Intervista doppia a: Jonathan Dally & Dalton Hilliard!

Milano non è solo Milan, Inter e Olimpia ma da qualche anno anche il football americano si sta facendo spazio nella città meneghina grazie anche ai suoi assi americani.

20140605_185008
Dalton Hilliard, F.M.B & Jonathan Dally

Milan e Inter hanno deluso ma non pensate che le uniche speranze scudetto per la città di Milano siano riposte nell’Olimpia EA7 di Daniel Hackett & Co., infatti il 21 giugno presso il velodromo Vigorelli i Seamen Milano si giocheranno la semifinale scudetto per accedere al SuperBowl italiano di Football Americano (6 luglio a Ferrara, ndr)!

La squadra milanese si è qualificata matematicamente 2^ alle spalle dei Panthers Parma, squadra dominatrice del campionato negli ultimi 4 anni, ma quest’anno i Seamen possono contare sue due assi a stelle e strisce quali il QB Jonathan Dally e il DL Dalton Hilliard; il direttore F.M.B li ha raggiunti al Vigorelli per una bella intervista doppia tra football & NBA!

10329053_10152470193089602_745520478125326923_n1) Parma si è portata a casa gli ultimi 4 scudetti, è questo l’anno buono per mettere fine al loro dominio?
DH: Penso che abbiamo i giocatori e lo staff per fare buone cosa, l’unica cosa che dobbiamo fare è stare concentrati su quello che dobbiamo fare, abbiamo giocato bene in questa stagione specie in difesa, mancano poche settimane e dobbiamo rimanere concentrati e fare sempre meglio.
JD: Abbiamo giocato una buone stagione, tutti insieme, abbiamo imparato molto, costruendo un’ottima chimica di squadra, questo è il segreto del nostro successo

2) Dove questa squadra e voi siete migliorati?
JD: Abbiamo molto talento e, come detto prima, abbiamo lavorato molto costruito un’ottima chimica di squadra, il supporto dei fans ci ha aiutato a lavorare meglio, credere l’uno nell’altro ed è stato il grande miglioramento
DH: Come Jonathan, questa squadra è nata da zero con molte persone che non si conoscevano che venivano da altre squadre, da altre zone del mondo a differenza di altre squadre dove si erano già formati dei gruppi, abbiamo capito subito come giocare insieme e quella è stata la chiave.

3) Cosa pensate del campionato italiano, in particolare del suo livello, facendo un paragone con le vostre esperienze in NCAA?
DH: È buono! Voglio dire, noi (riferito a loro 2) abbiamo anni di esperienza e il nostro compito è quello di cercare di insegnare le nostre abilità a questi ragazzi e anche ai bambini per alzare il livello del gioco
JD: Essendo giocatori americani di importazione c’è una differenza rispetto al nostro gioco, siamo qui per cercare di migliorare gli altri compagni insieme allo staff, guidarli in campo.

4) C’è una crescita del football americano in Italia e dove si può fare di più per migliorare?
JD: Credo il lavoro con i bambini sia un grande passo avanti, coinvolgere più bambini possibili a giocarci, è uno sport dove serve poter creare una squadra per giocare e non come calcio o basket dove si può giocare 2-Vs-2 o 3-Vs-3, farlo in grandi città come Milano è un’ottima cosa, è uno sport che deve crescere dai giovani.
DH: Come ha detto Johnny tutto deve partire dei giovani, qui in Italia avete un grande passione per lo sport e so che riusciremo a farla tirare fuori anche per il football

10362833_10152470194184602_1699132349210741050_n5) Chi era/è il vostro idolo in NFL?
DH: Ed Reed! Ero un fan della difesa dei Baltimore Ravens, anche se non gioca più per loro lo ammiro sempre, soprattutto al sua intelligenza in campo, le sue movenze pur non essendo un giocatore fisico riesce sempre a coprire la giusta zona del campo.
JD: Per molto tempo è stato Drew Brees, un QB undersize ma con un’intelligenza che lo ha portato ad avere successo in NFL, recentemente mi piace molto Russell Wilson, gioca on la testa, fa pochi errori e ha la giusta attitudine

6) Molti giocatori NBA, vedi LeBron James, prima di giocare a basket hanno giocato a football? Anche voi avete alle spalle un’esperienza con la palla a spicchi?
JD: Nel football hai una mentalità offensiva mentre de basket devi concentrati su tutti e due i lati del campo e a me piaceva difendere sui migliori esterni avversari, ero un sorta di Ron Artest con la mentalità di uno che non voleva farsi battere da nessuno, uno di qei giocatori che ricorreva a tutto pur di non farti segnare
DH: me piaceva correre per il campo, saltare, prendere i rimbalzi e provare, e sottolinea bene il “provare”, a schiacciare! Comunque mi piaceva giocare con gli amici, comunque tutti i giocatori di football hanno giocato a basket.

7) Passiamo all’NBA, squadra e giocatore preferito?
DH: Chicago Bulls e Derrick Rose
JD: Los Angeles Lakers e Kobe Bryant

8) NBA Finals 2014, vostri pronostici
DH: È dura da dire perché non sono un fan di LeBron James ma credo che i Miami Heat possano farcela, stanno bene fisicamente, non ho visto molte loro partite però hanno buone chance, in quante gare? Sia va fino a gara7, tutti vogliono Gara7!
JD: Vorrei che fosse San Antonio a vincere, hanno un gruppo di giovani che sta emergendo alla grande, sono una squadra bellissima da vedere che tutti ammirano come me che sono un grande ammiratore delle squadre che lavorano sui fondamentali, dico che vincono loro in 6 gare

9) Domanda manageriale, se foste i GM di una squadra di football, ditemi 3 giocatori per cominciare l’avventura
JD (Offense): Costruirei la squadra intorno a giocatori giovani e la mia prima scelta sarebbe Russell Wilson, uno che corra bene con la palla coma Adrian Peterson e poi uno che vada bene ne profondo…andrei con Vernon Davis, è terribile nei Play-Action
: Sceglierò 3 miei ex compagni di squadra, Anthony Barr che è stato draftato quest’anno (Minnesota, #8) ed è un super LB con un grande atletismo, Datone Jones (DE) che è stato il mio mentore ad UCLA ed Anthony Barr, il mio nicklel-corner. Solo Bruins!

10) Chiudiamo con un gioco manageriale NBA, la starying-lineup all-time fatta però con solo $15!
DH: Posso prendere 5 Michael Jordan ($5)? Fai così, Michael Jordan e mettici altri 4 che vuoi tu, basta MJ!
JD: Shaquille O’Neal ($2), Magic Johnson ($5), Kobe Bryant ($4), Kevin Durant ($2) e Kevin Garnett ($1)

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Dave

    Sarebbe da ri fare alla luce della vittoria del superbowl 🙂