in questo momento.

A parlare anche il proprietario & CEO Joe Lacob

Mark Jackson ha avuto un grande impatto sul miglioramento del nostro team e il successo che abbiamo avuto negli ultimi due anni, tuttavia, dobbiamo prendere alcune decisioni difficili nelle nostre attività giorno per giorno e questo certamente qualificarsi come uno di quegli esempi. Auguriamo a Mark la miglior fortuna nelle sue attività future e lo ringraziamo per il suo contributo nel corso degli ultimi tre anni

Jackson è arrivato nella stagione 2011/12, in 3 stagioni ha centro 2 volte i Playoffs e il suo record con i Warriors è stato di 121 vittorie e 109 sconfitte.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B