NBA Finals, le parole dei protagonisti (Gara4)

San Antonio espugna nuovamente con una prestazione mostruosa Miami e si porta sul 3-1 col Match-point in casa, soddisfazione per i texani, Heat sconsolati ed impotenti.

San Antonio espugna nuovamente con una prestazione mostruosa Miami e si porta sul 3-1 col Match-point in casa, soddisfazione per i texani, Heat sconsolati ed impotenti.

Heat-Bar

LeBron James

Ci siamo messi in questa posizione, ora possiamo solo preoccuparci di gara-5, cercare di strapparne un’altra in Texas come in gara-2. Siamo un po’ giù adesso, è normale, ma ci proveremo. Ho tentato di riportarci in partita nel 3° quarto ma loro hanno continuato a far canestro. Due sconfitte di fila in casa? Sono stati molto superiori a noi, semplice. Sono un motore ben oliato che gira alla perfezione”

Dwyane Wade

Con due giorni tra gara-4 e gara-5 c’è un po’ di stacco, anche se mentalmente continueremo a pensarci. Ogni partita fa storia a sé, non credevamo assolutamente di perderne due ma allo stesso tempo sappiamo cosa dovremo fare per riportare la serie a Miami.

Chris Bosh

Siamo stati presi a calci nel sedere per due partite di fila, San Antonio gioca una pallacanestro meravigliosa ma se c’è una squadra che può compiere questa impresa, siamo noi!

Erik Spoelstra

Lo dicono tutti e hanno ragione: la partita che può chiudere una serie è sempre la più difficile, per ragioni ovvie. Diamo credito agli Spurs, hanno giocato una grande partita. Nessuno di noi si aspettava che giocassimo in questo modo. Questa è stata sicuramente la più grossa sorpresa della serie. Ma ne abbiamo passate tante, questa è una nuova sfida. Quello che ho detto alla squadra è di ricordarsi che quando giochiamo come sappiamo, possiamo battere chiunque, ovunque. Dovremo farlo in gara-5 a San Antonio per riportare la serie a Miami. Non siamo mai riusciti a entrare in ritmo.

SPursBAR

Tim Duncan

Non abbiamo voluto accontentarci dopo aver vinto la prima in trasferta. Siamo scesi in campo con la giusta concentrazione. Ma ora ci aspettiamo i migliori Heat in Gara5, sono i campioni, dovremo pareggiare la loro energia e concentrazione. Un onore (record di doppie-doppie), ma qualcosa che sicuramente apprezzerò maggiormente dopo aver vinto un’altra partita

Tony Parker

Noi scendiamo in campo e pensiamo solo a giocare (commentando i complimenti di Bosh), muoviamo la palla e cerchiamo di giocare come durante la stagione, ci piace giocare bene con gli extra-pass, in questo momento lo stiamo facendo. La difesa è stata grande, abbiamo comunicato tra di noi ed eravamo tutti sulla stessa pagine, speriamo di poterlo far ancora per una partita. Sono felice ed orgoglioso di come ha giocatore Boris (Diaw), lo conosco da tanto tempo ed essere qui con lui a giocarci il titolo è qualcosa di bellissimo, lui qui si trova benissimo. Gara6 dell’anno scorso ci ha motivato ma ogni anno è una storia a se, rispettiamo Miami e dobbiamo stare attenti, dobbiamo vincere ancora una partita.

Kawhi Leonard

Abbiamo mosso bene la palla, occupato bene gli spazi ed eseguito bene i tiri non contestati. In Gara3 abbiamo difeso bene e tirato col 50% circa, oggi siamo scesi in campo molto concentrati sulla difesa. Paty ha tirato e ho visto l’occasione di catturare un rimbalzo offensivo (in merito alla schiacciata in tap-in). Miami è una grande squadra con grandi giocatori, non sono ancora al tappeto e noi dovremo concentrarci come stasera sulla nostra difesa.

Gregg Popovich

La nostra difesa è andata meglio rispetto a Gara3. Vincere o perdere non è mai riducibile a una cosa, come tirare bene o male, ci sono tanti fattori. Gara33 è stata un’anomalia, ma anche tirando col 54% se non perdi 27 palloni, dovresti essere messo bene…

Adrien

Adrien

Il basket dei playground milanesi gli regala esclusivamente infortuni, relegandolo ad una vita di solo NBA League Pass e cibo del discount. Cuore giallo-viola con Bargnani sempre in cima ai suoi pensieri…ma non quelli nobili Nickname: Adrien