NBA Finals, le parole dei protagonisti (Gara5)

San Antonio torna sul tetto dell’NBA strapazzando anche in Gara5 i Miami Heat, Marco Belinelli 1° italiano a vincere il titolo, per Duncan sono 5! Qui le emozioni.

SPursBAR

Tim Duncan

È l’anello più bello di tutti quelli che ho vinto, forse per quanto accaduto un anno fa, forse perché sono a fine carriera o perché ho questi due con me (rivolto ai figli). Sono cose che lo rendono speciale. Ritiro? No, non ci casco, non rispondo! Abbiamo reagito nella giusta maniera alla sconfitta dello scorso anno, vincendo da squadra. Essere in una squadra da titolo in questa fase della mia carriera è qualcosa di indescrivibile

Marco Belinelli

Non ci credo…Qualcosa di veramente incredibile, sono campione Nba, nessuno lo avrebbe mai detto. Questo successo è per la mia famiglia e per tutti quelli che hanno creduto in me. Ma lo voglio dedicare anche a tutti quelli che in questi anni mi hanno criticato. Chi diceva che non sarei mai riuscito a crescere in questa Lega, loro mi hanno dato una carica e una motivazione incredibile e adesso sono campione Nba. Non so bene che cosa dire in questo momento. Ho cercato di migliorarmi come giocatore, per questo ho firmato con San Antonio, perchè c’è una grande organizzazione, una grande squadra e sicuramente perchè voglio vincere. Voglio essere un giocatore migliore e continuare a vincere

Kawhi Leonard (MVP)

Sono felice, ho sempre avuto fiducia nella squadra. Ma certo non avrei mai pensato di poter vincere l’mvp. Mi sembra un sogno

Gregg Popovich

E’ una grande soddisfazione perché ci ripaga del lavoro fatto tutto l’anno per tornare in finale. E’ gratificante e al tempo stesso ci fa capire quanto siamo fortunati ad avere quest’opportunità. Kawhi è un ragazzo quieto, le nostre conversazioni solitamente sono a senso unico… In futuro lo useremo molto più per il suo talento individuale

Heat-Bar

LeBron James

Ho cercato d’ispirare i miei compagno in avvio scendendo in campo molto aggressivo. Ma ovviamente non ho fatto abbastanza. Se abbiamo ancora benzina? Due titoli in 4 anni, il 50%, firmo tutti i giorni per un bilancio simile. Io, Dwyane e Chris non siamo certo orgogliosi di come abbiamo giocato queste finali, sarà qualcosa a cui penseremo tutta estate. Futuro? Non ci ho ancora pensato, non sono deluso dai miei compagni, quest’anno ci siamo trovati di fronte una squadra più forte

Adrien

Adrien

Il basket dei playground milanesi gli regala esclusivamente infortuni, relegandolo ad una vita di solo NBA League Pass e cibo del discount. Cuore giallo-viola con Bargnani sempre in cima ai suoi pensieri…ma non quelli nobili Nickname: Adrien

  • l’intevista di Mamoli a Marco: emozionato come a tutti gli “umani” sembrerebbe impensabile… sono sempre tutti così bravi a trovare le parole, ad essere “professionisti”… Marco è italiano… bravo!

    https://www.youtube.com/watch?v=-Ig12m7J3qM

  • Tiduz

    grazie

  • tom

    da qui in avanti d-wade potrà muoversi solo a questa velocità http://youtu.be/Nopz8HLScXs?t=1m5s

  • low profile

    Manca una importante dichiarazione di Bosh: “gli spurs sono la miglior squadra contro cui abbia giocato negli ultimi 65 milioni di anni”

  • a-ha

    L’ intervista post gara di lebron dimostra quanto sia maturato dal 2011…perché il james pre-2011 avrebbe detto ” non mi interessa se ho perso queste finali, domani mi sveglierò nella mia villa con un mucchio di soldi a differenza vostra e di chi mi critica tornerete alle vostre squallide vite”, invece questo james si è addossato le colpe della sconfitta anche se è ne ha poche e ha detto “ehy, abbiamo trovato una squadra più forte di noi”

  • alert70

    a-ha

    Sul 56-42 dopo che Mills lo aveva battuto in palleggio per un “conodo” layup ha chiesto scusa a tutti i compagni. Se pensiamo che era l’unico a produrre gioco c’è da essere felici per la sua crescita come uomo di basket. E’ maturato e le parole del post gara lo confermano.