Wiggins risponde così: “Gioco per chi mi vuole!”

La prima scelta assoluta al Draft 2014 ha parlato per la prima volta della situazione che si sta venendo a creare intorno a lui, 19 anni ma idee molto chiare sul futuro.

Schermata 2014-08-04 alle 09.15.06Nella giornata di ieri la classe Draft 2014 si è tutta riunita a New York per partecipare al servizio fotografico della collezione di figurine Panini, gli occhi e i riflettori erano tutti puntati su Andrew Wiggins (19 anni), fino al 25 di agosto blindato dai Cavaliers ma la trade con i T-Wolves è sempre dietro l’angolo.

Il giovane talento canadese ha risposto in maniera diplomatica alle domande in merito a questa situazione che va avanti da mesi, ai microfoni della ESPN ha dichiarato:

Voglio giocare per chi mi vuole, alla fine del giorno bisogna ricordarsi che questa è l’NBA e l’NBA è prima di tutto un business, io sono un rookie e non molto da dire.

Wiggins ha anche detto di non esser mai stato contattato personalmente da nessuno in merito alla potenziale trade che porterebbe Kevin Love (25 anni) in Ohio, l’ex Jayhaeks rimane ai Cavs anche se gli indizi citati nelle news di ieri (CLICCA QUI per leggere) e la triste risposta da ESPN (vedi video sotto) dove gli veniva chiesto se i Cavs lo volessero fanno pensare ad un suo sbarco nel Minnesota

Se davvero l’ex Kansas finirà nel Minnesota troverà l’amico di infanzia Zach LaVine (19 anni), matricola proprio dei Timberwolves che lo aspetterebbe a braccia aperte, i due, inoltre, durante la sessione foto grafica si sono sfidati in una mini-gara delle schiacciate, a voi i giudizi!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Il Nichilista

    L’affare lo fa Minnesota, questo è sicuro.
    I Cavs si comportano da polli e non poco, fossi un tifoso tornerei ad incàzzarmi dopo la sbornia Lebron perchè fare una cappella cosi grossa?

  • in your wais

    Con tutto il rispetto, le cose si giudicano a bocce ferme. Questa è gente pagata miliardi per fare quel lavoro, alzarsi la mattina e dire che sono polli o coglioni non significa un cazzo. Poi potranno sbagliare o meno, ma non è che stiano lì a contare bucce di banane

    Vediamo quello che viene fuori e poi si giudica, invece di dire a priori che hanno fatto bene o male, senza neanche che ci sia stato lo scambio

  • Rob

    iyw
    allora chiudiamo i commenti sino a novembre? Ovvio che sono tutte opinioni basate su delle ipotesi ma non per questo meno rilevanti.

    Gilbert è palesemente poco capace come owner.. penso solo alla vicenda Lebron e la “Decision”.. per non parlare della gestione del roster dal 2005 a oggi..

    In compenso credo se la cavicchi con le case!!!

  • gasp

    Sembra che Cleveland scambi due HOF per una pippa…stiamo parlando di uno scambio in cui i Cavs otterranno un All-Star e top 3 ali grandi per un POTENZIALE fenomeno e un POTENZIALE ottimo giocatore…certamente rischiano scambiandoli senza sapere il reale valore, ma etichettarli come polli o coglioni mi sembra eccessivo.

  • Il Nichilista

    Il discorso è il solito che facciamo da giorni: il signor Love è un giocatore in scadenza di contratto, Minnesota è passata velocemente dall’essere costretta a darlo via a poter imporre le proprie condizioni e ritrovarsi col coltello dalla parte del manico. E questo sono stati soltanto i Cavs a permetterglielo, perchè se in un gioco delle parti di questo tipo finisci con l’essere la vittima è ovvio che non puoi che essere etichettato come pollo al tavolo delle trattative.
    Oltretutto il signor Love è anche un giocatore abbastanza sopravvalutato che non vale un’offerta del genere da parte dei Cavs manco se fosse pluriennale, ma questo è un altro discorso che purtroppo gli appassionati manibbòne non capiranno mai come si vince in questo gioco

  • in your wais

    Rob

    State dando opinioni su voci messe in giro dai giornali o da ESPN per vendere di più. Di solito si commenta a giochi fatti, non serve aspettare novembre visto che di scambi o colpi di mercato ce ne sono già stati abbastanza

    Quindi per carità, sono sicuro che ci siano fitti contatti tra le due squadre, ma per ora parlare di ipotesi mi pare inutile. Senza contare che, come dice Gasp, sembra ora che si Love sia una specie di Novak, e Wiggins un Pippen più forte. Basterebbe mantenere equilibrio