Durant e Westbrook all’unisono: “Brooks non si tocca!”

Le stelle dei Thunder non hanno dubbi sul futuro del loro allenatore e lo hanno difeso pubblicamente nella conferenza stampa di fine stagione, Brooks non ha timori.

Brooks-Durant-WestbrookMalgrado l’annata superba di Kevin Durant (25 anni) e il solito Russell Westbrook (25 anni) neanche quest’anno gli Oklahoma City Thunder sono riusciti ad andare alle Finals fermandosi solo davanti ai San Antonio Spurs, tutti hanno puntato il dito sul GM Sam Presti ma soprattutto su coach Scott Brooks.

Nella classica conferenza stampa di fine stagione Brooks ha risposto così alle critiche e a chi ha messo in dubbio il suo futuro sulla panchina di OKC

È qualcosa che non considero, io faccio il mio lavoro ogni giorno. Ho imparato un sacco di preziose lezioni da mia madre, lei mi ha sempre detto che questo “Tu fai il tuo lavoro ogni giorno e vivi con i risultati”. Dicono che non ci si può preoccupare di ciò che gli altri dicono anche perché non gli incontrerai mai.

Sull’argomento sono voluti intervenire anche le due stelle di Brooks, difendendolo a spada tratta, prima KD

È uno di noi! Sto guidando con lui. È facile per chiunque al di fuori di criticare, ma una volta che sei nel fuoco, una volta che sei in quel campo, questi sono i ragazzi che contano. I ragazzi che condividono il sangue, sudore e lacrime, le notti insonni, quelli sono i ragazzi che contano, quelli sono i ragazzi che contano nel nostro libro. Tutti quelli all’esterno non sanno.

Poi Westbrook

Fin da quando sono qui e Scotty diventato l’allenatore, ha fatto un grande lavoro di avere fiducia in me personalmente. Ci sono momenti in cui le cose sono andate male e lui è l’unico che ha sempre, sempre coperto la mia schiena, indipendentemente da quello che era successo. Fa un grande lavoro a rimanere sempre positivo e avendo sempre fiducia nei ragazzi e nella squadra.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • nitrorob

    no vi prego!!
    non potete dire questo……………. fa che non sia vero…….spero che siano solo parole di routine

  • Scemodelvillaggio

    concordo, Coach Brooks ha saputo creare un legame autentico con la squadra e speriamo non si spezzi, non importa quanto tempo ci vorrà, i Thunder hanno i numeri per vincere l’anello, dopo l’era Miami.

  • il vicino di erba

    povero brooks.. http://gph.is/1cXRoOL

  • Michael Philips

    Vicino di erba

    visto l’arbitraggio pro-thunder in alcune gare di questi playoffs, temo che frank underwood abbia iniziato a lavorare per loro.

  • Quaqquo

    Che immagine romantica Brooks che COPRE LA SCHIENA di West !!!

  • low profile

    Nitro

    Invece dovresti essere orgoglioso di queste parole, sia chiaro io, tu e chiunque altro ha il sacrosanto diritto di manifestare perplessità riguardo l’allenatore ma in una NBA in cui tante star o presunte tali pur di non ammettere le proprie colpe licenziano allenatori ben più preparati, richiedono trade, si lamentano del supporting cast, portano avanti melodrammi infiniti, impongono scelte societarie etc etc vedere 2 ragazzi così giovani assumersi le proprie responsabilità e non scaricarle su un bersaglio anche abbastanza facile per me è sintomo di mentalità vincente. Se questo è davvero il loro pensiero stai ancor più certo che il titolo arriverà, con o senza Brooks. Durant ai miei occhi ha già riacquistato buona parte dei punti che ha perso e Wes mi sembra molto più sensato di quello che dimostra in campo. La maturità è tutto a questi livelli ed entrambi mi sembrano indirizzati a far tesoro delle sconfitte.

    Se c’era Frank Brooks a quest’ora era stato rimpiazzato da Peter Russo

  • nitrorob

    LP, sul punto di vista “umano” non gli si può dire niente per carità
    pensa che difendono pure Perkins (ho detto tutto eheheh)
    solo che vorrei vedere qualcun altro per il prossimo anno, poi che si sia creato un legame non lo metto in dubbio
    però forse è arrivato il momento di cambiare, la mia paura è che il prossimo anno con la squadra cosi com’è siamo sempre nello stesso punto
    poi oh che ne so, tutto può succedere!

    purtroppo molto cinicamente sono li per vincere, il gruppo affiatato che ha un bel rapporto col coach passa in secondo piano se con quel coach non si va da nessuna parte!

    cmq sinceramente a me RW ha sorpreso parecchio, si è dimostrato più maturo di quello che sembra, dopo questi PO direi che ha risputato quasi tutta la merda che gli è stata tirata negli anni
    spero continui la sua crescita…..

  • a questi Thunder manca solo la panchina e sono pronti, quanto adoro Westbrook!!!

  • gasp

    Onore a i due che difendono Brooks, ma se praticamente tutti attaccano lui ci sarà un motivo…

  • il vicino di erba

    MP per frank i thunder sono troppo giovani.. l’ha detto un po’ di tempo fà http://gph.is/1aZowpW

  • Il Nichilista

    Come possono dargli contro, è un allenatore pallemosce che gli fa fare quello che vogliono….
    Probabile che gli diano anche le frustate in culo con l’asciugamano bagnato a Brooks, ce l’ha la faccia di quello che si fa zimbellare dallo spogliatoio….
    Lui è un altro regalino dell’incompetenza di Presti cmq

  • 8gld

    @LP:
    giusto indicare il comportamento degli atleti e la loro crescita (su quella di Durant attendo…ha le carte in regola per poterlo fare…sia chiaro) ma vorrebbe dire riavere lo stesso copione e Brooks non mi è sembrato l’allenatore adatto per una crescita mentale e psicologica della loro stella. Per non parlare a livello di gioco, non varia…monotematico. Non saprei…titubante come pochi. Perchè già il reverendo non andrebbe bene o chi per lui? Le panchine sono in movimento.

    Presti aveva contattato PhilJ o chi per lui (quindi l’idea di metter mano c’era) poi arrivò il Coy.

  • hanamichi sakuragi

    La difesa di kd e rw mi fa pensare che al primo cada vene non difendere e al secondo di fare il cazzo che vuole.. Contenti loro

  • troy hudson 88

    Non scherziamo.. L’allenatore va cambiato e Perkins va amnistiato.. X non ritrovarsi allo stesso punto..

    Ps: non vorrei passare x un tifoso Okc.. Anzi a me i thunder stanno piuttosto sul cazzo, sempre x l’ annosa questione seattle.. Però ho , umanamente parlando, grande stima di KD e non posso che augarmi che sia lui l’anno prox ad interrompere l’egemonoa delle solite note: spurs e heat( sojprattutto)..