LeBron tranquillizza Miami…e fa autocritica!

La stella di Miami è stata la grande assente negli ultimi minuti di Gara1 causa crampi, lui tranquillizza l’ambiente e fa mea-culpa per aver abbandonato i compagni.

JamesPiù del successo dei San Antonio Spurs in Gara1, l’argomento che sta tenendo banco in questo momento sul pianeta NBA sono i crampi che hanno fermato LeBron James (29 anni) nel finale di partita causa un afa all’interno dell’arena dovuta alla rottura del sistema d’aria condizionata, un’assenza che è costata cara agli Heat scaturendo una vera reazione a catena su tanti fronti.

Prima di tutto le condizioni del giocatore che, nella conferenza stampa rilasciata all’allenamento di ieri (James NON si è presentato in quella dopo partita, ndr), ha tranquillizzato i tifosi sulla sua presenza in Gara2 che si terrò domenica notte

Ovviamente ero molto dispiaciuto, il mio corpo mi ha tradito e io ho lasciato i miei compagni e non ho potuto aiutare la mia squadra a superare l’ostacolo, sono molto arrabbiato per questo. Ho fatto tutto quello che dovevo fare per prepararmi per questa partita, prepararmi per questo momento e poi sentire il mio corpo tradirmi…Comunque mi seno meglio, i muscoli sono tornati a rilassarsi e non ci saranno problemi per domenica

L’uscita di James, in braccio ai compagni, ha scatenato un vero tormentone virale in rete; dopo il “Tebowing” di Tim Tebow, il “Bradying” di Tom Brady adesso è impazzata la moda del “LeBroning” con ragazzi che si immortalano mente si fanno trasportare da amici, questo è il lato comico ma c’è anche quello commerciale dove la Gatorade prima si è presa beffa della rivale Powerade (della quale James è testimone) con un tweet…peccato che le immagini l’abbiano smentita, perché il #6 per combattere il caldo dell’AT&T Center si stava proprio dissetando con il loro prodotto!!!

Schermata 2014-06-06 alle 23.20.44

Sull’argomento è intervenuto anche Kobe Bryant (35 anni), testimonial ed azionista della “Body Armor“, difendendo il collega di Miami e promoovendo la sua energy drink

Schermata 2014-06-07 alle 12.22.33

LeBron ha parlato così di questa situazione tragicomica, pungendo

Davvero non mi interessa quello che si dice in giro e non mi interessa questa storia di quel drink del quale non ho intenzione di fare il nome, questa è solo una faccenda tra gli Spurs e gli Heat, nessun altro!

Per quanto riguarda il “LeBroning”, il mio preferito è questo!

Griffin

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Kobe24

    Lebron giusto,ammette di non avercela fatta nonostante la preparazione.Avvocato di lusso Bryant eheheheheh

  • mad-mel

    ahahha solo in america poteva venir fuori la discussione sull’energy-drink….che giro di soldi…