Irving super-contratto, L.A chiama James, Kidd-Bucks!

Cleveland rinnova con la  super-estensione il suo PG cosa che anche James vuole a Miami, Nelson è stato rilasciato dai Magic, Gasol ha 3 contendenti, Kidd a Milwaukee!

irving• I Cleveland Cavalier sono volati fino nel new Jersey per incontrare la loro stella Kyrie Ivring (22 anni), in ballo la maxi-estensione del contratto per il giocatore conclusa con una stretta di mano tra il PG e il proprietario Dan Gilbert; si parla di un rinnovo da 5 anni per circa $90 milioni|

• Maxi-estensione alla quale mira anche LeBron James (29 anni) in quel di Miami, lui può ambire sempre a 5 anni ma per la bellezza di $130 milioni; sarà il suo agente Rich Paul a cominciare i meetings con i Miami Heat. Intanto i Los Angeles lakers hanno contattato proprio l’agente del 4 volte MVP!

Jason Kidd e i Milwaukee Bucks ci hanno messo davvero poco ad accordarsi, in neanche 24 ore l’ex allenatore dei Nets si è accasato nel Wisconsin come nuovo allenatore, a Brooklyn 2 future seconde scelte

Chauncey Billups (37 anni) si ritira! Il veterano ah declinato l’opzione da $2.5 milioni per la prossima stagione e molto probabilmente appenderà le scarpe al chiodo dopo ** anni di carriera, con tanto di titolo nel 2004 sempre con i Pistons

Pau Gasol (32 anni) ha delle contendenti, lo spagnolo infatti si incontrerà con i Chicago Bulls, i Dallas Mavericks, i Golden State Warriors e gli Oklahoma City Thunder, con i New York Knicks in agguatop e i Lakers sempre in prima fila.

• I Brooklyn Neta hanno perso la bellezza di $144 milioni nella passata stagione!

• Gli Orlando Magic hanno rilasciato Jameer Nelson (32 anni).

• I Los Angeles Clippers faranno un tentativo per Paul Pierce (36 anni).

• I Miami Heat sono interessati a Luol Deng (29 anni) ma oltre a loro anche i Dallas Mavericks, gli Atlanta Hawks, i Los Angeles Clippers/Lakers e i Chicago Bull!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • DC23

    LeBron, perché, perché? A che scopo chiedere la super-estensione???
    Così miami ha il cap intasato e non riuscirà ad essere da titolo…
    Spero che Pat lo convinca a ragionare!

  • Kobe24

    Lakers che fanno un’offerta a Lebron,vorrei sapere cosa dirà quella mente arguta del gm per convincerlo a venire ahahah Scelta giusta quella di Lebron di prendere il massimo,se lo è meritato soprattutto rispetto a contrattoni di giovani e meno giovani.Gasol conteso da molte squadre,a Golden State lo vedo bene,ma se i Lakers che hanno cercato di scambiarlo per 3 anni,lo riprendono,c’è da strapparsi i capelli,che cazzo di piano hanno in mente questi? Irving per ciò che ha fatto vedere quest’anno non merita quel genere di contratto,ha grande talento,ma ancora non ha la giusta maturità,chissà se si comporterà come Wall,anche lui dopo la firma dell’estensione ha fatto un ulteriore step.Menzione di onore ai Clips,che stanno diventando i Celtics 2.0,l’hanno scorso è sfuggito Garnett e quest’anno ci danno sotto con Pierce.

  • Irving
    A me non piace.. Se i soldi che voleva erano questi avrei provato a scambiarlo.. Poi magari con Blatt in panca ci prova davvero a fare il play e magari la smette ogni azione di tenere la palla 15 secondi in mano da fermo.. Ma per quello che ha dimostrato fino ad ora quei soldi non li vale

  • hanamichi sakuagi

    a me irving piace, sarà colpa del sorriso alla magic oppure del fatto che è sfrontato… però quei soldi, oggi, non li vale stupidi i cavs a darglieli. c’è da dire che per me non li valeva neppure wall

  • frankiegarage

    Attenzione ad Oklahoma…. se riescono a prendere Gasol diventano veramente interessanti….. almeno iniziano ad avere un “play” che ragiona con la palla in mano

  • BAUBAU

    Il problema non sono i Cavs che gli danno tutti quei soldi. Irving

    Ormai i tempi sono cambiati, appena vedo che hai un po’ di talento di do un sacco di soldi per non farti scappare via. Se i Cavs avrebbero proposto 50 mln per 4 anni, lui avrebbe tranquillamente rifiutato e avrebbe trovato ad occhi chiusi una squadra disposta a dargli 80/90 mln per 5 anno. Quindi i Cavs per non rimanere con le briciole in mano, decidono di tenere un talento sopraffino anche a più soldi.

    Gasol
    Se rifirma a 8/10 mln per 2 anni ai Lakers lo vorrei ancora, ma credo che ormai è quello che merita e quindi in qualunque delle squadre interessate va questo è il massimo che puó prendere

    Kidd
    Due future secondo scelte per un allenatore?! Ma i Bucks hanno perso la testa?! Un allenatore senza un briciolo di esperienza per due scelte al draft?! Sarebbe stato Doc, Zen o Thibodeau ci sarebbe anche stato… Ma per Kidd…

    Lebron
    Giusto che cerchi il massimo. Ognuno deve prendere quello che merita. Ma comunque io credo ancora che rimanga agli Heat. Ai Lakers non ha speranze di vincere oltre a Kobe intorno avrebbe il nulla. Avrebbero Kobe a 24, Lebron a 22 e Nash a 9 e già sono 55 per soli 3 giocatori. Ne devi mettere altri 10 vicino… Come fai?!

    Ps: È improbabile che i Lakers riescano a togliere quel contratto di Nash dal salary?

  • kadzait24

    Lebron sotto pressione della moglie, chiede il massimo salariale, proprio come kobe.

  • in your wais

    Non mi pare che dare due seconde scelte sia questa grave perdita, alla fine il 99% finiscono in Europa o in campionati minori. Diverso è chiedersi se davvero Kidd è considerato un reale upgrade rispetto al coach 2014, o è stata una mossa di marketing a suo modo

    Io a Kidd ci credo, quando giocava ne elogiavamo tutti le due doti, la leadership, si parlava di un allenatore in campo…dubito si sia rincoglionito tutto assieme, col tempo queste doti usciranno fuori. Certo è che hanno trattato Drew come un sacco di merda, gran brutta figura

    Milwaukee comunque ha abbastanza talento da costruirci qualcosa di molto interessante, trovassero un due vero sarebbero già da PO ad Est

    Gasol…ma se è dell’80, come fa ad avere sempre 32 anni? Comunque se gli piacciono i Lakers fa bene a rifirmare, di sicuro lo vedrei bene a spendere i suoi ultimi 2-3 anni a buon livello in una squadra da titolo che ha bisogno di lui per completare il puzzle: Miami, OKC, Spurs…

  • BigGameJames

    Comunque il discorso età giocatori è imbarazzante 🙂 come la storia di kobe che ha 33 anni dal 2010…ahahaha!!

  • low profile

    Irving

    A me da l’idea del classico giocatore destinato a tenere in ostaggio la sua franchigia piuttosto che aiutarla. Se lo valuti per il talento individuale sei costretto a dargli il massimo perché di classe ne ha tonnellate ed è quindi giusto dargli quello che chiede ma se poi ne fai un discorso più ampio beh allora i dubbi nascono, si è dimostrato invidioso dei compagni più talentuosi e con l’arrivo di un potenziale fenomeno con però tanto lavoro da fare il rischio di uno spogliatoio polveriera c’è, rischi che scazza lui ( e i suoi 90 milioni) e non sviluppi il talento ancora acerbo di Wiggins, ma non solo, non difende ne fa finta di farlo, calamita la palla manco fosse l’anello di Tolkien e già con il mero fatto di pretendere il massimo avendo intorno tanti giovani da far crescere senza l’appeal della città mi induce a credere che sia molto più interessato a farsi gli affari suoi piuttosto che voler vincere con la sua squadra.
    Sono solo sensazioni, magari questa annata con tante ombre e poche luci lo hanno fatto maturare, fatto sta che ai miei occhi la differenza tra il giocatore (meraviglioso) e l’uomo franchigia (pessimo) è eloquente e si rischia l’equivoco tecnico/tattico/economico irreparabile

  • Michael Philips

    James ha il diritto di chiedere il massimo, certo, ma ora con questa scelta che non mi piace come fanno gli heat a firmare wade+bosh+nuovi innesti? Domanda non retorica, voglio capire che possono fare.

    Irving fino all’anno scorso pareva il go-to-guy pronto ad esplodere. A livello di testa non aveva fatto niente di male e pareva già pronto a fare il leader. Poi l’ultima stagione non so cosa gli sia preso, ma ha passato il tempo a litigare con i compagni e a giocare sotto le aspettative. Il rinnovo al max dopo questa stagione deludente stride.

    Ah, notate anche voi che mentre bynum stava ai cavs lo spogliatoio è andato a puttane, poi una volta andato ai pacers cosa è successo? Stessa cosa. Chiaro non è colpa sua, ma questo oltre a non giocare porta una merda notevole.

    Gasol: ai bulls con noah a fare il lavoro difensivo avrebbero due play di 7 piedi + forse anthony. A quel punto sti cazzi rose.

    Agli heat non lo vedo bene, serve un falegname che prenda rimbalzi e difenda duro. Ai mavs sarebbe buono, peccato che se gioca lui non può giocare dirk ahahahaha.

    Onore a Billups, quello che dopo un anno da rookie disastroso e anni duri, si è ripreso è diventato un leader, ha vinto e rivoltando il destino della sua carriera in modo notevole.

  • hanamichi sakuragi

    cazzo mi accorgo ora che ho sbagliato a scrivere il mio nick.. che mentecatto che sono. 🙂

    Onore a Billups, quello che dopo un anno da rookie disastroso e anni duri, si è ripreso è diventato un leader, ha vinto e rivoltando il destino della sua carriera in modo notevole. QUOTONE

  • fabiostoppani

    Perdonami MP ma queste eventuale scelta di Lebron potrebbe non piacere solo ai tifosi Heat. Meno male che Lebron pretenda quanto gli debba spettare. Altrimenti rischieremmo davvero una pessima deriva per la Lega. Se tutti facessero il ragionamento, prendo poco per mettere insieme una squadra da sciogno perché tanto ci sono gli sponsor che pagano, andremmo incontro a una decina di super super squadre e tutto il resto fuffa. La rovina della Lega. Già la scelta di 4 anni fa è stata molto al limite nel mettere 3 superstar fra i primi 10 della Lega da un giorno all’altro nella stessa squadra. Poi certo, ai tifosi Heat potrebbe piacere certamente. Perché non aggiungere Melo ad una supersquadra?

  • gasp

    Scusate ma io avevo letto che il max salariale che James poteva ambire era 22-23 milioni, sbaglio?

    I Cavs sono stati obbligati a dare il massimo a Irving, però deve dimostrare di valerli.

    Vedo un interessamento degli Heat su Deng: ma come pensano di prenderlo?

  • gasp

    Su Billups
    Giocatore che ho apprezzato tantissimo, peccato per l’ infortunio al tendine d’ Achille che di fatto ha chiuso la sua carriera, ogni squadra dovrebbe e vorrebbe avere un giocatore così.

  • Michael Philips

    fabio

    la nba non è piena di giocatori disposti a ridursi l’ingaggio, anche se per vincere. Non vedo grossi rischi.

    A me non piacerebbe vedere gli heat con anthony o con una stella simile. Bastano alcune buone aggiunte. Alla fine i big three hanno vinto 2 anelli in 4 stagioni(4 finali consecutive) ma non c’è stato l’impatto che tutti credevano. Un pò per l’età e un pò per esigenze tattiche abbiamo visto un james su livelli superiori rispetto agli anni passati ma un wade che dopo il 2011 è crollato in modo nettissimo. Bosh invece, fin dal primo anno non ha potuto avere l’impatto che aveva ai raptors(ovvio). Questo lo dico perché in tanti(anche io) erano convinti che si sarebbe visto un team da 70 vittorie con james e wade a metterne 30 a testa e bosh con il ventello facile. Niente del genere. Basta vedere il rendimento dei 3 nelle ultime 3 stagioni.
    Non si è visto il due esplosivo in stile shaq+kobe del 2001, ma una netta differenza tra primo e secondo vilino e un bosh che spesso ha fatto pochissimo pur avendo la reputazione di big.

    Anthony con Iverson ci riuscirono a tenere un buon rendimento assieme ma non funzionò. Durant + westbrook non ha ancora funzionato, e loro sì che producono quasi 60 punti in due + ibaka che produce quanto bosh in attacco.

    Con i Lakers non ha finzionatp per niente, al di là dei problemi di salute. Anche in passato con barkley, hakeem e drexler non ha funzionato e i celtics hanno vinto un anello al primo colpo(ok hanno avuto problemi di salute pure loro).

    Credo che si sia capito che accumulare big senza criterio non funzioni mai. E comunque accumuarne 3 funziona solo se ognuno conosce(e accetta) perfettamente il proprio ruolo, e per quello serve tempo.

    La stella go-to-guy + buon secondo violino e discreto terzo violino + gregari specialisti che danno il sangue per la vittoria mi pare sempre la miglior combinazione possibile. Almeno così pare.

    Poi il caso degli spurs (2007-2014) e dei pistons dei wallace, billups e rip, in cui non c’è nessuno che domina incontrastato ma tanti ottimi giocatori, sono casi limite, molto difficili da ripetere.

  • in your wais

    Dovresti sapere bene che il talento non si somma 1+1+1+1+1, la chimica viene anche prima, infatti in questi 4 anni il plus-minus è stato spesso poco sorridente quando Wade ed LBJ erano in campo assieme, per essere migliore quando James aveva 4 tiratori a circondarlo, ad esempio. Kobe e Shaq visti ruoli e caratteristiche, si sposavano alla perfezione, il duo di Miami meno

    E di esempi del genere ce ne sono molti, basta vedere, al netto degli infortuni, i Lakers 2013, quelli del 2004, Stat+Melo, i Celtics che alla fine hanno vinto un solo titolo con Allen/PP/KG+Rondo all star…non è per niente facile, ci sono 1000 fattori da considerare…anche se di sicuro partire dal talento non guasta

    Poi quale deriva scusa? Hanno perso 2 finali, un’altra dite tutti che l’hanno vinta per culo contro gli Spurs, giocano in una conference ridicola, sono appena stati distrutti da San Antonio, io non li vedo così dominanti

    Le 3 superstar sono durate 1 anno, poi sono diventate 2, poi una superstar con due all stars più di nome che di fatto. Se i Lakers mettono assieme Magic, Jabbar, Worthy e compagnia, o se Boston mette assieme Bird, McHale, Parish, Ainge, Johnson, Walton, va tutto bene, se decidono i giocatori dove andare senza passare per i GM non va? A livello etico, qual’è la differenza?

    Quindi no, spero che LBJ lasci sul tavolo qualche milione, a meno che Wade e Bosh non firmino tra i 10-12 milioni a stagione (più o meno il loro valore di mercato), altrimenti le famose gambe e forze fresche che dovrebbero venire nel 2015 le vedono col binocolo, dovranno ripuntare su i soliti veterani di 35 anni al minimo salariale

    A proposito di pay cut, interessante articolo su Magic Johnson, 1990, dopo una brutta finale di conference…5 titoli ed 8 finali, ma come scritto nell’articolo, un sostanziale taglio allo stipendio, di “6 cifre”…capita quando hai un nucleo anziano e vuoi darti altre chances di vittoria

  • Michael Philips

    L’idea di vedere Melo ai rockets mi puzza di fallimento anticipato, due mangiapalloni che non difendono non li vedo bene, mai.

    Considerando che melo se non segna non sposta nulla, non vedo bene. Howard dopo gli ultim playoffs potrà pretendere più palloni rispetto all’anno scorso, perché ha dimostrato di essere in grado di segnare parecchio e in modo efficiente.

    Questo sarebbe un classico esempio di big 3 con un potenziale sulla carta spaventoso ma con evidenti problemi di convivenza a livello tattico. James + melo non ha senso, un pò come mettere irving con westbrook.

  • Kobe24

    James per me ha fatto la scelta giusta.A me rode il culo se mi danno 10 euro in meno quando lavoro in un ristorante,figuriamoci uno che lascia sul tavolo 30 milioni e passa.Ognuno vuole una giusta ricompensa per ciò che fa.Io credo che sia giusto dare a Cesare ciò che è di Cesare.
    Per quanto l’est possa essere ridicolo l’est,fare 4 finali di fila,non è da tutti,vuol dire fare la storia e che vali qualcosa,ma di certo non sei paragonabile a Jordan oppure sei nei primi 5 della storia del gioco,l’argenteria non è tutto,ma perdere più volte ti ridimensiona,come vincere in una determinata maniera,sembra di fare il discorso della volpe e l’uva quando si giustificano le sue sconfitte.

  • brazzz

    be,la differenza fra quei Lakers e celtici e questi heat,è che la somma di stars fu legata a un discorso di scelte,esclusivamente di scelte o quasi..kareem andà ai Lakers a metà ani 70,inuna squadra senza grosse velleità..magic,worth e scott vennero dalla lottery..idem i celtici,il trio bird,mchale e parish, e pure ainge..dalla lottery…c’è molta differenza…

  • deron

    brazz
    è inutile, non capiscono e non vogliono capire..

  • in your wais

    Brazzz

    Quindi? Se sono bravi i GM va tutto bene, se i GM fanno schifo e non ti mettono il talento attorno, devi marcire nella squadra che ti ha scelto? Non capisco il nesso

    James è strano perchè vuole giocare con delle stelle, allora seguendo questo discorso, Magic, per sentirsi il vero padrone della squadra, avrebbe dovuto dire “ok, un paio tra Jabbar, Worthy, Scott, MacDoo, Nixon, Thompson, Divac devono fare le valigie, sennò vinco troppo facile”. Non ho mai visto una stella andarsene da un posto perchè aveva troppo aiuto, restavano, vincevano, ed erano ben contenti, giustamente

    Una squadra NBA si costruisce in 3 modi: draft, scambi, free agents. A livello etico, mi dici per quale motivo firmare 3 FA di livello sia diverso che sceglierli dal draft? Non pensi che anche Riley si sia fatto un bel culo, per liberare abbastanza spazio salariale, preparandosi l’estate 2010 già dal 2007?

    O mi trovate una stella che vuole vincere tutto da solo e ci riesce, o altrimenti non vedo dove sia la questione nel cercare aiuto, specie dopo 7 anni in una squadra ed organizzazione piuttosto ridicole

  • Michael Philips

    Brazzz

    è diverso il modo in cui viene costruita la squadra.
    Ma qui il problema posto è l’accumulo di talento in una solo team ed il concetto è lo stesso.
    Se il fastidio è dato nel vedere un team con 4 stelle, a me non importa il modo in cui ci arrivano, cambia poco se penso che 4 stelle in un solo team son troppe e rendono la lega squilibrata.

    Io credo che la questione sia questa. Poi va bene dire: scelti al draft è meglio che farli arrivare in un colpo solo, ma quel team avrà comunque troppi giocatori di talento rispetto ad altri.

    Mi sbaglio?

  • low profile

    built vs bought

    Sono entrambi sistemi validi e rispettabili tanto alla fine conta vincere, però non capisco neanche io perché paragonare un team che è stato “comprato” con degli storici team “costruiti”, poi si, anche nei team fatti in casa gli assegni volavano e le star dominavano, ma stiamo mettendo insieme le pere con le mele

    Lakers showtime built
    C’s anni 80 built
    Lakers 2000, siamo al limite ma più built che bought
    C’s 2008 bought
    miami bought

    Se vogliamo fare paragoni tra dinastie facciamoli pure ma per onesta intellettuale che siano attinenti a questa lista (o ad una vostra ), tirare in ballo situazioni che poco hanno a che fare tra loro non mi sembra porti a niente, escluso l’arrivo massiccio dei troll

  • mad-mel

    Brazz lascia stare….entra da una parte ed esce dall’ altra..soprattutto iyw ogni volta che deve difendere James e la decision scrive sempre la solita frase: jordan aveva pippen e grant, magic aveva kareem e whorty, bird mchale e parish sebbene questi esempi non c entrano un cazzo…visto che qst nuclei nascono da pure scelte draft e pianificazioni dei gm.

    Cmq per i tifosi heat ho letto un interesse per carter…

  • Il vicino di erba

    Io dico che james deve prendere quello che vale. È anche una questione di status

  • Micheal Flop

    Si perchè i Lakers che scambiarono le loro scelte con i Cavs si possono mettere sullo stesso piano dei tre di Miami che si sono messi ad un tavolo e la conversazione tipo è stata questa:”Ehi giochiamo insieme,vinciamo facile,tanti anelli”,non ha a niente a che fare con lo scambio e la fortuna di ottenere due prime scelte.Va be Lebron è tutto,Miami è la più grande squadra della storia,ed se hanno perso 2 finali è perchè Marte si è avvicinato troppo a Giove,mentre Venere era a fianco a Mercurio.

  • mad-mel

    Ok pero dimenticate un dettaglio preciso. Una cosa e costruire un team solo con free agent.
    Una cosa e costruire gia sapendo che i tre son d accordo da tempo e pronti a non prendere il massimale.
    Per quanto stimi e bravo sia Riley, se qst non facevano nessun patto mica ce la faceva col salary cap prendere tre dei top 10 della lega ( in quel momento).

    Quindi se dovete fare degli esempi provate cercare altre situazioni simili a questa, non i lakers e boston anni 80.

  • opponent

    prendere le difese degli heat,chissà ai tempi quando l’accumulo di star andò in direzione celtics-lakers cosa ne pensavano.
    ognuno tira acqua al proprio mulino.
    e francamente questa storia di lebron ha scassato le palle a tutti.

  • in your wais

    Low

    Non vedo questa differenza, puoi scegliere tutte le star del mondo, ma poi le devi tenere, e le tieni solo se sganci moneta sonante. Quindi, in realtà, anche loro, dopo aver “built”, hanno “bought”, e costava pure caro, specie quando il cap ancora non esisteva

    Ma in tutti questi anni, quante sono le squadre che hanno pagato luxury tax a iosa, per rifirmare le proprie stelle, andando ben oltre il cap? E quello non è “bought”, non è una questione di soldi? Per me è davvero una distinzione inutile, l’importante è il risultato finale, non ci sta niente di etico o lodevole nel vincere partendo dal draft piuttosto che dai FA

    Poi scusa…West prese Magic e Worthy alla n.1, non male da affiancare a Kareem, non è ora che tutte le squadre le puoi costruire sul draft, devi pure avere scelte alte e non fare errori (vedi Beasley). Ora, dato che Miami non ha scelte di lotteria da anni, escluso il 2008, che doveva fare, spararsi in bocca, dire “fermi tutti, aspetto 20 anni che arriva un nuovo Magic, e poi se ne riparla”?

  • cristel

    in your wais basta ti prego.
    per l’amor del signore,liberaci da questo male.
    sei libero di schizzare quanto più ti pare sul poster del tuo sposo,ma per favore evitaci ogni volta i tuoi lunghi papironi privi del più inutile dei significati.
    l’abbiamo capito tutti che ti sei infonocchiato con lebrone,non c’è bisogno che lo ribadisci sempre.
    mettila così,se fossi esperto di basket quanto lo sei di pistolini nessuno ti prenderebbe ogni singolo giorno per il culo.

  • hanamichi sakuragi

    da buon tifoso lakers io non condanno assolutamente l’accumulo di stelle. bravo chi ci riesce.
    nulla da dire su quel che forse faranno wade bosh e james.
    di tutta questa storia quello che non mi piacque fu che ai tempi della decision il n1 del pianeta andà a giocare dal n.3 e quello fu un vincere facile. anche se poi la storia ha messo a posto le gerarchie ma nel 2011 i problemi li ebbero soprattutto perchè non era chiaro chi era il n.1 nel team.

    però costruire una dinastai con scelte e scambi è diverso che farlo se i giocatori si accordano per ridursi lo stipendio e facilitare, di molto, il lavoro dei GM.

  • the indecision

    The decision è stata la cosa più squallida nella storia del basket nba.
    Pensateci bene,tre all star che ogni anno finivano sistematicamente nel quintetto di partenza dell’est nell’all star game,si mettono d’accordo una volta diventati dei free agent di unirsi nella stessa squadra al solo scopo di sbaragliare la concorrenza.
    Il grave di questa cosa è che due di quei tre erano visti da tutti come giocatori simbolo della lega.
    Poi il buffone di corte decide di comunicarlo al mondo inscenando il famoso deprimente spettacolo in diretta televisiva.
    Non gli bastava questo evidentemente,la pagliacciata della presentazione con la celebre promessa degli anelli che i tre pagliacci avrebbero portato a casa non poteva farsela mancare.
    La spallata al suo coach,l’imitazione ironica nei confronti di uno dei giocatori più corretti della lega con conseguente vendetta sul campo del tedesco.
    La sconfitta umiliante,la post conferenza in cui ci disse che rispetto a lui nessuno valeva una cippa.
    Ed ora ci risiamo con l’ennesimo teatrino posto a far spettacolo.

    Ma perché invece di dare spettacolo fuori dal campo almeno una volta non si decide nel farlo alle finali?

  • low profile

    iyw

    Infatti ho specificato che anche essendo bravi a costruire le squadre con il draft poi le stelle le devi pagare e profumatamente, ciò comporta che alcune squadre possano venir fatte solo in determinati mercati, non metto in dubbio questo come non stavo mettendo in dubbio l’onorabilità di quelli che le squadrano le comprano al supermercato delle superstar ma ciò non toglie che Magic per quanto talento sovrannaturale anche al college stella lo è diventata ai Lakers, se i Jazz si tenevano il pick e poi lui una volta diventato quello che è diventato si fosse messo d’accordo con i lakers staremmo parlando della stessa cosa, ma così non è andate e per questo rimango della mia idea. E comunque le squadre non si costruiscono solo al draft, lo puoi fare anche prendendo giocatori che nessuno vuole trasformandoli in un gruppo vincente (menziono i pistons 2004 anche per rendere omaggio a mr big shot)..insomma le vie del signore sono infinite ma rimango della mia idea che mettere insieme star già affermate è un conto, far diventare star gente che hai draftato o preso nel mucchio è un altro. Entrambi rispettabilissimi, ma diversi tra loro. Tutto qui

  • frankiegarage

    bravo low….. uno dei più chiari a scrivere in questo sito

    concetti semplici e chiari….. è impossibile non capirlo (e nel mio caso a pensarla come lui)

  • gasp

    Dai no, basta…un altra giornata di troll, argomenti triti e ritriti non la reggo

  • mugnu

    cristel

    basta! imputi ad altri le tue colpe,sei te che continui a segarti su KB24, finiscila,
    continui a criticare james perchè ti piace prenderlo nel culo solo da kobe? ma che cazzo hai?

  • Quaqquo

    Portare ad esempio Magic quando si parla di salary cap non ha senso. Dopo il contratto da rookie firmo un 25ennale !! Lo scrivo in lettere che fa più effetto.. un VENTICINQUENNALE ! 25 anni a 1 milione a stagione.

    25 anni. 5 Lustri. Un quarto di secolo.

    Ok il contratto fu poi rinegoziato (ma solo per ridurne la durata se non sbaglio) ma ogni discorso sul slary cap che usa quel contratto come termine di paragone mi dispiace ma è sbagliato in partenza.

  • Quaqquo

    Sul resto :

    Pierce ai Clips lo vedo ovviamente bene, sia per la presenza del Doc sia per il ritorno a casa, riuscirebbe a chiudere la carriere in un team vincente, o comunque in una contender, giocando a casa sua e per di più senza indossare il gialloviola che immagino gli provochi qualche allergia 😉

    Irving : dovevano tenerlo a tutti i costi, vedremo se dimostrerà di valere quella cifra.

    Kidd : va ai bucks perchè le leggi del wisconsin contro la guida in stato di ebbrezza sono più tolleranti di quelle della zona di N.Y !!

    Gasol : secondo me o rimane o raggiunge i lfratello a Memphis, non mi sembra uno che abbia bisogno a tutti i costi di andare a competere per l’anello per sentirsi a posto, mi da più l’idea di uno che preferisca il contesto al risultato (in questo momento della carriera intendo)

  • maurizio74

    @low 6 un grande davvero spieghi bene i tuoi pensieri .
    non sapevo del contr di Magic , nemmeno che regole c erano ai tempi , ma volevo ribadire che l Nba di oggi non è strutturata per poter permettere di avere troppi stelle in una squadra (o presunte tali , o contratti da ) , non ci stai con i soldi , non ci sono storie .
    Piccolo o-t , non sono un santo credetemi ne un puritano ,ma i commenti omofobi letti poco fa sono proprio fuori luogo e fastidiosi , consiglio ai moderatori/gestori di prendere iniziative ,
    2 piccolo o-t anche il commento iniziale con alcuni errori di italiano fa male , molto male alle orecchie … e non sono un insegnante sono un lettore qualsiasi .

  • cristel

    mugnu,sei una caccola,hai presente come quelle fastidiose che non vedresti l’ora di liberartene ma non puoi perché qualcuno ti sta guardando?
    tu sei uguale.
    capiscimi quindi che non posso conversare più di tanto con una caccola.

  • fabiostoppani

    Beh se mi portate l’esempio Lakers e Celtics vi date solo la zappa sui piedi. Quei Lakers potrebbero esser forse la dinastia più forte di questo giochino proprio per un serie di circostanze (fortuite e non). Tuttavia il nucleo era eterogeneo e non aveva la particolarità di provenire tutto dallo stesso draft… Quei Lakers DOMINARONO l’NBA. Se non fosse stato per un squadra con un’altra stella (molto più polare di Magic), un’organizzazione stellare e un gruppo solidissimo come quello celtico. Quando dico più polare parlo di squadra sicuramente molto forte nei 5 titolari ma molto più equilibrata nel talento rispetto ai Lakers. Parish, McHale e Dennis Johnson erano delle belve, all stars ma dall’altra parte c’erano Worthy, Kareem e co. Quei Lakers furono dominanti, tutti quelli che hanno vissuto quel periodo e che conosco hanno speso queste parole. A me non piacerebbe vivere un’altra NBA così a meno che non ci siano tante squadre di quella portata. Possibile? Oggi come oggi proprio no. Il discorso del contratto di Magic non lo ricordavo avendo 5 anni in quel momento storico (per il resto ci sono le partite registrate). Poi bisognerebbe valutare il momento non conoscendolo approfonditamente. In quei 2 anni si sono concatenate tante situazioni. Ritiro Kareem, calo di prestazioni, malattia… Ma anche li il discorso è spinoso. Io Magic lo ricordo per aver firmato nell’84 un contratto da record per l’epoca (questo lo raccontano tanti e tanti filmati anche per la particolarità del contratto). Insomma a 25 anni Magic firmava un contratto del genere, qualcuno faceva qualcos’altro sempre a 25 anni… Questo non per fare polemica ma per dire che discorsi del genere possono esser un’arma a doppio taglio.
    Comunque il discorso finisce sempre li. Una frangia la pensa in un modo. Una frangia in un altro. Discorsi che ripeteranno a non finire. Dico solo 4 anni di questi Heat 4 finali (per tanti motivi ma 4 finali). Hanno vinto 2 anelli giocando tutti su un piano molto simile per il ruolo che avevano nella squadra. Quando è mancato Lebron, Wade non ha vinto. Quando è mancato Wade, Lebron non ha vinto. Succede quando si hanno 3 stelle. Quando viene a mancarne una, non si vince. Ma la squadra rimane fortissima. Magari destinata a declinare per tanti motivi ma se la giocheranno sempre. Non vedo perché non debba bastare questo. Come se gli Heat debbano esser destinati a vincere. Perché? Non ho visto quest’atteggiamento verso gli Spurs dopo la scorsa finale persa in quel modo. Eppure parliamo di una squadra vecchia e con un solo giocatore in ascesa. Non vedo quest’atteggiamento verso i Clippers che è da anni che ci provano e mostrano sempre qualche lacuna evidente per fare l’ultimo step. Vogliamo parlare dei Thunder ai quali basterebbe anche solo l’allenatore per giocarsela davvero? Dispiace vedere una stagione in cui “se la giocano”? Non capisco davvero il motivo a meno che non si tifi per una squadra o un giocatore in particolare.

  • gerry

    Siete incorreggibili cristo.
    Qualcuno pensa davvero che i tre amigos come li chiamate voi abbiano compiuto un gesto poco onorevole sportivamente parlando?
    Andatevi a vedere i Raptors dell’epoca,i Cavs dell’epoca e gli Heat dell’epoca e poi ne riparliamo.
    Tanto è certo che se anche Lebron fosse andato a Chicago o a New York avreste avuto da ridere comunque.
    Mi chiedo del perché di quest’odio nei suoi confronti.
    Cosa vi spinge a essere ogni volta così spietati quando si parla di lui?
    Per caso avete paura che qualche mito che voi venerate rischia di essere offuscato da lui?

    Siete davvero gli mvp degli ignoranti.
    Intanto 4 mvp,5 finali e 2 titoli parlano per lui a neanche 30 anni compiti.
    Quindi zitti e muti.

  • cristel

    gerry,ecco l’ennesimo ritardato che fa parte del partito “inginocchiamoci e succhiamoglielo al prescelto”.
    non bastava in your gay o quel malato mentale di philips,ora è arrivato anche l’ultimo degenerato.
    ok,nessuno è perfetto,ma in questi tre casi madre natura ha davvero esagerato in negativo ni confronti della razza umana.

  • Kobe24

    Una cosa è avere fortuna al draft,beccare due prime scelte ed avere l’opportunità di selezionare Magic e Worthy,l’altra mettersi a tavolino,fare taralluccio e vino ed andare a giocare nella stessa squadra.Chissà perchè the Dream e Mj non l’hanno fatto,uno ed est doveva battere una serie di squadre coi cojones e con talento smisurato,l’altro aveva i Lakers dello Showtime contro.Miami,Cavs,Toronto per quante chiacchiere potete fare,erano tutte squadre da playoff,una delle tre addirittura ha ottenuto per due anni di fila il miglior record della lega.Ora continuate a fare paragoni inutili e pensate a Lebron come the GOAT.

  • Max

    ultime news:
    Aggiornamento su Miami da ESPN
    LeBron prenderebbe il massimo per 2 anni, Bosh si accontenterebbe di $11M nel 14-15 e Wade di $12M: dicono di avere oltre $12M da investire e hanno messo Lowry e Gortat in cima alla lista.

  • @Max appena scritto la news

  • Max

    perfetto FMB 🙂