Parsons deluso dai Rockets: “Gestito male tutto!”

L’ala bianca non avrà problemi col trasloco visto che da Houston a Dallas sono circa 360 km, però è rimasto molto deluso da come la sua ex squadra ha gestito la sua situazione.

ParsonsQuesta Free-Agency verrà ricordata per il ritorno di LeBron James (29 anni) a Cleveland, per il rinnovo di Carmelo Anthony (30 anni) con i New York Knicks ma anche per la firma del contratto di Chandler Parsons (25 anni) con i Dallas Mavericks…in un night club di Dallas col patron Mark Cuban!

Dallas gli offrì un triennale da $46 milioni, Houston ha avuto i 3 giorni da protocollo per poter pareggiare l’offerta ama ad 8 ore dalla dead-line hanno rinunciato lasciando così l’alfiere di James Harden (24 anni) ai cugini dei Mavs, tutto questo però non è piaciuto a Parsons il quale, a Marc J. Spears di NBA On Yahoo ha dichiarato:

Onestamente mi sono sentito offeso da come la situazione è stata gestita, hanno espresso pubblicamente più volte che cercavano una terza stella da aggiungere al roster quando ce l’avevano davanti agli occhi (riferendosi a se stesso), questo mi fa capire la considerazione che avevano di me, io mi sentivo pronto a ricoprire quel ruolo.
Non si può sempre essere aggressivi sul mercato per cercare di essere sempre più forti, Daryl (Morey, GM) è un grande GM, un genio e non ho nulla contro quelli come lui che si impegnano sempre per avere una squadra migliore, dico però che quel terzo violino potevo essere io.

Parsons ha proseguito parlando dei singoli che i Rockets hanno bramato che li sono sfuggiti e dei giorni dell’offerta

Prima Anthony, poi Bosh sono sempre venuti davanti a me, loro (Houston) mi hanno sempre detto che erano pronti a pareggiare qualunque offerta ma alla fine…Capisco che è un business. Capisco che hanno pensato fosse meglio per la loro organizzazione. Sicuramente mi ha colto un po’ di sorpresa.

Houston ad oggi è la vera grande sconfitta del mercato NBA, snobbata prima da Carmelo Anthony e poi da Chris Bosh (30 anni) che all’ultimo ha preferito la maxi-estensione dei Miami Heat, inoltre è vero che si sono liberati dei contrattoni di Jeremy Lin (25 anni) e Omer Asik (28 anni) però adesso il roster piange, per rimpiazzare Parsons è stato preso Trevor Ariza (29 anni) che dovrà subito cercare di trovare il feeling con il “Barba”…cosa che Parsons aveva!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Stiv#6

    Secondo me, discorso terza stella a parte, ha ragione.

  • Parsons non è un fenomeno, ma è quel giocatore che ogni squadra vorrebbe, il classico “Link-Player”: fa il suo, è diligente in campo, punti nelle mani, non ingombrante e si adatta.

  • in your wais

    Soprattutto ce lo avevano sotto contratto e lo hanno fatto uscire loro con un anno di anticipo…

    Io personalmente a 15 milioni annui non lo avrei mai rifirmato,potevano tenerlo alla cifra che aveva,aspettare che diventasse unrestricted,e firmarlo a 10-12 annui,invece di rincorrere le palanche di Cuban

    Comunque Ariza è un ottimo sostituto,ed i soldi non spesi nel 2014 torneranno utili magari la prossima Estate

  • 24>23

    I Rockets sono stati demoliti dal no di Bosh. Con lui avrebbero rifirmato anche Parson e sarebbero stati una super contender.
    Senza Bosh hanno preferito non ingolfarsi il cap perchè sanno di non aver chances di vittoria. E anzi l’anno prossimo rischiano la fuga di Howard..

  • mad-mel

    Ho letto rumors su Rondo a Houston?!!
    Mi chiedo come sia possibile….forse l’anno prox.

  • Nico

    Secondo me è un BRUTTO VOLPO per gli Huston…anche secondo me Parsons è un giocatore in grado di dare MOLTO a una squadra e ancora a una contendente…quindi affidarsi solo a Harden e Howard non so quanto convenga visto che quest’anno spesso le castagna dal fuoco le ha levate LUI…non loro due..

  • CharAznable

    @iyw e F.M.B. Quotone per entrambi
    @mad-mel Se si inserisse una terza squadra sarebbe fattibile,io ho sentito anche di un interessamento per Love da parte di Houston

  • Magic

    Parsons ha ragione sul trattamento che gli hanno riservato, ma è un po’presuntuoso quando dice che la terza stella l’avevevano davanti agli occhi…

    Ottimo giocatore, completo, ma certamente non un campione né un super talento..

  • hanamichi sakuragi

    il punto di vista di parson mi sembra inattacabile. cmq alla fine con ariza non gli cambia molto e non credo che parson valga i soldi che prende a dallas.

  • fabiostoppani

    Caro Chandler ti voglio bene ma stai buonino…. Terza stella, 46 pippi… Per chi? Te? Prenderai gli stessi soldi di Harden fino al 2017. Non scherziamo.
    Oggi le franchigie di dividono in due filoni. Un ammasso di stelle insieme a rimasugli e squadre con meno stelle ma più equilibrate. Parsons nella prima tipologia non potrebbe mai rientrare perché a quelle cifre non potresti mai permettertelo anche se sarebbe oro colato come 4° violino. Meglio nella seconda anche se a quelle cifre rimane una grossa forzatura. Houston con Ariza non ci ha di certo perso più di tanto, il problema non è Parsons ma la terza stella che adesso non hai e la panca che hai giustamente smantellato e adesso devi riformare ma senza Big 3 è difficile attrarre FA interessanti. Insomma Parsons a quelle cifre era improponibile, i Rockets l’hanno sostituito con il giocatore più verosimile ma adesso i problemi sono ben altri…

  • low profile

    il “genio” Morey non l’aveva pensata male salvo poi incassare il no grazie dalle star, ha ragione Parsons a lamentarsi anche se il contratto è ricco, non tanto per la cifra ma per durata e opzioni, avesse spalmato i 45 in 4 anni senza player option (magari con una team option al suo posto) e senza trade kicker io non ci avrei visto niente di immorale, come terzo violino era un lusso, il ragazzo ai PO ha fatto 19 punti col 44% dal campo e soli 2,5 liberi a partita, la stella Harden ne ha fatti si 26 ma con un lusinghiero 37% e con la bellezza di 8,5 liberi ad allacciata, per lo più rubati sbracciando. E Parsons senza essere uno stopper almeno fa finta di difendere.
    Tornando al discorso di ieri con Quaqquo e collegandomi a mad mel, si, Rondo sarebbe il profilo adatto per giocare con i bambinoni, tenendo buono T jones da 4 Rondo porterebbe IQ ( non solo cestistico visto che è un genio in generale) mentalità, difesa e non toglierebbe i tiri ai 2 ma anzi li faciliterebbe ancor di più a far canestro, ma ora il nostro mercante di assets non ha più niente da offrire a parte forse in già citato TJ e Beverly. Morey gioca a fare il gm analitico ma si dimentica che i giocatori sono esseri umani prima che assets, non che non bisogna essere freddi nelle decisioni ma un minimo di umanità per fare gruppo serve, specialmente quando tratti con ventenni milionari.
    Vediamo cosa si inventa il Preziosi americano, se gli va di culo magari Rondo (o chi per lui) rimane dove sta e attacca alla prossima free agency, altrimenti non saprei

  • maurizio74

    Secondo me la cosa non giusta è stato il coinvolgimento nel reclutamento di DH12 , ed ora , come dice lui con Melo e CB , non lo trovo corretto , secondo me se gli avessero proposto un contratto simile a quello di Indiana con Stephenson avrebbe accettato .
    @Low volevo chiedere , ma hai trovato le info del contratto di Parsons cioè sono 16 per 3 anni , con p.o. al terzo ovviamente , ed in più ha una trade kicker , cioè se non vuole lui non lo possono scambiare …???

  • low profile

    Maurizio

    Di come sia strutturato il contratto non ho trovato traccia, si sa solo che sono 46×3, poi se cerchi in giro ogni testata giornalistica conferma la PO per il terzo anno ed il trade kicker che gli permetterà di avere un aumento di stipendio già pattuito in caso di trade, ESPN lo quota al 15% ma di questa cifra ho solo telelebron come fonte.
    Quello che intendevi tu è la no trade clause ed è un altra cosa anche se l’aumento del 15% di un contratto già eccessivamente ricco di suo potrebbe (dovrebbe) scoraggiare i possibili acquirenti, ma sono 3 anni e passano in fretta