Binzago Day #1; partenza falsa per gli ADP!

Brutta e pesante sconfitta per gli “Amici Del Piazz” alla loro prima partita del torneo, assenze pesanti e alchimia ancora tutta da costruire, ma niente è perduto!

FurlaInizio tutto in salita per gli “Amici del Piazz” al torneo di Binzago, come l’anno scorso la palestra chiusa non è amica dei nostri che ne sono usciti sconfitti 68-47 dal Montenegro Team di una inarrestabile Alessandra Calastri (19 punti), la compagine Blu-Navy ha mostrato molte lacune soprattutto sotto l’aspetto tattico.

Le assenze di Oscar Gugliotta e Federico Thiegi hanno avuto il loro peso, a livello di gioco, se tolte le prime fiammate ad inizio partita, troppi isolamenti con “1-Vs-Tutti” e il conseguente poco movimento di palla in attacco hanno scavato minuto dopo minuto la fossa per gli ADP per non parlare delle assai discutibili scelte tattiche (quintetti) del coach; Dal Verme-Tandoi, Colombo-Radovanovic, Furlanetto-Galtarossa sono coppie incompatibili a livello tattico in quanto vanno a calpestarsi i piedi da soli essendo pari-ruolo, risultato: un 3° quarto alla Sacramento Kings!

A livello individuale bene la new-entry Alessandro Galtarossa, tiratore di ottime qualità ma quasi mai messo in condizione di uscire dai blocchi per sparare da 3, la stoica Erika Francione ha fatto il possibile per cercare di arginare l’imponente Calastri.

Prossimo incontro: giovedì 26 ore 22 Vs Grimy

CLICCANDO QUI accedete al sito ufficiale del torneo amministrato dal solito Manuel Beck con tutte le info in merito a gironi, calendario ed info.

Recap

Gli Amici Del Piazz – Montenegro Team 47-68 (18-16, 25-36, 41-53)

ADP: Giulia Dal Verme 5, Cristina Danese 7, Erika Francione 6, Camilla Tandoi, Riccardo Berenato, Davide Colombo 5, Luca Furlanetto 8, Alessandro Galtarossa 6, Giorgio Garavaglia 6, Bojan Radovanovic, Francesco Tieghi 4.

MONTE: Alessandra Calastri 19, Fabio Vaiarelli 2, Barbara Pentrella 2, Mauro Belotti 8, Mauro Perego 12, Marica Stefani, Alessandro Flego 5, Gabriele Michetti 3, Elena Brusati 8, Andrea Buga 4, Ermanno Guerra 5.

Continuano a saltare pronostici in questo inizio di torneo. Ogni anno i primi giorni di rodaggio favoriscono le sorprese, ma non era mai successo che dopo 3 serate fossero già cadute altrettante candidate al vertice del proprio girone: Cachuccho dello Zio, Non Riusciamo a Stare Senza e ora anche gli Amici del Piazz, che subiscono la sconfitta più pesante della loro storia binzaghese. Grande passo avanti, invece, per il Montenegro, già molto vicino alla qualificazione avendo bissato la vittoria d’esordio.
IMG_9416Nel 1° quarto non sembra una serata storta per i Piazz, che fanno il primo mini-break con Furlanetto e la rientrante Cristina Danese, segnando 17 punti nei primi 6 minuti. Attacco che però s’inceppa totalmente per il team dedicato a Gabriele Piazzolla nel 2° quarto, in cui realizza solo 7 punti, di cui 5 dalla lunetta. Per il Montenegro sale invece in cattedra un’Alessandra Calastri in forma smagliante: segna da sotto, da fuori, in contropiede, 13 punti sui 20 del Montenegro in questa frazione.
A inizio ripresa si scuotono i Piazz, tornando due volte a -7. Una schiacciata di Garavaglia in contropiede potrebbe suonare la carica. Ma i meccanismi di squadra del Montenegro funzionano meglio, recapitando buoni palloni alla solita Calastri o trovando sempre qualcuno in grado di respingere la rimonta, nell’occasione Perego con 2 triple e poi in entrata allo scadere eludendo i tentacoli della “torre” Colombo.
Nell’ultimo quarto l’attacco dei Piazz (che avendo 3 pivot di ruolo ne schiera spesso due insieme, cosa che però non aiuta ad alzare i ritmi) trova due entrate di Giulia Dal Verme ma poi si blocca nuovamente, litigando coi pietrosi ferri della palestra binzaghese. Mentre il Montenegro, smaltiti senza troppi danni 3 minuti quasi a secco (45-54 a 5′ dalla fine), stampa l’allungo definitivo con un canestro di Elena Brusati dalla media a chiudere i conti. Lo scarto pesante potrebbe contare nella corsa alla qualificazione, ovviamente in positivo per il Montenegro e in negativo per i Piazz che ora hanno la strada in salita.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B