Silver, tra il caso-Sterling e la “nuova” Lottery

Adam Silver ha rilasciato delle dichiarazioni sul caso Sterling, in via di archiviazione, inoltre l’NBA vara una proposta ufficiale riguardante la lotteria del draft.


Silve2
Dopo l’idea di un torneo a metà stagione (CLICCA QUI per leggere) il Commissioer Adam Silver, dopo il consiglio dei proprietari delle franchigie NBA, è tornato a parlare del caso Donald Sterling rivelando che si è quasi alla conclusione, anche se le pratiche per le cessione della franchigia non verranno risolte prima dell’inizio della prossima stagione per via delle problematiche riguardante il processo.

Non sono sicuro per quanto riguarda i tempi della chiusura dell’affare, ma sono sicuro che Sterling è ormai un ex proprietario. Il nostro avvocato ci tiene in costante aggiornamento giornaliero e io so solo che se il giudice non si pronuncia a favore della cessione, noi riattiveremo i lavori per terminare la franchigia.

Queste le dichirazioni con le quali ha esordito il commisioner e poi fa riferimento al processo in atto andandoci giù duro duro quindi, ricordando poi i termini dell’accordo con Shelly Sterling (l’ex moglie di Donald).

Noi avevamo fissato una data, poi Shelly si fece avanti e ci disse di non avviare le pratiche per chiudere la franchigia, perché era intenzionata a venderla. Ci è riuscita e ora siamo solamente in attesa che questo avvenga in modo definitivo. Il giudice sta ascoltando tutte le testimonianze possibili, ma spero che quando l’udienza riprenderà, si pronuncerà in tempi relativamente brevi.

Silver ha ricordato anche che i proprietari delle franchigie devono ancora approvare Steve Ballmer come proprietario dei Clippers, ma questo non può accadere fino a che l’accordo per la cessione non risulta definitivo. Per concludere, Sterling può citare per danni l’NBA, in un successivo processo, ma quel che è sicuro che grazie allo statuto NBA, lui non sarà più un proprietario di una franchigia.

L’NBA inoltre ha formulato una proposta ufficiale sulla riformazione del sistema della Draft Lottery al draft, cercando di ponderare le probabilità di prima scelta delle squadre.

La proposta è essenzialmente un tentativo di spremere le probabilità delle lotteria in uno dei due estremi verso un sistema più equilibrato in cui tutte le 14 squadre partecipanti, hanno una probabilità relativamente simile di ottenere la prima scelta. Verrà data la stessa possibilità alle quattro squadre peggiori di avere la prima scelta, circa l’11 % per ogni franchigia, poi le probabilità diminuiscono lentamente fino alla quattordicesima.

Un messaggio forte e chiaro inviato contro il tanking, il nuovo commisioner sembra avere davvero le idee chiare per migliorare l’NBA di oggi.

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P

  • cuni

    Buona l’idea anti tanking

  • gasp

    Per fortuna che hanno lasciato perdere quella malsana idea con la ruota… se verrà approvata (non prima del 2016) non vedremo più il tanking selvaggio con squadracce da 15 W però forse nelle ultime partite vedremo orrori ben peggiori