Anthony, sarà lotta a due tra Houston e Chicago!

La stella dei Knicks ha deciso che non rifirmerà con la franchigia della Grande Mela, i Rockets e i Bulls sono già pronte a contenderselo, squadre che lui gradirebbe!

MeloOrmai ha deciso, Carmelo Anthony (30 anni) non tornerà nella prossima stagione ai New York Knicks, l’ultimo meeting con la dirigenza Knicks ha dato vita ad una fumata nera e adesso le franchigie NBA sono pronte a darsi battaglia per i suoi servigi…soprattutto due!

Infatti Melo testerà la Free-Agency e i Chicago Bulls e gli Houston Rockets sono alla porta; entrambe devono fare delle manovre per liberare lo spazio salariale per poter aggiungere l’ex Syracuse il quale gradirebbe entrambe le mete, da non escludere delle sign-and-trade, vediamo le situazioni delle due contendenti:

• Chicago dovrà eliminare almeno $20 milioni dal suo monte ingaggi ($16 milioni solo con l’eventuale amnistia a Carlos Boozer) rinunciando anche ai diritti su Kirk Hinrich (33 anni), D.J. Augustin (26 anni), Jimmer Fredette (25 anni) e cercando di rifilare Mike Dunleavy Jr. (33 anni) e i suoi $3 milioni da qualche parte. Fatto questo i Bulls potranno lanciarsi su Anthony senza necessariamente usare una sign-and-trade.

• Houston ha una situazione un po’ più complicata, i Rockest infatti hanno poco più di $62 milioni impegnati nel tetto salariale per la prossima stagione, l’idea è di creare un pacchetto composto da Jeremy Lin (25 anni) e Omer Asik (27 anni) più delle scelte al Draft e rifilarlo a qualcuno in cambio di niente. Tutto però potrebeb cambiare se Melo decidesse di tagliarsi l’ingaggio

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Giup

    Un ritorno a Denver è così impossibile??

  • Decisamente!

  • Alessio

    Se Houston avesse il sì di Melo potrebbe trovare un valido alleato nei celtics che potrebbero prendere Asik con l’eccezione salariale e combinare un giocatore più Bogans (che dovrebbe poter essere tagliato) anche per Lin. Questo darebbe, peraltro, una maxi eccezione salariale ai Rockets che potrebbero utilizzare l’anno successivo, magari per dare la caccia ad un altro giocatore da 8-10 milioni.
    In alternativa potrebbero, semplicemente, accordarsi con New York per un sign&trade (lo stesso vale per Chicago, ovviamente).

  • cips

    una domanda che non centra niente con anthony, qualcuno mi può dire la situazione salariale degli hawks? che sno un pò confuso su queste cose

  • mad-mel

    Un sentito ringraziamento al signor Carmelo Anthony. Non ha voluto aspettare 6 mesi per venire al Garden e ha costretto ny a distruggere mezza rosa e sacrificare tutte le scelte future al draft. Aggiungi delle stagioni da perdente con pkayoffs imbarazzanti. E se ne va cosi.
    La gratitudine in persona.

  • 24>23

    @mad-mel: la dirigenza knicks, dolan in testa, non ha fatto NULLA di intelligente per aiutare Melo a vincere. Addirittura buttare 10 milioni su bargnani quando strapaghi gia Chandler e stat!!!
    È giusto che NY lo perda senza ottenere nulla e sprofondi diversi anni nei bassifondi della eastern conference.
    Vada ai bulls, ottimo progetto e ottimo coach!

  • mad-mel

    E giusto che sprofondi nei bassifondi i prox anni….perche scusami dal 99 in poi cosa abbiamo fatto?

  • Michael Philips

    Lo vedo male ai rockets. Con harden troppi mangiapalloni. E ci sarebbe anche un howard che in questi playoffs ha dimostrato di meritare più palloni in attacco.

    No, per me i Bulls rimangono la sua prima scelta. Avrebbe tutto, responsabilità offensive intatte(considerando la pochezza dei bulls attuali) e tanti difensori ad aiutarlo e a coprire i suoi limiti, e sono certo che con thibo anche melo si impegnerà in difesa. Pensando a butler, noah e gibson avrà tutta la copertura del mondo. In più l’ipotesi che rose possa tornare ad essere un giocatore decente potrebbe davvero rendere i bulls una contender.

    I knicks non hanno gestito bene il monte salari. Troppi soldi a giocatori che non hanno dimostrato di meritarli. Non hanno gestito bene il roster che è sempre sembrato un bordello assurdo. In definitiva phil jackson dovrà forse ricostruire.

  • L’unica scelta saggia per Antony è andare ai Bulls…dove continuerà a non vincere nulla, ma dove almeno potrà sperare di arrivare alla finale di conference…

  • Kobe24

    Sarebbe interessante vederlo giocare a Houston,potrebbe fare il 4 con Parsons,e questa idea mi stuzzica parecchio.A Chicago tutto dipende da Rose,ma ormai non ci spero più di rivederlo ai livelli di quando era Mvp,cerco che con Thibodeau sarebbero un accoppiata eccezionale.Con i Knicks a parte l’exploit del passaggio del primo turno lo scorso anno ed il record in regular season,non ha mai ottenuto grandi risultati,Potrebbe essere un nuovo inizio per Ny il suo addio,con i contratti in scadenza nel 2015,un anno di tanking e magari qualche buon free agent,nel 2015,dovrebbero esserci Lebron e Love.

  • mad-mel

    Ah che si punta sul 2015 non ci sono dubbi finche ce quel tumore di stat.
    Non sonl sicuro che ci saranno Lebron e Love. Gia quest estate saranno belli accasati.
    Durant quando scade? Io vedo non nero ma nerissimo a ny. Nessuna scelta draft e tutti scappaano.

    Se Melo ha un po di cervello sceglie chicago per un molti moviti.
    Ad est c e il nulla eccetto Miami.
    I big three melo rose e noah chimicamente ci stanno.
    Rose sara un ottimo violino perche secondo me non tornera a livelli altissimi.
    C e un ottimo allenatore e un ottimo sistema difensivo.
    A chicago manca come il pane il go to guy e nei momenti finali delle partite che contavano facevano sempre fatica.

  • Kobe24

    mad-mel Durant nel 2016.Love forse quest’anno andrà via,ma un anno di purgatorio per giocare a New York potrebbe farlo,Lebron non penso vada via,hanno fatto la quarta finale consecutiva,un altro giro in quel di Miami lo farà.Se nel 2015 tutti e due sono free agent e i Knicks hanno spazio salariale libero,con l’appeal che hanno e con Phil in carrozza non sarebbe tanto difficile reclutarli,ovviamente parlo per assurdo,ma non sarebbe un’idea così malvagia.Melo a Houston potrebbe fare bene,vederlo in un ruolo solo di scorer ed a rimbalzo con Beverly e Harden che fanno girare la palla non sarebbe male.Poi non penso si accontenti di passare un turno,vuole andare via per l’anello,chissà come finirà sta nuova telenovela

  • Max

    l’unico modo per New York di tornare al vertice e sucito e provare a prendere Lebron

  • in your wais

    Boh…sempre difficile capire fino a che punto arrivino le responsabilità del management, del coach, e dove inizino quelle di Melo…il quale secondo me ha come errore principale quello di non aver davvero diversificato il suo gioco nel corso degli anni, nel senso che i tanti pregi ed i pochi difetti quelli sono rimasti…

    Scorer stupefacente, tecnica di sopraffina, difensore pigro, passatore potenziale enorme che scompare dietro tanto egoismo. Senza comunque capire fino a che punto non la passa lui, e fino a che punto è inutile passarla ai mediocri compagni di squadra che aveva attorno

    Secondo me se ne deve andare, il ciclo ai Knicks è finito, gli serve aria fresca. NY direi che in 2-3 anni deve fare un repulist, via dalle palle tutti, da Melo a JR a Stat a Chandler a Felton, si ricomincia con un monte salari basso e cervelli diversi come responsabile delle operazioni e coach

    Tra le destinazioni possibili, sinceramente non vedo che ci faccia Houston con Melo, visto che il pallone è uno solo, Harden ama averlo tra le mani spesso, ed Howard va servito con un minimo di continuità. E visto che in ala piccola ai un ragazzo come Chandler che costerà un terzo di Melo, e mi pare abbia già dimostrato un certo valore

    Perfetti i Bulls invece: lo possono circondare di difensori che ne mascherino le lacune, hanno bisogno disperato di uno che produca punti, stanno bene sotto canestro (a patto di non lasciarsi soffiare Gibson), hanno un coach che lo può far trottare per bene…poi magari un giorno torna pure il cadavere di Rose…

    Certo, sarebbe un gesto carino da parte di Melo anche pensare di abbassare le sue pretese…perchè in America sono tutti bravi a riempirsi la bocca con frasi fatte tipo “voglio vincere”, solo che prendere 20 milioni l’anno significa che la tua squadra non ha poi molto margine di manovra per circondarti di altre stelle…

    Ora visto che hai 30 anni, sei da 11 anni nella NBA e non hai vinto una cippa, magari potresti crescere, e sacrificare un minimo di stupido orgoglio per farti ricordare non dal lato sbagliato della storia

  • in your wais

    Lo so, “hai” si scrive con l’h e non senza…sorry

  • NyWorld

    Quoto e stra quoto il pensiero di mad-mel sulla questione Carmelo ha distrutto mezza squadra per ottenere il max del contratto e la dirigenza (“ottima”) pur di accontentarlo ha spedito mezza squadra a Denver…..per non aspettare 6 mesi….arriva a Ny e i risultati sono davanti agli occhi di tutti e come al solito arriva ai PO e sparisce salvo qualche breve sussulto dimostrando che da solo non riesce a trascinare una franchigia ( Le Bron comunque ha portato Cleveland in finale….poi per vincere ha portato il suo talento a South Beach ma di fatto ha dimostrato almeno di portare una franchigia non di primo piano ai vertici). Come ringraziamento ora saluta tutti e lascia la sua città per provare ad aggregarsi a qualcuno che lo prenda per mano e gli indichi la via per cercare di mettersi al dito almeno un anello….bhá! Grande talento grande potenziale ma NON è un vincente punto. Poi chiaro che la folle dirigenza dei Knicks ci ha messo tutto e di più per non aiutarlo e per non costruire una squadra sensata. Dubito comunque che Phil sia arrivato a Ny senza idee chiare su come rilanciare la franchigia non penso che uno come lui non abbia piani concreti per il 2015…è non credo che abbia voluto a tutti i costi Melo….vuole ricostruire e i soldi risparmiati per il suo mega contratto saranno investiti (spero) al meglio per rifondare. Certo qualche dubbio su un allenatore senza esperienza come Fisher c’è l’ho ma mi fido di Phil…certo il purgatorio infinito per noi poveri tifosi è ancora lungo ma prima o poi….sicuramente non rimpiangerò Melo vedremo magari meno talento al Garden il,prossimo anno ma i risultati più in basso di così è impossibile per cui bye bye 7!!!

  • gasp

    Concordo con madmel e nyworld, Melo il suo approdo a NY doveva pianificarlo meglio.

    Se le voci sono vere (perché chiunque in queste ore dice la sua) non ne verrebbe fuori bene.

  • illmatic

    certo che la storia che ny ha smembrato la squadra per arrivare a melo è ridicola… pare che abbiano dato via quattro allstar. cioè… chandler e gallinari sono i due nomi più grossi e con tutto il rispetto per gallinari new york ha avuto in cambio billups e anthony. che poi abbia fatto cose inutili tipo: amnistia a billups, prendere bargnani, artest, etc etc non ci piove, ma new york per melo, escluso lo stipendio, non si è certo svenata.

    poi le scelte… visto le scelte (poche) fatte negli ultimi dieci anni… capisco gallinari ma gente tipo jordan hill?